La poetica di Sabine Weiss

Share on Facebook

La condizione umana nelle foto di Sabine Weiss ai Tre Oci di Venezia - Electomagazine

New York, USA (1955)

La Casa dei Tre Oci di Venezia le dedica una mostra: La poesia dell’istante. Mai titolo fu più azzeccato per definire il lavoro della fotografa che, nelle parole di Christian Caujolle, è stata “una di quelle persone che sanno vedere solo ciò che le commuove“.

Dagli anni '30 ai Duemila: gli scatti di Sabine Weiss in mostra a Venezia - ViaggiOff

Venezia, Italia (1950)

Le fotografie di Sabine Weiss in mostra alla Casa dei Tre Oci Eventi a Venezia

Porte de Saint Cloud, Parigi (1950)

Presso la casa Tre Oci, a Venezia, una mostra della fotografa recentemente scomparsa Sabine Weiss: da Marzo 2022 – Discorsi Fotografici Magazine

Félix Labisse, pittore, Neuilly-sur-Seine (1952)

didascalia immagine

Gitani, Sainte-Maries-de-la-Mer, Francia (1960)

didascalia immagine

Brigitte Bardot, Parigi (1959)

didascalia immagine

Romy Schneider, Parigi (1961)

didascalia immagine

Autoritratto (1953)

La poetica di Sabine Weissultima modifica: 2022-05-11T10:29:30+02:00da hyponoia

9 pensieri riguardo “La poetica di Sabine Weiss”

  1. Si e’ scritto molto sui grandi fotografi, ed in particolare sui maestri del bianco e nero. Come e piu’ che per le altre arti figurative una buona fotografia colpisce l’attenzione del pubblico anche meno preparato perche’ ritrae con occhio artistico la quotidianita’ sotto gli occhi di tutti e permette un raffronto palpabile quasi materico. Cosi’ mi sento pure io un critico d’arte. Buona giornata 🙂

  2. Sarà, come dice Caujolle, che Sabine Weiss è stata “una di quelle persone che sanno vedere solo ciò che le commuove“, ma la poesia che trovo io nelle sue foto ha più a che vedere con “la gioia di vivere a prescindere”. Ho provato a guardare più attentamente la foto di Brigitte Bardot e, anche se c’è un seno che “commuove”, direi che è una commozione di bellezza. Ma è solo la mia opinione.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.