esperienze

Farsi domande per capire vuol dire far funzionare il cervello ... basta averne!!!

 

SOLO ...

... aprire gli occhi ti fa vedere
... chiudere gli occhi ti fa sognare
... fare attenzione ti evita pericoli
... essere impulsivi ti fa vibrare
... amare ti fa vivere
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

CHE RAFFREDDORE!!!

 

PER NON DIMENTICARE ...




 

 

FINE

Post n°79 pubblicato il 18 Gennaio 2009 da alexanderit

LA MORTE FELICE
LA MORTE MERETRICE
LA MORTE INCANTATRICE
E DI OGNI SOGNO SCIOGLITRICE
LA MORTE PADRONA
LA MORTE LADRONA
LA MORTE MATRONA
LA MORTE FURENTE
LA MORTE CEDENTE
CHE VIVE E TI CIRCONDA
E LA VITA TI MONDA
LA MORTE GENTILE
LA MORTE PUERILE
LA MORTE SENILE
LA MORTE SOLA
LA MORTE CHE CONSOLA
OGNI PERSONA TRISTE
CHE A VIVER NON INSISTE

 
 
 

PRATICAMENTE NIENTE

Post n°78 pubblicato il 15 Gennaio 2009 da alexanderit

Ancora una volta persona sogna e rimane deluso. Che poi ancora non so se è davvero così. So solo che i sogni fanno davvero male. Quando immagini una vita sentimentale perfetta e ipotetica è facile cadere nell'illusione. E l'illusione, in quanto tale, è qualcosa che non esiste. Ti sembra di vedere qualcosa che in realtà non c'è. Alla fine lo capisci e ne rimani bruciato. E come un bel trucco di magia che ti lascia a bocca aperta. Poi ti accorgi di che c'è una botola e ci rimani male: 1) perchè ti rendi conto che è tutto falso; 2) perchè il pensare di essere rimasto a bocca aperta ti fa sentire stupido. Funziona così! Vedi, immagini, soffri. Tutto ti travolge senza poter mettere una barriera. E' tutto così immediato da non riuscire a difenderti. Non riesci a pensare che è un trucco. Non riesci ad immaginare dov'è il trucco. Questo è quello che succede con in sentimenti. Allora rimani lì a pensarci. Ti arrabbi con l'illusionista. Poi ti arrabbi con te stesso perchè capisci che l'illusionista non ti ha mai detto che era tutto vero. Sei stato tu a pensarlo, a convincertene. Quindi ti incolpi del tuo dolore. E stai lì a pensarci ...a ripensarci e a ripensarci ancora e ancora. Forse ogni volta che ci ripensi, muori un pò. Forse ...ma non te ne accorgi e non lo sai. Intanto ti senti male e continui a farti male. Non puoi farne a meno. Insomma, era tutto così perfetto ........così bello, così finalmente bello .......così finalmente di nuovo bello. Beh, niente " di nuovo" e niente "bello". Rimani con le mani vuote e amen. Tutto dovrebbe continuare ma sai che non sarà mai così. Hai troppo tempo per pensare e non ne puoi fare a meno. Questo ti consuma ...ma anche di questo non ti rendi conto! Non ti rendi conto di parecchie cose. Anche del fatto che ti potresti sbagliare. In fondo quella potrebbe essere una venatura del legno del palcoscenico e non una botola. Sei troppo lontano per vedere bene. Dovresti rientrare nella realtà e osservare con attenzione. Ma dall'altro, le illusioni che t'eri fatto prima, ti bloccano sul pensiero fisso che è tutto falso e che hai sognato inutilmente. Come andrà a finire? Finirà che il sogno svanisce, come sempre fanno i sogni!!!

 
 
 

Tutti per uno ...

Post n°77 pubblicato il 06 Gennaio 2009 da alexanderit
Foto di alexanderit

...e uno per uno. Che vuol dire? Beh, che ognuno si guarda le sue cose, sostanzialmente. Come m'è venuta? Così, di getto. Probabimente si adatta bene ai nostri politici.

Anyway, le cose stavano così. Ho visto il menù e c'era una pietanza che mi sfiziava. Non che avessi capito proprio tutto quello che ci fosse dentro, però quello che ero riuscito a tradurre mi piaceva. E così lo ordino. Aspetto un pò e taaac, arriva il mio bel piattone. Roba verde (salsa d'avocado meglio nota come ...mi sfugge ...trovato su internet: guacamole), riso giallo, fagioli (mica per niente era un ristorante messicano) e due specie di cannelloni (anche questi mi sfugge come si chiamano). Buono buono ..inizio a mangiare e dopo qualche minuto torna la cameriera con un altro vassoio."mmm ..mica avevo ordinato 2 cose" ..."Sorry but is it yours?" "e che ne so? quasi non mi ricordo il nome, figurati se mi ricordo cosa c'era dentro" .. vabbè, tradotto le ho detto che non lo sapevo. Allora mi fa "guarda, questo che ho in mano si chiama $£7/*[ (figuriamoci se mi ricordo)" e io "e allora è quello il mio" e lei inizia "oh sorry sorry sorry, we gave you the wrong dish, sorry sorry sorry" e mi toglie quello che stavo mangiando e mi da quest'altro. Cioè, mi stavo a magnà il piatto di qualcun'altro. Che rinco! Imbarazzo totale e le faccio "sorry, non avevo capito ...". Comunque la morale è stata che ogni 5 minuti ripassava da me e mi diceva "sorry sorry sorry sorry sorry" minchia, a un certo punto volevo urlarle un bel GIAMAICA almeno la smetteva. E si, dai. Sai che alla fine sei stato tu a sbagliare mangiando una cosa non tua e quella ti chiede scusa un miliardo di volte ricordandoti di quanto sei stato stupido. Dopo il milionesimo "no problem" ho pagato e me ne sono andato.

Altro giorno, stesso ristorante. Prendo un piatto che si chiamava Guadalupija. "e com'è che questo te lo ricordi?" direte voi. Perchè è stata un'esperienza unica e terrificante allo stesso tempo. Sostanzialmente: carne e verdure, riso, fagioli e i soliti cannelloni (tortillas? adesso cerco su internet ...enchiladas). Fin qui tutto normale ...non fosse che le verdure erano composte per la maggior parte, di un tipo di peperoncino verde che non è che fosse piccante ...di più!!! Cioè, a me piace il piccante e quindi ne ho già provate di portate piccanti, ma davvero piccanti. Però mangiare un piatto di quei peperoncini è stato quasi un tentato suicidio!!! Fiamme stile Grisù dalla bocca, poi ho iniziato a sudare, poi ho ingoiato un pezzo di peperoncino che andando a sfregare contro la gola m'ha dato una sensazione di ustione di decimo grado con tanto di tosse. Però volevo mangiarlo tutto. Era una sfida personale. Alla fine ci sono riuscito a costo di ingoiare il cibo stile pillola! Mamma mia: un trauma!!! Altro che cucina calabrese!

 
 
 

TEXAS

Post n°76 pubblicato il 25 Dicembre 2008 da alexanderit
Foto di alexanderit

Bene, giusto per dire che quest'anno le vacanze le sto passando in USA, in Texas e precisamente a San Antonio. Perchè? Perchè così mi andava e per venire a trovare un amico. Purtroppo non credo che girerò un granchè visto che da solo dove voglio andare? E poi non è che la roba da visitare sia proprio dietro l'angolo. Da solo perchè comunque il mio amico qui ci lavora e lavora anche sotto le feste (a parte i giorni rossi). Dovrei stare tutti i giorni in aereo per visitare le famose bellezze made in USA. Però già così il viaggio è stato abbastanza impegnativo economicamente. Comunque va anche bene così. Spero di divertirmi.

P.S. non mi sono fatto sentire granchè per il semplice motivo che non vedo granchè di partecipazione

P.P.S. quello nella foto è ciò che rimane del famodo Fort Alamo, soggetto di tanti film sull'eroismo americano.

 
 
 

VODAFONE: SOLA 2 - LA VENDETTA

Post n°75 pubblicato il 09 Novembre 2008 da alexanderit

Ad aprile dell'anno scorso ho attivato un abbonamento internet tramite ricaricabile e un affarino chiamato Internet box (d'ora in poi chiamato "affarino"): 100h al mese + sabato e domenica gratis (grazie all'addebito su carta di credito) a 30 euro. Niente da dire sulla connessione, anche se ogni tanto faceva i capricci. Ad un certo punto, lungo il sentiero, apparve il lupo cattivo che si mise a far malfunzionare l'affarino. Dopo mille e mille ..peripezie? Nooo: imprecazioni! Quindi dopo mille e mille imprecazioni, mi decisi a portare l'affarino nel centro pronto soccorso Vodafone. E lì il dottore mi diede la triste notizia: l'affarino ha un difetto alla valvola mitralica e bisogna aggiornare il software. Venni preso dalla più totale disperazione. Per la tristezza, mi strappai addirittura i peli del naso. Fortunatamente in mio soccorso era sopraggiunto il mio fidato HTC (cell/palmare/navigatore) con cui potevo connetticchiarmi nel magico mondo fatato di internet nell'attesa che l'affarino uscisse dal coma. Finalmente quel giorno arrivò ed vissero felici e contenti ...manco per il ca...cio sui maccheroni. Dopo qualche mese infatti, il problema all'affarino si ripresentò più forte che mai finchè un giorno scomparve così come era ritornato ..e vissero felici e contenti ...manco per il ca...volo a merenda perchè nel frattempo l'abbonamento era scaduto ma dato che si rinnovava (per chissà quale prodigio) automaticamente di mese in mese, la cosa non mi preoccupava. Senonchè un bel giorno, controllando il traffico consumato sul sito, ho visto una cosa che non m'è piaciuta molto sul conto telefonico: 104,84 euro. "Me pijasse un corpo", ho subitaneamente esclamato. Telefono alla vodafone esponendo il mio problema. La prima adorabile e amorevole fatina, dopo 20 minuti di colloquio in cui non sapeva che pesci prendere, ha pensato bene di chiudere la chiamata. Ma pensate che il nostro eroe si sia fermato? Nossignori. Imperterrito ha richiamato, trovandosi a parlare con un'altra fatina che, a fine telefonata, ha rimandato il reclamo di una settimana. Dopo siffatto tempo, richiamo il regno delle fate e mi risponde una dolce e affettuosa fatina che ascolta e risponde a tutte le domande e addirittura mi dà una spiegazione della cifra (che nel frattempo si era abbassata e consolidata sulle 84 euro): col rinnovo, il sabato e la domenica gratis sparivano grazie a una pozione magica automatica nonchè fatta di inchiostro simpatico, visto che non c'era scritto da nessuna parte sta cosa! Io, che non sospettavo un simile inganno nei miei confronti, mi collegavo tranquillamente durante i weekend, azzerando così, a mia insaputa, le 100 h e pagando il surplus. La morale di questa favola è che: ho inoltrato un reclamo che mi permetterà di riavere indietro le 24 euro di surplus.

Questa, signori, era la storia di Sergio e il vile Vodafone. Mi raccomando, occhio ai pinocchio che vi promettono mari e monti ma che poi vi danno solo cozze avariate e funghi velenosi. :-)

        FINE

 
 
 

MEDIOLANUM: CHE SOLA!!

Post n°74 pubblicato il 07 Novembre 2008 da alexanderit

Ancora una volta la televisione mi sorprende ...e stavolta è davvero una comica. Non so se avete visto una recente pubblicità della MEDIOLANUM. Beh c'è il classico direttore che come se niente fosse dice più o meno così "in questo momento difficile per molti risparmiatori per la vicenda Lehman Brothers, una situazione terribile, Mediolanum sta venendo incontro alle famiglie italiane ...dando risposte sincere". Ma si è reso conto di ciò che ha detto? Che praticamente fino ad ora Mediolanum non dava risposte sincere. Quindi Mediolanum si merita un bel: BRAVI BRAVI BRAVI. Ma si può essere più rinco???

 
 
 

UN MILIONE

Post n°73 pubblicato il 20 Ottobre 2008 da alexanderit

Domanda da un  milione di euro:

COME FA UN UOMO A ESSERE PROVOCANTE PER UNA DONNA?

 
 
 

TUTTO E NIENTE

Post n°72 pubblicato il 18 Ottobre 2008 da alexanderit

Beh questo può sembrare un messaggio in codice ma non lo è.

Parlare e scrivere non è affatto facile. Pensi sempre a quello che scrivi e a cosa puoi far pensare a chi legge. Comunque, quello che mi chiedo è: come si può dire a una persona "basta che gli dici che vuoi una storia di sesso"? Insomma, non è fattibile. Secondo me è un pochetto assurdo ..o tanto. Non so, ma conoscete qualcuno che fa così? Boh, non è logico. E poi come fai a sapere se vuoi solo una storia di sesso o no? Va bene che i tempi sono cambiati, però arrivare a chiedere una cosa così, in maniera nuda e cruda è troppo. Davvero vuol dire che i tempi sono allo sfascio totale.

Ma poi come si può pretendere di credere che una persona sposata stia in una chat solo per fare amicizia ma che chieda di uscire a chi ha conosciuto in chat solo da un paio di giorni ? E poi ti dicono a te che sei strano o hai strane idee in testa. Ditemi voi se non è normale pensarle certe cose. Mah

E' semplicemente scritto col carattere WingDings. Basta selezionare tutto il testo e cambiare il carattere in un altro tipo.

 
 
 

E quindi???

Post n°71 pubblicato il 14 Ottobre 2008 da alexanderit

L'economia è crollata ... o meglio, le borse sono crollate e di conseguenza l'economia crolla. Però il petrolio scende di prezzo. Mmm .. non ci capisco niente e quindi non metto bocca. Però di st'economia che precipita mica me ne sono accorto. Sarà che io al denaro non ci faccio molto caso. Non sto lì a pignoleggiare sul centesimo ..nemmeno butto i soldi in giro. Insomma, tutto continua come sempre. Almeno c'è da essere contenti per il petrolio. Ma a qualcuno di voi gli si sono svuotate le tasche?

 
 
 

TUTTO CAMBIA

Post n°70 pubblicato il 27 Settembre 2008 da alexanderit

Tutto cambia. Certo,
perchè "nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma". Tutto
cambia, va bene. Ma perchè le cose che ritornano alla mente non
cambiano mai? Tutto cambia. Si può fare. Ma quanto può essere facile
tornare indietro quando tutto dovrebbe cambiare? Ecco, spesso invece di
cambiare e quindi andare avanti o invece di ripresentarsi certe cose ed
affrontarle diversamente (visto che tutto cambia) non le si sa
affrontare, come si può dire che tutto cambia? Certo, perchè in fondo
in questi momenti ti rendi conto che è come se nulla fosse cambiato.
Allora ti chiedi "Tutto cambia?". La risposta istintiva ti sembra un
bel grande no.

Ti guardi intorno e analizzi la tua vita e ti chiedi sempre le stesse
cose. "Perchè non si può ottenere tutto ciò che ci rende felici?". Va
bene, la vita è anche sofferenza e non si può avere tutto dalla vita. E
queste frasi dovrebbero migliorare il nostro modo di vedere le cose?
Dovrebbero forse darci conforto? A me non mi cambiano niente di niente.
La realtà rimane quella di cui ci rendiamo conto e amen. Siamo sempre
lì, punto e capo. Qualcosa cambierà. Ma quando? Prima o poi? E che me
frega? Io voglio, io ho necessità che cambino adesso. E invece niente.
Quindi? Non ci resta che aspettare. Il tempo. Quanto mi piacerebbe
capire i suoi meccanismi per scomporlo e gestirlo a mio piacimento.
Sarebbe tutto più facile. E non ci vedo niente di male. Insomma, noi
dobbiamo obbligatoriamente vivere il presente e quindi è al suo
miglioramento che dovremmo aspirare. Però il presente è ora mentre
scrivo, mentre penso, mentre parlo e non "domani si vedrà" o "fai un
viaggio" o "fai una follia" o roba simile. Quello è già futuro. Io
vorrei che il tempo cambiasse il presente istantaneo e non l'imminente
futuro. Perchè il futuro è incerto e misterioso. E' il presente
immediato ciò che possiamo vedere, sentire ed è quello che veramente
viviamo! Bisognerebbe poter cambiare quello che viviamo e non sperare
che cambi quello che probabilmente vivremo!

 
 
 

VOLARE .. CAMBIARE

Post n°69 pubblicato il 09 Settembre 2008 da alexanderit

Volareeee o o, cantare o o o o. OK OK, BASTA. Smetto subito così non dovete chiamare i carabinieri. :-) Non molto tempo fa sono stato a volare. E si, mi sono costruito un paio d'ali e viaaaaaaaa ... :-) Scherzo. In realtà ho comprato un aereo e viaaaaaa. Va bene, va bene la smetto. Semplicemente un amico mi ha portato sul suo deltaplano e via verso nuove avventure. :-) E' una sensazione strana. Credo sia un pò come la differenza tra un motociclista e un automobilista.  Cioè non è come volare in aereo perchè l'aria che ti spinge indietro, vedere i panorami a pieni occhi non sono cose che provi in un aereo. Peccatissimo che abbiamo volato pochino. Spero di riuscire al più presto di riprovare quest'emozione ma per più tempo. Peccato che prima c'erano 15 km a dividermi dal mio amico mentre ormai ce ne sono 550 km! Però spero al più presto di riuscire a tornare su e rifarmi un voletto prima che il tempo diventi definitivamente brutto.
Ormai ho cambiato aria e lavoro. Per il momento sembra tutto molto positivo. Vecchi amici ritrovati. Amici anche divertenti. Si prospettano delle serate co sti amici quasi da panico o da paura, come dicono da queste parti. Vedrò di resistere e riuscire a portarle a termine. :-) Vabbè, non è così tragica come voglio far credere. :-) Comunque ora sta tutto a capire l'ambiente di lavoro e come funziona. Non sarà facile perchè ci sono un sacco di teste a cui fare "attenzione". Però devo vedere di integrarmi il prima possibile così almeno ci sono un sacco di cose in meno da pensare. Intanto oggi un bel pò di sole non me l'ha tolto nessuno. Ma domani m'attrezzo meglio. :-)    

 
 
 

SE IO POSSO CAMBIARE, TUTTO IL MONDO PUO' CAMBIARE

Post n°68 pubblicato il 31 Agosto 2008 da alexanderit

"E' UN PICCOLO PASSO PER UN UOMO, MA UN GRANDE PASSO PER SERGIO",
queste furono le vere parole pronunciate da Neil Armstrong quando mise
il primo piede sulla Luna. Il motivo? Perchè mentre scendeva la
scaletta ha ricevuto una telefonata da Sergio che gli dava una notizia
che avrebbe sconvolto lui e tutto il futuro: Sergio aveva trovato il
rimedio per smettere di mangiarsi le unghia!!!!

Forse
non tutti sanno che il sottoscritto .. .. .. ? .. ?? .. effettivamente
non c'è ancora scritto niente sotto ... comunque io, in quanto me
medesimo e possessore di me, avevo questa terribile malattia:
onicofagia. Altro che mangiarmele le unghia: le divoravo. E ovviamente
mangiavo anche tutto il contorno. Sin da piccolo mia madre mi metteva
il peperoncino sulle dita come deterrente (ma bastava una lavata e via,
come niente fosse successo). A volte mi dava schaffoni indicibili. Una
volta il maestro delle elementari (nonchè mio zio) mi fece stare
un'oretta seduto sulle mani e poi mi fece mettere in mostra le mani
facendo passare in rassegna tutti i miei amici di classe e infine 20
bacchettate sulle mani non me le tolse nessuno ( e tutto ciò non mi
convinse nemmeno a smettere). Questo per farvi capire quanto forte
fosse sta malattia. Beh, a 31 anni ho preso una decisione drastica ma
efficace: ricostruzione unghia. Sono andato in un centro estetico, un
dolore indicibile e indescrivibile (care donzelle, dovete considerare
che le mie unghia non raggiungevano il cm e che quindi la parte
sensibile è molta) ma credo proprio di aver ottenuto l'effetto
desiderato: sono già 2 giorni che non me le mangio. EVVIVAAAAAAAAA ..
sembra poco ma invece è tantissimo se considerate che io ho SEMPRE
mangiato le unghia!!! Unghia nuove, vita nuova, lavoro nuovo, regione
nuova. Adesso ci vuole solo  .........................................

 
 
 

BLOCCO DELLO SCRITTORE

Post n°67 pubblicato il 19 Agosto 2008 da alexanderit

SOTTOTITOLO: titolo dal blog di MON1974

Ho ripreso questo titolo perchè effettivamente, visto il tempo trascorso, m'è preso un pò. Sicuramente un pò dipende anche dal non avere un riscontro con molti contatti (però pochi ma sicuramente buoni).
Comunque tra qualche settimana cambia la mia vita: il trasferimento è sempre più + vicino. Nuovo posto di lavoro, nuovo ambiente, nuova regione, nuove persone ... spaventato? Non molto perchè l'ambiente di lavoro lo conosco un pò (e non è un granchè). L'ambiente è tristino e non proprio adatto a me (credo). La regione è bellissima (il Lazio). Le persone .. beh, le nuove persone non fanno mai male. Quindi non è tutto questo. Si sa, partire è un pò morire. Lasciare gli amici, il bel posto di lavoro, il bell'ambiente .. direi che quindi più che altro è un pò di tristezza e malinconia. Partire è un pò morire .. ma allora io sono morto già parecchie volte. Spero di riuscire presto a stabilizzarmi definitivamente. Anche la mia vita privata ne avrebbe bisogno .. anzi, lo vorrebbe fortemente!

 
 
 

Seconda parte: costume e società

Post n°66 pubblicato il 08 Agosto 2008 da alexanderit

1) VACANZE AL RIMORCHIO

Ad Ischia ci sono andato con 2 amici. Beh, non è una brutta cosa andarci con gli amici. Diventa brutta però se gli amici condizionano ogni singola cosa che fai in base alla presenza di ragazze più o meno carine. La cosa, secondo i miei gusti, diventa pesante. Insomma, non puoi scegliere un ristorante per cenare in base al fatto se ci sono tavoli con ragazze. E daiiii, non è possibile. E la velocità con cui si cambia idea? Esempio: andiamo in una disco molto frequentata. Fin qui era vero ..ma l'età media era di 20-22 anni!!!! Aggiungeteci che era al chiuso e potete immaginare quanto bella potesse essere la serata lì. Ci siamo stati un pò e poi simao usciti (immaginate il caldo che poteva fare). Fuori si stava meglio. Chiacchierando eravamo concordi col fatto che belle ragazze ce n'erano ma che si poteva rischiare l'arresto per corruzione di minore. E poi da che mondo è mondo gli isolani non sono molto propensi allo straniero. "Dipende da che isola" direte voi. Vi dò ragione, ma qui si parla di un'isola piccola e che non vive proprio di turismo straniero ma + di quello locale. Comunque stando fuori, avevamo ormai deciso che era meglio andarsene a letto (erano anche le 2 circa). e che non serviva a niente rientrare (cosa doveva essere cambiato nel frattempo?) quando entrano 2 o 3 belle ragazze/ine. E per il potere di Greiskull, uno dei miei amici fa "ma perchè non entriamo a farci un giro?". Cioè, non so se avete presente la scena di uno che vi chiede "Che ore sono?" e voi "Le 10" dopo 10 secondi, cade una foglia davanti al tizio e lui vi fa "Che ore sono?". Provate a immaginare la scena e a come e cose pensereste voi. Ecco, lo stesso è successo a me. Vi giuro, ho pensato "E' impazzito? o gli è caduto qualcosa in testa e s'è dimenticato di quello che stavamo dicendo?". Ma è mai possibile che una cosa del genere possa succedere? Ebbene si, evidentemente quelle ragazze dovevano avere una pozione magichella. :-)
Sicuramente per un single è normale cercare di fare conquiste o nuove amicizie femminili, ma bisogna anche limitarsi un pò. Non è che puoi calpestare la gente nell'autobus pieno per riuscire a metterti vicino a delle belle ragazze. Comunque non potevo sperare di meglio da uno (dei due) che ha affermato "In discoteca a ballare??? ma che dici!!! In discoteca si va per rimorchiare" .. che poi non ho mai capito come fai a rimorchiare col casino che c'è!

2) WHAT'S AMMERICA, THAT'S AMMERICA!

Ad una delle famose cene, ci ritroviamo seduti (che caso) vicino a 2 americane. A un certo punto vengono raggiunte da una coppia americana. Lui però chiede gli amari in perfetto dialetto locale. Allora dico "questo è italiano ma parla benissimo l'americano". Gira che ti rigira i miei amici si presentano al gruppetto straniero (io dovevo ancora finire di mangiare ma posso assicurare che da come parlavano e da ciò che dicevano le americane single, non mi perdevo niente). E si scopre che: lui è americano, sposato con un'americana ma i genitori sono ischitani e a casa a New York parlano solo il dialetto (ecco perchè sto Raffaele parla così bene l'ischitano); le altre 2 hanno mezzo genitore pugliese e calabrese. Insomma, credo dei 4 americani, solo la moglie di Raffaele lo era davvero. Le 2 ragazze parlavano poco poco l'italiano ma da lì si capiva che non erano ragionanti e quindi fare un discorso serio e interessante con loro era un miraggio. Quindi io (che parlavo meglio l'inglese tra noi 3) mi sono  automaticamente escluso (perchè ritengo che  una donna vada conquistata soprattutto parlando) e i miei amici hanno ottenuto ciò che volevano. Però hanno anche ottenuto di stare dietro a 2 altamente e mentalmente instabili (vista la loro predilezione a bere non reggendo) che gli hanno condizionato il resto della vacanza. Perchè, signore e signori, per 3 giorni le ragazze rispondevano alle chiamate e ai messaggi dei miei amici quando volevano e non facendo mai capire se la sera si sarebbero ri-incontrati. La cosa non è successa e le bestemmie nei loro confronti (non avendo abbordato nessun'altra) si sono sprecate! :-)
e vissero felici e contenti...? dal mio punto di vista non tanto! :-)

 
 
 

RIENTRO

Post n°65 pubblicato il 30 Luglio 2008 da alexanderit

Dunque dunque. Sono stato a Ischia. "e quindi?" .. e quindi ci sono stato implica
anche che sto a posto. Sostanzialmente un pò come per Vienna: sono
contento di aver visto un posto nuovo ma non credo che ci tornerò. Se
devo dare giudizi, beh:

5 per il divertimento
: considerate che su un'isola altamente
turistica non troverete una discoteca all'aperto o un locale in riva al
mare (non sul porto) o un acquafun o simile.

6,5 paesaggi: ce ne sono di bellini e forse anche di bellissimi (che io magari ho perso) però quello che ho visto non è spiacevole.

6 per le terme: non male
(ne ho viste 2: Necombo e giardini di Poseidon) però potrebbero
migliorare i servizi; comunque niente di eccezionale (sostanzialmente
sono una serie di piscine all'aperto su più livelli).

7 per i collegamenti:
nonostante uno scipero del servizio cittadino, gli autobus ci sono
sempre e ti portano per tutta l'isola; quando dico sempre, intendo
anche di notte e al max ti tocca aspettare mezzora. Occhio ai
controllori che sono in borghese.

6 per la gente: sicuramente
sono campani e quindi molto amichevoli ma ho visto anche molta
chiusura, maleducazione e gente che ti vuole fregare (occhio al
ristorante "La Torre" a Forio d'Ischia).

Una perla: l'isola di PROCIDA: voto 8. Da vedere per capire.



VARIE ED EVENTUALI



COMICITA'

Ho assistito a un paio di scenette simpatiche: 1) zona pedonale con
accesso a cicli e motocicli solo a piedi (cosa che nessuno faceva) e
agli autorizzati, con i loro mezzi. l'accesso è semi regolato da una
sbarra automatica e ci sono dei cartelli che avvisano di entrare con
cicli e motocicli spenti. Un signore con lo scooterone entra a una
discreta velocità in questa zona pedonale, inbocca il lato con la
sbarra (contromano per il suo senso di marcia) .... e giustamente si
schianta contro la sbarra e cade a terra. Non s'è fatto niente
nonostante il discreto impatto e il fatto che gli fosse volato via il
casco (che si porta ma rigorosamente non allacciato). Scena comica da 7

2) Ore 4 del mattino. Sono al
capolinea (che si trova a pochi metri dalla sbarra di poco fa) per
aspettare l'autobus. Mi siedo su una ringhiera che dava anche su un
sopratetto di un ristorante. A pochi metri da me c'è una coppietta. Tra
noi, sempre sulla ringhiera, un ubriaco assonnato dondola su sta
righiera. Avete presente quando vi cade la testa per il sonno? Ecco,
stessa cosa sto ubriaco. A volte accenna a cadere in avanti, a volte
indietro. Morale: in un momento di assonnamento intenso e di
dondolamento, non fa una doppio carpiato all'indietro finendo sul
sopratetto del ristorante?! La coppietta si è allontanata piegata in 2
dalle risate. Io sono andato a vedere se stava bene con tanto di
sorriso. Fortunatamente, a parte una botta alla schiena, non accusava
nient'altro e così sono andato via. Scena comica da 8



STRANO



Beh, di strano ho notato alcune cose: una sera ho visto un carabiniere
rincorrere uno che era sceso al volo da un motorino perchè non aveva il
casco. Sembrava un inseguimento da film. Il tizio è stato beccato.

Un'altra sera, c'erano coppie di vigili urbani ogni 400m lungo il corso
di ischia ..ed erano tutte donne. Non ho chiesto se fosse una casualità
ma la vedo più come una cosa voluta. Perchè? Ci sono varie
interpretazioni.

Le napoletane sono particolarmente procaci. Non potete immaginare
quante ragazze napoletane abbiano un seno prosperoso. Una roba assurda.
Già di piccole, poi. Quelle con una prima o una seconda si contano
sulle dita di una mano.

    facciamo una pausa relax perchè dopo il discorso diventa un pò più impegnativo

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: alexanderit
Data di creazione: 26/10/2007
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

pinoct58elena_huzami.85earine2010farfalla_sbandatabrulacivreaantonelladelcarloalessiog1982juandanielitalytopina14alexanderitAnonimo_Solitariosara_1971m.a.r.y.s.e
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

TAG

 

PARADISO

 

ECCO UN BUON ESEMPIO DI "PENA D'AMORE" ...

 

NOME ANCESTRALE

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963