Sanremo 2020, Diletta Leotta e il monologo sulla bellezza: «È un vantaggio, sennò col cavolo che sarei qui».

Sanremo 2020, Diletta Leotta e il monologo sulla bellezza: «È un vantaggio, sennò col cavolo che sarei qui». La giornalista sportiva ha recitato un monologo sul palco dell’Ariston, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa.

5029151_2349_diletta_leotta_monologo_cosa_ha_detto

«La bellezza è un vantaggio, perchè altrimenti col cavolo che sare qui, lo so sono una conduttrice sportiva, ma sarei ipocrita a dirvi che il mio aspetto è un fattore secondario». Poi saluta la nonna che è in platea ad applaudirla. Diletta Leotta continua parlando del tempo che passa e mostra al pubblico some potrebbe diventare da anziana. Il tutto utilizzando sul maxi schermo alle sue spalle una sorta di Face-App che invecchia la sua immagine.

«Mia nonna mi ha insegnato ad essere diversamente bella, studiare, imparare e trovare l’amore come quello tra te e nonno Salvo. Alla fine a qualsiasi età ogni giorno che viviamo è un regalo, a guardarvi così con tutto questo tempo addosso una cosa l’ho capita, io non ho paura e questo lo devo a te nonna, e lo voglio dire da questo palco con tutto il mio cuore. Grazie».

Sanremo 2020, Diletta Leotta e il monologo sulla bellezza: «È un vantaggio, sennò col cavolo che sarei qui».ultima modifica: 2020-02-05T09:53:09+01:00da giorgio662015
Share on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.