Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 

Ultime visite al Blog

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 10/01/2018

 

Storie di Viagra – Il dubbio di una donna

Post n°8407 pubblicato il 10 Gennaio 2018 da sagredo58
 

C'è da chiedersi se le donne riconoscano l'effetto viagra quando il portatore di cazzo non le informa in tal senso.

 

Una donna si confida ...

 

DONNA

Non credo che gli uomini che ho frequentato/frequento ne facciano uso, certo non me l'hanno confidato.

Neppure ho mai notato una innaturale  durata  nel tempo, che li possa uniformare sotto l'unica bandiera del Viagra.

Le differenze individuali, nelle diverse occasioni per uno stesso uomo le trovo eccitanti, sono quell'intervallo di sospensione tra il certo e  l'incerto che aggiunge personalità e piacere alla situazione.

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Storie di Viagra – Dal dottore, MOGLIE DI GINO

Post n°8406 pubblicato il 10 Gennaio 2018 da sagredo58
 

 

Gino è un uomo di una certa età, claudicante, un pezzo d'uomo che potrebbe spezzare una persona di piccola statura stringendola con una mano, invece  si diverte a raccontare barzellette un po' stupide, a volte si ripete un  po'...

 

MOGLIE DI GINO

Dottore, io e mio marito cominciamo ad avere dei problemi, lui ...

Lui non  mi soddisfa più.

Cosa posso fare?

Non voglio rinfacciarglielo, non voglio intaccare la sua autostima, vorrei qualcosa da somministrargli di nascosto.

DOTTORE

Prego, signora, non sia così affranta.

Le farò la ricetta per delle pillole.

Le riduca in polvere e gliele sciolga nella minestrina serale, vedrà  i  risultati.

 

La signora torna dal medico.

 

DOTTORE

Allora signora, mi dica: ha visto dei miglioramenti?

MOGLIE DI GINO

Dottore, non me ne parli.

In occasione del nostro anniversario avevamo gente a cena.

Di nascosto ho aggiunto al cibo di mio marito le compresse che  lei mi  ha consigliato.

Che vergogna!

Hanno capito tutti e ridacchiavano: c'erano gli spaghetti tutti rigidi, impalati verso l'alto.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Storie di Viagra – In farmacia, PINO

Post n°8405 pubblicato il 10 Gennaio 2018 da sagredo58
 

Una farmacista si confida ...

 

DOTTORESSA

Quando sono di turno e mi faccio in farmacia l'intervallo per il  pranzo, c'è sempre qualche uomo che viene da lontano e mi allunga la  ricetta  per  farsi dare quattro cinque scatole di Viagra contemporaneamente.

Non vuole  neppure  che gli aggiunga il codice fiscale sullo scontrino per la detrazione  dell'importo tutt'altro che irrisorio, tra le spese sanitarie, nella  dichiarazione dei  redditi ...

Non si sa mai che il suo consulente fiscale non cominci a  sospettare ... 

La richiesta più strana che sia stata formulata a questa farmacista le è imprtessa indelebilmente nella memoria, riguarda il signor Pino ...

 

PINO

Dottoressa, per cortesia, mi venda una scatola di viagra.

Mi basta il  dosaggio più leggero ...

Mi basta non bagnare più le scarpe quando faccio la  pipì. 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Storie di Viagra – In pizzeria, LEO

Post n°8404 pubblicato il 10 Gennaio 2018 da sagredo58
 

 

Una sera in pizzeria, non c'è Luisa la moglie di LEO, lei lavora al ristorante dei genitori. 

In un momento in cui il discorso si è frammentato e, nell'andirivieni di conversazioni ognuno si rivolge al vicino, nella riservatezza che solo il  caos sa creare, Leo si rivolge alla Dottoressa alla sua destra.

Leo ha la sua stessa età.

Leo e la Dottoressa, sebbene si vedano raramente non hanno alcun ritegno e nessun problema a parlare di qualsiasi cosa.

Dev'essere questo che frega la Farmacista nel rapporto con gli uomini: non sa giocare con le allusioni, con l'ammiccare degli sguardi, è troppo diretta nel parlare di certe cose o non ne parla affatto.

Con Leo non ci sono coinvolgimenti quindi la libertà di parlare diventa  rilassante.

 

LEO

Il viagra è un farmaco molto forte, vero?

DOTTORESSA

Scusa Leo; ma cosa intendi dire?

LEO

Che il viagra è un farmaco pericoloso, vero?

DOTTORESSA

Perdonami, Leo; ma ancora non capisco cosa vuoi dire.

Il viagra non è più  pericoloso di altri farmaci, tutti i farmaci hanno effetti collaterali.

LEO

Non parlo di effetti secondari, parlo del suo effetto principale.

DOTTORESSA

E non è quello per cui gli uomini lo acquistano?

LEO

L'ho provato!

DOTTORESSA

Ma ti sei bevuto il cervello?

Tu non ne hai bisogno.

LEO

Un amico me ne ha data una compressa, così l'ho provato.

DOTTORESSA

Il risultato?

LEO

Tutto bene, alla sera ...

Ma la mattina seguente mi sono spaventato:  quando  sono andato in bagno avevo ancora il cazzo duro e non c'era verso di farlo  andare giù.

Avevo preso solo una pastiglia da 50 mmg.

Non immagino cosa mi avrebbe  fatto una compressa da 100 mmg.

DOTTORESSA

Ben ti sta, andare ad usare un farmaco di cui non hai nessun bisogno.

Ma Luisa non s'è accorta di nulla?

LEO

Che dici: la prossima volta provo con una pasticca da 25 mmg?

DOTTORESSA

Al tuo posto non lo userei proprio, almeno per un'altra ventina d'anni.

 

La Dottoressa scoprì solo in seguito da dove veniva tutta quell'ansia da prestazione:  Leo e Luisa ormai avevano vite separate.

 

DOTTORESSA

I farmaci come il Viagra non servono a nulla in tre casi: 

  • a chi è totalmente impotente per un danno fisico irreparabile;
  • a chi è perfettamente sano;
  • a chi avesse una disfunzione erettile di origine psicologica, in un evenienza del genere sembrano efficaci, ma per raggiungere lo stesso effetto basterebbe forse una pastiglia di lattosio tinta di blu, il vero problema rimarrebbe irrisolto.

Anche in questo caso ci vorrebbe uno specialista; ma non un andrologo, magari un terapista, un consulente familiare, un cambiamento di vita, un  corso  di  autostima, un seminario sulla fantasia.

Gli specialisti affermano che l'uso del viagra sia sensato solo se l'organismo maschile è in grado di manifestare erezioni "spontanee" in  seguito a stimoli occasionali o durante le fantasie notturne.

LEO

Perché questa è una  dimostrazione palese del collegamento efficace tra l'organo sessuale  principe che è il cervello e le sue derivazioni periferiche?

DOTTORESSA

Niente  affatto. 

LEO

Perché  le erezioni spontanee dimostrano la capacità di reazione a stimoli normali  senza il bisogno di cercare gli eccessi?

DOTTORESSA

Neppure.

LEO

Perché allora? 

DOTTORESSA

Perché il fatto che ci siano delle erezioni notturne abbastanza costanti è ciò che garantisce la buona salute di un cazzo anche in condizioni di astinenza e  digiuno, variamente motivate.

Solo un cazzo libero ogni tanto dal Boa costrictor può permettersi di respirare, solo i tessuti raggiunti in  questo  modo dal torrente sanguigno possono venir ossigenati e godere di buona  salute.

In caso contrario andrebbero in necrosi, con speranze sempre più tenui nel  tempo di una loro reattività. 

Il viagra non fa miracoli per nessuno, è un aiuto per chi ha delle problematiche reali collegate allo stato di salute. 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso