Creato da antoniolaretino il 13/11/2007

rumore

Silenzio§Rumore... disordinati pensieri sonorizzati.

 

 

ma andate a cacare al Prato!!!

Post n°301 pubblicato il 13 Maggio 2012 da antoniolaretino
 

In terra di Arezzo oggi è una giornata ricca di genuflessioni e gesti di sottomissione feudale da parte di chi rappresenta i cittadini.
Nello stesso giorno verrà anche il premier Monti, il cui governo si è reso protagonista di manovre economiche talmente critiche che stanno causando suicidi tra imprenditori, artigiani, operai disperati di fronte alla mancanza di lavoro e ai debiti.
I politici devono -DOVREBBERO- essere LAICI ed equidistanti.
Devono -DOVREBBERO- occuparsi delle politiche sociali, non far beneficienza alle chiese!    
                                          

da: http://www.uarr.it(UAAR)


L’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR) è l’unico gruppo di “laicisti” che tenta disperatamente di capire quanto costi ogni anno ai contribuenti la presenza sul territorio nazionale dell’unico stato teocratico di questa Terra: il Vaticano. L’impresa dell’UAAR è paragonabile alle mitiche fatiche di Sisifo sia perché i rivoli di danaro pubblico che vanno direttamente ad alimentare la gerarchia ecclesiale d’Oltretevere sono dispersi fra mille e mille Enti statali – dai Ministeri grandi e piccoli fino al più sperduto Comune d’Italia, sia perché, per fare i conti a modo, occorrerebbe considerare anche le infinite elargizioni che arrivano sotto forma di legalissima elusione fiscale all’immenso stuolo di Enti ecclesiastici cattolici presenti in Italia.

Quando poi i laicisti, grazie anche al contributo di molti, riescono finalmente con titanica fatica a portare un gigantesco problema di elusione – in un momento di gravissima crisi economica – sotto le luci della ribalta mediatica, c’è sempre un Governo tecnico che si presta a far riprecipitare a valle il masso enorme testè portato in cima al monte. Questo è, ad es., il caso dell’IMU per gli immobili degli Enti ecclesiastici ad uso “non esclusivamente” (!?!) commerciale, di cui si parlerà – forse – l’anno prossimo. Perché – ci dicono i Ministri tecnici – questo è un classico problema tecnicamente difficile da risolvere!

Alla stima di 6 miliardi di euro che l’UAAR reputa siano versati ogni anno dai contribuenti italiani alle varie casse di Vaticano e CEI (www.icostidellachiesa.it/), nel 2012 si può, con una buona dose di certezza, aggiungere i 500mila euro che costa ai contribuenti toscani – e italici – la visita del Papa in programma il 13 maggio prossimo nella diocesi Arezzo-Cortona-San Sepolcro, allorquando Benedetto XVI visiterà, fra altri, il santuario de la Verna.

500mila euro per andare da Roma a Arezzo e tornare! Non è uno scherzo quando si muove il Papa anche solo per un giorno. Il problema è che l’obolo viene versato da tutti noi, e non solo da coloro che credono che Benedetto XVI sia il Vicario di Cristo nell’Universo! (questa non è una frase a effetto: la giurisdizione canonica del Papa è veramente molto molto ampia).

120mila euro li mette la Regione Toscana, 90mila il Comune di Arezzo, la Provincia di Arezzo non lo ha ancora reso noto (ma ha comunicato come dovranno sventolare le bandiere vaticane), e il resto sono costi che deve sostenere il Governo Tecnico – quello i cui Ministri ci tengono molto a non far sapere che sono tutti cattolici praticanti in buoni rapporti con la finanza non solo Vaticana – che deve mettere a disposizione elicotteri dell’Aereonautica Militare per trasportare lo sciame di persone che accompagnano il Sommo Pontefice, un servizio di vigilanza pubblica e uno di vigilanza “segreta”, deve provvedere a gestire il traffico, l’ordine pubblico, “l’emergenza” sanitaria etc.

Quando il Comitato Laico “13 Maggio” (www.informarezzo.com/permalink/12079.html) ha iniziato a martellare con email e articoli sui giornali i rappresentanti delle istituzioni locali per sapere il motivo per cui soldi pubblici – cioè di tutti – venissero spesi per una manifestazione di parte – quella cattolica, il refrain delle risposte è stato sempre lo stesso.

Infatti, la nostra Regione, notoriamente retta dall’ex-PCI Enrico Rossi, ha invitato a guardare il lato positivo della faccenda: «Si tratta di un evento che sarà seguito da tutti i media e che porterà all’attenzione del mondo alcune delle località più suggestive e ricche d’arte della Toscana. Con le conseguenze economiche che ne potranno derivare». E il Sindaco di Arezzo, l’ex-DC Giuseppe Fanfani, ha proseguito sullo stesso mantra affermando che, “considerando anche gli effetti collaterali di questo grande evento spirituale, ritengo che nessuno possa sottovalutare la positività di far conoscere la nostra città al mondo attraverso la diretta televisiva”.

Queste risposte, se ci riflettiamo un attimo, sono stupende! Perché dimostrano che ai nostri amministratori di centro-sinistra, sia agli ex-DC che agli ex-PCI, in fondo della religione cattolica interessa principalmente il lato business. Quello legato, in questo caso, al cosiddetto turismo religioso. Il business val bene una Messa!

Tralasciamo per un attimo il fatto che questo presunto ritorno economico gli italiani lo pagano carissimo in termini di diritti civili negati, di gravi ritardi negli sviluppi culturali scientifici e tecnologici – si pensi ad es. a De Mattei alla Vicepresidenza del CNR, di politica nazionale sempre smaccatamente clericale, etc. Una domanda che viene da porre ai nostri amministratori toscani è: ma siete proprio certi che il turismo religioso cattolico porti vantaggi economici atti a ripagare adeguatamente tutta la comunità toscana degli enormi investimenti che deve obtorto collo sostenere? E ancora: non sarebbe molto più saggio investire direttamente in pubblicità a 360 gradi e in forme di incentivo al turismo per la nostra bella Toscana, anziché puntare indirettamente sui turisti cattolici?

Queste domande nascono spontaneamente, anche perché la Chiesa Cattolica gioca sempre, quando può, in proprio. Ad es. eludendo le tasse! E’ questo il classico caso della tassazione degli alberghi – pardon delle “Case per i Pellegrini” – che tutti conoscono, compresi i nostri Ministri Tecnici, la UE, le associazioni degli albergatori, gli amministratori locali, etc. Quando viene ristrutturato un convento, ad es. perché le vocazioni sono ridotte al lumicino, allora alcuni locali sono lasciati a bella posta ad uso non commerciale, così da poter accatastare l’intero edificio “ad uso non esclusivamente commerciale”, come prescriveva fino a pochi giorni fa la legge Bersani-Visco affinchè fosse possibile evitare (eludere) il pagamento dell’ICI.

 

 
 
 

lovvamenteneve

Post n°300 pubblicato il 14 Febbraio 2012 da antoniolaretino
 


 
 
 

primo di dodici....'ncè male grazie!

Post n°299 pubblicato il 14 Gennaio 2012 da antoniolaretino
 

                    
                     

 
 
 

trovami le differenze...

Post n°298 pubblicato il 25 Novembre 2011 da antoniolaretino
 

       IL PRETE           IL POLITICO        IL MAFIOSO

 
 
 

VintAgeIsForLoverS

Post n°297 pubblicato il 15 Novembre 2011 da antoniolaretino
 

                          
                           

 
 
 

  

                L'ENNEMI  
 
Ma jeunesse ne fut qu'un ténébreux orage,

Traversé çà et là par de brillants soleils;

Le tonnerre et la pluie ont fait un tel ravage,

Qu'il reste en mon jardin bien peu de fruits vermeils.

Voilà que j'ai touché l'automne des idées,

Et qu'il faut employer la pelle et les râteaux

Pour rassembler à neuf les terres inondées,

Où l'eau creuse des trous grands comme des tombeaux.

Et qui sait si les fleurs nouvelles que je rêve

Trouveront dans ce sol lavé comme une grève

Le mystique aliment qui ferait leur vigueur?

- O douleur! ô douleur! Le Temps mange la vie,

Et l'obscur Ennemi qui nous ronge le coeur

Du sang que nous perdons croît et se fortifie! 

                               
                                                                            
 
 Per i barbari che non conoscono
           la lingua di Dante
     
         Google translation
                  HERE!

 

"Nel Tempo
 dell'inganno universale
 dire la verità
 è un atto
 rivoluzionario"
                      ORWELL
        


"I politici
 non sono altro
 che i camerieri
 dei banchieri"
                 EZRA POUND

 
        zommami
 Una grande ingiustizia
  è sotto i tuoi occhi....
LIBERO OSCURA I BLOG
       STRAFIGHI!!!
 
       CLICCA QUI
    serve il tuo aiuto
        ADESSO!!! 

"senza caos
 non c'è
 conoscenza"
           P.K.FAYERABEND


  mafia news clicca su 
GAZZETTINO*MAFIOSO



"Noi ci permettiamo di
 essere aristocratici e
democratici, conservatori
e progressisti, reazionari
e rivoluzionari, legalisti
e illegalisti, a seconda
delle circostanze di tempo
di luogo e di ambiente."
                 B. MUSSOLINI  

 

ULTIMI COMMENTI

Buon 2016, raga! ^__^
Inviato da: semprepazza
il 03/01/2016 alle 21:05
 
son vagabondo!!! ^__*
Inviato da: antoniolaretino
il 09/10/2014 alle 11:33
 
Ottobre di un anno dopo... ecchecca!
Inviato da: semprepazza
il 30/09/2014 alle 17:23
 
Dolce settembre! ^__^ Come stai?
Inviato da: semprepazza
il 04/09/2013 alle 16:36
 
nostalgica?
Inviato da: antoniolaretino
il 09/08/2013 alle 15:01
 
 
         
 

ULTIME VISITE AL BLOG

andrea_marzariantoniolaretinoladyducatidocilpaese.magazinegiuseppedonadio1990blupowboffin44moretto.gmaemmeci63gaia2911lolatarantinopurtuttavia6marilenamusettiIrrequietaD
 

AREA PERSONALE

 

GuITTOnaTA
Tuttor, s'eo veglio o dormo,
di lei pensar non campo,
ch' Amor en cor m'atacca.
E tal voler ho d'òr mo,
com' di sappar in campo
o di creder a tacca.
Amor valeli pro:
ché più leggero è Po
a passar senza scola
che lo mondo a om pro'
senza Amor, che dà
cor e bisogno da
sprovar valor e forzo;
perché ciascun om, for zo
che briga e travagli' agia,
se vale, non varrà già.
Move, canzone, adessa,
vanne 'n Arezzo ad essa
da cui tegno ed ò,
se 'n alcun ben mi do;
e di' che presto so'
di tornar, se vol, so.




  ExTra LiBBero

FESTA de L'UNITA' Bea in cucina  
 

http://www.kinisera.it/ LAVIOLA

http://donnegolose.splinder.com/

http://cantina18.splinder.com/

http://caffenero.ilcannocchiale.it/

http://blogosfere.it/

http://www.bdm.it/anogramma/

http://www.cristianolovatelliravarinonews.com/

http://occhio.blogattivo.com/

 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 

     UNO    DUE    TRE
vietato ai minori 18 anni 

 

 Se non mi vedi...forse  son quà!
 clicca sul divano, che aspetti!?!

          
 


 DavidByrneRadio
              Clicca&Ascolta!
     


 
Pequod
Como lo albero ven arcuato da acuto vento così fecer lor simili invelati pel gran soffiare chè di procella perigliuosa già avvicendeasi le minacciose nubi... acchè li marinai da tolda per scrutar marosi e correnti all'erta stavan e di coffa il timonier salì ,ratto...sì como pensiero alato..sì che potesse pria d'altri mirar greve minaccia che nera e livida di folgori il mare portava al legno.All'acuir di vista,refolo leggero rivelò nero scintillìo..e poc'anzi al tempestoso mugghio di natura, il giallo becco e l'ali nere d'un corvo palesaron la presenza.D'acuto volo precedea veloce,portando il guardo de' marinai ora a dritta ora a manca... nell'ondeggiar furioso de' primi flutti.Grido giungea da coffa,chè l'occhio esperto del nocchiero avea scorto rotta palesata da quel battito nero, e diede voce di rotta e coordinate ai quali fecer eco il correr veloce de' marinai alle manovre ed al brontolìo sommesso del legno che rispondea svogliato a rapida virata.Seguendo il volo del nero messaggero,le vele del Pequod ebber nuova forza..e spinti or in fil di ruota,ora al traverso, i marinai del legno antico gettaron prua verso oriente...ove'l sol ancor dorati rai spargeva,pria di lasciar posto a diafana Diana per la notturna caccia.Giunti in salvo da procella,il corvo posò sul cassero,stanco e stremato.. e quivi 'l timonier e l'equipaggio tutto dieder di voce ad uno ad uno ed intonaron del corvo e del Pequod il canto, ch'ancor nei mari è udito.Da quel giorno,in vicinanza di procella tutti li marinai,scrutan l'aere,in cerca non di flutti minacciosi,nè di nembi adirati...ma sol del nero luccichìo di due ali,tra i venti agitati....  
                                                                                                    Con sincerità,
il timoniere del Pequod.         
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

 
 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: antoniolaretino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 56
Prov: AR
 

OH 'I CHI C'E'!?!

             page counter

 
        Contatori visite gratuiti