Un blog creato da little.bee il 11/05/2008

Amor vincit omnia

Ama, e fa' ciò che vuoi (S. Agostino)

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

SILVIETTA

Ogni fattoria ha la sua passera scopaiola...

 
 
 
 
 
 
 

L'ERBA VOGLIO

Da piccola mia madre mi ripeteva sempre:

"L'erba voglio non cresce nemmeno nel giardino del re"

Io sono cresciuta.

E voglio quell'erba.

 
 
 
 
 
 
 

QUELLA

Sono quella che sono





Sono quella che sono
Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido
come una matta
Amo colui che m'ama
Non è colpa mia
Se non è sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c'e niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa
a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s'amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare...
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi.

Jacques Prévert

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« All'indietroricordi di ruggine »

Possessi

Post n°24 pubblicato il 20 Settembre 2008 da little.bee
 

Su milioni di donne che vedi, ogni tanto ce n’è una che ti fa stravedere. Costei ha qualcosa (sarà per le sue forme o per come si muove, o per via del vestito che indossa) ha qualcosa che ti frega. Questa che dico sedeva sulla panca con le gambe accavallate, era vestita di giallo. Aveva le caviglie sottili e delicate, i polpacci ben torniti, le cosce grosse, un culo da non dire. Il viso aveva un’aria sminchionata, come se ridesse di me ma cercasse di non farsi accorgere. […] Ero in trance. Non mi padroneggiavo. Al mio sopraggiungere, essa si alzò e si allontanò di buon passo. Quelle chiappe mi ammollivano, mi toglievano il senno. La seguii da vicino. Ascoltavo il suo tacchettio. La divoravo con gli occhi. […] Udii la sua voce. Perfino la sua voce aveva un nonsoché di peccato carnale. […] Tutto in lei era di fuoco. […] Una donna così non dovrebbe camminare per la via.

(Charles Bukowski)

Gambe di donna bicolor

Possedere, prima di farsi possedere.

Quel vestito, quelle scarpe dai tacchi ammiccanti, quel grosso culo che trasporti, quelle tette ondeggianti, quelle unghie colorate, quelle cosce tante, mai lisce come vorresti, quel cervello mai fermo e sempre stanco, quel cuore in standby.

 

   
c'hai dei movimenti che mi stendi... gioca con me...
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sodinonsapere/trackback.php?msg=5473595

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
di_tanto_amore
di_tanto_amore il 20/09/08 alle 16:55 via WEB
adoro il vecchio Buk....è sempre straordinario....stupenda citazione...
 
argo_felix
argo_felix il 24/09/08 alle 11:39 via WEB
Credo che la tua tipa ... abbia "parcheggiato" le gambe nel mio blog. Caro Charles .... come ti capisco ... ;-))
 
Al.dunque
Al.dunque il 25/09/08 alle 09:48 via WEB
Un gioco fantasticamente coinvolgente... grazie. Un abbraccio, Vi.
 
 
little.bee
little.bee il 25/09/08 alle 19:06 via WEB
Non trovi che ogni donna sia un gioco fantasticamente coinvolgente? ;)
 
   
Al.dunque
Al.dunque il 25/09/08 alle 21:06 via WEB
Sinceramente, credo che LA VITA sia meravigliosamente coinvolgente e che, quindi, meriti di essere vissuta. Essa è costellata di tanti episodi, nel mosaico variopinto che andiamo costruendo, un tassello dopo l'altro, l'essere umano è il colore più frequente e, fra questi, la donna quello più anelato. Non avremo un opera monocromatica, quindi, ma una vita caleidoscopica ebbra di piacere. Se affrontata con serenità, ci sentiamo coinvolti in un gioco appassionante. Di questo gioco, io, mi faccio coinvolgere dalla donna, ma non solo. Un abbraccio, Vi.
 
     
little.bee
little.bee il 26/09/08 alle 13:09 via WEB
Che solo la donna sia coinvolgente non era intenzione di questo blog dire :)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

BLOG BRILLANTE

Premio assegnatomi da di tanto amore

Io lo assegno a voi!

 
 
 
 
 
 
 

SUCCHIARE IN PROFONDITÀ

Andai nei boschi perché volevo vivere con saggezza e in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire in punto di morte che non ero vissuto. (Henry David Thoreau)

 
 
 
 
 
 
 

FALLING IN LOVE

sono innamorata

gridarlo al mondo

non si può

siamo clandestini

per necessità

di sentirci vivi

 
 
 
 
 
 
 

A TE, CHE NON TI PIACI MAI E SEI UNA MERAVIGLIA

A te, con cui ho pianto.

Piangere insieme è più difficile che piangere soli.

 
 
 
 
 
 
 

MI SONO DETTA

Al risveglio, mi sono detta che Driss era una trappola da cui dovevo scappare. Ero consapevole che, se avessi deciso di diventare il becchino di quell'amore, avrei dovuto anche accettare di caricarmi del suo cadavere, di errare per quarant'anni nel deserto, e alla fine ammettere, vinta, che stavo trasportando il mio, di cadavere.

NEDJMA, La mandorla

 
 
 
 
 
 
 

LA LIBRERIA

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

xileobal_zacpsicologiaforensePersa_nella_Retelucferzno.snobgreta.rossogeraniokey251silvia.serenofemmina_divinaodio_via_col_ventosemplicementecomplicsonoiltuoddiosaverio970valter.edizionimiele
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FAMMI ARRENDERE

Prendimi adesso tra le tue braccia
adesso sciolta da me raccoglimi
non per ridarmi forza
ma perché possa arrendermi

Patrizia Cavalli

 
 
 
 
 
 
 

MAESTRI

Nessun uomo può rivelarvi nulla, se non ciò che già sonnecchia nell'alba della vostra conoscenza.
Il maestro che cammina all'ombra del tempio tra i suoi discepoli non offre il suo sapere ma piuttosto la sua fede e il suo amore.
Se egli è saggio non vi inviterà ad entrare nella dimora del suo sapere, ma vi guiderà piuttosto verso la soglia della vostra propria mente.


L'astronomo può dirvi ciò che egli sa dei grandi spazi, ma non può dare a voi la sua conoscenza.
Il musico può cantarvi del ritmo che è nell'aria, ma non può darvi l'orecchio che ferma quel ritmo né la voce che lo riecheggia.
E chi è versato nella scienza dei numeri può descrivervi i mondi del peso e della misura, ma non potrà guidarvi colà. Poiché la visione di un uomo non presta le proprie ali a un altro uomo.
E come ognuno di voi è solo davanti all'occhio di Dio, così ognuno di voi deve essere solo nella sua conoscenza di Dio e nella sua conoscenza della terra.

G. K. GIBRAN

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom