Blog
Un blog creato da lidermax.mv il 26/10/2007

TorineggiandO

Su e giù per le Ex-Sabaude Lande

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

IL CIELO SU/SOPRA TORINO

 

 

« FaceTruc10 e non sentirli »

Lo sapevate che...

Post n°795 pubblicato il 11 Gennaio 2009 da lidermax.mv
 

Lo sapevate che Torino è l'unica città italiana gemellata con Gaza? E per par condicio anche con una città israeliana, Haifa. Cosa rende possibile questo?

Significa che solo a Torino può succedere che 5000 arabi di tutte le nazioni arabe riescano ad ammassarsi sotto i balconi del Municipio per chiedere al sindaco, non al segretario dell'Onu, ma al sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, di fare qualcosa per fermare il genocidio che si sta compiendo nella Striscia di Gaza.

Sono da condannare le bandiere di Israele date alle fiamme, simboli di odio nei confronti di chi, con il basso livello di informazione presente nell'opinione pubblica, sembra essere l'unico colpevole dell'eccidio. Cosa che naturalmente non è.

Ma deve far riflettere il fatto che una comunità variegata come quella musulmana, dalle mille sfumature religiose e politiche, si riunisca sotto un'unica bandiera per chiedere non ad un loro Imam, ma ad un rappresentante dello Stato Italiano di fare qualcosa di concreto.

E la risposta del Sindaco non s'è fatta attendere: Torino si appresta ad ospitare nei suoi ospedali e centri di ricovero i bambini di Gaza che necessitino di cure particolari o di operazioni particolarmente complesse.



E' poco lo so. Ma cosa può fare una sola città, con tutti i suoi problemi, quando lo stato a cui appartiene continua a tergiversare nel tentativo di non inimicarsi i potenti del mondo.

Mentre i Grandi giocano a scacchi, i bambini muoiono. Proprio quei bambini che rappresentano la speranza della fine dei tormenti in quella travagliata parte del pianeta. Non sarebbe giusto che in quella zona rimanessero a giocare solo bambini israeliani, non credete?

E così, ancora una volta, dopo l'abbraccio al Dalai Lama, inviso dalla politica italiana, il Comune di Torino fa un piccolo passo politico di rottura. Perchè accade questo, vi chiederete?

Perchè in una città multietnica come la nostra, che è da sempre una frontiera per l'immigrazione, prima interna e poi esterna, il dialogo e l'attenzione verso le persone come individui e non come rappresentanti di ideologie è la base per lo sviluppo di una convivenza civile.

Che è inevitabile, cacciatevelo bene in testa. Inevitabile. Inevitabile. Inevitabile.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 

KINDLE ADDICTED

Oggi E-Leggo

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2bionda66oslo73maffina288white.pawnMc_GillpuccibeautybisybisyormaliberaIO.so_g_noerinflowerkaioshin73pitgirl2002lintelligenzaetuttoGiannizzerotto90
 

IN BACKGROUND

World Down Syndrome Day

 

IO SCARABEO E TU?

Io SCARABEO ONLINE
e mi diverto, vuoi provare?

Informati QUI

 

LA MIA VIDEOTECA

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lidermax.mv
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 57
Prov: TO
 

FOTO DAL FRONTE