Pensierini&Paroloni

ovvero: elucubrazioni notturne di un chitarrista-meccanico non allineato

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

 

SCIENZA O FANTASCIENZA? ( argomentazioni sui percorsi neurali femminili )

Post n°3 pubblicato il 18 Febbraio 2009 da stratomarce

Giacobazzi, il comico di Zelig, sostiene che non lo facciano apposta, e io sono d' accordo: il problema sta nel fatto, scientificamente provato, che il cervello della donna contiene molti più neuroni di quello dell' uomo, precisamente in un rapporto di 796834283541769533758231708 : 1 !
Cioè: l' uomo porta a spasso un solo neurone per tutta la sua squallida vita, di conseguenza i ragionamenti maschili seguono linee molto semplici, il linguaggio è solitamente ridotto all' essenziale, tipo esprimere le proprie necessità fisiologiche ( fame, sete, sesso, evacuazioni varie ), e rispecchia esattamente quei pochi processi che il neurone solitario sa fare.
Esempio: a domanda qualunque il Neurone risponde "sì"? l' uomo dice "sì"! La risposta del Neurone è "no"? l' uomo risponderà "no"!


Nel cervello femminile, molto più evoluto, perciò infinitamente popolato di neuroni, si verificano miriadi di miliardi di sinapsi ogni nanosecondo, e questo porta a processi mentali che non possono altro che sfuggire alla comprensione limitata del maschio!


L' esperienza che vado a raccontare non è certo nuova, nè per me nè, credo, per la stragrande maggioranza dei maschi umani sopra ai 13 anni di età.
Voglio anche chiarire che non sono assolutamente misogino, anzi, ho molte amiche che ammiro e stimo, con cui parlo sempre volentieri, e che ho rinunciato a capire....


Sabato 7 Febbraio: in un locale qualunque della campagna tra il cremonese e il mantovano, incontro Michela.... non certo una fotomodella ma carina, molto carina! bel fisico anche se non molto alta, bel faccino, sguardo dolce.... scambiamo qualche parola.... Caspita, è anche simpatica e brillante! Si chiacchiera di questo e quello per quasi un' ora, si beve qualcosa insieme ( insomma, il solito iter ), a un certo punto lei (già, LEI!) mi dice che le piaccio! "Beh, anche tu mi piaci, se no perchè mi sarei avvicinato a te appena arrivato?"... frasi di rito, complimenti vari, un bacio assolutamente casto e il proposito di rivederci previo accordo telefonico infrasettimanale.


Premetto che non sono un G.Clooney o un B.Pitt, anche se non sono nemmeno un cesso, e che sono tendenzialmente un timidone, perciò non possiedo certo un carnet di spasimanti..... quindi vado a casa bello carico, gasato, e il martedì successivo le mando un messaggio con scritto che, se lei è d'accordo, la andrei a trovare alla domenica pomeriggio... lei risponde che sì, le farebbe davvero piacere, mi aspetta quella domenica, un bacio, a presto!
Sabato 14: le telefono per mettermi d'accordo con lei su dove trovarci (lei abita nella zona di confine MN-BS-VR) e le chiedo se è sempre di quell' idea, lei dice che va benissimo, ci si accorda per le 16:00 - 16:30 del giorno dopo, "chiamami quando sei in zona che ti indico la strada, un bacio, a domani!"


Domenica 15, H 14:30: Barba fatta, pizzetto regolato, pelata lucidata, scelgo con cura gli abbinamenti del vestiario perchè non voglio essere troppo elegante, ma nemmeno sembrare un pistola di 15 anni che va al primo appuntamento vestito come un deficiente, mi guardo allo specchio: sembro un deficiente di 37 anni che va al primo appuntamento vestito come un pistola!!! Perfetto! Scelgo un' accoppiata pantaloni-maglione tipo elegante-sportivo-casual, balzo in macchina e parto. Autostrada, poi statale rispettando i limiti, arrivo a destinazione alle 16:15 quasi meglio di uno svizzero, la chiamo....... E LEI NON RISPONDE!!
Dopo il terzo tentativo mi sento rispondere da una signorina elettronica che, se lo desidero, posso lasciare un messaggio nella segreteria telefonica, al che lascio detto (sapendo benissimo che non verrà mai ascoltato) che sono arrivato già da un quarto d'ora, che aspetterò ancora fino alle 17:00, poi toglierò il disturbo definitivamente....
le mando anche un messaggio in cui le chiedo perchè ha voluto che la mia preziosa Peugeot 307 invecchiasse di 150 Km per niente, e se non era più semplice dirmi il giorno prima che aveva cambiato idea....


Ma naturalmente noi sappiamo che il cervello femminile non funziona in modo così lineare..... D'altra parte, con tutto quel traffico di neuroni in fermento, qualche collasso sinaptico è inevitabile....  Ma io sono un ottimista inguaribile, guardo sempre il lato positivo di ogni cosa od evento, per esempio: adesso guido una macchina molto più pulita di prima, ho risparmiato i soldi che avevo messo in preventivo di spendere per portarla a cena, posso ancora ruttare forte (scherzo!!)...


Uno dei miei motti preferiti è: "Quello che non mi uccide mi rende più forte!"
Proprio per questo, quella stessa sera, ho accettato la proposta del mio amico Uaz e sono andato al concerto di Franco Battiato......


Alla prossima, qualora lo vogliate, CIAO!!!


                                                Marcello

 
 
 

Lo Scoglio del Dubbio (...e il naufragar m' dolce in questo mare.)

Post n°2 pubblicato il 16 Febbraio 2009 da stratomarce

Già... Leopardi... Lui sì che ne sapeva, di dubbi, emozioni, sentimenti contrastanti e quant' altro!


Ma, in sostanza, cosa diamine è successo?


31 Gennaio: in una serata da lupi abruzzesi, all'interno di un pub della Bassa Bresciana, un manipolo di musicanti che i posteri chiameranno Mezzanottemmezza ha scaldato gli animi e i timpani dei presenti suonando la Musica del Cuore, dello Stomaco, dei Lombi: IL BLUES!! Leader del gruppo il fantasmagorico, mitico, istrionico e geniale G.Paolo Madoglio, in arte Madoblues, mio grande amico da prima della nascita; sezione ritmica affidata a Rosario e Marco Dolce, rispettivamente batteria e basso, fratelli anagraficamente fra loro ma anche, idealmente, di tutti noi che condividiamo questa passione sfrenata per la Musica; Tastiere vibranti sotto le capaci e meravigliose mani di Stefano Marzanni, un vero fenomeno, poco più che ventenne ma dotato di estro, sensibilità e gusto come il più navigato dei professionisti! Special guests Rossana, compagna del mio amico Mado, e il sottoscritto alla chitarra, chiamato a sostituire il precedente titolare Mattia Foina (altro pezzo da novanta!!) che aveva scelto di percorrere strade diverse... Io milito in due formazioni distinte, di cui parlerò a tempo debito, che propongono un repertorio Rock ed uno di quel pop italiano tipico del ventennio '60-'70, ma il Blues ha visto le mie origini, e mi è rimasto nel cuore ed impregna la mia anima, vi lascio immaginare con quale gioia ho accettato di aiutare il Maestro in questa occasione....


Risultato? L'Apocalisse!! Un' esibizione Epocale, l' Alchimia Suprema, la Catarsi Infinita!!! Tutti noi sapevamo, e sentivamo in cuor nostro, che quella era una serata unica per tanti motivi e così, un brano dopo l' altro, l'Energia diventava Emozione, l' Emozione Musica, la Musica di nuovo Emozione e poi ancora Energia... E' stato come deve essere una notte d'Amore prima di andare in guerra, senza risparmio, donandosi completamente e disperatamente sapendo che Domani potrebbe anche non arrivare... Una performance che resterà per lungo tempo, credo, nei ricordi di quanti erano lì ad ascoltare e, ne sono certo, scolpita nella mia anima per sempre! 


Vi rimando al blog dei Mezzanottemmezza per la cronaca di quanto è successo prima di quella sera, io voglio parlare del Dopo!


Il dopo consiste in un retrogusto assolutamente indelebile nel tempo che sa di Amicizia, di Amore per la musica, di gioia condivisa nel dolore così piacevole di una nota tirata fino alle lacrime in "have you ever loved a woman", tanto per citare un brano; il dopo è l' immensa gioia di leggere un post del Maestro in cui parla davvero troppo bene di me, e via che quasi ci scappa un' altra lacrima, sul serio, non merito tutto questo.....
Il dopo sono tre messaggi di Mado (ormai è chiaro che il Maestro è lui, no?) in cui mi propone di entrare a far parte di un nuovo progetto, che mi mettono definitivamente in crisi!
Che fare? La lunga amicizia, i gusti musicali, le grandi emozioni vissute di recente pesano come montagne sul piatto della bilancia, ma dall' altra parte ci sono gli impegni che già ho, gli altri grandissimi amici con cui suono, le parole date che non è mia abitudine rimangiarmi, il fatto di suonare generi per me più ostici e quindi più utili per una crescita artisitca.....  


Sono davvero combattuto, naufragato allo scoglio del dubbio, novello Amleto conteso tra ragione e sentimento da una parte, e altra ragione e altro sentimento dall' altra!


ho iniziato questo post alle 14.00 di sabato 14 febbraio, adesso sono le 00.10 di lunedì 16...... La Notte incombe, ho avuto una giornata originale quanto intensa e domani si riparte a spron battuto.... A presto!!


                                      Marcello

 
 
 

Ma non allineato a chi?

Post n°1 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da stratomarce

O a cosa???
Non allineato con me stesso, soprattutto; perennemente a metà tra l' iperrazionalità e la fantasia più sfrenata ( o frenesia fantasiosa? mah...).


Inizio questo blog così, quasi per sbaglio, per raccontare la mia storia senza soluzione di continuità, quello che mi viene in mente lo scriverò, senza la pretesa di essere utile a chicchessia, solo per il piacere ( un po' narcisista ) di farlo.


Eccoci, dunque! Sarò breve:
Nacqui una notte di Dicembre dell' Anno del Signore MCMLXXI, e trentasei anni e qualche mese dopo tornavo nella mia Cremona a vivere provvisoriamente con i miei genitori. Cosa è successo in quel lasso di tempo lo scriverò un po' per volta, eh?
Sta di fatto che il mio lavoro di meccanico in proprio, da sempre in questa città, e le numerose traversi(n)e del grande binario tortuoso della Vita mi avevano riportato alle origini, e come spesso accade il Destino mi attendeva al varco....


Affrontare la separazione alla mia età, dopo 12 anni di matrimonio e 3 precedenti di quasi convivenza, non è stata certo una passeggiata nel parco, ma la vicinanza della mia famiglia e di tanti grandi vecchi amici ha fatto sì che non mi sia mai sentito solo o sconfitto, nemmeno per un attimo!
Racconterò a breve come sia ricominciata la mia attività musicale ( e la mia vita in quanto degna di essere chiamata tale ), ma adesso voglio subito ringraziare per esserci:
1- I miei genitori: sarà ovvio, ma senza di loro non sarei neanche esistito!
2- Mia sorella, mio cognato e i miei due nipotini, i migliori del mondo!!
3- I miei AMICI, in ordine di apparizione: Chicco, Anna e Gian, Federico, Angelo, Ezio, Roberta, Francy ed Erika con relativi mariti/moroso e prole varia, Gigi, Uaz, Madoblues ( che lo spirito immortale di Robert Johnson ti accompagni sempre ), Fabio, Bruno, Cotta, Moris, Tino, Bio, Matteo e tuttamapropriotutta la compagnia del Baracca, e tutti quelli di Sanse che non ho ancora rivisto ma che ritroverò a breve, vi voglio un bene dell'Anima!


La prossima volta parlerò di Rock... credo... beh... CIAU!

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: stratomarce
Data di creazione: 03/02/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

quantovalesonia774stratomarcevecchia_gallina0leon1970madobluesmilionidieuroDolce.MareamaracicciasemprepazzapiandeloatanksgodisfridayEvaLaMelaEilSerpente
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963