Cirovideo.net

Sorridere riflettendo

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

AH..QUESTO TOPO..

Questo TOPO è un TOPO modo x TOPO tenere TOPO 2 TOPO minuti TOPO un TOPO pirla TOPO davanti TOPO al TOPO suo TOPO cellulare...Rileggi senza TOPO!!!! :P
 

 

Lentamente muore...

Post n°7 pubblicato il 24 Aprile 2007 da velazquez87
 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi
non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e I puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle
che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle
che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi
Non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna, della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde
quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
splendida felicita...basta non smettere mai di inseguire i propri sogni,crederci fino in fondo...e,se mai dovessimo attraversare dei momenti cupi e grigi nei quali ci sembrerà ke ormai è finita,ricordiamoci sempre una cosa,ke sono le condizioni peggiori a rendere le cose straordinarie...ci vuole sia il sole ke la pioggia,per fare l'arcobaleno..

 
 
 

Vivi...

C'era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino.
Decisero di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo. Così partirono tutti e
tre con il loro asino.
Arrivati nel primo paese, la gente commentava: "guardate quel ragazzo quanto è maleducato...lui sull'asino e i poveri genitori, già anziani, che lo tirano"
Allora la moglie disse a suo marito: "non permettiamo che la gente parli male di nostro figlio." Il marito lo fece scendere e salì sull'asino.
Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: "guardate che svergognato quel tipo...lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l'asino, mentre lui vi sta comodamente in groppa."
Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l'asino.
Arrivati al terzo paese, la gente commentava: "pover'uomo! dopo aver lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull'asino. E povero figlio chissà cosa gli spetta, con una madre del genere!
Allora si misero d'accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull'asino per cominciare nuovamente il pellegrinaggio, arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese:
sono delle bestie, più bestie dell'asino che li porta gli spaccheranno la schiena!
Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all'asino ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le voci dicevano ridendo: guarda quei tre idioti; camminano, anche se hanno un asino che potrebbe portarli!


Conclusione: ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
Quindi: vivi come credi
Fai cosa ti dice il cuore...ciò che vuoi...una vita è un'opera di teatro che non ha prove iniziali, quindi: canta, ridi, balla, ama...e vivi intensamente ogni momento della tua vita...prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi...

 
 
 

Due uomini, entrambi molto malati, occupavano la stessa stanza d'ospedale...

Post n°5 pubblicato il 11 Aprile 2007 da velazquez87
 

A uno dei due uomini era permesso mettersi seduto sul letto per un'ora ogni pomeriggio per aiutare il drenaggio dei fluidi dal suo corpo.Il suo letto era vicino all'unica finestra della stanza. L'altro uomo doveva restare sempre sdraiato.Infine i due uomini fecero conoscenza e cominciarono a parlare per ore. Parlarono delle loro mogli e delle loro famiglie, delle loro case, del loro lavoro, del loro servizio militare e dei viaggi che avevano fatto. Ogni pomeriggio l'uomo che stava nel letto vicino alla finestra poteva sedersi e passava il tempo raccontando al suo compagno di stanza tutte le cose che poteva vedere fuori dalla finestra. L'uomo nell'altro letto cominciò a vivere per quelle singole ore nelle quali il suo mondo era reso più bello e più vivo da tutte le cose e i colori del mondo esterno. La finestra dava su un parco con un delizioso laghetto. Le anatre e i cigni giocavano nell'acqua mentre i bambini facevano navigare le loro barche giocattolo. Giovani innamorati camminavano abbracciati tra fiori di ogni colore e c'era una bella vista della città in lontananza.

Mentre l'uomo vicino alla finestra descriveva tutto ciò nei minimi dettagli, l'uomo dall'altra parte della stanza chiudeva gli occhi e immaginava la scena. In un caldo pomeriggio l'uomo della finestra descrisse una parata che stava passando. Sebbene l'altro uomo non potesse sentire la banda, poteva vederla. Con gli occhi della sua mente così come l'uomo dalla finestra gliela descriveva. Passarono i giorni e le settimane. Un mattino l'infermiera del turno di giorno portò loro l'acqua per il bagno e trovò il corpo senza vita dell'uomo vicino alla finestra, morto pacificamente nel sonno. L'infermiera diventò molto triste e chiamò gli inservienti per portare via il corpo. Non appena gli sembrò appropriato, l'altro uomo chiese se poteva spostarsi nel letto vicino alla finestra.
L'infermiera fu felice di fare il cambio, e dopo essersi assicurata che stesse bene, lo lasciò solo. Lentamente, dolorosamente, l'uomo si sollevò su un gomito per vedere per la prima volta il mondo esterno. Si sforzò e si voltò lentamente per guardare fuori dalla finestra vicina al letto.
Essa si affacciava su un muro bianco. L'uomo chiese all'infermiera che cosa poteva avere spinto il suo amico morto a descrivere delle cose così meravigliose al di fuori da quella finestra. L'infermiera rispose che l'uomo era cieco e non poteva nemmeno vedere il muro. ''Forse, voleva farle coraggio.'' disse.

Epilogo: vi è una tremenda felicità nel rendere felici gli altri, anche a dispetto della nostra situazione. Un dolore diviso è dimezzato, ma la felicità divisa è raddoppiata...

 
 
 

Razzismo..

Post n°4 pubblicato il 05 Aprile 2007 da velazquez87
 
Foto di velazquez87

Una donna bianca, di circa 50 anni, prende posto in classe economica di fianco
ad un nero.
Visibilmente turbata, chiama la hostess.
"Che problema ha signora?" chiede l'hostess.
"Ma non lo vede?" risponde la signora "mi avete messo a fianco di un nero! Non
sopporto di rimanere qui. Assegnatemi un altro posto".
"Per favore, si calmi" dice l'hostess "Perchè tutti i posti sono occupati. Vado a vedere se ce n'è uno disponibile".
L'hostess si allontana e ritorna qualche minuto più tardi.
"Signora, come pensavo, non c'è nessun altro posto libero in classe economica. Ho parlato col comandante e mi ha confermato che non c'è nessun posto, neanche in classe executive. Ci è rimasto libero soltanto un posto in prima classe."
Prima che la donna avesse modo di commentare la cosa, l'hostess continua:
"Vede, e' insolito per la nostra compagnia permettere a una persona con
biglietto di classe economica di sedersi in prima classe. Ma, viste le circostanze, il comandante pensa che sarebbe scandaloso obbligare qualcuno a sedersi a fianco di una persona sgradevole".
E, rivolgendosi al nero, l'hostess prosegue: "Quindi, signore, se lo desidera,
prenda il suo bagaglio a mano che un posto in prima classe la attende..."
E tutti i passeggeri vicini che, allibiti, avevano assistito alla scenata della signora, si sono alzati applaudendo.

Il perchè di questo messaggio?solo per esporvi quello ke penso...e cioè ke
"L'unica razza che conosco è quella umana"

 
 
 

L'amore..

Post n°3 pubblicato il 12 Marzo 2007 da velazquez87
 
Foto di velazquez87

Cos'è l'Amore?chissa in quanti ce lo kiediamo..gia...cos'è?a nessuno di noi e dato saperlo..arriva cosi all'improvviso e neanke ce ne accorgiamo...stiam li ad aspettarlo,a passare le notti sul balcone a guardare le stelle,a navigare con la fantasia,a immaginare kissa cosa...finkè non arriva...ognuno di noi ha un'idea diversa di Amore..io personalmente credo nell'Amore vero..quello da fiaba...quello che ci rende migliori e peggiori allo stesso tempo,quello che ci rende diversi... ma forse, invece per la prima volta, siamo noi stessi... tira fuori cio che siamo, riesce a farci essere come non eravamo mai stati..un enorme confusione,mentre ti trovi nella tua camera, assorto nel tuo mondo...nel suo...nel nostro...quello ke ti fa scrivere da qualunque parte i tuoi pensieri, le tue sensazioni... le tue emozioni piu profonde..un esame con noi stessi... e per superarlo non devi ne deluderti ne deludere laltro...LAmore e infinito...e te ne rendi conto quando passi intere giornate a guardare i suoi occhi, ci vedi una luce riflessa e mentre ti dice cose carine ti illudi che siano illuminate d'amore...Fissi attentamente quegli occhi...speri sia amore, mentre alla fine torni alla realtà e ti rendi conto che quella luce non era altro che di un locale, di una casa, di un auto o di un posto buio con un fioco lampione, che si rifletteva nei suoi occhi..l'Amore riesce a non farti dormire anche quando decidi che ormai e’ tardi e devi andare a letto..L'Amore non conosce mezzi... non ha mezzi... sa renderti la vita piu bella, difficile e misteriosa allo stesso tempo...L'Amore ti rende paranoico,ti fa tremare il cuore se ti dice che vi sentirete ad un orario ben preciso, mentre invece questo squillo non arriva... e tu attendi... attendi... attendi con ansia... poi quando arriva ti senti finalmente bene..non ti manca piu il respiro...L'Amore rende fiduciosi e timorosi allo stesso tempo...stare insieme anche se si e’ distanti... anche se non si puo stare sempre insieme...è sopportare la solitudine... nell'attesa di rivedersi. L'Amore è un caso che arriva per caso anche quando non lo volevi. L'Amore è quel sentimento che quando ami qualcuno non te lo fa dire... per paura che non sia ricambiato... quel sentimento che non muore mai... LAmore ci rende più seri... ci fa piangere e ridere senza motivo. L'Amore è condividere gli stessi sogni e desideri..guardare insieme nella stessa direzione..E quali sono le storie d'amore piu belle? Le storie d'amore piu belle sono quelle che non finiscono mai,o che quando finiscono ti fanno sorridere con malinconia e rimpianto, quelle dove non puoi stare senza vederla... senza pensarla. Le storie damore piu belle sono quelle dove il cuore ti batte ad ogni sua parola... ogni suo sguardo. Quelle che ti fanno pensare e ripensare ad ogni suo movimento mentre prima di dormire fissi il soffitto e tutto il mondo attorno a te sparisce...quelle dove non guardi piu altre ragazze,quelle dove non sai ke fartene di un mondo di ragazze xke accanto a te hai l'universo intero racchiuso in una persona...quelle che anke qnd finiscono non muoiono mai. Le storie damore piu belle sono quelle dove senza guardare i suoi occhi vedi ogni ricordo. Le storie d'amore piu belle sono quelle che ti impediscono di cancellare i suoi messaggi nonostante sia tutto finito e ti abbia fatto soffrire... quelle che ti fanno piangere e ridere allo stesso tempo... quelle che ti fanno litigare con tutti... che non riesci a dimenticare neppure volendo. Le storie d'amore piu belle sono quelle che ti fanno leggere gli oroscopi per vedere se durerà... quelle che ti fanno abbassare lo sguardo se qualcuno te ne parla, che ti fanno ascoltare canzoni che parlano damore. Le storie d'amore piu belle sono quelle che rendono gelosi appena la vedi sorridere ad un'altra persona... quelle che ti impediscono di dormire... che ti fanno girare e rigirare piu volte nel tuo letto... quelle dove la vorresti sempre affianco per dirle ke è la tua principessa..l'unica solamente tua....ecco..ora potete pensare ke io sia pazzo..me lo dice anke lo PSIKIATRA:)ma questo e l'Amore secondo me..principessina dove sei?..

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: velazquez87
Data di creazione: 12/03/2007
 

IMPORTANTE!!

AVANTI COL FILM!SETTIMO TEST!

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

m.arizmarx_67kate.rizzolacheopeconsuelobaby794moutzandy156primaveramaddyroiboyrita.bertolottoldeb76arch.matteomancinimgpaglia86famicomienricomonzatti
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom