Un blog creato da e_tobi il 14/10/2010

Osservo...

me...

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 
 
 
 
 
 
 

THE LIBRARIAN

 
 
 
 
 
 
 

THALHEIM

 
 
 
 
 
 
 

ATOM AND CELL

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

WORLD CITIZEN

 
 
 
 
 
 
 

LUCI E OMBRE

 
 
 
 
 
 
 

OSSERVO

 
 
 
 
 
 
 

THE GOLDEN WAY

 
 
 
 
 
 
 

 

 

...

Post n°69 pubblicato il 13 Marzo 2013 da e_tobi
Foto di e_tobi

Cammino lungo un sentiero in cima alla collina … l’erba ancora poco cresciuta e rasa fa intravedere un terreno giovane e incontaminato … su in cima è sempre molto affascinante osservare il panorama da qualsiasi angolo da cui si guarda … da una parte riesco a vedere un piccolo paesino di pochissimi abitanti … immagino possano essere la maggior parte contadini … le storie di contadini mi hanno sempre affascinato … la gente semplice … gente che vive con le sequenze del l’ora della luce … non portano i segni della modernità … ma portano i segni del duro lavoro … poco più distante si scorge un piccolo campanile … probabilmente è la chiesetta che raccoglie i parrocchiani la domenica … giorno di riposo … di ringraziamento … di condivisione … di unione … mi volto a guardare da un altro lato … un maestoso fiume serpeggiante segue il proprio corso lentamente … ai lati si distendono ampie praterie terminando in un bosco fitto di giganteschi alberi … è tutto così magico … cielo e terra quasi si uniscono a determinare un solo nucleo … verde e azzurro mescolandosi offrono il colore dell’unione universale … alcuni cavalli corrono nella libertà della vita … senza luogo senza tempo … accenno un sorriso all’immensità della vita …

 
 
 

libertà

Post n°68 pubblicato il 23 Febbraio 2013 da e_tobi
Foto di e_tobi

viviamo in uno dei periodi più oscuri dell’epoca del benessere … il culto della bellezza non esiste più … non trova più un significato in questa giungla di esseri corrotti e affamati di possesso … la società ci sta imponendo dei valori mostruosamente materiali dove valori di fratellanza e appartenenza vengono rimossi dall’animo dell’uomo incosciente … vermi inconsapevoli del male … avvelenano un’Italia alla deriva … non più abitanti animati da spirito generoso popolano le vie viscide e salmastre … ma zombie …  inconsapevoli di esserlo … si aggirano come topi affamati in cerca di scarti umani negli angoli nascosti di vecchi cimiteri a rosicchiare putride ossa dei propri simili che un tempo ormai lontano etica e morale ad essi appartenevano … la solitudine si appropria inevitabilmente di questi miseri corpi che vagano senza meta e senza storia … i libri di storia … i racconti dei nostri valorosi antenati che tante ferite e tanto sangue hanno donato generosamente all’avanzare del tempo per un mondo migliore … è stato reso vano dall’odio dell’ignoranza  del male del denaro e del potere … la diffidenza fra i propri simili è il frutto dell’albero del male … dov’è il rimedio in un mondo di corruzione? … dov’è la via che conduce alla luce? … non c’è rimedio e non c’è via se non si ha il coraggio di vomitare questo mondo … questa via di corruzione e malcostume … non può esserci sentimento d’amore se non si ha il coraggio di remare in senso inverso … la forza di remare in un fiume in piena in senso inverso non è umanamente possibile se non ci si sveglia da questo torpore che conduce solo alla morte e al non senso … eppure … se ci si sveglia e si rema insieme … si possono scoprire nuove energie e il gusto di non essere più solitudine del mondo e la forza di tanti possono far risalire una piccola barca in senso inverso pur trovandosi nelle rapide della corruzione … piccoli valorosi possono dar luce al mondo delle tenebre … come fiamma di candela in caverne oscure e tenebrose possono illuminare quanto basta per vedere che un nuovo sentiero è sempre possibile rintracciarlo … seguirlo … nella fiducia che conduce alla luce del giorno … all’ascolto del canto degli uccelli … all’odore dei campi in fiore … alla pelle che ritorna ad accarezzare il piacere del soffio del vento … la ricerca del senso di se stessi alla luce della candela vale il senso della vita …

 
 
 

Post N° 67

Post n°67 pubblicato il 19 Febbraio 2013 da e_tobi
Foto di e_tobi

Son caduto … ho molte ferite aperte … poche cicatrici di ferite appena chiuse … ma tante ancora aperte … non ho dolori corporei … cerco solo di rialzarmi … ho sfidato la vita in modo negativo … la vita … ha mostrato un lato che non conoscevo … un ulteriore frammento che non avevo mai sfiorato … ci sto ancora dentro … non c’è via di scampo se penso che ci possa essere una via … ma la vita oggi mi vuole tenere in questo stato … non in grado di stare retto … mi sento ripiegato su me stesso come se fossi un vecchio stregone gettato in esilio in un bosco secco di colore grigio scuro … resto nell’attesa di qualcosa che non conosco … eppure non so nemmeno cosa o chi potrebbe raggiungere questo luogo così malsano … vivo l’esperienza di cose che un tempo oggi così lontano avevo scritto perché intuite mentalmente ma non provate … mi mancava questa nuova realtà … è come entrare in una caverna apparentemente innocua per poi perdersi negli innumerevoli cuniculi cercando disperatamente la via della luce … oggi sono qui … senza più avere l’ansia di trovare una via d’uscita … è questo il mio nuovo mondo … a volte un piccolo ruscello mi tiene compagnia al suono del suo fluire … a volte mi dice che vivo il sogno dell’oscurità e solo io posso illuminare il mondo circostante … chissà se riuscirò a rialzarmi … chissà se capiterà … oggi non ho questa forza … o forse non sono sazio di questa nuova realtà che mi circonda … sogno il verde del tempo che fù … ci penso spesso … di quei sentieri luminosi e praterie rigogliose … gigli in festa … margherite tremolanti al vento caldo dell’amore interiore … ma aprendo gli occhi … scorgo tenebre e oscurità … il buio è una compagna che non ho cercato ma che non mi abbandona … non cerco più la via d’uscita … non mi pongo nemmeno il pensiero se esiste una via d’uscita … senza più sapere … cammino lentamente … sospiro al sogno della luna …

 
 
 

Post N° 66

Post n°66 pubblicato il 14 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Quando un giorno osserverò un magnifico tramonto dirò emozionato … è un magnifico tramonto … in quell’istante non farò altro che testimoniare un dono ricevuto … il dono dell’osservare un magnifico tramonto … quando un giorno osserverò una magnifica alba dirò emozionato … è una magnifica alba … sarò grato per quel dono ricevuto … ma quel giorno non dirò … siccome ho ricevuto il dono di osservare una magnifica alba … quel tramonto osservato e che ho reso testimonianza di ringraziamento … non era poi così magnifico … … … il dono ricevuto non muta nel tempo … farà parte di quell’istante ma il suo valore mai potrà mutare nonostante i nostri cambiamenti …

 
 
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 13 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Delegare agli altri il nostro star bene è un errore che nessuno dovrebbe commettere … ho visto tanta gente star bene quando dopo tanto affanno ha nutrito speranze o ricevuto attenzioni dal partner del momento … e tanta tristezza quando queste cose sono venute a mancare … pensare che gli altri siano portatori delle nostre speranze o che la nostra realizzazione piena sulla terra dipenda da qualcuno all’infuori di noi stessi è l’incapacità di credere che il tesoro autentico è racchiuso dentro ognuno di noi … scoprire se stessi è l’unico sentiero da percorrere … tante sono le scoperte che si possono fare esplorando se stessi … tanti gli incontri meravigliosi … ma è pur vero che le persone vivono secondo aspettative diverse … tanti identificano la propria felicità in una realizzazione tanto desiderata … ma le realizzazioni frutto di desideri … come tutte le cose hanno un naturale decorso e deterioramento … gli amori possono contribuire a star meglio ma non possono identificarsi con la realizzazione di se stessi … idem il lavoro … il denaro … sono surrogati momentanei … anche i vetri possono brillare al sole ma non per questo possono messere paragonati ai brillanti … la ricerca di se stessi non è un viaggio che termina … non ha traguardi limitati … è un seguire il passo nel divenire della vita …

 
 
 

...

Post n°64 pubblicato il 11 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Caldi venti in città aride e solitarie … fruscii di rami secchi che rotolano senza meta per le vie ventose e polverose … cani randagi che alternano lunghi riposi accovacciati a terra ed annusate ai bordi della strada in cerca di misero cibo … niente più … in questo tempo pigro e avaro … lontano è il tempo delle lunghe passeggiate nei fitti boschi … lontano è il ricordo delle soste al ciglio del magico fiume … è il tempo dell’attesa … una lunga e snervante attesa … cerco il senso anche in questo tempo arido … in questi luoghi malsani … vuoti … miseri … un animo offuscato dalla lentezza del cambiamento … … … sospirato cambiamento … la mia mente è già altrove … è nel tempo che sarà … e il timore che tutto resti un vago e sospirato sogno a volte prende il sopravvento … e proprio in quella fragilità di timore che gli errori sono la naturale conseguenza … oggi ho vacillato … sono stato tentato nella mia fragilità del momento … ma qualcosa mi ha destato … mi ha tratto dalla bocca del randagio … oramai è sera … il sole è nel suo riposo … l’aridità è oscurata da sorella luna … i rischi sono minori o quasi nulli … il tempo della notte è il tempo della riflessione … dei buoni propositi … e nell’attesa di rivedere l’alba in questo tempo arido cercherò il modo di far nascere un piccolo germoglio …

 
 
 

Post N° 63

Post n°63 pubblicato il 10 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Donna … felice donna … tu che cammini lungo il percorso della vita senza indugi … senza necessità di certezze … la forza del tuo cuore illumina le vie più buie … i pericoli non riescono a fermare il tuo passo … donna … felice donna … ho sempre apprezzato la tua determinazione nel superare qualsiasi ostacolo … preso ispirazione dalla tua voglia di non credere nei limiti imposti dalla mente … ho sempre ammirato la tua voglia di gioire quando è tempo di gioire e vederti triste quando è tempo di rattristarsi … donna … non hai mai riservato per te nessuna emozione ma hai reso partecipe chi ti sta accanto … hai condiviso i tuoi sentimenti perché sei consapevole della bellezza del dono … e quando nessuno ti vede so che forse solo allora … in quei piccoli istanti … in quella piccola debolezza … abbassi lo sguardo e fai cadere una piccola lacrima … donna … felice donna … so che vorresti donarmi un po’ del tuo animo … ingrato io per la mia incapacità di non saper allungare la mano …

 
 
 

Post N° 62

Post n°62 pubblicato il 08 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Cammino lentamente in cerca di riposo interiore … non è facile in questo affanno interminabile … a volte è come guardarsi intorno in cerca di un appiglio per non scendere in fondo circondato da un mare in tempesta … ma niente si riesce a vedere e tutto sembra così opaco … tristemente infernale … due parti di me lottano contrapposte tra chiassose onde e giganti marini … una parte di me vorrebbe lasciarsi abbandonare al destino e lasciarsi decidere … l’altra parte tenta una lotta senza forze con la speranza di vedere da un momento all’altro la punta di uno scoglio per sorreggersi o chissà … una sirena che mi aiuti a raggiungere una riva di una qualsiasi isola di una nuova terra perché il mondo sul quale ho vissuto è un mondo che non riconosco … che non conosco … rifiuto … non mi appartiene … non sono di questo mondo … di queste realtà così banali … eppure coltivo la certezza che da qualche parte è nascosta la mia isola … forse il vero dramma è che non ho occhi per riconoscerla … o forse non ho cuore … forse non è l’isola che manca … forse è il mio animo corrotto che mi impedisce di vivere l’isola che desidero … è necessario raggiungere la quiete … il rifugio … quel fiume tanto atteso che scorre lentamente seguendo il proprio corso … quel fiume che tante volte ha parlato … e a volte ho anche sentito … tempi lontani … lontano io da quei tempi … da quel fiume …

 
 
 

Post N° 61

Post n°61 pubblicato il 07 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Non sempre è facile comprendere il senso delle cose che avvengono nel quotidiano … ho sempre cercato di capire o dare un significato agli eventi che si sono manifestati nella mia vita … tante volte ho ripensato e cercato di comprendere tornando su avvenimenti già passati e tante volte il significato era mutato col tempo … è vero quindi che il molteplice giudizio sullo stesso avvenimento scaturisce dal fatto che si comprende con lo stato d’animo del momento in cui si riflette sull’avvenimento medesimo … sulla condizione mentale … sul momento storico in cui si vive … questo non vuol dire che dare più giudizi sullo stesso avvenimento nonostante siano differenti sia uno vero e gli altri non veri … penso che dare più significati ad un avvenimento nel corso degli anni siano verisimili tutti e nessuno veritiero … sembrerebbe che il giudizio sia modificato col tempo ma in realtà è diverso il contesto in cui si valuta … cambia la realtà del momento della valutazione ma identico resta l’avvenimento giudicato … se non è facile dare un solo senso ad un solo avvenimento come si può dare un senso alla vita? … mi domando se ha un senso cercarne il senso … realizzarsi nel lavoro è il senso della vita? … forse per alcuni! … innamorarsi è il senso della vita? … forse per alcuni! … avere una famiglia … un figlio … una casa … una macchina … da mangiare … dissetarsi … … … per chi non ha famiglia forse sarà un senso … per chi desidera un figlio forse sarà il senso … per chi non ha un tetto sarà un senso … chi muore di fame o di sete sarà il senso della vita … tutto è verisimile ma niente è veritiero … in realtà tutto è transitorio e tutto passa … tutto ha un inizio e tutto giunge a fine … si deteriora … si corrompe … il senso della vita sarà l’attimo che si compie o è necessario che sia duraturo? … non esistono risposte esatte … non esistono libri … guru … maghi o prestigiatori … niente è come sembra …

 
 
 

...

Post n°60 pubblicato il 04 Maggio 2012 da e_tobi
Foto di e_tobi

Osservo me … il mio sentiero …. Il mio luogo … e penso … se il desiderio a cui un tempo appartenevo … che tracciava orizzonti … ha rispettato quella linea immaginaria del mio ieri e si è posata sul punto del mio oggi … niente è ciò che appare … ma se niente è ciò che appare tutto non ha senso … o tutto non ha trovato senso in ciò che un tempo osservai … tracciai … oggi … allora avrà più senso non tracciare il domani … il luogo che sarà … il vissuto è di un me già determinato … il vivrò non potrà mai appartenermi … solo l’oggi può avere senso e solo se non ho domande a cui rispondere …

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

BIBO NO AOZORA

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

daianasarabamby1966chiappino.carladiana59_2intcmarginerossoDonna81tboscia.marae_tobipcapotostodaniela19712011Tentation_mindv_e_n_u_s_i_a_2011sofiaa7chladni0
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ENERGY FLOW

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

ASIENCE

 
 
 
 
 
 
 

...

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

SILK ENDROLL

 
 
 
 
 
 
 

OMBRE

 
 
 
 
 
 
 

SEVEN SAMURAI

 
 
 
 
 
 
 

A FLOWER IS NOT A FLOWER

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

SOLITUDINE