“Dere” types: Tsundere

tsundere

tsundere

Tsundere è lo stereotipo caratteriale degli anime, dei manga e dei dating sim giapponesi più diffuso e conosciuto, tanto che è diventato quasi un’espressione di uso comune anche al di fuori del contesto in cui è nato.

L’aggettivo Tsundere nasce dalla fusione di due espressioni idiomatiche antitetiche: Tsuntsun (scontruoso, arrogante) + Deredere (amorevole, tenero) e denota un personaggio che all’apparenza mostra un pessimo carattere: antipatico, strafottente o perfino violento, ma poi rivela un animo dolce e premuroso a chi riesca a fare breccia nella sua dura scorza.

Lo/la Tsundere raramente è il protagonista della storia narrata ma molto di frequente incarna l’interesse amoroso del protagonista che di solito riesce prima a intuirne e poi a svelarne il lato più tenero.

Anche al di fuori di un contesto sentimentale, per esempio negli anime sportivi, lo Tsundere è spesso un coprotagonista che, dopo una iniziale ostilità nei confronti del personaggio principale, si rivela un prezioso e fedele alleato.

 

Ecco qualche esempio!

 

Asuka Langley, suppur non propriamente, può essere considerato uno dei primi esempi di stereotipo tsundere, infatti il termine “baka” (stupido), tipicamente tsundere, deriva proprio da questo personaggio.

 

 

“Dere” types: Tsundereultima modifica: 2017-10-02T21:45:47+02:00da AleKuroNeko

9 thoughts on ““Dere” types: Tsundere

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.