Sono tornata sulla chat di Libero dopo 20 anni

Post n°571 pubblicato il 03 Aprile 2023 da charlize77

Ebbene sì, tre settimane fa in un sabato sera di tedio ha vinto la curiosità che in effetti mi attanaglia da tanto tempo, di vedere com'è diventata la chat dopo tanti anni.

Era il 2003 mi pare, quando è nata Charlize77 appositamente per provare la chat. Erano tempi in cui i social non esistevano, quindi le chat rappresentavano la prima frontiera delle conoscenze virtuali. 
Devo dire che all'epoca, per poco tempo, ma mi ci divertii tantissimo, ci ho passato notti a chattare e ho anche fatto alcune conoscenze che virtualmente sembravano promettenti, ma che poi si sono dimostrate dal vivo piuttosto deludenti, oltre che dai modi un tantinello inappropriati. Naturalmente puntavano allla trombata senza troppi preamboli, ma io non l'avevo capito. Questo fu il motivo per cui dopo il secondo, disastroso, blind date, decisi di chiudere con le chat.

Fino a tre settimane fa.

Che dire? Che sostanzialmente sono rimaste quelle, frequentate prevalentemente da over 35-40. Non ho avuto approcci di stampo sessuale come all'epoca, dove arrivavano messaggi molto eloquenti, però mi dicono che in realtà questo tipo di utenti sono aumentati tantissimo in questi anni, tanto che la chat è ormai quasi solo luogo di conoscenza per questo tipo di incontri.

Per quel che mi riguarda ho chattato con tre persone. Le prime due.. noia totale. Cioè chattando con loro sono finita in un tedio ancora peggiore di quello che mi aveva portato a entrare in chat . Il terzo un pochino meglio ma dopo poco, per sopraggiunti impegni casalinghi, ho abbandonato la chat.

Comunque gente....tanta noia. Probabilmente sono io che non ho l'entusiasmo dei vent'anni, ma passare il tempo a "come sei fatta", "che lavoro fai?", "che tipo di uomo ti piace?"...

Anche no... a sto punto preferisco guardare "Vite al limite" su Real time sinceramente.

Come dicevo all'orsacchiotto di Hamley's (sentito sì, giusto una manciata di giorni fa), mi sa che io ho dato per ste cose...

E' un pò triste sta cosa, sa di giovinezza defunta, ma tantè... 

Domanda: al di là del virtuale, blind date, chat, Tinder, etc potrei ritornare nel mondo dei single , dei corteggiamenti e di quelle cose lì di cui il mio blog è infarcito?
Non so... come dice un vecchio amico in dialetto "varda che te ghe le telarine oramai.." Immagine agghiacciante

Chiudo con un boh... magari un giorno aggiornerò su sta cosa

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Sbirciando Riccione

Post n°570 pubblicato il 06 Febbraio 2023 da charlize77

Premetto che non possiedo una pagina Fb ma ne gestisco una per lavoro... e succede che talvolta vada a curiosare sui profili di conoscenti...Non che ci trovi molto, se non si fa parte degli amici ormai sulle pagine Fb si vede ben poco...Comunque di recente ho curiosato su quella del mio ex di Riccione e sono finita su quella della compagna...e ho scoperto che si sono sposati di recente e che sono pure stati mooolto di recente a fare un weekend nella mia città. Ma soprattutto ho notato delle coincidenze incredibili fra la mia vita e la sua. Prima fra tutte...abbiamo entrambi una figlia nata nello stesso giorno ma la sua l'anno prima. Delle ultime quattro estati...ben tre le abbiamo passate nello stesso posto nello stesso periodo, naturalmente senza incontrarci anche se l'anno scorso le probabilità di vederci erano notevoli. Entrambi eravamo in campeggio. Quella del campeggio è una cosa che gli ho fatto conoscere io, lui non c'era mai andato prima e mi ha colpito che lui sia diventato un vero addicted... Pero mi fa piacere! La sera stessa me lo sono sognato, che ci sposavamo, in spiaggia come lui ha effettivamente fatto con la compagna. Non ero per nulla convinta di sposarlo. Ma va????

Mi sono trovata a pensare che avverto ancora qualche senso di colpa nei suoi confronti... Non mi ero comportata benissimo con lui perché durante una pausa di riflessione io avevo perso la testa per un altro. E a quel punto avrei dovuto essere chiara con lui ma per paura di ferirlo ho fatto peggio lasciandolo nella speranza di un recupero fra noi per almeno un mese. 

Ma che cazzo di post ho scritto? Va beh almeno ho aggiornato un po dopo sei mesi... passato un sacco...ma anchecse apparentemente faccio poco in realtà ho giornate sempre piene e il tempo passa senza quasi io me ne accorga. Di questo passo avrò 50 anni, così, all'improvviso... 50 anni! Manca mica poi così tanto...giusto una manciata di anni.

La cosa giuro mi sconvolge!!!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SU MADRID

Post n°569 pubblicato il 24 Giugno 2022 da charlize77

Ma che ne so... me lo sono sognato... una decina di giorni fa. C'è un antefatto, a dire il vero assai bizzarro ma anche comico, da anni ormai Madrid (sì tornato in pianta stabile al paesello con spagnola al seguito... che poi no non era spagnola ma argentina e non era la girlfriend ma l'amante madrilena) e il Ricercatore giocano ogni settimana insieme a calcetto.

Se qualcuno venuto dal futuro allora me lo avesse pronosticato avrei potuto solo dire "ma che cazzo..." E il Ricercatore ha pure simpatia per Madrid. Esilarante!

Beh vedendomi col Ricercatore, compare inossidabile di cinema, salta fuori  il discorso Madrid e poi me lo sogno un po di tempo dopo. Così che una settimana fa mentre io e il Ricercatore si beveva una birra gli confido di sto sogno. Insomma per farla breve fra ieri e oggi mi sono riletta tutto il blog nello spezzone che va dall'inizio con lui (settembre 2006) alla fine fine fine di ogni discorso circa un anno dopo. 

Che roba!!!

Avete presente leggere un romanzo fatto di colpi di scena, follie che mai ti aspetteresti, emozioni, delusioni, disillusioni, sesso, amore, rabbia, disperazione. Tutto. 

Ed era la mia vita.

Impressionante. Perché scrivevo bene. Perché ho commesso cazzate a non finire. Ma così tante che mi domando come sia possibile.  Perché ero tanto ingenua. Perché non capivo o non volevo capire, ma era tutto chiarissimo. Perché se quando ho detto il primo e sacrosanto "basta, io così non vado oltre" avessi mantenuto fede a quell'intento, probabilmente lui lo avrei avuto...

E invece tutto a puttane.

Impressionante anche leggere i commenti di chi mi seguiva, uno scritto da una persona, un blogger al tempo, che solo un paio di anni dopo divenne un amore... o tentativo di amore dai...che commentava davvero indignato un messaggio effettivamente aggressivo e maleducato di Madrid e poi quando fu il suo di turno mi scarico' proprio per messaggio, con parole infinitamente peggiori... quando si dice parlar bene e razzolare...malissimo.

E  infine, e con questo chiudo, il messaggio davvero adorabile di un'altra mia lettrice blogger che ricopio, perché trovo così bello:

lullabayme il 26/02/07 alle 12:26 via WEB
posso impicciarmi?da quando ho aperto un blog mi sono imbattuta nel tuo e l'ho letto avidamente, appassionatamente..ma non come una soap opera, charlize, perchè è la tua vita e ne ho pieno rispetto. mi sembri una donna così passionale, così pura nei tuoi slanci e sentimenti..perchè credere che madrid sia l'uomo per te se ha i tempi e i sentimenti di un bradipo? meriti voli fatti di sera per poterti stringere per una notte e ripartire poche ore dopo. gli uomini ne sono consapevoli e anche summerman, nel suo piccolo, sa che una donna come te è rara;il perfetto..per chi è perfetto?per chi cerca un porto sicuro ma non per te, che sai bene che è difficile navigare tra le tempeste..ma che per indole e fascino..non puoi farne a meno, è giusto così. scusa ma oggi non potevo evitare di dirti la mia.  
Va beh...vado a vedermi "Un giorno di pioggia a New York"...
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

VIA MONTENAPOLEONE (di C. Vanzina, Italia, 1986)... recensione!

Post n°568 pubblicato il 09 Maggio 2022 da charlize77

Come da titolo oggi recensisco... Che non è proprio una novità, in passato mi dilettavo di sovente a farlo, specie per i film horror e usando anche il nickname di Charlize77, così che talvolta lo sconfinato web proprio digitando questo nome mi restituisce recensioni scritte anche quindici anni fa. Di recente ho trovato ad esempio quella de Lo squalo 3, molto ben scritta fra l'altro. 

Ma torniamo all'oggetto: VIA Montenapoleone. Mio oggetto del desiderio tipo da dieci anni... Lo vidi da ragazzina quando era probabilmente ai primi passaggi tv, due volte. Dopo di che è sparito, nel senso che in televisione non è stato più trasmesso. Pazienza si dirà, infatti non ne ho mai fatto una tragedia poi però col tempo non so se a qualche over 40 è capitato, ma mi è presa una sorta di nostalgia  degli anni '80. E ho notato che a livello cimatografico in realtà non ci sono poi molti film che li evocano in modo forte e chiaro. Per cui se a qualcuno che non li ha vissuti in alcun modo dovessi proporne qualcuno per rendere l'idea del periodo soprattutto nella chiave "Milano da bere- edonismo-paninari-tv private- mondo patinato" non è che avrei molta scelta. Primo tirerei fuori "Sposerò Simon Le Bon", un filmaccio, ma è praticamente l'unica opera cinematografica che rende e anche piuttosto bene, un certo aspetto dell'epoca. Due tirerei fuori Via Montenapoleone. Il primo ho avuto modo di rivederlo spesso perché specie in estate passa in tv, il secondo come dicevo è caduto una sorta di oblio... Fino ad ora, quando qualcuno l'ha pubblicato integralmente in una qualità tutto sommato discreta su Youtube gratuitamente. 

Quindi ieri, tarda sera, quando il silenzio è finalmente calato sulla dimora ho agguantato l'agognato film.

Ed è molto meglio di quel che ricordassi. Sì "Via Montenapoleone" tutto sommato è un film accettabile la cui ora e quaranta di durata vola via.

Va dato atto che il cast è discreto: ad attori di livello come Valentina Cortese, Clara Colosimo, Marisa Berenson si affiancano quelli che erano all'epoca emergenti di belle speranze da  Paolo Rossi a Fabrizio Bentivoglio fino a Luca Barbareschi. E poi ci sono le bellone Carol Alt e Renee Simonsen dalla recitazione mediocre ma ottimamente aiutate dal doppiaggio. Tutti sono in parte e tutto funziona, anche la colonna sonora che in pieno stile Vanzina riprende hit dell'epoca che anche oggi è piacevole ascoltare. 

E soprattutto gli anni '80 ci sono tutti, vivi e palpabili anche se inesorabilmente lontani in quella opulenza e in quel fare smargiasso dei protagonisti che oggi appare quasi straniante. 

Insomma sappiamo che gli anni '80 non torneranno, chi li ha visti li ha visti (io giusto da bambina) e chi no può guardarsi sto film. Non deluderà le aspettative.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Due di due

Post n°567 pubblicato il 28 Aprile 2022 da charlize77

 

Sì, proprio il libro di Andrea De Carlo. Lo sto rileggendo in questi giorni, in realtà l'ho quasi finito, dopo che lo avevo letto per la prima volta circa a metà degli anni 90.
La copia è la stessa di allora, cosa che mi provoca una certa emozione, il riprendere in mano fisicamente lo stesso libro, pagina per pagina, pensando a che facevo e a che pensavo, in che momento di vita ero quando lo lessi l'altra volta. Forse anche per questo che da un pò di anni a questa parte, nelle ultime pagine ora scrivo una cosa del tipo "letto aprile 2022"... perchè penso che magari un giorno moloti dei miei libri magari li prenderà in mano mia figlia e  sarà carino per me e per lei che ci sia riportato la data di quando io lo lessi...
Che poi magari lei avrà gusti completamente diversi dai miei o magari, banalmente, non sarà una gran lettrice.

Tornando a Due di due. Lo trovo un buon libro, era di ambientazione vintage già quando uscì, e non è invecchiato male. Come al solito, esattamente come coi film quando li riguardi dopo parecchi anni, sposti l'attenzione ad altro. A vent'anni mi rivedevo nei protagonisti vent'enni, ora trovo più curiosità su loro cresciuti. Come coi film.... da adolescente ad es ne "Il tempo delle mele"  mi focalizzavo sui ragazzini ora inevitabilmente mi focalizzo sui loro genitori e sulle dinamiche coi figli. 
E' anche interessante tutto ciò perchè la seconda rilettura (o visione in caso di film) dà nuovi spunti di riflessione.

Uno di questi è che ad esempio trovo che  Due di due abbia una forte vocazione cinematografica e mi domando come mai questo best seller non sia mai diventato un film. Era un'occasione ghiotta negli anni '90 un film su Due di due. Voglio dire... all'epoca non si negava un film a nessun scrittore di moda... come dimenticare "Branchie" tratto da Ammaniti? No forse meglio dimenticarlo. O "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" di Brizzi. Persino Lucarelli, quello di Blu notte ebbe un film (Almost blue). Un po tutti ecco... Ma De Carlo no. Perché?
Mi son fatta la personalissima idea che Andra De Carlo debba essere un gran rompicoglioni e che probabilmente qualche tentativo ci sia stato da parte di case di produzione cinematografica ma che alla fine  non sia stato trovato l'accordo. 

Oggi come oggi più che al cinema lo vedrei molto bene trasposto in una mini serie tipo in sei puntate. Essendo anche un romanzo di formazione che abbraccia un arco temporale lungo e svariate location, l'economia cinematografica di un paio di ore scarse non credo renderebbe giustizia all'evoluzione dei due protagonisti.

Credo lo guarderei "Due di due". 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Ultime visite al Blog

Dott.Ficcagliacassetta2je_est_un_autrecharlize77ventoportamiviacontegianni.gonzopadovanoM50varpyroociblu77Signorina_GolightlybirbomikCherryslen_travestiMaryluuu
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963