Creato da Aldus_r il 27/12/2011
Blog di Aldo Rabbiati

Ultimi commenti

A TUTTI GLI ESTIMATORI DI CARLO DE BENEDETTI: I quali...
Inviato da: nonnapapera69
il 04/07/2018 alle 23:16
 
Caro Aldo, leggo sempre i tuoi scritti e mi riferisco ora...
Inviato da: nonnapapera69
il 28/06/2017 alle 12:56
 
E' ragionavole pensarlo. Ciao
Inviato da: Aldus_r
il 26/09/2014 alle 22:03
 
Mi trovi d'accordo, ahimé...
Inviato da: surfinia60
il 24/09/2014 alle 16:59
 
Noi italiani siamo bravi a fare "il tifo", a...
Inviato da: Aldus_r
il 16/05/2014 alle 00:27
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

Aldus_rpinolinopunkzooteamsilma2008liboriandriullisimonetta.tognoliniprearo.danielaannam.marcantoniolore.gillioismaelevisentinlemusecurnocorrado20021albert.zL000001lilchicca
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Cosa significa globalizz...Le treligioni dividono i popoli? »

Il modello di fabbrica di Adriano Olivetti

Post n°993 pubblicato il 08 Dicembre 2016 da Aldus_r
 

Nella fabbrica di Adriano Olivetti, l'operaio era riconoscente non perché aveva ottenuto un posto di lavoro e, quindi, di percepire uno stipendio alla fine del mese ma perché era apprezzato come persona con la sua intelligenza e cultura.
Adriano Olivetti non si avvaleva di dipendenti ma di collaboratori che fossero in primo luogo competenti, ma anche e soprattutto motivati, consapevoli del processo produttivo nel quale erano inseriti. 
Lo stabilimento industriale non aveva confini; superava gli spazi della fabbrica e includeva tutto il territorio circostante. Nelle cittadine di Ivrea e Pozzuoli tutto intorno "odorava" di Adriano Olivetti. Il mosdello di fabbrica di Adriano Olivetti - che ha avuto negli anni immediatamente dopo la seconda guerra mondiale e fino agli anni '60 il successo industriale e commerciale che tutti noi conosciamo - è possibile che si possa realizzare ai giorni nostri? Io ritengo che l'alternativa non sia il modello Setgio Marchionne Ad di una azienda, la Fiat, che da sempre ha socializzato le perdite e privatizzato i profitti. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
Nessun Commento