Mor. Storia per le mie madri

Share on Facebook

In uscita per add editore: Mor – Lo Spazio Bianco

Una matita a tracciare la storia di quattro generazioni di donne, tra Svezia e Italia. L’affresco che ne nasce afferisce alla famiglia dell’autrice di questo graphic novel, Sara Garagnani, che tra le altre cose sottolinea quanto la violenza psicologica e talvolta fisica abbia ripercussioni anche a distanza di decenni.

In svedese “mor” significa madre, “mormor” (madre di madre) nonna e così via, tutte donne legate da un destino comune, quello di vivere in silenzio la propria infelicità che però a volte si fa rabbia e dunque violenza verbale, da cui nessuno è risparmiato. Non sarà difficile riconoscersi almeno in parte in Mor. Storia per le mie madri. Da sempre tutte le famiglie sono disfunzionali.

Ma com’è possibile che mia madre protegga ancora la nonna Inger? Fuori dai picchi di crisi, sembrava felice. Forse era una facciata per se stessa. L’idea di non essere stati amati dai genitori è insostenibile“.

Le prime pagine dal graphic novel "Mor. Storia per le mie madri" - Fumettologica

Le prime pagine dal graphic novel "Mor. Storia per le mie madri" - Fumettologica

La neve

Le prime pagine dal graphic novel "Mor. Storia per le mie madri" - Fumettologica

Sara Garagnani - MOR | add editore