Creato da Aldus_r il 27/12/2011
Blog di Aldo Rabbiati

Ultimi commenti

A TUTTI GLI ESTIMATORI DI CARLO DE BENEDETTI: I quali...
Inviato da: nonnapapera69
il 04/07/2018 alle 23:16
 
Caro Aldo, leggo sempre i tuoi scritti e mi riferisco ora...
Inviato da: nonnapapera69
il 28/06/2017 alle 12:56
 
E' ragionavole pensarlo. Ciao
Inviato da: Aldus_r
il 26/09/2014 alle 22:03
 
Mi trovi d'accordo, ahimé...
Inviato da: surfinia60
il 24/09/2014 alle 16:59
 
Noi italiani siamo bravi a fare "il tifo", a...
Inviato da: Aldus_r
il 16/05/2014 alle 00:27
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

Aldus_rpinolinopunkzooteamsilma2008liboriandriullisimonetta.tognoliniprearo.danielaannam.marcantoniolore.gillioismaelevisentinlemusecurnocorrado20021albert.zL000001lilchicca
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi di Settembre 2020

La malagestione della Olivetti

Post n°1000 pubblicato il 13 Settembre 2020 da Aldus_r

La sfortuna della Olivetti è stata quella di finire tra le mani dei cosiddetti mostri della finanza, vili e spietati come De Benedetti, anziché di industriali onesti e capaci, come lo furono Camillo e Adriano Olivetti.

Purtroppo è stata usata prima per creare la società di telefonia mobile Omnitel nel 1990 (ora Vodafone) e successivamente di telefonia fissa Infostrada (ora Wind). Per effettuare tali operazioni sono state prosciugate le ricche finanze della Olivetti Personal Computer con il conseguente impoverimento della stessa che verrà poi ceduta a speculatori che la faranno fallire sino alla sua estinzione.

Con i proventi derivanti dalla cessione di Infostrada e Omnitel, Olivetti viene ancora utilizzata per l'ambiziosa scalata a Telecom che avverrà a caro prezzo. Le azioni Olivetti vengono ritirate dal mercato azionario e diventa una società controllata al 100% dal gruppo Telecom Italia.

Prosciugate le risorse finanziarie, di Olivetti rimanevano ancora gli immobili di proprietà ed il colpo di grazia viene dato da Pirelli (controllante di Telecom Italia) che tramite la Pirelli Real Estate si impadronisce di tutti gli immobili posseduti da Telecom Italia e Olivetti.

E' storia recente l'uscita di Pirelli da Telecom con il mantenimento degli immobili da parte di Pirelli RE, Olivetti perde così l'ultima grande risorsa: gli immobili.

Quale potrà essere il futuro di Olivetti prosciugata da tutti i suoi averi? Di sicuro non roseo.

Tutto questo è accaduto con la complicità dei politici di allora ed in particolar modo della sinistra. Non dimentichiamoci che De Benedetti è stato coinvolto nel caso tangentopoli, che ha confessato di aver pagato tangenti e che non è stato processato perché il reato era caduto in prescrizione.

La malagestione della Olivetti l’ha iniziata De Benedetti e l’hanno continuata i suoi successori (non dimentichiamoci che Colaninno era il braccio destro di De Benedetti).

La OPC (Olivetti Personal Computer) ormai in crisi venne ceduta a speculatori che la fecero fallire per ben due volte ma la sostanza non cambia. Visto che i personaggi come De Benedetti sanno bene cosa fare per non rimanere con le mani nel sacco, sapientemente si è tirato fuori quando aveva spremuto a dovere la OPC e poi visto che per la legge italiana non si è responsabili del fallimento di un'azienda dopo 5 anni dalla cessione questa è stata venduta a società terze che guarda caso hanno traghettato la società giusto per l'arco di tempo necessario a non renderli più responsabili.

Adesso veniamo alla grande capacità di gestire attività industriali di De Benedetti.

L'Olivetti va a gonfie vele tanto che raggiunge una fama a livello mondiale e più di 24000 dipendenti.

Nel 78 arriva DeBenedetti e a inizio anni 80 vi è l'accordo con AT&T ed il successo del computer M20 e poi M24. Negli stessi anni nasce anche una società di nome Olidata come system integrator di prodotti Olivetti, vedremo poi cosa farà. Inspiegabilmente, nonostante i successi la Olivetti viene però lentamente ed inesorabilmente smantellata e già a partire dal'88 cresce l'interesse per le telecomunicazione e nel 90 viene costituita l'Omnitel, a questo punto tutte le risorse economiche vengono definitivamente dirottate su tale attività e si smette di investire nella divisione PC proprio nel momento in cui vi è una crescita esponenziale del mercato. Infatti la Olidata nell'87 inizia a produrre e commercializzare PC col proprio marchio e arriva ad essere quotata in borsa nel 1999 esportando già in tutta Europa. La OPC senza investimenti entra nella crisi più profonda e nel 1997 viene ceduta alla Piedmont e nel 99 alla ICS Finmek e poi ad altri sino alla chiusura totale. De Benedetti lascia la guida di Olivetti nel 96 ma ne rimane presidente onorario sino al 99. Oggi la OPC non esiste più mentre nel 2009 la Acer aquista quasi il 30% del capitale azionario di Olidata.

Chi ha gestito meglio le attività industriali, i manager fondatori di Olidata, Rossi e Savini o quelli di Olivetti, De Benedetti &C?

E' vero che Omnitel e Infostrada hanno fruttato molto ma a chi? Non certo a Olivetti e ai suoi dipendenti.

 

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120% } a:link { so-language: zxx }

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso