Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

IL MIO MONDO, LA MIA REALTA'

Il mondo a colori di Sal&Mary...
Pelosetti compresi...

 
 
 
 
 
 
 

INDUSTRIA CASEARIA ARGIOLAS DOLIANOVA

Il Caseificio di mia moglie Mary e
mio cognato Antonello. Provate
i loro formaggi e poi mi direte...

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« PRESIDENTE MATTARELLA: C...Il passato non ha potere... »

Social-dipendenti, i genitori sono messi molto peggio dei figli. E si vede…

Post n°1864 pubblicato il 22 Gennaio 2021 da prolocoserdiana

immagine

Chi è più social-dipendente? Un ragazzo, oppure i suoi genitori, i suoi nonni? Non sono domande banali, e se solo ci guardiamo intorno è facile avere un quadro generazionale della dipendenza dalla tecnologia. I giovani nascono multitasking e come tali sono da un lato costretti a usare con estrema continuità tutti gli strumenti offerti da Internet, dall’altro versante, nonostante l’abnorme consumo delle piattaforme social, loro sono naturalmente più attrezzati a difendersi. Se vogliono.
Diverso è il discorso per le persone mature o anziane. In questo caso la tecnologia è un’affannosa rincorsa verso un mondo sconosciuto, ma anche un modo per sentirsi meno soli e più vitali, un universo nel quale dire la propria, utilizzando, anche in modo goffo, i vari linguaggi dell’online. Chattare, cinguettare, postare.  E così via. Tutto, spesso, con una compulsione sfrenata, con un narcisismo senza limiti, e con una curiosità piuttosto circoscritta ai due ambienti (il sesso e il gioco) nei quali l’universo di Internet risulta più navigato.
Un genitore, o un nonno, social-dipendente offre un pessimo esempio. Qualche volta diventa imbarazzante, anche per figli e nipoti che leggono i suoi messaggi. Molto più di un giovane chiuso in se stesso e aggrappato alla tecnologia, smarrisce il contatto dalla realtà. A partire dal dato anagrafico. Infine, è una persona che non ha alibi per giustificare la sua dipendenza: lui, o lei, sono cresciuti nell’era dei libri, della conversazione, del cinema.
Un’indagine molto approfondita del Censis, per conto dell’agenzia Agi, fotografa con estrema precisione questo quadro di dipendenza. Un quinto della popolazione adulta in Italia, oltre il 20 per cento, si considera completamente dipendente di Internet. Riconosce, con le mani in alto in segno di resa, la
propria assuefazione, nonostante l’età che avrebbe dovuto portare maggiore responsabilità e consapevolezza. Il 63 per cento degli adulti iniziano la loro giornata con un gesto tipico dei social-dipendenti: controllare tutti i messaggi ricevuti sulle varie piattaforme. E iniziare subito, prima ancora di bere il caffè, a scambiare mail, sms, fotografie su Instagram. Ancora: il 34,1 per cento degli adulti ha preso la pessima abitudine di piazzare a tavola, come una pistola, lo smartphone sul tavolo. E di rispondere a qualsiasi messaggio arriva, anche quando si ha il boccone in bocca o si sta amabilmente conversando con i commensali.

immagine

sereno venerdi, bye sal

Commenti al Post:
monellaccio19
monellaccio19 il 22/01/21 alle 10:43 via WEB
TUTTI!!!!!! RIGOROSAMENTE TUTTI!!!!!! Ho le prove, non sono più perplesso è non temo smentite. Buon giorno Sal.
 
ambradistelle
ambradistelle il 22/01/21 alle 13:17 via WEB
Buongiorno!
Buon fine settimana!
Smackkkkkkkkkkkkk
 
Marilena63
Marilena63 il 22/01/21 alle 13:19 via WEB
e da cosa si vede Sal?A casa mia si pranza e si cena tutti insieme ed è vietato avere telefoni cellulari a tavola.Mi dissocio da questo quadretto che hai dipinto con questo post.Semmai bisogna dire che i nostri giovani a causa della pandemia sono costretti a studiare online mentre prima potevano frequentare le scuole e le università e le loro nevrosi si ripercuotono anche su noi genitori e viceversa le nostre su di loro visto che il futuro è alquanto incerto,noi non abbiamo tempo e non ci interessa di frequentare sesso e gioco.Bisogna non diffondere questa cultura sempre più invasiva che vuole separare le nuove dalle vecchie generazioni mio caro Sal,ad ognuno i propri spazi.Quando tutto finirà e speriamo finalmente ognuno potrà tornare ai luoghi consoni al lavoro e allo studio allora ci sentiremo tutti più sereni e più liberi.Io leggo moltissimo,scrivo quando ho l ispirazione giusta e in questo non solo non ci trovo nulla di male ma non faccio del male a nessuno.Non abbiamo tresche nè qui e nemmeno fuori di qui.Lasciamo ad altre famiglie di vincere il premio per migliore famiglia,migliori genitori,migliori figli,migliore gruppo sociale del mondo.Noi ci piacciamo così come siamo...io continuo a canticchiare da sola che alla persona allegra il buon dio l'aiuta...ed è tutto nelle mani del padreterno,buon fine settimana Sal,esteso alla tua Mary e a voi tutti...:-))Mari
 
saverio.ancona
saverio.ancona il 22/01/21 alle 14:32 via WEB
Sabrina e Anna Paola, grazie di questa bella versione di un brano che amo di Santana. A tutti buon w.e., sperando che non continui la guerra dei mondi e la caccia alle lucciole in parlamento. Vero Sal, oggi si passa più tempo con pc, telefonini e aggeggi vari che con la famiglia e gli anziani maggiormente, per superare ansia, solitudine e chiusure casalinghe. Si mangia, dorme, passeggia, ...guida con tale strumento a disposizione, senza, molti si sentono nudi. Un caro saluto!
 
francy71_12
francy71_12 il 22/01/21 alle 15:14 via WEB
ciao buon pomeriggio a tutti
 
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 22/01/21 alle 17:55 via WEB
Quello che e' successo alla bambina di 10 anni morta per un gioco sulla rete mi ha lasciata basita e mi sono chiesta perche' e' accaduto, mi viene solo una risposta..perche' i genitori non vigilano i propri figli, forse anche loro troppo presi dai social, sbaglio? Questa e' un'altra piaga del nostro futuro! Buona serata Sal *____*
 
g1b9
g1b9 il 22/01/21 alle 19:13 via WEB
Per fortuna i social non mi appartengono per niente. No comment quindi! Buona serata.
 
blaskina88
blaskina88 il 22/01/21 alle 23:18 via WEB
Buonanotte Sal e sereno fine settimana.
 
neopensionata
neopensionata il 23/01/21 alle 04:32 via WEB
"Un abbraccio è staccare un pezzettino di sé per donarlo all’altro affinché possa continuare il proprio cammino meno solo" (Pablo Neruda). Buon w.e. Jole
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

RICORDI9 DEI TEMPI CHE FURONO

Nell'ordine: Romeo&Giulietta. Big il pechinese,
Didol&Giulietta, Mary e la cucciolata col
CAPOBANDA romy-romy

 
 
 
 
 
 
 

immagine

A tutte le amiche di Blog e non che ci sopportano
e condividono con noi parte di questa community:
SAL&ALLEGRABAND

 
 
 
 
 
 
 

immagine

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

saverio.anconasoltanto_unsognocaterinadecarovucumpra2011annarita.denuzzofedele.belcastrogiustiziaesaggezzalascrivanaMarilena63saleallegrabandprolocoserdianablaskina88sabella2coopmare0
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom