Creato da BeoComElSol il 27/09/2007

Tramonti e Albe

quando le parole ti scaldano il cuore...

 

 

« Seconda stella a destra...Il valore di un sorriso »

Sharm El Sheikparte 2 di 8

Post n°7 pubblicato il 11 Ottobre 2007 da BeoComElSol

(la prima parte è più in basso nel blog!)


Ci svegliamo dopo circa 4 ore, erano le 7.15, al suono di ripetute pallonate date in zona piscina contro le mattonelle e sguaiati schiamazzi… Era un gruppo di turisti che fin da subito sono entrati nella nostra simpatia. Se avevo un mattone gli e lo scagliavo contro!

Qui faccio un inciso, questi turisti abbiamo scoperto poi essere della zona di Napoli. Da qui in avanti per meglio identificarli li chiameremo napoletani, sottolineando che non abbiamo nulla contro di essi (in senso largo) o le persone del sud in generale, ci mancherebbe altro, e che quindi non vogliamo offendere nessuno. Se fossero stati di Venezia li avremmo chiamati, per praticità, Veneziani.

Dopo questa sveglia repentina, e valutata l'impossibilità di riprendere sonno in quelle condizioni, con la mobilità dei peggiori zombie tratti da un film di Romero, iniziamo a darci un tono di contegno e ci prepariamo per la colazione.

Usciti dalla nostra splendida palazzina, guardando in cagnesco le nostre sveglie che in quel momento avevano improvvisato una gara di spanciate con urla annesse, e cercando con l'occhio un qualcosa da scagliargli contro... che so io.. uno sdraio.. ci rechiamo verso la zona cibo, dove ci aspettava una ricca colazione a base praticamente di tutto. E tutto fu!

Tornati all'aperto e coi neuroni che incominciavano a svegliarsi ci rendemmo conto di 3 cose. La prima, che alle 8.30 il sole batteva come una zoccola, che tradotto significa che picchiava come il sole delle 13 da noi in Italia. Seconda cosa non avevamo soldi. O meglio avevamo euri, ben accettati con tanto di bava alla bocca, ma nn moneta locale. Perfetto, ci rechiamo in reception con l'intenzione di cambiare qualcosa e, dopo una confusione memorabile fatta da Gene che cercava di fare conti a mente a quell'ora, il tipo ci da 50 lire egizie, così sull'unghia, (volevamo cambiarne circa 200) dicendoci “intanto prendete queste, poi facciamo conti” congedandosi in tutta fretta e senza volere euri in cambio... ci guardiamo scettici... sta cosa ci puzza...
Terza cosa Abe non c'era... ah si, era uscito prima perchè faceva 3 giorni di immersioni... forse...

Beh, money ce l'avevamo, colazione fatta, è tempo di spiaggia. La navetta passa a prenderci alle 9, il solito autobus scassato, con motore elaborato e pilota da rally annesso. Dopo 6 minuti di terrore e una superstrada presa contromano “perchè così si fa prima...” arriviamo sulla costa e qui ci si apre davanti un mondo nuovo. Una scogliera che si tuffa sul mare adornata da simpatici ombrelloni e sdrai in mogano (vista la leggerezza), barriera corallina (e 60 metri di profondità così su e via) e un acqua a dir poco ritoccata al computer, azzurrissima.

Qui il Pala scopre un suo nuovo nemico naturale, il kit da snorkeling, con il quale lotta, si accoppia e fa strani esperimenti prima di riuscire a prepararsi per l'acqua (30 min...). Scazzato Gene lo aspetta godendosi lo spettacolo, e poi finalmente ci incamminiamo sulla vischiosissima passerella che ci conduce all'acqua (passa sopra la barriera corallina che nn si può toccare).

Ecco, adesso immaginatevi un uomo che da piccolo è stato gettato nella piscina grande da una maestra di nuoto e che da allora ha qualche remore dell'acqua profonda e che alla proposta “faremo snorkeling” risponde “che cazzo è?”. Beh, questo è il Pala. Gene si tuffa e inizia a pinneggiare estasiato dal panorama che gli si apre davanti. Avete presente tutti quei bei pesciolini da acquario, quelli triangolari con le due belle pinnette lunghe sopra e sotto e pieni di colori. Ecco, ne era pieno, solo che qui quello più piccolo era di 20 cm. Adessp è il turno del Pala. Tentativo uno. Si tuffa, vede buio sotto di lui, gli entra acqua dal boccaglio, la maschera si appanna e si riempie d'acqua, affoga. Torna indietro con un self-control degno di un cane idrofobo, si svuota tutto (maschera, boccaglio e polmoni, non pensate male) e non contento di aver rischiato di far compagnia ai coralli rientra in acqua, questa volta non si tuffa ma si adagia dolcemente, galleggiando in una miscela di sale e acqua e osservando uno splendido panorama. Pesci, pesci e pesci tutt'intorno a te, come la Vodafone, solo che questi non ti chiedono costi di ricarica, e bellissimi coralli. Ben presto il Pala si adagia in questo ambiente avverso, tanto che fa anche conoscenza con un pesciolino (60 cm!!!!!) che ben pensa di assaggiarlo sulla vita... ecco... immaginate la sua reazione quando si sente toccare in acqua e vede questo grazioso essere che l'ha scambiato per la sua fidanzata...
Superato anche questo inconveniente, e sfiorata l'ipotermia nonostante i 28 gradi dell'acqua, è l'ora di tornare a secco ad osservare le bellezze che ci vengono proposte in quella remota località.
Gene intanto continua ad importunare i pesci.

Dopo più di un'ora di ammollo ritorna in terraferma anche lui, felice come un bambino e subito nota che il Pala non è dove dovrebbe essere ma sta già marpionando l'unica cosa che ieri sera a cena ci aveva fatto venire l'aquolina in bocca... La Luisa, procace ed alquanto espansiva donna toscana di dubbia coscienza morale, e quindi molto appetibile.

Recuperato l'uomo per l'orecchio e dopo aver intrattenuto una breve, ma alquanto simpatica conversazione con Silvia, concludiamo la mattinata (erano le 14.45 poiché il Pala ci ha fatto perdere la navetta perchè doveva chiacchierare con la toscana...), con un'altro rally e una discreta mangiata in villaggio componendo un piatto con chissà cosa dentro. Non volemmo mai saperlo.

Ci rechiamo in stanza e qui notiamo il nuovo sistema di antifurto brevettato da Abe di cui non c'eravamo accorti quella mattina, e cioè del paio di mutande messo a guardia della sua valigia...
Gene quindi ne approfitta per fare suo il bagno (e penso evocare qualche creatura demoniaca vista la puzza) mentre il Pala risiede come un avvoltoio in terrazza...

Ripristinato l'ordine in camera e rientrato il Sub del gruppo il Pala esprime la sua teoria relativa al cambio degli asciugamani in piscina, teoria che non tiene conto della dimensione spazio temporale, ma assolutamente indiscutibile e prima che Einstein si rivoltasse nella tomba lo zittiscono accendendo i cartoni animati egiziani in TV... pazzeschi... e subito scatta la TV dance allietati da un video che ripeteva a gran voce “Take it Wa Wa, Pussy Wa Wa”. Veniamo a scoprire nel frattempo che nella sua mattinata subacquea Abe ha rischiato di perdere le lenti sott'acqua, ha visto un bambino investito da una barca (porello) e ha intrattenuto relazioni solo con uomini, cosa che ci ha resi molto sospettosi nei suoi confronti, emarginandolo ulteriormente nel suo divano.

Il tempo passa ed è nuovamete ora di mangiare, scendiamo, facciamo una romantica cena a base di qualunque cosa con Silvia, la quale inizia già a lanciare sarde al piccolo e ingenuo Pala che in cuor suo continua a messaggiarsi con chissà chi...

Quella sera andiamo a fare un giro a Sharm Vecchia, cioè quella vera, con gente che ci abita ecc ecc...
Qui ci portano in un museo del Papiro dove ci spiegano la storia del papiro e ci danno la possibilità di acquistarne di seri (con tanto di bollo e prezzo fissato dallo stato). Il Pala, conscio dell'insegnamento di trattare su tutto in egitto riesce ad ottenere uno sconto del 10 mentre tutti pagano al 5, alla faccia del prezzo fissato...

Finalmente a sera tarda riusciamo a cambiare dei soldi, saldando il nostro “debito” con la reception e ottenendo così ben 200 lire egizie... si ma in un pezzo unico...

Gene spacca le ciabatte, Silvia ci abbandona e Pala continua a messaggiarsi con una graziosa signorina del Sud. Possiamo concludere la nostra giornata con orgoglio. Cadiamo fra le braccia di Morfeo avvolti dalla nostra bella copertina di cammello con la temperatura della stanza abbassata a 20 gradi...
 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/tramontiealbe/trackback.php?msg=3403930

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

claudio.longhi63genbartcoriaugeri8vuocricandrea.bruschetinimissavantgardebarhjamaikaLaFemminaIo_La_Mia_coscienzapernientestanca81dolcino68sweet.81BeoComElSolmarant63pladin1961
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

ULTIMI COMMENTI

 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom