Creato da votattilio2008 il 28/03/2008

A.T.T.I.L.I.O.

Attivisti Territoriali Terribilmente Incazzati Lievemente Inconsapevoli a Oltranza

 

 

« Sanità, allarme di Marra... Primarie Pd Lazio, la p... »

M'è finito il digital divide

Post n°141 pubblicato il 24 Settembre 2008 da mik154

Anche se a tutti voi "nun ve ne po' frega' de meno" - come diceva un piccolo grande giornalista di Paese Sera, Pino Bianco -  da ieri sera è finito il mio digital divide. Nel senso che dopo 3 anni di lotte sono riuscito ad attivare un collegamento Adsl da casa. Non è che sono impedito: non mi ci sono voluti 3 anni per attaccare un modem, c'ho messo tre ore, è vero, ma non tre anni. Il tema è che per tre anni nessuna, dico nessuna compagnia telefonica è stata in grado di dotarmi di un collegamento Adsl. C'ha provato prima Fastweb. Sono venuti a casa, hanno intrugliato sul mio impianto, m'hanno montato il modem e mi hanno detto: Sarà avvertito quando la stacchiamo da Telecom. Mi hanno avvertito, mi hanno staccato da Telecom, ma non sono mai riusciti ad attaccarmi alle loro linee. Morale della favola ho dovuto rifare il contratto con Telecom, ripagando tutto dall'inizio. Poi ho provato con Infostrada. Che non mi staccava dalla linea "ufficiale". Mi hanno attivato il servizio telefonico, poi dopo mesi di telefonate mail, fax, mi hanno detto: Scusa abbiamo un problema con Telecom non possiamo attivarti l'Adsl, se vuoi puoi rescindere il contratto. Almeno in questo caso non ho dovuto ripagare niente. Poi ho provato con Vodafone, Tiscali e Teledue: ma loro, molto più onestamente, mi hanno detto subito che non lo potevano fare.
E il bello è che nel frattempo ho riprovato diverse volte con Alice.
Alla fine mi hanno spiegato che manco loro potevano. Perché? Perché, secondo loro la zona non era dotata delle centraline adatte.
Ma come, io abito a Osteria del Curato 2, zona nuovissima, non ancora terminata e che c'avete messo le centraline vecchie? Che c'avete nel cervello?
Scavando, scavando ho scoperto che le centraline erano vecchie, ma finivano in una sottocentrale, quella della Tuscolana, ormai satura per quanto riguarda l'Adsl. E quindi niente da fare. Fino all'inizio di questo mese. Ho riprovato a fare il contratto con Alice, sempre dopo aver provato con tutti gli altri operatori esistenti nell'orbe terraqueo, e, miracolo, mi è arrivato a casa il modem. Lo attacco, niente linea. Poi ieri il secondo miracolo: sms prima, mail dopo. "Il servizio da lei richiesto è attivo a partire dal 23 settembre". Ci credo poco, dico al mio compagno di banco. Ma arrivato a casa, la grande sorpresa. Calpesto mia moglie che vuole subito collegarsi, sposto il figlio con violenza. E alla fine ci sono riuscito. Adsl, Wi-Fi, Voip con schermo e notizie in diretta. Funziona tutto. A Osteria del Curato 2, Roma, capitale di Italia, è arrivata l'Adsl.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/votattilio/trackback.php?msg=5499828

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
marco il 29/03/12 alle 19:20 via WEB
capisco la tua gioia nel poter rinavigare dopo tanto tempo...ma hai visto a che velocità? io sono nei pressi del lidl e la velocita' max di navigazione è di 640 kbps ovviamente con telecom. pago 7 mega e me ne arriva meno di uno. spero che rinnovino le centrali della zona perchè così è veramente scandaloso come servizio.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
marco il 07/01/13 alle 21:16 via WEB
stesso problema, anche io sto a 50 mt da lidl e ho un "adsl" alice a 64 kbs. ora è piu' di un anno e finita l'offerta pago bollette da 84 euro circa! proprio ora sto chiedendo la disattivazione del servizio e optero' per una pennetta umts che sicuramente è piu' veloce.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

VIVI IL PD - CAMBIA L'ITALIA

 

 

INTERVENTO ALL'ASSEMBLEA DEI CIRCOLI DEL PD

 

 

 

ATTENZIONE ATTENZIONE!!!
I lettori più avvertiti l'hanno già capito da tempo, ma quelli che rivestono cariche pubbliche, si sa, tendono ad avere più difficoltà: questo non è un blog del Partito democratico o di un suo circolo, ma uno spazio libero che ospita gli sproloqui di un pericoloso criminale:  Michele Cardulli, 40 anni, giornalista, militante del Pd, libero sproloquiatore, nonché teppista della parola.
Tal figuro, ed esclusivamente lui, è responsabile politicamente e penalme
nte del contenuto dei suo scritti. Per prenderlo a testate, lo potete incontrare nei corridoio del consiglio regionale, oppure al circolo Pd di Capannelle


 

IL VIDEO SUL CORTEO



 

DEMOCRATICAMENTE IN PIAZZA

 
 

PRIMARIE SEMPRE

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vivereconilparcobrigantino2008ozieboo16gian.75mefbowlingdiana_89car.bricaporaso1989FrancescaFontanaroby_vannysabatini_mpinuchetrionfo74votattilio2008
 

ULTIMI COMMENTI

stesso problema, anche io sto a 50 mt da lidl e ho un...
Inviato da: marco
il 07/01/2013 alle 21:16
 
capisco la tua gioia nel poter rinavigare dopo tanto...
Inviato da: marco
il 29/03/2012 alle 19:20
 
Le dichiarazioni anticipate sui trattamenti sanitari hanno...
Inviato da: Anonimo
il 16/01/2010 alle 11:27
 
Finarmente uno che te dice le cose come sono, poi stà dalla...
Inviato da: Anonimo
il 22/07/2009 alle 14:11
 
Nessuna visibilità per Marino nella campagna per le...
Inviato da: Anonimo
il 18/07/2009 alle 17:32
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

IN QUANTI SIAMO OGGI?

Web stats powered by www.wstatslive.com