Dolore nella sclerosi multipla

La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica che colpisce il sistema nervoso centrale. In particolare, la sclerosi multipla provoca danni a una sostanza chiamata mielina, che isola i nervi e li aiuta a trasmettere i segnali. Il danno alla mielina può portare a una serie di sintomi, tra cui dolori muscolari e articolari.

 

Secondo l’American Multiple Sclerosis Association, oltre il 50% delle persone che vivono con la malattia identificano il dolore come sintomo distintivo.

Esistono due tipi di dolore associati alla SM: dolore ai nervi e dolore muscoloscheletrico. Quest’ultimo si applica a muscoli e articolazioni.

In questo articolo, descriviamo come la SM può causare dolori articolari.

 

La sclerosi multipla non colpisce direttamente le articolazioni. Tuttavia, provoca problemi che possono causare dolore in loro. Per esempio:

  1. debolezza muscolare;
  2. cattiva postura;
  3. disturbi della deambulazione;
  4. perdita di equilibrio;
  5. perdita di coordinazione muscolare (atassia);
  6. spasmi muscolari;
  7. rigidità delle braccia e delle gambe, soprattutto dopo un lungo riposo.

In alcuni casi, una persona può avvertire dolori articolari e rigidità a causa della compensazione del corpo per uno o più dei disturbi di cui sopra.

 

Il dolore alle articolazioni della SM di solito colpisce le seguenti aree del corpo:

  1. parte bassa della schiena;
  2. fianchi;
  3. gambe;
  4. ginocchia;
  5. caviglie.
I sintomi della SM variano da persone diverse.

Altri fattori che non sono simili sono la gravità dei sintomi e la velocità con cui si sviluppano.

Il dolore alle articolazioni aumenta gradualmente. Altri segni che possono verificarsi insieme al dolore includono:

  1. squilibrio;
  2. cambiamenti di postura;
  3. muscoli rigidi (problemi di mobilità);
  4. sensazione di intorpidimento, formicolio o tensione nei muscoli.
  5. grave stanchezza.

Metodi per la diagnosi della sclerosi multipla

Durante la diagnosi, l’attenzione è rivolta non solo ai sintomi visibili della malattia. La visita medica comprende anche la valutazione delle seguenti funzioni neurologiche:

  1. equilibrio quando si cammina
  2. movimento;
  3. controllo della lingua;
  4. percezione sensoriale;
  5. movimenti oculari.

 

Per aiutare a fare una diagnosi, utilizzare:

  1. esami del sangue per escludere altre condizioni;
  2. un test del liquido cerebrospinale che verifica la presenza di sostanze anormali associate alla SM
  3. test sui potenziali evocati, un metodo di screening che registra quanto velocemente il cervello risponde agli stimoli sensoriali;
  4. tomografia a coerenza ottica – un’immagine dell’occhio, che consente di valutare direttamente il nervo ottico;
  5. risonanza magnetica per rilevare danni al cervello e al midollo spinale;
  6. un esame oftalmologico per aiutare a identificare i disturbi visivi.

La sclerosi multipla può essere curata?

Attualmente non esiste una cura per la SM. Tuttavia, la terapia mira a migliorare le condizioni generali del paziente:

  1. rallentare la progressione della malattia;
  2. riduzione della frequenza e della gravità delle recidive;
  3. controllo dei sintomi;
  4. maggiore mobilità;
  5. prolungamento dell’attività fisica.

Il piano di trattamento consiste in una combinazione di metodi e farmaci antidolorifici. I seguenti farmaci sono comunemente prescritti per ridurre la rigidità muscolare e gli spasmi:

  1. baclofene;
  2. tizanidina;
  3. diazepam;
  4. clonazepam;
  5. dantrolene.

Per superare la stanchezza e la debolezza vengono prescritti amantadina, modafinil e armodafinil.

Inoltre, il paziente può aiutare:

  1. terapia modificante la malattia – rallenta la progressione della disabilità e riduce anche la frequenza delle recidive e il numero di lesioni del cervello e della colonna vertebrale;
  2. fisioterapia, che fornisce mobilità e consente al paziente di fare a meno dell’assistenza il più a lungo possibile;
  3. utilizzare attrezzature mediche come tutori, deambulatori o bastoni per attività indipendenti;
  4. agopuntura come metodo per alleviare il dolore;
  5. stimolazione nervosa elettrica per aiutare ad alleviare il dolore ai nervi e sciogliere i muscoli rigidi.

Anche i seguenti rimedi casalinghi possono essere efficaci per alleviare il dolore agli arti:

  1. massaggio regolare;
  2. attività fisica leggera;
  3. impacchi caldi o applicazione di ghiaccio sulle articolazioni dolorose;
  4. allungamento regolare.

Un paziente dovrebbe consultare un medico se sviluppa sintomi nuovi o in peggioramento nella SM o se il dolore è così grave da interferire con le normali attività quotidiane.

Un medico può raccomandare cure mediche e cambiamenti nello stile di vita per aiutare a gestire il dolore e mantenere la funzione articolare e la mobilità.

 

 

Dolore nella sclerosi multiplaultima modifica: 2024-07-09T13:18:09+02:00da anetta007

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.