UNA SOCIETA' DI VELINE E CALCIATORI

Post n°13 pubblicato il 19 Giugno 2006 da silviamaggie
Foto di silviamaggie

Oggi mi sono presa un istante di pausa per affrontare e discutere un tema di costante attualità: "L'influenza della televisione sui giovani". E' un argomento che mi ha sempre incuriosito e che potrebbe dare vita a un bel dibattito...

La gente ha da sempre avuto bisogno di qualcosa in cui credere e se non è più Dio, in questa società postmoderna, allora perché non idealizzare qualcosa di più tangibile come un personaggio televisivo?

Da un sondaggio che ho fatto tra i giovanissimi (tra i 12 e 16 anni) è emersa la tendenza ad affidarsi completamente ai modelli proposti dalla televisione che si traduce, dai 17 anni, nel desiderio di prendere presto il posto di questi idoli.

Alcuni genitori mi hanno risposto che essendo questi ragazzi la generazione X, sempre davanti a televisione, computer, super informati su ogni cosa, è naturale che prendano a modello i "ragazzi più grandi" con i quali dividono la maggior parte del giorno. Se questo è sicuramente vero si ci può ulteriormente chiedere perché questi ragazzi avvertano il forte bisogno di avere sempre e comunque qualcuno da imitare. Non sarebbe più facile per loro esprimere la propria personalità?

Chiediamoci, prima di accusarli, perché siano i più giovani ad essere maggiormente influenzabili e man mano che si cresce questa tendenza si affievolisce fino a guardare la TV con distacco, seguirne le mode senza idealizzare determinati personaggi. Una risposta a questo si può vedere nell’adolescenza, il periodo di maggior cambiamento per una persona, in cui questi ragazzi non riescono a trovare dei punti di riferimento stabili, delle certezze e dei modelli da seguire. Nella nostra società sempre più giovani si trovano ad essere soli con un unico amico: la televisione. E’ normale quindi che arrivino a pensare che i comportamenti, i vestiari, anche lo stesso linguaggio del personaggio famoso faccia tendenza proprio perché è in televisione.

Un’altra cosa emersa è la costrizione dei ragazzi ad essere sempre e comunque alla moda perché altrimenti sarebbero esclusi dal gruppo. Anche questo deriva dalla credenza adolescenziale che <se lo fanno tutti allora è giusto> e si spersonalizzano seguendo la massa per essere amici di più persone. Siamo noi a fare di tutto ciò che appare sui media un idolo, ma sono i media a dettare lo stile di vita della società di massa. E’ un cerchio infinito che si spezzerà solo quando l’individuo si sentirà libero di esprimere se stesso fino in fondo.

Abbiamo ottenuto la libertà da tanti gioghi ma non abbiamo ancora ottenuto quella più importante: la libertà di essere noi stessi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Sono ancora viva!!!

Post n°12 pubblicato il 12 Giugno 2006 da silviamaggie

Anche se non sono così tanto convinta di questa affermazione!!!

E' veramente da troppo tempo che non mi occupo del mio blog e me ne scuso ma mi è successo veramente di tutto, a partire dal lavoro...Ormai non si tratta più di gavetta ma di sfruttamento vero e proprio!!

Comunque compenso in parte questa mia mancanza inserendo il video che ho realizzato in uno dei miei pochi momenti liberi. Il protagonista è il mio nuovo gatto Poldo che, poverino, ha un piccolo problema di coda!!!

Siccome, come dicevo in un post precedente, Libero non è poi così libero ho dovuto arginare il problema inserendo il mio video tra i video di Libero. E' un'operazione molto semplice che permette di inserire qualsiasi cosa uno voglia, quindi invito tutti i compagni di sventura (che a lezione avevano sollevato il problema) a usare questo trucchetto!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

QUANTO DURA UNO SCOOP?

Post n°11 pubblicato il 26 Maggio 2006 da silviamaggie

Nelle ultime settimane sono stata impegnatissima a causa di una serie di incidenti che si sono verificati nelle vicinanze del mio comune. Per dovere di cronaca sono dovuta andare sul posto, farmi dire quanto successo e interessarmi allo stato di salute delle persone coinvolte. Per un giorno mi sono interessata alla loro storia come se li conoscessi benissimo...continuando a chiamare il pronto soccorso, che naturalmente non dice nulla per questioni di privacy, fino alle 22.30. Dopo questa fondamentale ora, il fatto non interessava più, mi è stato detto che la pagina doveva andare in stampa e che dovevo dimenticarmi di quella persona. 

 Un piccolo esempio che mi ha fatto riflettere su una cosa: <Quanto dura uno scoop?> Dopo aver seguito per giorni, a volte settimane, la storia di alcuni personaggi, questi magicamente, da un giorno all'altro, spariscono. Si può dire che la loro storia sia diventata come un apputamento quotidiano, un telefilm, di cui non è mai stata resa nota la fine. 

La rincorsa alla notizia dell'ultimo secondo, allo scoop, costringe il giornalismo, soprattutto quello internet, ad abbandonare velocemente quanto successo poco prima. Proprio internet però, visto il suo illimitato spazio, potrebbe aggiornare costantemente l'articolo senza bisogno di fastidiosi rimandi.

L'altra cosa che viene da chiedersi è: <Chi ha la capacità di stabilire dopo quanto tempo un argomento non interessi più alla gente? Dopo quanto la notizia può dirsi superata?>

Ultimamente alcuni telegiornali stanno seguendo proprio la linea di riprendere le storie del passato e mostrare che fine hanno fatto i protagonisti. Su internet non mi è ancora capitato di vedere un esperimento simile, forse perchè troppo basato sulla logica "Basta dare la notizia, il dopo è storia e noi la storia non la vogliamo!". 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

RICAMBIO IL FAVORE...

Post n°10 pubblicato il 14 Maggio 2006 da silviamaggie

Volevo aggiungere che ho ricambiato il favore a chi, così gentilmente, mi ha inserito tra i blog amici...Quindi ho creato anch'io la voce blog amici per permettere a tutti di visitare i loro blog e aumentargli il numero delle visite.

Grazie a tutti i 7 compagni di Libero che hanno inserito anche il mio blog... Anche perchè Libero è talmente libero che in questa voce non ti permette di inserire blog non suoi!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

TIRIAMOCI SU IL MORALE

Post n°9 pubblicato il 14 Maggio 2006 da silviamaggie

In questa domenica strana, fatta di campionati finiti senza un reale vicintore, di campioni dello sport che si vendono per una manciata (cioè manciatona) di soldi e soprattutto di grandi sconfitti: vedi il primo ritiro della stagione di Valentino Rossi, in terra cinese, un Michael Schumacher eterno secondo, per 66 giri inseguitore di un fortissimo Alonso e i grandi ciclisti del Giro d'Italia che si inchiodano alla prima salita...

Dicevo in questa giornata in cui si respira un'atmosfera quasi surreale, nella quale è venuto a galla tutto ciò che di negativo poteva mostrare lo sport e citando: <Non ci rimane che piangere>, proprio ora è necessario tirarsi su il morale con qualsiasi cosa...

La mia proposta è un video di un gattino, nell'innocenza di questo piccolo animale c'è una lezione di vita per noi uomini adulti.

-----

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

giustoburonisilviaf02anto290910pilgramsukili82labelugennaro19manzociocce0winnisilviabeniaminopescatoreburoni.elisadavbloomtom.eduraffa.foinibiancostella20
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom