Creato da lalistadeidesideri79 il 24/01/2013

COLTIVATE

LA MERAVIGLIA

 

ti porto via con me

Post n°773 pubblicato il 18 Aprile 2018 da lalistadeidesideri79

Non potevo rimanere senza Live

anche se alla fine me lo sono goduto poco visto la testa piena di lavori da finire e alla

fine se lascio la roba in office incompiuta e me ne vo in giro...

non sono rilassata per nulla...chiusa la porta mica cancello tutto...

pero' sono anche drogata di live e in attesa che il Liga esca dal suo anno sabbatico...

il Jova lo si deve seguire sempre!!!

Ti porto via con me...la mia ragazza magica...sono un ragazzo fortunato...

insomma a parte le nuove nuovissime 

le altre le sapevo eccome...e di alcune la mente viaggiava a ricordi di gioventù...

come l'ombelico del mondo mi ha riportato indietro di 20 anni...la prima festa da sola con i compagni di classe a 10 km da casa...

oppure la prima mc comprata di jova con sopra...ciao mamma e manco sapevo chi fosse jova, me l'aveva regalata mio padre, nell'edicola vicino al lavoro che adesso ospita un'age immobiliare...era la rivista Tutto e jova era agli esordi della sua carriera

E' sempre una bella emozione e una bella carica!

 

 

 

 
 
 

intuito

Post n°772 pubblicato il 18 Aprile 2018 da lalistadeidesideri79

Ormai arrivo alle cose grazie al mio 6 senso....anche se non tutti ci credono

con sta storia dei profili temp di wtz, capita di vedere delle foto e di farsi delle domande...

era da un po' che la coppia+bella metteva foto di lei senza tinta ai capelli, oppure foto di bambini e di giochini da neonati

così se tre indizi fanno una prova e visto che non ci si vede dal lontano dicembre...

ho preso l'occasione per  chiedere se stessero attendendo la cicogna...INDOVINATO!

non ci voleva un genio a fare 2+2, ma lei pensava che me lo avesse spifferato E o D e che facessi la finta tonta..

invece niente,se mi sento le cose me le sento punto e basta.

Come ieri, scrivere sull'agenda..preparare conto a pincopallo

che fa pincopallo?!

mi suona il campanello in quel preciso momento!!!

roba da matti... ;)

Poi scoprire sempre grazie a foto profilo che C.R. che sono andati a vivere nella superba....anche loro non li si vede da dicembre,non so se siamo noi poco social o no...però è triste avere amici che non si frequentano mai!

Ancora più triste è chiamarli Amici

Idem le amiche della scuola,vedere C al super che mi chiede sempre novità!?

non sa quanto mi irrita sta domanda...mi fa venire verde di rabbia...

alla fine glisso con sguardo incarognito e dico tutto normale, ma le vorrei dire

"mica sono come te che convivi con uno, ci fai i figli,lo sposi, lo ,molli,te ne trovi un altro e mamma e papi ti pagano tutto"

io le cose me le sono sempre sudate...bella mia...

così le risp con cortesia ma subito per chiudere la pratica il prima possibile!

Meno male che la settimana finisce prima e che me ne vado via per qlc gg...mi serve staccare il cervello,ormai è un frullatore

Voi fate tutti i ponti!?

 

 
 
 

e io?!

Post n°771 pubblicato il 12 Aprile 2018 da lalistadeidesideri79

Già io in  che posto mi metto nella graduatoria?!

Ho ripescato riordinando una lettera della prevenzione serena,dovevo andare il 18/09/17, ho disdetto ripromettendomi di riprenotare a breve...

invece eccoci qsi al 18 aprile e buonanotte...

per un problema di fabbrica,doveva andare a portare la macchina a far vedere...visita free, da novembre 2017 che devo andare,oltre al fatto che ho rotto il telecomando e adesso mi arrangio con la chiave...

ultimamente mi sto rendendo conto che sto facendo davvero poco per rendermi felice,sono sempre a correre dietro ai comodi altrui...

quando poi incotro sul cammino gente che fa orecchie da mercante o che mena il can per l'aia, quando avrei dovuto presentare un dis mesi fa e per comodi di altri tecnici implicati sto aspettando...all'oo!

Ho consegnato il dis da paraocchi e dopo 3 giorni di notti insonni e incubi,trascorsi a sognare ragni giganti e tentativi di valigie mancate per mete a caso...

 

 

ora  mi aspettano 15gg di passione,perchè il tecnico potrebbe chiedermi qls cosa...come integrazione e cmq sto cantiere mica è così nascosto...quindi...che ne so se va a farsi un giro?!

non vedo l'ora di chiudere i lavori e bye bye cliente...con una bella parcella salata...

ieri mentre ero nella canne, mi ha pure tel un altro cliente,

con un altro di quei lavori che è meglio perdere che trovare...

di qst tempi perdere un cliente...non è bello,ma nemmeno destinarlo ad altri colleghi...

è brutto essere con le mani legate e non poter scegliere nessuna strada

la primavera tarda a farsi vedere...;( freddo e pioggia...

 

 

 

 
 
 

l'albo dei clienti del c

Post n°770 pubblicato il 29 Marzo 2018 da lalistadeidesideri79

per non dire parolacce,penso che abbiate capito...

insomma potrei far un elenco infinito di clienti del Ca 

della serie tu fai il lavoro sporco,anche non regolare e io risparmio...

ma certo...arrivano con 00 congetture per non pagare un cavolo a me e all'age

entrate...

tanto studiare 18 anni per arrivare a fare un lavoro di m...

devo finire una pratica per l'11 aprile...

tel al cliente che mi dice che non ha ancora

finito.... i lavori..sai che novità..credo che abbiano fatto prima a finire la reggia di venaria....

insomma dal 2012 fare una villa...l'avesse fatta con i lego la finiva sicuro prima!

a gennaio mi aveva detto che voleva l' agibilità...certo...sicuro!!!

domani munita di paraocchi andrò in cantiere a vedere...

ho già il panico per le 00 cazzate che vedrò...

nonostante  continui a dire che ha fatto tutto come da progetto....ma va va!

Poveri noi, pensare che gente così folle, ha tanto di moglie e pargoli...

inizio a capire Darwin...

 

 
 
 

cena con amiche e altre pazzie

Post n°769 pubblicato il 26 Marzo 2018 da lalistadeidesideri79

Trovarsi tra amiche da 25 anni è sempre bello, chicchierare, confidarsi, soprattutto non usare il cel,se non altro per filmare C che spegne le candeline e farci un selfie di gruppo...per il resto...0!

Cenare in un locale carino e fuori provincia, con camerieri simpatici e allegri, ho provato a lanciare l'idea del we per il prossimo compleanno...ma I essendosi fermata ai 32, di anni e non volendone sapere di averne di più... ha detto che si rifiutava pure di festeggiare i 40 del marito...vabbè gli anni passano per tutti...che sarà mai, poi se ne dimostri di meno finchè la natura aiuta ben venga!!!

Nel we andare a un convegno e incontrare, un collega che lavora in toscana, ma che cmq sia lo segui, sui social, per i temi che espone per il suo impegno per l'equo compenso della categoria...vedere che appena ti presenti rimane un attimo intimidito...

un uomo grande e grosso che avrà 15 anni in più di te ...secondo me stava pensando che ero davvero una pazza...non so nemmeno bene cosa gli ho detto,se ho detto cose sensate ;)

chi mi conosce lo sa già,ma gli altri rimangono un po' sconcertati!!!

Che vi devo dire, il mio istinto mi ha detto di fare così,

pero' se prima di andare via mi è venuto a salutare, direi che non ho fatto proprio la figura della polla! ;)

Ogni tanto sbarello pure io e mi butto a far cose che fosse stato 20 anni fa per la timidezza cronica, mai avrei fatto!!!

Uno dei motti del 2018 è cogli l'attimo senza stare a farti delle menate assurde!!!

Cmq credo che faccia piacere, per lo meno se io avessi un briciolo della sua popolarità se qlc ancora prima di sentirmi parlare a un convegno si complimentasse già con me sarebbe una bella cosa!!!

 

 

 
 
 

relax

Post n°768 pubblicato il 20 Marzo 2018 da lalistadeidesideri79

gite fuori porta in centro benessere,dovrebbero essere prescritte dalla A.s.l.certo che come me la immaginavo io è poi stata ridotta all'osso

la mia idea era 2 gg sui monti in spa

mi sono accontentata di 12 ore in spa in città

certo che chi si accontenta gode così così...pero' avere un intero we con F mi ha fatto un po' strano...non ero più abituata a tutto sto tempo insieme...poi senza vedere il cellulare o controllare l'ora...senza aver sempre i minuti contati...

anche perchè negli ultimi we abbiamo sempre e solo discusso...proprio di sport e non processo alla BIscarsi, per le partite, i fuori gioco...

ma,abbiamo messo in discussione la passione sportiva che prende piede con anticipi, postici a cui non si può rinunciare e a nulla vale parlarne visto che ognuno rimane sulle sue posizioni

io su quella dell'odio assoluto

lui su quella della passione,di come ti dia adrenalina la tua squadra che vince

che dovrei pure andarci io... ;( per capire invece di criticare...a prescindere...

forse aveva ragione la Rita Pavone che in cambio del rimanere sempre sola per via della partita di pallone, aveva deciso di ballare il twist con dei bei giovinotti...per far rosicare il suo tipo...

siamo stati bene in relax, anche se sapere che giocano anche il 2/4 non mi ha fatto piacere,

ok che sono le ultime partire...come sapere che se decido di andare me devo cercare il bigliettto e alla svelta!

Intanto avevo idea per un pranzetto tranquillo, sempre il 2/4,ma non so se fare la sorpresa oppure no!

Comunque in spa si era gli unici senza tatuaggi e in % li avevano più le donne che glii uomini...disegni enormi sulla schiena sulle spalle...colorati, b/n

mai e poi mai potrei farmi disegnare la pelle...manco sotto tortura

Poi è stata anche una bella impresa,riuscire a farsi una doccia e asciugarsi i capelli..caos spogliatoio...

ci sono donne lunghe come quaresime al quadrato...chissà se anche a casa sono così...stanno stto la doccia come se ci fossero solo loro in coda...

idem per farsi i capelli...dovevano piastrarli lisciarli...si ma che palle ;(

poi quelle con 0 senso del pudore, nude come delle rane che si piastravano i capelli si mettevano anche la crema...

non parliamo della coda al bagno...

non potevo nascere uomo...ci mettono la metà del tempo...infatti F era già nella reception da 30 minuti...

 

 

 
 
 

chiacchiere anti divorzio

Post n°765 pubblicato il 09 Marzo 2018 da lalistadeidesideri79

Per una che vede il wedding come un miraggio

che non riesce a far progetti oltre le 15 del pomeriggio...

vivendo gg per giorno, anche se lo odia da morire,

direi che sto in una botte di ferro!

La chiacchiera sui figli non mi tocca, preferisco un cane molto più facile da gestire di un figlio a cui bene o male si vorranno imporre cose precosituite, o far realizzare i sogni infranti dei genitori e poi si sa per tanto che si voglia essere anticonformisti, alla fine si ricade nella più o meno simile educazione ricevuta...quindi direi che non voglio creare altri mostri!

Ecco consigli per chi si appresta a vivere insieme....

"Non puoi sapere come funzionerà la coppia quando si troverà di fronte a un disaccordo finché non succede", spiega all'HuffPost. "Dissentire, discutere e litigare su tutto questo metterà in risalto le cose importanti per entrambi. Senza contare che scoprire il modo in cui il vostro partner affronta una situazione conflittuale è quasi altrettanto importante".

Quali sono le conversazioni spinose più rilevanti? Qui di seguito terapisti del matrimonio e psicologi ci presentano la loro top ten.

La chiacchierata su ciò che cambiereste dell'altro. (Ammettetelo, vi piacerebbe farlo).

"Molti partner s'avventurano nel matrimonio con la secreta speranza che nel loro partner cambi qualcosa: che lui trascorra meno tempo cogli amici quando state formando una famiglia, che lei faccia meno shopping visto che siete nella stessa barca, che lui beva di meno. Nel lungo periodo il fatto d'attaccarsi a queste speranze sottaciute può risultare dannoso per la salute e la felicità del vostro matrimonio. Rivelarle prima di sposarvi potrebbe cagionare il cambiamento a cui aspirate in modo molto più efficace". - Kurt Smith, terapista specializzato in pazienti maschili.

La chiacchierata sul denaro.

"C'è bisogno di fare una chiacchierata lunga e potenzialmente difficile sul denaro. Partite da alcuni punti fermi: lavorerete entrambi? Come intendete affrontare l'amministrazione delle vostre finanze? Intendete risparmiare ogni centesimo, spenderli finché ce n'è, o una via di mezzo? Molti pensano 'lo decideremo insieme navigando a vista', ma questo può andar bene per coloro che hanno punti di vista analoghi, sennò può portare a una vera e propria guerra nella coppia. L'uno potrebbe vedere il proprio stile di vita compresso per sempre, l'altro potrebbe pensare che il proprio partner stia spingendo la famiglia verso la rovina". - Laurel Steinberg, terapista dei rapporti con studio a New York, e docente di psicologia alla Columbia University.

La chiacchierata sul sesso.

"Se avete dei dubbi sul fatto che il bisogno d'intimità sessuale del vostro partner non sia uguale al vostro, non trascurate la cosa. Potreste convincervi del fatto che si tratti di un tema irrilevante, o che una volta sposati la cosa si risolverà da sé, ma nei primi due anni di un qualunque rapporto il sesso dovrebbe essere la cosa più facile. Se già adesso non siete sicuri della vostra compatibilità sessuale, l'insorgenza di futuri problemi in camera da letto è praticamente garantita, una volta che poi arrivano i figli e i problemi della vita. All'interno di un matrimonio il sesso è una questione la cui soluzione non si può affidare a terze parti. C'è un problema nella divisione del lavoro? Si assume qualcuno. Un approccio diverso ai rapporti sociali? Un partner entra in un club, l'altro se ne sta a casa. La frustrazione sessuale invece può essere risolta esclusivamente all'interno del matrimonio. Quando cresce il risentimento, il partner dotato di una libido superiore prima o poi si sentirà tradito dal disinteresse del partner. E alla fine? Rancore e, spesso, la convinzione che l'infedeltà sia giustificata". - Caroline Madden, terapista matrimoniale e familiare di Burbank, in California.

La chiacchierata sullo spazio personale.

"Parlate del vostro bisogno di trascorrere del tempo da soli, o lontani dall'altro. Spesso la gente trascura quest'aspetto, all'inizio, ma dopo le prime intense fasi della formazione del legame, uno dei due, o entrambi, possono aspirare a un po' di tempo per conto proprio, o lontani dall'altro per uscire con gli amici. Se il tema non viene trattato prima, un partner può sentirsi scaricato o geloso, o l'altro potrebbe cominciare a sentirsi soffocato e cominciare a covare risentimento. Se si parla fin dal principio di quello che è il normale desiderio di avere del tempo per sé si può contribuire a operare una distinzione fra i bisogni individuali di solitudine e il rifiuto, permettendo ai partner di chiederne quando ce n'è bisogno, e godendosi così ancor di più il tempo trascorso insieme". - Ryan Howes, psicologo di Pasadena, in California.

La chiacchierata sui figli.

"Per le coppie è tanto importate parlare in modo schietto e diretto, non solo del fatto che si voglia o meno avere figli, ma delle proprie convinzioni e valori sulla strada per la genitorialità. Si è convinti di voler aspettare, o di tuffarcisi subito? Sono presenti idee forti sulle cure per l'infertilità o sul tema dell'adozione laddove s'incontrassero problemi nel concepimento? S'è parlato delle proprie convinzioni religiose e delle proprie aspettative sulla formazione religiosa del bambino? Parlate di tutto questo". - Linda Lipshutz, psicoterapeuta di Palm Beach Gardens in Florida.

La chiacchierata su come crescerli.

"Vedo coppie mettersi spesso a fare braccio di ferro su come crescere i ragazzi 'a modo loro', nella convinzione che quello sia 'il modo giusto', e nel più assoluto disinteresse nei confronti delle preferenze e dei punti di vista del partner. Il fatto che i genitori facciano squadra (partendo dal presupposto che riuscire a farlo richiede spesso molto lavoro) è assolutamente fondamentale per la salute mentale e il benessere dei bambini. Chiedetevi: condividete gli stessi valori? Concordate su quali qualità e comportamenti delle vostre rispettive famiglie importare, e quali no?". - Megan Fleming, psicologa e terapista del sesso di New York.

La chiacchierata sulla monogamia.

"Gran parte delle coppie vogliono davvero un matrimonio monogamo; e tuttavia la monogamia può avere significati diversi per persone diverse, e in assenza di una conversazione sincera è facile presupporre che il fidanzato condivida il proprio punto di vista. Andando più a fondo: ti andrebbe bene che la tua promessa andasse a cena con un ex che è in città per lavoro? Ti andrebbe bene se sussistessero amicizie pubbliche o private con un ex sui social media? E i colleghi di sesso opposto? E se entrambi vi trovaste a dover viaggiare per lavoro in compagnia di colleghi affascinanti? Come affrontare queste situazioni se dovessero presentarsi? E se uno dei due si prendesse una cotta? Analizzare situazioni critiche di natura ipotetica con un dialogo sincero prima del matrimonio può essere d'aiuto". - Elisabeth J. LaMotte, psicoterapeuta e fondatrice del DC Counseling and Psychotherapy Center.

La chiacchierata sulle tradizioni e riti familiari.

"I riti non sono solo le tradizioni legate alle festività, ma il modo in cui trascorrere i fine settimana, o in cui mangiare (o no) insieme a cena: vi siete sempre seduti a tavola come una famiglia, o va bene mangiare ciascuno per conto proprio, o davanti alla televisione? Affrontare queste discussioni prima che certe situazioni si verifichino permette di fare squadra laddove i vostri genitori dovessero fare opposizione ai cambiamenti apportati alle tradizioni di famiglia. Ciò può contribuire a individuare somiglianze fra voi, dare diritto di cittadinanza alle proprie differenze, e creare nel processo una cultura tutta vostra in quanto coppia sposata". Danielle Kepler, terapista di Chicago, Illinois.

La chiacchierata sul modo in cui affrontare i problemi futuri.

"Entrambi dovete sapere che il vostro partner farà tutto il necessario per affrontare gli ostacoli futuri del vostro rapporto, che essi siano di natura fisica, emotiva, mentale o finanziaria. Ad esempio, quando il partner si ritrova ad affrontare la depressione o sviluppa un disturbo d'ansia, molti coniugi preferirebbero non farci niente, ignorarlo o mascherarlo coi medicinali o l'alcol. Ciascuno deve sapere che l'altro si darà da fare per eliminare ogni ostacolo al meglio delle proprie capacità. Se il matrimonio traballerà, verrai con me da uno specialista, e non mollerai finché non avremo risolto? Tutti dobbiamo sapere che il nostro partner è disposto a darsi da fare, invece di essere quel genere di persona che spazza la polvere sotto il tappeto o si limita a dirti: 'Son fatto così, abituati'". Becky Whetstone, terapista familiare e matrimoniale di Little Rock, in Arkansas.

La chiacchierata sul "matrimonio ideale".

"Prima del matrimonio ogni coppia deve definire chiaramente le proprie rispettive aspettative su se stessi, sul proprio partner e sul matrimonio che si vuole, sin dall'inizio del rapporto, e poi portare avanti quel dialogo nel corso del matrimonio. Il rancore s'insinua nei rapporti quando pensi che l'altro ti sia debitore, di essere stato trattato in modo iniquo, ed è un miscuglio fra delusione, rabbia e paura. Perciò siate vigili: fissate uno standard alto per il vostro matrimonio e per voi stessi, e restate in costante conversazione sul modo di tenere la rotta" - 

 
 
 

Ti sei accorta anche tu che siamo tutti più soli Tutti con il numero 10 sulla schiena E poi sbagliamo i rigori

Post n°764 pubblicato il 26 Febbraio 2018 da lalistadeidesideri79

avete sentito la muova di Cremonini?

è vero ci si sente sempre soli,

alla fine sei parte di un tutto che pero' quando hai bisogno tu

ti volta le spalle

mentre quando ha bisogno lui chiede, chiede fino a sfinire

oggi sono con la luna storta

sarà allame rosso in arrivo,

sarà che metto sempre i puntini sulle i 

che peso le parole

che passati gli anta ti senti vecchissima, ma allo stesso tempo avere ancora i tuoi che ti riproverano come una 15enne pesa eccome...non sai mai se rispondere,

se incassare, se fare il diavolo a 4,se porgere l'altra guancia...

mah così ti senti sempre in difetto, in gabbia, benchè tu faccia di tutto per evitare lo scontro...

quindi vivi una vita che ti fa schifo,che ti ingabbia senza possibilità di uscire...

il lavoro è un rospo da ingoiare per far piacere a uno e all'altro...che vogliono avere la botte piena e la moglie ubriaca e se ne fottono di ciò che gli dici tu..meglio fidarsi dell'artigiano...lui sa tu invece sei solo un libero profess sfigato,che ha studiato una vita e studia ogni giorno per sbarcare il lunario e sopravvivere...

i sentimenti non so dove stiano andando...insomma spesso mi pare di parlare con un muro invece che con F...

 

 

 
 
 

l'amore è come il giardinaggio

Post n°763 pubblicato il 14 Febbraio 2018 da lalistadeidesideri79

 avete letto la stupenda dichiarazione che Will smith ha fatto alla sua donna per i primi 20 anni di matrimonio?!roba da piangere fino a domani per la commozione...

pero' non ha tutti i torni..insomma L'amore è come il giardinaggio..davvero...ed ecco le prove!

 IL VALORE DELLA FATICA - A stare con le mani nella terra ci si sporca, ci si stanca e fanno male muscoli che prima non si sapeva nemmeno di avere.  Fare fatica è divertente, aumenta la nostra resistenza e libera la mente dalle preoccupazioni. In amore è la stessa cosa: cercare di trovare un orizzonte comune insieme al partner, accettare le sue diversità, provare a capirsi senza buttarsi addosso frustrazioni e convinzioni di una vita è faticoso, ma possiede anche un lato divertente perché contiene la nostra energia migliore, la capacità di essere costruttivi e non accontentarsi.


L'ARTE DEL SAPER ATTENDERE - Semi e piante hanno bisogno di tempo per crescere. Non si costruisce un bel giardino in pochi attimi: esso è frutto di un lungo lavoro che si dipana stagione dopo stagione. Anche la relazione di coppia necessita di tempo per svilupparsi in pienezza e autenticità. Saper attendere significa imparare a coltivare un rapporto rispettando i bisogni dell'altro e i momenti di difficoltà, che esistono in ogni relazione. La variabile fondamentale? Evita di dare tutto per scontato e usa il tempo insieme per continuare a conoscere l'altro con curiosità e partecipazione, anche se state insieme da anni.

SOLI CON SE STESSILavorare fianco a fianco in giardino o nell'orto è un'esperienza di grande intimità che insegna a stare insieme, ma costituisce anche una lezione sul valore del saper stare con se stessi. . Fai in modo che all'interno della coppia non manchino momenti in cui avere la libertà di stare soli con se stessi: il segreto è vivere questi spazi sapendo che sono un dono e non una vendetta contro il partner. A volte amare è anche stare a fianco in silenzio.

PENSARE IL FUTUROChi ama e cura le piante sa quanto semplici azioni come la semina e la potatura contengano una forza straordinaria, orientata verso il futuro e la capacità di credere, attendere, sperare. Gettare i semi di una relazione vuol dire avere il coraggio di condividere con l'altro i nostri bisogni e ciò che immaginiamo per la vita. Abbi il coraggio di esprimere la tua visione del futuro: per creare insieme al partner un progetto di vita ognuno deve contribuire con il suo cassetto di sogni, ciò in cui crede e che desidera.

LA NATURA AGGIUSTA Abbi il coraggio di tagliare i rami secchi: è fondamentale in giardino, ma anche in una relazione. Il lavoro in giardino insegna a conquistare la pazienza, perché c'è bisogno di molto amore nel costruire il sostegno per una piantina o curare la crescita di un orto. Usa la pazienza e l'amore per creare una relazione in cui ci si sostenga a vicenda, affrontando con coraggio i tempi duri e sorridendo insieme dei piccoli momenti di felicità che creano la bellezza dell'esistenza.
 
 
 

Grande Nadia!

Post n°762 pubblicato il 13 Febbraio 2018 da lalistadeidesideri79

Non è facile parlare di Cancro oggi giorno, se ne ha ancora sempre timore e lo si tiene nascosto per paura,paura del giudizio della gente,per paura che inizino a compatirti.

Mi ricoderò sempre gli occhi di quelle persone con cui ne ho parlato, spesso occhi di ghiaccio, cuore di pietra e compassione...come anche quella freddezza nel sostenere che tanto non se ne viene fuori...anche se non lo dicevano a chiare lettere,lo capivi...e spesso queste persone superficiali e indifferenti se ne sono andate proprio per via del Cancro.

non dico che siano state punite,ma forse in quel momento in cui hanno scoperto di essere malati,si saranno ricordati del loro atteggiamento.

Si sono cose non capitate a me direttamente,però anche se non le vivi sulla tua pelle ti segnano eccome se lo fanno!

Insomma ci vuole coraggio per combattere, per credere nelle cure,nei medici, per confessare di avercela fatta e che nonostante tutto poterlo racconatare è una vittoria!

Grande Nadia, non so se avrei avuto il tuo stesso coraggio di confidare al pubblico cosa stai vivendo!

 

 
 
 

sanremo

Post n°761 pubblicato il 07 Febbraio 2018 da lalistadeidesideri79

l'unica cosa degna di nota a Sanremo dovrebbero essere le canzoni e stop, niente mattatori o altro...

invece come sempre rimane uno spettacolo che le lascia in secondo piano occupandosi di ripescare vecchi big stagionati...

Io ho già due canzoni favorite...

Gazzè qls cosa canti a me piace sempre, look parole, musica e adesso che esce il suo cd e lo presenterà alla Feltrinelli non posso mancare!!!! Sarò in prima fila!!!

Quell'onda
Beffarda
Che affonda
Il tuo amore indifeso.
Io ti resterò
Per la vita fedele
E se fossero
Pochi, anche altri cent'anni!

inutile sta storia dell'amore per sempre che dura ...ci credo sempre,forse sono rimasta l'unica al mondo...a farlo...

Mi hanno colpito anche queste parole....

Dici che torneremo a guardare il cielo
Alzeremo la testa dai cellulari
Fino a che gli occhi riusciranno a guardare
Vedere quanto una luna ti può bastare
E dici che torneremo a parlare davvero
Senza bisogno di una tastiera
E passeggiare per ore per strada
Fino a nascondersi nella sera
E dici che accetteremo mai di invecchiare
Cambiare per forza la prospettiva
Senza inseguire una vita intera
L'ombra codarda di un'alternativa
E dici che troveremo prima o poi il coraggio
Di vivere tutto per davvero
Senza rincorrere un altro miraggio
Capire che adesso è tutto ciò che avremo 

questa la dedico a me.... a tutti coloro che sono dentro a un cel e non riescono a uscirne che devono sempre essere connessi,iperconnessi, troppo connessi...la dedico anche a Fabio,anche noi spesso e volentieri si comunica con link...con wtz e poi ti ritrovi vis a vis e non sai che dirti,come domenica sera...

a un certo punto complice il ciclo, l'umore ballerino,gli ormoni pazzi, mi sono messa a piangere...come una bambina...dicendogli che sono stanca delle sue passioni sportive del fatto che la domenica si riduca a due ore...quando poi è l'unico giorno libero che ho...

diciamo che le mie parole sono state parole al vento,perchè ha ribadito che non rinuncerà alle partite...mi ha detto di andare anche io...ma se mi rompo,se faccio già tante cose per far piacere a tutti...almeno nel we no!

quindi!? certo fare tutto insieme senza avere mai i proprio spazi non va bene,ma quando guardi gli spazi personali e gli spazi a due e vedi che la bilancia pende da quelli personali...nn va bene lo stesso...

mi aspettavo un segnale meno egoistico...ma non è arrivato,adesso devo capire se continuare a sopportare o se  abbandonare il campo...

che so iniziare a organizzarmi la domenica e dirgli di organizzarsi anche la serata,insomma comodo sapere che alla sera mi trovi qui ad aspettarti

un po' ha tirato fuori che se si vivesse insieme ci si vedrebbe di più,però sentendo amici suoi,amici maschi che praticano la mediazione con le loro donne, non è sbagliato...fare anche cosa piace a chi sta con te...

Stamattina Raffaele Morelli in radio diceva, che la mente invecchia se perde la voglia di ridere,di giocare, di scoprire,l'entusiasmo...

Sì, possiamo dire che, quando la "quota di entusiasmo" nella nostra vita si abbassa sotto una certa soglia (o addirittura sparisce), l'ansia e la depressione arrivano a invadere il campo, dimostrando così che i disturbi psichici non hanno solo una base genetico-costituzionale, ma spesso rappresentano il risultato di un sistema psiche-mente-corpo che ha perso la sorgente della sua vitalità. 

È importante proteggere l'entusiasmo per prevenire la caduta in stati di disagio ed è importante andarlo a cercare nel momento in cui l'abbiamo perduto e ci ritroviamo in sofferenza.Ecco come agisce il farmaco più potente:

- Riduce nettamente l'insorgenza di vari tipi di disturbi e malattie.

- Tiene alto il tono energetico dell'organismo e la sua reattività.

- Migliora la qualità del sonno, fa relativizzare molti problemi.

- Fa ritenere possibili anche cose molto difficili e dà la spinta per farle.

Parti dalle piccole azioni, così

-Cosa ti fa sentire bene? Non pensare che per avere entusiasmo si debba rincorrere chissà quali obiettivi. Può nascere in molti momenti del quotidiano. Quel che lo crea non è il prestigio o la grandezza di un'azione, ma tutto ciò che, in qualsiasi modo, ti fa sentire vivo, utile o parte di qualcosa che ti piace. Spesso sono le piccole (ma in realtà fondamentali) cose di ogni giorno.

-No a troppi sacrifici. Non impersonare il ruolo di chi si prende carico di tutti i problemi degli altri, perché sotto questo peso il tuo entusiasmo rischia di spegnersi. E per quanto è possibile evita le persone che ti fanno star male e passa più tempo con quelle che ti fanno star bene. Gli stati d'animo sono contagiosi....

 
 
 

02.02.2016

Post n°759 pubblicato il 01 Febbraio 2018 da lalistadeidesideri79

Allenarsi alla Felicità

"Se vuoi essere felice, comincia". Sbam. Cinque parole, una sola unica verità.

Me ne sto rendendo sempre più conto in questi ultimi mesi, che la felicità è fatta di scelte, di decisioni, di istanti

purtoppo ho preso in prestito queste parole dalla pagina web di Francesca Favotto

Concordo sul fatto che passiamo molto tempo a trovare motivi NEGATIVI  nella nostra giornata invece di cercare motivazioni positive...per migliorare cambiare e fare scelte coraggiose...

PROVARE A TROVARE OGNI GIORNO MOTIVI PER FESTEGGIARE...

Perciò, SeDici che vuoi essere felice, comincia: nessuno può farlo al posto tuo, solo tu hai il potere di rendere ogni singolo giorno un piccolo miracolo, di dargli un senso: sforzati, non aspettare che ci sia un evento assoluto che scateni la gioia, ma TROVA LA GIOIA IN OGNI ATTIMO

Allenati alla felicità, prima che sia troppo tardi, così da non dover brancolare nel buio, in tempi di guerra."

 

 

 

 
 
 

buon compleanno

Post n°757 pubblicato il 24 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

5 anni di blog Oggi!

Sembrava ieri...invece ecco passato tutto sto tempo!

Auguri a me!

 
 
 

leggerezza

Post n°756 pubblicato il 24 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

 

"Cerca di inventare la tua leggerezza, e volerai".  Giorgio Gaber (Leggerezza, 1975) 

Come scriveva Italo Calvino, per "non avere macigni sul cuore". 

1. Coltiva le relazioni sane

Una vita di relazione è ricca e intensa quando le relazioni sono sane. Se invece nella vita di coppia, in famiglia, o al lavoro, si insinuano elementi negativi, sarà bene neutralizzarli subito. Impara a isolare chi mette intenzionalmente zizzania nella nostra vita. O semplicemente a ignorare le sue mosse. La vita è altrove. 

2. Liberati dall'ossessione del controllo

Voler tenere tutto sotto controllo è alla lunga causa di ansia e frustrazione. Devi diventare consapevole che non tutto si può manovrare, indirizzare, modificare. Semmai, quello che puoi controllare (e orientare) è il tuo sguardo sugli eventi. 

3. Dai il giusto peso ai giudizi

I giudizi possono essere macigni. Ma non trascinarteli come palle al piede. Hai sbagliato e ti hanno giudicato male? Avrai modo di rifarti. I giudizi vanno digeriti e metabolizzati: se ne estrae quello che serve per migliorarci, il resto sono scorie da smaltire. E da dimenticare. 

4. Scegli le parole appropriate

Ogni momento della vita sarà più leggero se usi le parole giuste. Il mondo attorno a te lo costruisci con il linguaggio. Dunque, basta con i lamenti. Lascia le iperboli ai poeti e impara a narrare il tuo quotidiano per quello che è, senza evocare inesistenti catastrofi, temere disastri, presagire tragedie e quant'altro. 

5. Fai largo al piacere 

Ogni giorno, ritagliati dei piccoli momenti di piacere. E' importante costruirsi rituali anche di pochi minuti che ti restituiscono calma e carica. Che sia sfogliare una rivista, occuparsi dei fiori sul terrazzo, ricamare o ascoltare del buon hard rock...  ti aiuterà a ricaricarci di energia positiva.  

6. Imparare a respirare

Una buona pratica per calmarti o per affrontare un momento difficile è quella di fare un respiro profondo. Per goderne appieno i benefici, abituati a respirare con il diaframma, quindi più con la pancia che con il petto. Così si rallenta il ritmo del respiro e si aumenta la profondità di ogni ciclo di inspirazione/espirazione.

7. Elimina il superfluo 

Leggerezza è anche sfoltire: non solo gli impegni, ma anche le cose di cui ti circondi, che sono sempre troppe e finiscono per creare ingorghi, anche emotivi. Difficile stabilire cos'è superfluo. Fai una prova: riordina gli armadi tenendo solo le cose che ti servono davvero. La sensazione di leggerezza è garantita. 

8. Usa la gentilezza

La gentilezza fa bene a chi la offre e a chi la riceve. Come tutte le condotte prosociali (ovvero, quei comportamenti mirati a procurare effetti positivi sugli altri senza aspettarsi nulla in cambio) è un potente antidoto allo stress, aiuta a controllare l'ansia e il risentimento, serve per relativizzare i problemi personali perché devia l'attenzione da se stessi. Inoltre, ti restituisce un feeedback positivo, quindi favorisce l'autostima. Quanti benefici in un semplice "Grazie!". 

9. Fai pace con te stessa

Poiché tu sei il più severo giudice di te stessa, per alleggerirti l'esistenza sii indulgente verso di te. Per perdonarsi, è fondamentale capire quali sono le emozioni che ci fanno sentire in colpa (insicurezza, invidia, gelosia?): solo così la mente riuscirà a rielaborarle e a fare pace con se stessa. 

10. Guardati alla moviola

Qualche volta è utile fare l'esercizio di estraniarsi da sé e guardarsi come in un film, per vedere se il tuo comportamento è quello giusto. Spesso sei così presa dalla routine che riesci a vedere alternative o vie di fuga. Ancora ti aiutano le belle parole di Calvino: "planare sulle cose dall'alto".

 

 

 

 

 
 
 

al supermercato

Post n°755 pubblicato il 23 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

passare al supermercato nell'ora di pranzo è fighissimo

vuoi perchè non ci sta nessuno

vuoi perchè si fanno sempre incontri strampalati

passo nella corsia bagno schiuma e assorbenti

guando vedo un uomo inginocchiato davanti allo scaffale con le mani nei capelli..."della serie ma che cavolo compro?"

così prende il cel e con voce flebile chiede alla sua consorte la marca da prender....parlava così piano che non si capiva proprio

lei lo indirizza verso la confezione ok

poi lo vedo alzarsi e fiondarsi alla cassa...con il pacchetto dietro alla schiena ben nascosto...manco avesse comprato della droga

siamo nel 2018 ma certi tabù gli uomini non li hanno ancora superati

Su web è uscita la moda del free bleding...la spiegano facile come se bastasse andare in giro con un'asciugamano da posizione sulle sedie per non dare nell'occhio che si ha il ciclo...dicono che sia una ribellione alla tassa degli assorbenti...

per quanto ne so preferisco ancora pagarla,anche perchè non so bene che ciclo abbiano ste tipe che difendono la toria...ma per me sarebbe imbarazzante andare in giro in libertà in quei giorni...

 
 
 

dialoghi via wtz

Post n°754 pubblicato il 22 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

alla fine le ragazze del gruppo hanno deciso per uscita, guarda caso cade l' unico venerdì che potrei vedere F in prima serata 

quindi non so che dire,se dire si, dire no...bho..sto evitando di risp agli infiniti wtz

sarà che ormai mi sta pesando questa situazione di fidanzatina d'italia,che alla fine a ste cene tutte raccontano di we e co...io è tanto se riesco a organizzare un'uscita da mattina alla sera...

altochè colazione insieme o serate divano davanti alla tv...ognuno si vede la sua

così alla fine C mi ha chiesto perchè non risp

forse visto come spettegola e adora farlo,avrei dovuto evitare di risp pure a lei...

le ho detto che quella sera era una dei pochi venerdì che potevo vedere F...

lei mi da detto "puoi andare a dormire da lui,così esci con noi"

io le ho detto che tanto non sarebbe servito a nulla, per migliorare o cambiare la ns situazione...che cmq a parte in ferie ognuno sta a casa sua

certo per lei è facile,suo papi le ha preso casa e le ha detto di andare a vivere da sola...se hai casa tua puoi invitare chi ti pare,ma dormire un po' da me e un po0 da F non mi va...mi sentire un'ospite e anche un po' zingaresca.

che dire?! andare o no a sta cena?!

accetto consigli che sicuramente sono + sensati di quello che ho in testa ultimamente

 
 
 

sogni

Post n°753 pubblicato il 22 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

stanotte come non capitava da mo, ho sognato mio padre...

manco a farlo apposta stamattina face mi ha riproposto l'ultima volta che siamo stati tutti insieme in armonia...a una reunion familiare,però per non intristire altri membri della famili non ho condiviso il ricordo!

ho sognato che era appoggiato al muro,in un angolo piuttosto scomodo di casa,io gli sono passata vicino e lui mi ha detto "ciao bimba"

poi ovviamente il sogno è finito!

leggendo dell'interpretazione sul libro dei sogni...dice che si deve prestare attenzione alle cose che ci si sentono dire...inoltre sognare il padre defunto vuol dire da una parte che si avrebbe bisogno di lui e dall'altra che non si sa bene che direzione prendere.

Cmw ho dormito bene e non mi capitava da mo!

 
 
 

di balenghi e barotti

Post n°752 pubblicato il 20 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

Ieri soo uscita con due amiche,perchè alla fine la serata apericena è saltata, mettere d'accordo 7 persone è sempre un casino,tra chi ha pargoli da parcheggiare ad ex mariti,o mariti in carica...

Quindi è caduto il discorso,non ho più risposto ai messaggi ,tanto per rimanere su un venerdì del 2018 che poteva essere tra 1 mese come 6...

così ho recuperato le uniche amiche che uscivano visto che i loro compagni non c'erano...

affettuosamente li ho battezzati, barotto e balengo...i compagni!!!

il primo ha deciso di fare un we di sballo con amici,benchè lui non sappia manco che sia lo sballo,se deve far tardi oltre le 23 si addormenta...ma con gli amici no!

il secondo sempre we con amici a 300 km da qui per un'insana passione senile sulla musica...con l'aggravente che lasci a casa due bambini e una moglie incazzata...che pero' lo dice alle amiche che è incazzata, mica a te lasciandoti carta bianca quando lei non ne ha....0 tempo per se stessa e oltre a due figli ha pure il terzo cresciuto balengo...

Quindi quando arrivi  a casa da serate così, ti chiedi a che serva avere un uomo al proprio fianco,quando alla fine si fa conivolgere in cazzate atomiche e poi magari torna a casa stanco che cmq sia anche se c'è una mano non te la puo' dare lo stesso...

Non capisco questo EGOISMO spiccato...non mi entra in testa...no! Non dico che si debba essere due cozze che nn fanno mai nulla per conto loro,ma quando il tempi per te singolo è superiore a quello di coppia e addirirttura di famiglia non va bene!

 
 
 

rotta di collisione

Post n°751 pubblicato il 18 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

spesso e volentieri sarebbe bello non avere un cervello che ragiona e agire con istinto, credo che la vita sarebbe più movimentata, allegra e senza menate.

Ma dato che siamo persone e non animali dobbiamo fare i conti con questa nostra testa che pensa,pensa e non si ferma mai...anche quando dormiamo!

Per alcuni,fortunati magari non pensa così tanto,per altri come me,invece è un frullatore di idee paranoie,menate,paure e ansia.

Si, dover fare quei due o tre lavori del menga senza poter dire di no, se si vuole campare ci si deve adattare e dire dei Si anche se dentro ti si prospetta un terremoto atroce e ti manderesti a cagare subito dopo aver detto quel si!.

Poi c'è F, certo detto così pare che sia quasi un'appendice,un contorno a tutto il resto che mi gira attorno...da un mese che covo delle menate anche con lui, normalmente sono sempre stata diretta, non mi sono mai tenuta le cose per me ho sempre sputato il rospo...adesso, sono frenata perchè non so perchè  il rospo potrebbe essere  talmente incazzato, che se venisse fuori potrebbe fare una strage...irreparabile! 

Tutti hanno alti e bassi, fa parte della vita, capita di essere stanchi di avere momenti no, ma si superano e soprattutto insieme...ecco questo insieme che pare che si sia raffreddato...

l'unica soluzione è trovare il coraggio di parlarne,il dialogo è alla base di tutto...di dire tutto quello che mi fa girare le scatole e che non sopporto più...come il poco tempo che si passa insieme,per esempio.

 
 
 

-10

Post n°750 pubblicato il 17 Gennaio 2018 da lalistadeidesideri79

Non è la temperatura che si registra fuori,anche se ci starebbe bene...siamo in stagione,ma perfortuna da qualche giorno abbiamo tra 6 e 8 gradi...

-10 sono i giorni che mancano al live Nek-Renga -Pezzali...

F è all'oscuro di tutto...

diciamo che se voglio ritaglarmi del tempo a tu per tu,ultimamente tra lavoro e sport è un terno al lotto...

così per fargli capire il mio disappunto invece di accompagnarlo alle partite evito di vederlo per tutta la domenica....ma non so se lo capisce!

non è una super soluzione lo so...manco la scoperta del secolo,perchè ci sto male e poi alla sera faccio l'incazzosa...pero' trovo che sia troppo comodo...andare a fare la bella statuina,accompagnarlo e andarlo a prendere,manco fossi sua madre...

sentirmi dire da invasati di sport locale che è impossibile voler fare altro alla domenica, che non sia passare 3 ore chiusi in un palazzetto...a tifare per la squadra...

certo se avete famiglie sgangherate dove non vi caga nessuno, se non vi piace andare a fare delle gite, al mare, a sciare, per musei...certo che è come se andaste al bar...

onde evitare, non mi beccano più...bye bye invasati tenetevi il vostro sport locale 

così prendo la macchina e me ne vado a zonzo...ho provato a fare shopping,ma mi sono vista in quello specchio come uno spaventapassari, lo stress mi fa dimagrire salvo, poi come ieri portarmi attacchi di fame nervosa...arrivare a casa prima di cena e divorare un pacchetto di biscotti al cioccolato...stamattina mal di stomaco a go go!

Quindi mentre ero li con possibilità di shopping pari a 0, mi sono portata a casa 2 biglietti per il live!

i posti più sfigati ed economici di tutti ;) che ci vorrà il binocolo per vedere i 3

Prima di comprarli mi sono anche fatta tutte le combinazioni partite proprio per non avere sorprese...con F.

della serie, a ottobre mi dice, prendo abbonamento solo a una squadra...salvo poi vederle tutte e due,perchè se vincono mica non vuoi andare a vedere e così da 13 le domeniche sono diventate 26 ...

forse dovrei dirgli di scegliere quale tempo mi vuole dedicare...

seriamente mettendo i puntini sulle i e gli ultimatum...visto che da lun a ven ci si vede 3 ven su 4 minimo, al sabato, pome e sera e alla domenica solo la sera...direi che come tempo sto di più con gli animali di casa.

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

la cosa migliore di una fotografia è che 

non cambia mai anche quando le persone lo fanno

 

IDEE VIAGGETTI

VARESE

GENOVA

PROVENZA

GORGES DU VERDON

LIONE

SICILIA

PARIGI

MADRID

SIVIGLIA

....

 

 

LA GENTE COMUNE

La gente normale fa il cambio dell'armadio

La gente come me lascia l'armadio semivuoto oppure fa un cambio al 50%,poi mette sempre le stesse cose ...senza mai vedere cosa c'è nell'armadio

La gente normale cambia password periodicamente e sensatamente spesso avvalendosi del generatore casuale on line.

La gente come me è un miracolo che se la ricordi la password e non la cambia da anni, la stessa per diversi account. Poi un bel giorno obbligata la cambia inserendo maiuscole minuscole @ ,senza segnarla in nessun posto...ovviamente

Per la gente comune al concetto "Lo metto qui così me lo ricordo" corrisponde un qui preciso e facilmente memorabile.

Per la gente come me  quel lo metto qui è relativo, perchè nel qui ci si trovano tante cose ma mai cosa stavi cercando...

La gente comune  è rogogliosa del proprio senso civico guardando i timbri delle votazioni collezionati sulla tessera elettorale.

La gente come me colleziona tessere elettorali, una per ogni timbro...a ogni tornata elettorale non la trova e la va a rifare

La gente comune acquista e sostituisce periodicamente le pile nei propri apparecchi elettronici.

La gente come me inizia a sbattere il telecomando se si rifiuta di cambiare canale...se non si riprender sostituisce le pile...prendendole da altro apparecchio...e così via, qualcosa senza pile rimane sempre

 

 

 

 

BLOGGHINO IRRIVERENTE TROVATO X CASO

AREA PERSONALE

 

FABRI GAZZE' SILVESTRI

L'amore non esiste è un cliché di situazioni
tra due che non son buoni ad annusarsi come bestie
finché il muro di parole che hanno eretto
resterà ancora fra loro a rovinare tutto
L'amore non esiste è l'effetto prorompente
di dottrine moraliste sulle voglie della gente
è il più comodo rimedio alla paura
di non essere capaci a rimanere soli
L'amore non ha casa, non ha un'orbita terrestre
non risponde ai più banali meccanismi tra le forze,
è un assetto societario in conflitto d'interesse
l'amore non esiste...

Ma esistiamo io e te
e la nostra ribellione alla statistica
un'abbraccio per proteggerci dal vento
l'illusione di competere col tempo
Io non ho la religiosa accettazione della fine
potessimo trovare altri sinonimi del bene
l'amore non esiste, esistiamo io e te

L'amore se poi esiste è quest'idea di attaccamento
che ha l'uomo del mio tempo per le tante storie viste
non esiste fare i conti accontentarsi piano piano
di una vita mano nella mano
l'amore non esiste è un ingorgo della mente
di domande mal riposte e di risposte non convinte
vuoi tu prendere per sposo questa libera creatura
finché Dio l'avrà deciso o solamente finché dura?

Ma esistiamo io e te
e la nostra ribellione alla statistica
un abbraccio per proteggerci dal vento
l'illusione di competere col tempo
e non c'è letteratura che ci sappia raccontare
i numeri da soli non riescono a spiegare
l'amore non esiste, esistiamo io e te

Io non ho la religiosa accettazione della fine
potessimo trovare altri sinonimi del bene
l'amore non esiste...

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 30