Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

studiopaolooliveropaiscomariopioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0ottelli.marinasilvia.sorlinialdogeomattimismoreno.facchinisexydamilleeunanotte
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« SELLERO: INTERROGAZIONE ...RENDICONTO 2014, RISCHIO... »

AMBIENTE, TSN SELLERO:

Post n°955 pubblicato il 08 Maggio 2015 da theriddle
 

AMBIENTE, TSN SELLERO: "I SUPERAMENTI DEI VALORI LIMITE DI ALCUNI INQUINANTI NON SONO STATI COMUNICATI AGLI ENTI DI CONTROLLO COME PRESCRITTO DALL'AUTORIZZAZIONE E DALLA LEGGE".

Più volte in passato e dati alla mano, abbiamo sollevato perplessità in merito alle emissioni della centrale di Teleriscaldamento a “Biomasse” di proprietà della 
Società TSN (ex municipalizzata del Comune di Sellero ora di proprietà del gruppo GDF-Suez). Preoccupazioni tempestivamente sminuite dal Sindaco (ed ex presidente di TSN) Giampiero Bressanelli che al contrario ha sempre garantito la regolarità delle procedure definendo quello sellerese un impianto "super controllato 24 ore su 24".

La conferma delle nostre preoccupazioni arriva però dalla stessa TSN che nei giorni scorsi ha trasmesso all’amministrazione comunale una relazione (commissionata nel 2014 all’ing. Micciché a seguito di alcuni rilievi sollevati da ARPA Lombardia) in cui si evidenziano carenze ed inadempienze nella gestione della centrale, specialmente in relazione al sistema di monitoraggio degli inquinanti emessi che non risulta né adeguato né correttamente utilizzato.

In particolare nel documento si legge che:

“l’approfondimento ha evidenziato le carenze della gestione nel mancato rispetto delle prescrizioni, in particolare:
- Il sistema di registrazione previsto dal Dlgs 152/06 e dalle autorizzazioni uniche non è stato messo in atto e non si ha evidenza della gestione delle manutenzioni, riparazioni e dei controlli sul sistema SME soggetti a verifica dalle autorità di controllo;
- Non sono state trasmesse alcune comunicazioni agli enti di controllo, alle amministrazioni locali per gli adempimenti prescritti e nei pareri espressi in conferenza servizi;
- I sistemi di analisi installati, quasi sempre, non hanno i requisiti previsti dall’allegato VI alla parte V° del Dlgs152/06;
La sezione di elaborazione non rispetta le modalità di normalizzazione e confronto dei dati con il limite perché non associa alle medie orarie lo stato impianto, non discrimina le medie non valide e gli allarmi, pertanto non è conforme. “

Inoltre che

“sono stati acquisiti i dati medi orari, degli anni 2013 e 2014, di tutti gli inquinanti monitorati, per verificare il rispetto dei valori limiti prescritti nel prospetto emissivo, i superamenti, gli allarmi, le calibrazioni e gli stati impianto. La verifica ha evidenziato che i superamenti dei valori limite di alcuni inquinanti non sono stati comunicati agli enti di controllo come prescritto dall’autorizzazione e dalla legge”


Fino al 2014, data della verifica, non sono stati quindi correttamente monitorate le emissioni di inquinanti né comunicati i superamenti verificatisi, né agli enti preposti come prescritto dalla legge, né tantomeno alla popolazione e solo “In seguito alla riconosciuta gravità della situazione” si legge ancora nel documento “sono state avviate delle azioni correttive”.
Gravità della situazione, taciuta e negata per anni dai diretti interessati e anche da chi, come il Sindaco e l’amministrazione comunale, era ed è chiamato a tutelare la salute pubblica.
A questo punto non possiamo che confidare in un miglioramento della situazione e che le azioni correttive siano applicate almeno nel 2015. Auspichiamo inoltre che, nell’interesse della popolazione, i dati relativi alle emissioni siano costantemente monitorati e comunicati, soprattutto in caso di superamento dei limiti di legge come già avvenuto in passato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/theriddle/trackback.php?msg=13198572

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.