Angolo nascosto

Uno spazio mio dove ricevere pochi amici sinceri e chi passerà di qui.

Creato da surfinia60 il 31/12/2005

 

« TopiCambiando argomento »

Riflessioni da quarantena

Post n°1736 pubblicato il 07 Aprile 2020 da surfinia60


Mi tornano in mente certe mie considerazioni passate, quando lo stress da lavoro e il disinteresse delle persone erano oggetto dei miei pensieri più cupi.

Ecco perché, tutto sommato, questa vita sospesa mi pesa meno che ad altri.

O almeno, così credo.

La quarantena, per le persone che osservavo da lontano, significa uscite ridotte all’essenziale, niente abbracci e risate con gli amici, serate al pub o a teatro, in pizzeria o al cinema, nelle piazze ai concerti….

Che mi fa a me la quarantena!?

Sì, qualche camminata in meno, meno scelta su quale supermercato fare la spesa, su quale negozio entrare (e spesso non prendere niente ed uscirne delusa).

Non dover prendere l’auto per andare a lavoro (dove anche lì mi sentivo spesso inadeguata) e fare ‘smart working’!

Cosa rimane? Forse l’apparente libertà di poter pensare ”non faccio o non vado perchè lo scelgo e non perché non posso’. Invece poi dovrò ricominciare a raccontarmi bugie sul perché resto a casa invece di uscire.

Adesso almeno ci pensa l’ultimo DPCM a trovare scuse per me.

Ho fatto un pout-pourri di frasi sconnesse, ma non ho voglia di studiare più di tanto la sintassi, tanto sto già pensando di cancellare tutto, e forse lo farò, alla fine.

E’ il momento dell’autocommiserazione, a quanto pare, e mi do la nausea da sola.

E quando qualcuno comincia a pensare al ‘dopo’ quarantena, io mi chiedo: “Come sarà il mio ‘ritorno’?” Graduale come per tutti, certo.

Ma graduale come dopo una convalescenza oppure graduale come dopo la permanenza in un centro di riabilitazione per tossici?
Dovr
ò fare anch’io i 12 passi? (l’ho visto solo nei film, non so di preciso quanti siano).
Avr
ò paura di indossare di nuovo la “normalità”? Sarò in grado di tornare a respirare normalmente, ad avvicinarmi e toccare?

Cos’è questa  ‘normalità’ tanto anelata se non un compromesso di vita necessario anche se non del tutto gradito?

Come le scarpe strette al momento dell’acquisto, alle quali dopo un po’ non fai più caso anche se continuano ad essere scomode.


Sì. Credo che dovrà essere parecchio graduale la mia fase 2.

 
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

coppia

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Robre

Robre. Nel mio cuore,
per sempre.

 

Piuma

In my heart, forever

 

autumn3