Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

pioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0ottelli.marinasilvia.sorlinialdogeomattimismoreno.facchinisexydamilleeunanottebarrylindon0luke812
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« COMUNE DI SELLERO - SERV...SELLERO, RINEGOZIAZIONE ... »

AUTONOMIA CAMUNA: IL PD GETTA LA MASCHERA ED ALLA PROVA DEI FATTI VOTA CONTRO LA PETIZIONE A RENZI.

Post n°961 pubblicato il 31 Maggio 2015 da theriddle
 

Venerdì sera, all'Assemblea dell'Unione dei Comuni della Valsaviore, la maggioranza di centrosinistra ha votato compatta contro la proposta presentata dal delegato di Sellero, Severino Damiolini, finalizzata a richiedere al governo Renzi rispettare gli impegni presi con la Vallecamonica e le genti di montagna in tema di Grandi Derivazioni, Servizio Idrico e prevenzione del dissesto idrogeologico.
Il documento ricalcava fedelmente la petizione online lanciata dall'on. Davide Caparini sul sito change.org, che in pochi giorni ha raccolto centinaia di sottoscrizioni, alcune molto "pesanti" come quella dei capigruppo di Lega Nord e Lista Maroni in Regione Lombardia Massimiliano Romeo e Stefano Bruno Galli, dell'Assessore Gianni Fava o del Sottosegretario Ugo Parolo. Oltre ovviamente ai due consiglieri regionali Camuni Donatella Martinazzoli e Fabio Fanetti.

Mancano ovviamente all'appello gli esponenti del PD che - incalza Damiolini - "hanno gettato finalmente la maschera dimostrando che quella dell'autonomia per loro è solo una bandiera da sventolare all'occorrenza per cercare di blandire i camuni, esattamente come successo con il "Movimento Popoli Alpini", nato tra annunci roboanti e tenuto a battesimo dallo stesso Renzi, ma morto poco dopo nel silenzio più assoluto, non appena il suo ispiratore ha ottenuto la candidatura in consiglio Regionale. 

Grazie alla spinta propulsiva della Lega Nord invece, Regione Lombardia, contrariamente alle azioni fortemente accentratrici del Governo nazionale, tende a sperimentare importanti forme di autonomia territoriale e fiscale tanto da rispondere alle pretestuose richieste del PD camuno prima ancora che queste venissero formulate. Il Governo Regionale ha infatti da tempo avviato un percorso che valorizzi l'autonomia dei territori e la specificità montana ma che, soprattutto, da subito, per tutta la montagna lombarda, preveda indici premiali per la concessione di contributi e sovvenzioni e per la determinazione dei costi standard e dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) e dei Livelli essenziali di assistenza sociale (Leas)."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/theriddle/trackback.php?msg=13215338

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 45
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.