**TEST**
Creato da Spiky03 il 18/11/2013

A modo mio

Una passante con qualcosa da dire. forse!

 

CIAO....

Post n°748 pubblicato il 30 Marzo 2020 da Spiky03

 

 
 
 

A spasso per luoghi.

Post n°747 pubblicato il 28 Marzo 2020 da Spiky03

Visto che non ho l'opportunità per girare come voglio, lo faccio virtualmente.

A spasso per il mondo e la sua natura!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 
 
 

La riva bianca.. la riva nera..

Post n°746 pubblicato il 27 Marzo 2020 da Spiky03

Credo che questa situazione che stiamo vivendo sono per tutti giorni difficili ed è proprio in queste circostanze che ognuno reagisce a modo suo, c'è chi la vive in maniera disperata, sconfortata e angosciata, c'è invece chi la vive con più positività, diciamo pure con una sana leggerezza strappando dei sorrisi che in situazioni dolenti come questa, male di sicuro non fanno.

Nessuno ha il diritto di giudicare il modo in cui una persona gestisce ed elabora la propria sofferenza. Possiamo essere affini con chi la gestisce nel  modo simile al nostro, differenti al modo di viverla diversamente, ma penso che nessuno possa dire con assoluta certezza  se è sbagliato o giusto un comportamento o l'altro. Nel modo in cui reagiamo alle situazioni che la vita ci presenta entrano in gioco talmente tanti fattori che è impossibile fare confronti da poter  elogiare uno e disprezzare l'altro.

Quell'alone di umana paura è negli occhi di tutti, ma la capacità di esorcizzarla inventandosi altri modi possibili per restare vivo è da apprezzare. La penosa realtà purtroppo è davanti ai nostri occhi ma non soffre, se anche ogni tanto la trascuriamo con la leggerezza dovuta. Mi riferisco anche alla moda  dei flashmob, perché anche in questo contesto l'Italia si divide: c'è chi pensa che questo teatrino fuori dai balconi sia ad ogni modo offensivo se si pensa a tutta quella fila di bare e a tutti quelle povere vittime morte da sole perché  proibitissima la presenza di congiunti al capezzale.

Non posso criticare questi pensieri, certo, se penso che interi giornali sono pieni di necrologi e le persone nemmeno al funerale del proprio caro possono andare.  Eppure anche su questo punto c'è l'altra faccia della medaglia,  in TV presenze di  psicologi dicono che tutto questo fa bene, aiuta a scaricare l'ansia, a vedere positivo e aiuta il sistema immunitario.

Ho un gran rispetto per la sensibilità altrui, non entrerei mai in casa degli altri, ridendo e scherzando sul problema con immagini umoristiche sapendo come la pensano, però anch'io sono una di quelle che agisce ascoltando quello che mente e cuore mi consigliano per poter stare meglio.

Per questo motivo cerco di evitare per quanto posso  tutte quelle persone pessimiste, non perché ce l’ho con loro, ma perché anch'io sto vivendo questo periodo di paura quanto lo vivono loro e ho bisogno di altro. Mi spiace per alcuni parenti o amici se li chiamo poco, il giusto necessario diciamo. Faccio questo  perchè sono convinta che quando certe persone sono schiave del proprio pessimismo non possono far altro che schiavizzare gli altri.

Non posso certo sapere se e quando ne usciremo fuori da questo dramma, io spero che andrà tutto bene, voglio crederci fino in fondo. Si!!! Deve andare bene per forza!

 

 

 

 
 
 

In attesa dell'estate..

Post n°745 pubblicato il 24 Marzo 2020 da Spiky03

Voglia d’estate, io che ho sempre amato le stagioni invernali mi ritrovo ad attenderla con trepidazione. Qualcuno dice che quando arriverà lei, spazzerà via la brutta bestia.

Sono in attesa  facendo il tifo per questa bella stagione, sarà forte e vincerà!

Pensando a lei, mi tornano in mente le passeggiate sulla Rambla  piene di vari artisti di strada, di bar e bancarelle, fino ad arrivare a  Placa de Catalunya, con in mano un bicchiere e dentro della frutta mista, rinfrescante nelle giornate calde. Il giro turistico sopra gli autobus panoramici dove ci viene dato degli  auricolari usa e getta che inseriti nel piccolo schermo davanti al sedile, ti raccontano la storia della città passando tra un posto e l'altro. Quando poi sono arrivata davanti alla Sagrada Família vista dalla cima dell'autobus è stato qualcosa di meraviglioso.

 

Una città che mette allegria solo per tutti i suoi mosaici multicolor e io non so perché parlando dell'estate il mio pensiero è volato lì. Non ho avuto modo  di visitarla tutta, il tempo che avevo era limitato. Ma quando riusciranno a sconfiggere la bestia e tutto tornerà alla normalità, voglio tornarci perché ho un bel ricordo di quel posto.

 


 
 
 

L'aperitivo..

Post n°744 pubblicato il 23 Marzo 2020 da Spiky03

Prima del decreto di fare chiudere anche tutti i Bar, dalle mie parti dei locali si erano attrezzati per  fornire un servizio di consegne a domicilio per l'aperitivo. Pensavo tra me e me, ma sono matti? Ma davvero la gente non può fare a meno dell'aperitivo?

Forse perché io non sono mai andata a farmi gli aperitivi, nemmeno le apericene, mi sono mai piaciute. Poi tutta quella accozzaglia di gente intorno ad un bar, mi ha sempre infastidita, per i rumori di quelle moto di grossa cilindrata, inventate sicuramente da qualche sordo e per tutti quegli schiamazzi... che avevano da ridere tutti?  Ci sono anche le divise, eccerto, puoi mica vestirti così a caso per andare a fare l'aperitivo. Per i maschi maglietta (se di marca meglio ancora) con un paio di jeans, per le femmine rigorosamente un mini abito a fiori, poi se fuori c'è un'aria gelida, che ti ammazza i polmoni  che importa? Ma non  sono solo  i giovani a frequentare questa odiosissima moda, c'è anche una bella moltitudine di cinquantenni o giù di lì, ormai quasi tutti separati o divorziati che si vestono da ventenni  con quell'aria classica del bel tenebroso: silenzioso, occhio assassino, aria da terremotato, in cerca di catturare la giovane preda.

E  poi ci sono pure persone sopra i settantenni che sorseggiano un bicchiere di birra con dentro la fetta di limone e non ce la fanno a dire che la fetta del limone dentro un bicchiere di birra fa proprio schifo, continuano a bere seguendo la moda. Perché l'aperitivo gustato all'aperto insieme ad altre centocinquantamila persone che manco conosci ti fa sentire molto sociale.  a dispetto della fetta di limone che è una schifezza. A parte tutto questo,

mi sono promessa che una volta tutto finito, voglio provare anch'io ad andare a qualche apericena. Mi piacerà? Chissà! Penso proprio di no, però devo provare anch'io cosa si prova e perché ne sono tutti innamorati così, mi vestirò rigorosamente di abitino a fiori e insieme alle pazze delle mie amiche ci faremo un buon aperitivo o un aperivirus? Boh!!!