Giulia De Lellis infuriata per la festa Inter: «E i ristoratori non possono lamentarsi. Che Paese siamo?»

L’Inter ha vinto lo scudetto e alcuni tifosi hanno provveduto a scatenarsi nella celebrazione dell’evento senza rispettare le norme anti Covid. I festeggiamenti a Piazza Duomo a Milano hanno scatenato le polemiche e fra le voci critiche non è mancata quella di Giulia De Lellis, potente influencer ed ex protagonista di “Uomini e donne”.

delellis-consigli

Giulia De Lellis e la festa per lo scudetto dell’Inter: «Fatelo con la testa!»

Giulia De Lellis si scaglia dal suo seguitissimo account instagram contro i tifosi dell’Inter, che hanno reso omaggio allo scudetto della loro squadra festeggiando senza curarsi di assembramenti o utilizzo di mascherina. Dal social Giulia De Lellis ha redarguito i tifosi: “Mascherine abbassate – ha scritto nelle stories – nessun distanziamento sociale. Ma.. come? E le rotture di palle per la pandemia dove la avete messe? Da parte per il calcio? (…) Tavoli da 4 solo all’aperto, cit.’ e i ristoratori non possono lamentarsi, certo! Feste, matrimoni, battesimi.. no!!! E gli organizzatori di eventi devono stare zitti…”.

Giulia De Lellis non vuole impedire la festa: “Nessuno dice di non festeggiare! Ma fatelo con la testa. Diversamente è una grande mancanza di rispetto verso tanti, tutti, verso il nostro Paese, verso voi stessi per primi! Salite in macchina o tornate a casa se non sapete stare al mondo come chi vi ha permesso questo!”.

Una piccola lite anche a un follower che le ha chiesto: “Che cazz* vuoi”, provocando la secca riposta di Giulia De Lellis: “Ecco un coglion* di turno, ora tutti sanno che hai la merd* in testa, felice?”.

Giulia De Lellis infuriata per la festa Inter: «E i ristoratori non possono lamentarsi. Che Paese siamo?»ultima modifica: 2021-05-03T18:15:39+02:00da giorgio662015
Share on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.