Creato da aluca5 il 12/06/2010
visioni dell'arte
 

Licenza Creative Commons

Licenza Creative Commons
Salvo differenti indicazioni ogni contenuto presente in questo sito (testi, foto, immagini, video) è sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License

 

Contatta l'autore

Nickname: aluca5
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 53
Prov: MI
 

Ultime visite al Blog

cassetta2franco_cottafaviannavale77antropoeticoaluca5falco58dglpsicologiaforensepoeticjusticeWIDE_REDcile54NotiziaFlashboscia.marastrong_passionsheyla2013aurelio1944
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Ultimi commenti

Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 17/10/2020 alle 12:14
 
ops, scusa il ritardo...GRAZIE!!! :-)
Inviato da: aluca5
il 03/01/2012 alle 09:17
 
ma oggi è il tuo compleanno!?! Auguriii ^___^
Inviato da: briccone2005
il 29/12/2011 alle 11:59
 
o...troppo umane! ; )
Inviato da: aluca5
il 30/04/2011 alle 09:57
 
Le atrocità di cui è capace l'uomo sono davvero...
Inviato da: poeticjustice
il 28/04/2011 alle 21:11
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Resurrezione

Post n°31 pubblicato il 07 Novembre 2010 da aluca5
 

ResurrezioneQuella che segue è una lettera destinata ai medici, scritta da una persona il cui compagno è stato rianimato dopo un arresto cardiaco, riportando danni cerebrali gravissimi. La pubblico così, senza alcun commento.

 

Ai gentili signori Medici,

 

Questo è lʼamaro sfogo di una persona il cui compagno è stato rianimato dopo un “arresto cardiaco”.Non nego che se a suo tempo mi fosse stato chiesto, non solo avrei accettato la rianimazione, ma probabilmente lʼavrei io stessa sollecitata. Eravamo in una strutturaospedaliera. Ora, a posteriori, dico NO!. Non risuscitate chi è morto! Le conseguenze poi sono terribili. La vita di ognuno ha un inizio e una fine. La sofferenza non è vita né per chi la subisce né per chi assiste. Ora il mio compagno, dopo il coma che ha lasciato tracce terribili, non è più in grado di intendere e di volere. Ha subito lʼamputazione della gamba sinistra 10 centimetri sopra il ginocchio. In precedenza gli era stata amputata la gamba destra 10 centimetri sotto il ginocchio. Ha subito la tracheotomia per poter ricevere ossigenazione e per umidificare il suo apparato respiratorio, gravemente compromesso. Viene nutrito, dissetato, sedato, attraverso la PEG. È completamente afono. Non muove le braccia. Esprime le sue sensazioni di dolore con il pianto e la sensazione di paura sbarrando gli occhi e girando la testa a destra e a sinistra. Il mio povero compagno sembra un grande sacco di cerali in cima al quale è posta una cosa rotonda, la sua testa. Era un ingegnere elettronico. È una lunga agonia iniziata il 25/10/2009 e che non si sa quando avrà fine. Non ditemi che gli avete salvato la vita, a queste condizioni! Ogni essere umano ha il diritto di morire in pace e non di vivere così male! Perciò dottori abbiate lʼumiltà di non sostituirvi a Dio.

Grazie

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La stanza

Post n°30 pubblicato il 22 Ottobre 2010 da aluca5
 

Video-web realizzato per la promozione di un progetto di comunicazione multimediale non convenzionale.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Mangiare e accoppiarsi

Post n°28 pubblicato il 16 Ottobre 2010 da aluca5
 

animali

Dialogo con la barista di una cooperativa dove anni fa andavo a fare la pausa pranzo. Io: "A me non piacciono tutti 'sti documentari sugli animali, mi sembrano tristi. Non conta quale animale vedi: pensano tutti solo a mangiare e ad accoppiarsi". Lei: "Come pensi che viva la maggior parte dei miei clienti?".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità; pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del blog stesso: il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l’approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, che verranno comunque attentamente esaminati e rimossi il prima possibile nel caso in cui risultino lesivi all’onorabilità o all’immagine di persone terze.