Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

NERONE 1 E 2

Alla mia nuvoletta nera 1 e 2

 
 
 
 
 
 
 

RICORDI9 DEI TEMPI CHE FURONO

Nell'ordine: Romeo&Giulietta. Big il pechinese,
Didol&Giulietta, Mary e la cucciolata col
CAPOBANDA romy-romy

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Shangri-La rinnova il lo...Charlie Chaplin, l’uomo ... »

NON ME NE FREGA UN CAXXO DEI POST E DELLE BELLE PAROLE

Post n°1993 pubblicato il 25 Novembre 2021 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

Stalking, catcalling, discriminazione di genere e disparità "devono essere risolti in via prioritaria da chi può farlo per Legge",  sia se si parla di violenza fisica (60.8%), sia se si parla di quella psicologica (57.8%). Ma "schiaffeggiare la moglie non è violenza" per un italiano su 4. Sono i dati shock che emergono da una ricerca demoscopica realizzata da AstraRicerche con Rete antiviolenza del Comune di Milano e Gilead Sciences Italia alla vigilia del 25 Novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. A destare ulteriore sconcerto è che a giustificare botte e abusi sessuali, in particolare in famiglia, siano anche le vittime, proprio le donne.I numeri sono drammatici: l'89% delle donne subisce violenza da parte di un famigliare: il 74% di coloro che maltratta veste i panni di mariti, conviventi, fidanzati o ex e il 68% di questi ultimi è di nazionalità italiana. Ma circa tre persone su dieci, per AstraRicerche, non considerano violenza "dare uno schiaffo alla partner se lei ha flirtato con un altro"; tra le donne, ne è convinto il 20%, mentre la percentuale sale al 40% per gli uomini. Ancora, un italiano su tre non considera violenza forzare la partner a un rapporto sessuale se lei non ne ha voglia; lo pensano circa quattro uomini e tre donne su dieci.La violenza contro le donne è quotidiana, 89 al giorno subiscono reati, il 62% sono maltrattamenti in famiglia e pure recidivi (dati Polizia di Stato), i femminicidi sono dall'inizio dell'anno 103 (in aumento rispetto al 2020) e le donne che denunciano sono di più rispetto al passato, ma solo il 27% (dati Donne in rete contro la violenza) intraprende un percorso giudiziario. Il tutto mentre il piano triennale anti-violenza istituzionale è scaduto nel 2020 e non è stato ancora rinnovato e i fondi ai centri sono bloccati.

IMMAGINE

CHE LO VOGLIAMO O MENO QUESTO E' IL " COVO " DOVE, COME NASCONO MUOIONO LE LEGGI MENTRE NOI CI RODIAMO IL FEGATO PER QUEGLI STRONZI DI PARLAMENTARI ELETTI E NON ELETTI CHE GIOCANO SULLA VITA DEGLI ALTRI SPUTANDO PAROLE SU PAROLE CHE MERITEREBBERO BEN ALTRO DESTINO, ALIAS IL CESSO!!! Buona giornata e se proprio dovete protestare o incazzarvi sapete con chi farlo. Sorriso, bye sal

Commenti al Post:
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 25/11/21 alle 11:54 via WEB
Mi rimane difficile commentare questo post perche' io, in tanti anni vissuti con mio marito, non mi e' mai successo di ricevere uno schiaffo da lui..ma quando leggo cio' che accade ogni giorno a queste povere donne rimango basita..mi chiedo anche perche'? E' sempre colpa della donna? Come si fa ad arrivare a tanto? E questi uomini che uccidono debbono anche capire che uccidono la mamma dei suoi figli e che la donna non e' un possesso!! Questo Stato, tutti questi galli a cantare, messi lì, attaccati alle poltrone, questi giudici, magistrati possibile che non riescono a risolvere questo grave problema? E le femministe dove sono? Non cambia nulla ..e mi fermo qui...
 
saverio.ancona
saverio.ancona il 25/11/21 alle 12:45 via WEB
E come non incazzarsi veramente per un problema che è antico come il mondo e se la cultura è aumentata, il problema non è diminuito. Come si fa a parlare dei problemi degli altri "popoli" se lo abbiamo in casa. Vige ancora la legge della paura, del silenzio, del tacere per convenienza o speranza. Giusto che chi deve operare, operi, son pagati per questo e non per apparire belli, fra tanta sofferenza. Sono incazzatissimo. Ciaoooooo!
 
Thorn2022
Thorn2022 il 25/11/21 alle 13:00 via WEB
Quindi, se sua moglie flirta con un altro a lei non importa nulla? Interessante!
 
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 25/11/21 alle 18:50 via WEB
So perfettamente chi diavolo sei e come sempre TI DISTINGUI per la tua sopraffina sensibiltà, alias NON CAPISCI UN CAZZO di quanto leggi. Bye, Sal
 
fleurbleu17
fleurbleu17 il 25/11/21 alle 17:09 via WEB
Questo argomento sconcertante diventa mondiale solo il 25 novembre, il giorno in cui TUTTI dicono NO alla violenza sulle donne. Mass media, internet, pubblicazioni varie, ricerche demoscopiche, ecc... Poi tutti impassibili, ascoltiamo e leggiamo ogni giorno di violenze e/o uccisioni di donne sempre in aumento ma NESSUNO si impegna a far qualcosa di concreto. Tranne qualche Associazione che aiutano queste donne "terrorizzate" a venir fuori da questo circolo vizioso che accade per la maggior parte in famiglia. Spero che chi abusa e uccide la Donna abbia un giorno la giusta pena per quello che ha fatto. E purtroppo una mia amica mi fece una confessione raccapricciante in cui io stessa immaginavo quel dolore, qualcosa che non dimenticherò mai più. Per fortuna adesso è sola ma a modo suo va avanti per la sua strada, non fidandosi più dei maschi perché le sue cicatrici indelebili sono anche nell' anima. Un saluto globale a te e alla Band.
 
luc.conifru.nic
luc.conifru.nic il 25/11/21 alle 20:19 via WEB
Ciao Sal!Il 25 novembre dovrebbe essere ogni giorno, invece come sempre i problemi vengono trattati solo un giorno ...poi dimenticati. Purtroppo una donna innamorata pensa di cambiare il proprio uomo con il suo Amore. Molte...Troppe donne vestono i panni delle crocerossine per salvarli ottenendo solo risultati contrari e soprattutto violenze. Mi auguro che gli uomini piano piano crescano e capiscano le conseguenze dei loro atti. Buona serata!A presto!Lucy
 
blaskina88
blaskina88 il 25/11/21 alle 23:23 via WEB
Ogni giorno non si parla d'altro che di queste tragedie. Non dicono altro di denunciare denunciare e poi....succede lo stesso. Ma lo Stato dov'è? Che vergogna!
 
Marilena63
Marilena63 il 27/11/21 alle 00:00 via WEB
Sal Ricordi il film di Benigni La vita è bella?,quella scena in cui quel bambino spaventato che il suo papà ha nascosto per metterlo al riparo dai tedeschi,quegli occhi che scrutano,quello stato d'animo,io stasera ho quella stessa sensazione,quel timore di uscire da un posto sicuro e trovare qualcosa di poco bello ad aspettarmi.Leggo le parole delle amiche e degli amici che sono intervenuti e mi sento incazzata dome Saverio,E come non incazzarsi veramente per un problema che è antico come il mondo e se la cultura è aumentata, il problema non è diminuito. Come si fa a parlare dei problemi degli altri "popoli" se lo abbiamo in casa. Vige ancora la legge della paura, del silenzio, del tacere per convenienza o speranza. Giusto che chi deve operare, operi, son pagati per questo e non per apparire belli, fra tanta sofferenza. Sono incazzatissimo.Noi donne occidentali siamo ipocrite questo lo voglio aggiungere io,per chè viviamo nel benessere e abbiamo dimenticato i sacrifici delle nostre madri e dei nostri padri,mi ci metto in mezzo pure io che ho vissuto sempre nell amore di due stupendi genitori e ho incontrato situazioni familiari disastrose non perdendo mai il mio faro...:-))Mari
 
Marilena63
Marilena63 il 27/11/21 alle 00:11 via WEB
senza trovar cavilli ed essendo io diventata molto pignola causa vecchiaia o esperienza di vita mi dico che non è possibile qui pubblicamente dire la verità,tutta la verità niente altro che la verità,perchè siamo in un luogo pubblico,perchè non è bene parlare bene di noi stessi ed automaticamente male degli altri specie se non presenti,e mi chiedo cosa intendiamo per flirtare?Essere civettuole?Chiamare amore un amico o una amica.No perchè se dovessi prendere a schiaffi mio marito ogni volta che è stato gentile o galante ora avrebbe un faccione così o ce l'avrei io.Amo più gli uomini che le donne,temo più una donna che cerca di intromettersi nella mia vita familiare in nome di stereotipi che le hanno inculcato o per violenza che ha subito,di uno schiaffo che potrei ricevere,perchè dietro quello schiaffo c'è una convinzione indotta da un altra persona che va contro una sua simile,sai la pulce nell orecchio che fa tanti danni peggio di una suocera gelosa.Credo che noi donne dobbiamo volerci più bene e le leggi farcele da noi stesse.Ti saluto Sal,la settimana sta per concludersi,gli oncologi di mio marito sta settimana si sono mangiati due nostri giorni di ferie,li possino,meglio così,un pò di riposo ci voleva,sono troppo stressati porelli ahah,noi stiamo sorridendo,sempre ,ovunque e comunque,tvb Sal,buonanotte e per favore,cambia sto post domani...:-))Mari
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

immagine

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

saverio.anconasoltanto_unsognoprolocoserdianaMarilena63Thorn2022blaskina88luc.conifru.nicgianfranco.mattiussiaerretecnicoangeladedonatofleurbleu17arrow27fedechiararepi1958
 
 
 
 
 
 
 

FORMAGGI ARGIOLAS IL CUORE DELLA SARDEGNA

Argiolas formaggi. Di :Maria Teresa e
Antonello Argiolas. Qualità, gusto, cuore
della Sardegna per palati raffinati. Li
trovate in tutte le Catene commerciali
italiane e straniere.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom