Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

IL MIO MONDO, LA MIA REALTA'

Il mondo a colori di Sal&Mary...
Pelosetti compresi...

 
 
 
 
 
 
 

BEVERE NON E' FACILE

BENITO URGU: BEVERE NON E' FACILE

 
 
 
 
 
 
 

INDUSTRIA CASEARIA ARGIOLAS DOLIANOVA

Il Caseificio di mia moglie Mary e
mio cognato Antonello. Provate
i loro formaggi e poi mi direte...

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« La scienza lo conferma: ...L’Italia dei bonus, sono... »

Uniti, ma non vincolati: la leggenda Sioux sulle relazioni di coppia

Post n°1744 pubblicato il 16 Settembre 2020 da prolocoserdiana
 

immagine

Narra un’antica leggenda che, un mattino, una giovane coppia di indigeni Sioux si recò a visitare lo sciamano del villaggio. La coppia viveva vicino a Pahá Sápa, la zona oggi chiamata “Colline nere”, monti considerati sacri dal popolo Sioux. Il ragazzo era un coraggioso guerriero il cui cuore era abitato da onore e nobiltà d’animo. Anche in Nuvola Alta, la ragazza dagli occhi a mandorla e dalla folta chioma, emergevano la decisione e, soprattutto, l’amore profondo per il suo futuro sposo.
Il vecchio sciamano fissò entrambi per qualche istante con il suo sguardo acuto e il suo volto scalfito dagli anni. Fumò la pipa, aggrottò la fronte, si schiarì la voce e poi prese la mano della ragazza: «Se desideri conservare al tuo fianco il tuo amato, dovrai intraprendere un viaggio. Non sarà facile, ti avverto. Dovrai salire su quella collina che vedi laggiù e prendere con le sole mani un falco, il più forte, il più maestoso. Dopodiché, dovrai portarlo qui vivo il terzo giorno dopo la Luna piena.»
Successivamente, lo sciamano si rivolse al giovane guerriero: «In quanto a te, devi sapere che il tuo compito sarà altrettanto difficile e impegnativo. Devi scalare la montagna più alta del nostro villaggio e prendere un’aquila. La più bella, la più vigorosa, la più selvaggia. Dovrai poi portarmela qui lo stesso giorno in cui si presenterà col falco la tua amata».
La giovane ragazza Sioux e il suo amato compirono la sfida posta dallo sciamano. Lei portò il falco in una sacca di pelle. Il giovane aveva con sé l’aquila, quella più bella e più forte.
«Ora dovete fare quello che vi dico: prendete i rapaci e legateli per le zampe con una corda di cuoio, in modo che uno sia vincolato all’altro e viceversa. Poi lasciateli, affinché volino liberi.»
Quando svolsero questo compito, davanti al risultato rimasero attoniti, senza parole. Nel momento in cui i due uccelli cercarono di spiccare il volo, non fecero che cadere di continuo. Frustrati e pieni d’ira, presero a colpirsi vicendevolmente con i loro becchi duri e forti.
Il vecchio sciamano si avvicinò agli uccelli e li slegò. «Ecco il sortilegio di oggi: imparate da quello che avete appena visto. Se vi incatenate l’uno all’altro, anche se si tratta d’amore, non farete altro che ferirvi, lacerarvi e rendervi infelici. Se volete che il vostro amore duri, volate assieme, volate alto, ma mai legati. Perché il vero amore unisce, ma non vincola.»

immagine


Per una lettura ed interpretazione chiare, vorrei ricordarvi che questa leggenda può essere applicata a qualsiasi rapporto: ad un’amicizia o ad un legame genitori-figli, a conoscenze varie ed a quant'altro perché, in fin dei conti, in ogni relazione siamo obbligati a salvaguardare gli spazi individuali per poter preservare la magia di questa speciale alleanza. Ricordatevelo sempre.
Sorriso, bye sal

Commenti al Post:
blaskina88
blaskina88 il 16/09/20 alle 23:05 via WEB
Molto bella questa leggenda e molto significativa. Un rapporto é solido quando c é un po di libertà. Buonanotte Sal e sereno domani
 
ambradistelle
ambradistelle il 17/09/20 alle 00:10 via WEB
In ogni rapporto bisogna essere uniti ma liberi...dolce notte!
 
lascrivana
lascrivana il 17/09/20 alle 05:45 via WEB
La libertà individuale è importante per ogni durata di rapporto. Se l'amore è profondo e vero, allora chiunque sia la persona a cui è rivolto, tornerà liberamente nelle culla delle sue braccia. In fondo tutti noi abbiamo bisogno di un nido d'amore. Buongiorno Sal
 
Marilena63
Marilena63 il 17/09/20 alle 06:05 via WEB
le leggende hanno sempre un certo fascino...buona giornata Sal a te e a voi tutti...:-))Mari
 
fleurbleu17
fleurbleu17 il 17/09/20 alle 09:06 via WEB
Ciao Sal, dopo aver letto il post, ti faccio questa domanda: Qual è il limite di libertà in un rapporto di coppia o di amicizia? Fino a che punto si può andare oltre? Un marito e una moglie devono essere vincolati dal matrimonio ma poi devono avere "libertà". Allora dovremmo vivere Amori eterni e sempre felici. Quindi perché gli Amori finiscono o si separano? Le leggende sono belle storie che fanno sognare ma la Realtà è ben diversa. Ps: Bella la cover dei coldplay. Buona giornata a tutti/e. Ciaoooo
 
francy71_12
francy71_12 il 17/09/20 alle 09:07 via WEB
ciao Buongiorno Sal le leggende mi sono sempre piaciute e mi affascinano ciao buona giornata per un sereno giovedì
 
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 17/09/20 alle 12:31 via WEB
Leggenda molto bella e veritiera perche' se penso al mio vissuto per anni con mio marito e' stato si un vincolo d'amore sempre insieme, ma poi andando avanti ci si divide o perche' ci si stanca..insomma ora siamo al punto che lui ha la sua liberta' di fare quello che piu' gli piace, ma io ho la mia..ma sempre con rispetto e amore ..Buon pranzo caro Sal e buon proseguimento di giornata!
 
g1b9
g1b9 il 17/09/20 alle 12:39 via WEB
I miei meravigliosi sessant'anni di matrimoni sono stati così, nel pieno rispetto della libertà altrui. Mai chiesto nulla che lui non volesse dirmi,o fare con me, ho sempre avuto per lui amore, rispetto e fiducia, e altrettanto ne ho avuta. Una magia unica fino alla morte,che me l'ha portato via e mi ha lasciata qui... Giovanna
 
 
g1b9
g1b9 il 17/09/20 alle 12:41 via WEB
Scusa Sal perchè quell'ultimo messaggio che mi hai lasciato? Non l'ho capito nella seconda parte.
 
saverio.ancona
saverio.ancona il 17/09/20 alle 16:42 via WEB
Giustissimo Sal, in un rapporto di coppia ma, in genere, in un rapporto che leghi, la libertà, l'onesta, e lo stimolo allo stare insieme. Se v'è chiusura, d'ogni tipo, il rapporto non può produrre frutti ma dolori. Buona serata a Voi tutti!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

immagine

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mila020blaskina88Margherita014Joker_Jolly2012Bugenhagenzima.legankovicavallidirossroccomelchiondaalvaromeleteldasasclaudio.960thaiger0giovanni.bergamodanigliocercocomplicedgl0
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom