Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 

Ultime visite al Blog

 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 01/01/2018

 

Filosofia Digitale ľ Gioco della Vita

Post n°8382 pubblicato il 01 Gennaio 2018 da sagredo58
 

 

Ad esempio, per il Gioco della Vita:

  • la griglia è bidimensionale quadrata e chiusa,
  • gli stati sono due: vivo/morto (nero/bianco),
  • il vicinato è costituito dalle otto celle vicine,
  • le leggi sono: una cella viva resta viva solo se ha 2 o 3 celle vive vicine; una cella morta diventa viva se ha esattamente 3 celle vive vicine.

 

L'evoluzione di un universo costituito da automi cellulari porta alla comparsa di figure identiche, ad esempio:

  • alle strutture microscopiche delle venature delle foglie;
  • ai disegni sulle conchiglie;
  • alle forme di gorghi, vortici, esplosioni e nebulose in via di formazione.

 

E' evidente una certa analogia con i frattali, strutture anch'esse molto complesse e generate da regole ricorsive semplicissime.

 

Gli automi cellulari danno una rappresentazione immediata e semplice di fenomeni in cui l'evoluzione globale dipende da leggi locali, ad esempio:

  • fenomeni fisici, comportamento dei gas perfetti, fluidodinamica, riscaldamento, turbolenza.
  • l'evoluzione di una popolazione sotto l'effetto di leggi economiche e sociali;
  • la diffusione di una malattia infettiva all'interno di una popolazione;
  • la crescita di un organismo vivente;
  • l'evoluzione di un ecosistema;

 

Fenomeni assai eterogenei che spingono a pensare che Il mondo è uno e la computazione è la sua legge!

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Filosofia Digitale ľ Automi Cellulari

Post n°8381 pubblicato il 01 Gennaio 2018 da sagredo58
 

 

I programmi informatici semplici di cui parla Wolfram, sono gli automi cellulari.

Che cosa è un automa cellulare?

 

Un automa cellulare è un sistema dinamico discreto; possiamo pensare a un automa come a un universo stilizzato in cui:

  • lo spazio è rappresentato da una griglia uniforme (è quantizzato) di celle,
  • ogni cella (o individuo) può assumere un certo numero finito di stati (minimo 0 e 1);
  • il tempo avanza a passi discreti (è quantizzato);
  • le leggi dell'universo dicono come cambia (ad ogni passo) lo stato di ogni cella a seconda dello stato delle celle che le stanno intorno.

 

Caratteristiche essenziali di un automa cellulare:

  • Spazio, Tempo, Stati sono discreti;
  • le leggi sono uniformi, cioè uguali per tutte le celle;
  • le leggi sono locali, cioè dipendono solo dalle celle vicine;
  • il tempo avanza simultaneamente, per ogni cella.

 

Per creare un universo, un automa cellulare, si deve scegliere:

  • la griglia (lineare, quadrata, esagonale, infinita o chiusa),
  • i possibili stati (ad esempio due o tre colori, simboli, ecc.),
  • il vicinato, le celle adiacenti che influenzano lo stato,
  • le leggi di evoluzione.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso