Creato da Web_London il 15/04/2015

L'ora di follia

Come l'istinto quando si impone e la verità diventa brutale

 

« Quel vento ...Suggestioni letali »

Non cambia la realtà delle cose e della vita ma ci modifica la percezione del nostro andare

Post n°807 pubblicato il 19 Aprile 2021 da Web_London

 


"Se partissimo dal presupposto che siamo tutti folli,
questo ci aiuterebbe a comprenderci gli uni con gli altri
e risolverebbe molti enigmi"
(Mark Twain)

...

Con la giusta distanza emotiva e lo scorrere del tempo su emozioni spesso contrastanti, mi accorgo che oggi osservo con lucidità ogni evento, distinguendo cosa è stato e cosa no.

Siamo fatti di carne e di pulsioni feroci che da sempre ci alterano il senso profondo della realtà, scendendo sulle nostre presunte ragioni e su ogni torto che pensiamo di aver subito o di aver fatto.
Ne siamo talmente convinti e coinvolti, qualche volta travolti, da non accorgerci di non sapere mai distinguere tra ciò che è e ciò che noi pensiamo sia stato.

Ma poi il tempo passa, le stagioni si scambiano l'una con l'altra e ogni evento che in qualche modo ci ha ferito dentro viene spogliato da tutte le emozioni ancora a fior di pelle che ci portavamo addosso lasciandoci dei ricordi, belli o brutti che siano, non importa.
Appartengono a noi, fanno parte di una storia, unica tra le tant e colorano i nostri pensieri restando impressi nella nostra pelle a memoria di un tempo che non è mai stato inutile e vuoto come lo potevano pensare in quei giorni.

Non cambia la realtà delle cose e della vita ma ci modifica la percezione del nostro andare e, soprattutto, è il momento in cui ci rendiamo conto che quei ricordi li possiamo prendere tra le mani e rigirarli come meglio crediamo senza che ci brucino le dita e facciano ancora male.

 

 
Rispondi al commento:
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 19/04/21 alle 22:05 via WEB
Quanta verità in questo post. Proprio adesso io mi sono spogliata di qualcosa che è già diventato ricordo,, e già non capisco se ero io a provare quelle cose o era solo una parte di me che credeva di provarle. Perché le domande che io facevo avevano solo risposte fatte di silenzi e parole non dette, che potevano essere luce come potevano essere buio. Lo porterò con me questo ricordo, e probabilmente non saprò mai di cosa si è trattato, forse un sogno sognato durante mesi di inverno. A volte si cambia come dici tu, con le stagioni, a volte si cambia all’improvviso, quando tutto diventa chiaro e tu scopri di avere avuto ragione e della ragione non sai cosa fartene :)
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

ULTIME VISITE AL BLOG

je_est_un_autrelisa.dagli_occhi_bluamistad.siemprerealcarslascrivanaLequi_libristacassetta2NoRiKo564nadiaemanuUSAGA1daunfioremaresogno67QuartoProvvisoriooltre.lo.specchio
 

_____________________________

 
 

_____________________________