Mangiare di tutto e non ingrassare è possibile Come ho cambiato il mio stile di vita e ho perso 10 kg

Non sono una nutrizionista, sono una ragazza che 7 anni fa ha intrapreso la strada della sana alimentazione e ha tolto 10 chili in più. Ti racconto come sono arrivato alla decisione di perdere peso. Quale sistema alimentare hai scelto? Come affrontare le difficoltà e celebrare le vittorie. Cosa è cambiato dopo aver perso peso.

Le guance spesse sono diventate un motivo per perdere peso.

Sono stata una ragazza grassa fin da piccola, e per me andava bene. Quando avevo 25 anni pesavo 65 kg con un’altezza di 170 cm, gambe massicce, viso tondo. A 25 anni mi andava bene: non c’erano problemi di salute, complessi nella comunicazione e difficoltà con il sesso opposto.

Ma una mattina mi sono svegliato, mi sono guardato allo specchio e ho capito che volevo delle guance infossate. Sai, in modo tale che gli zigomi risaltino? Nel riflesso, una faccia tonda, come la luna, mi guardò. Ricordo come ho fatto le mie labbra come un’anatra e ho immaginato guance perfette per 15 minuti. “Sì, è ora di perdere peso.”

Questa è stata una decisione difficile. E lo stesso giorno ho iniziato a cercare diete.

Scegliere una dieta è un affare complicato.

Ha esaminato dozzine di possibili diete. E si è scoperto che scegliere quello giusto non è così facile.

Due cose mi stavano fermando.

Il primo è il rifiuto dei dolci e dei cibi ricchi di amido. Ho dovuto rinunciare a molti cibi che amo. Cioccolato. Biscotto. Torte. Patata. Patatine fritte. Da segnalare che a cena tutti i giorni mangiavo una tavoletta di cioccolato con nocciole e innaffiato da un barattolo da 0,33 litri di Coca-Cola. Ora mi sembra selvaggio.

Il secondo è la complessità delle diete. Non volevo contare le calorie, soprattutto perché nel 2012 non esistevano comode applicazioni per calcolare il contenuto calorico degli alimenti. Inoltre, non è stato possibile preparare un menù speciale per tutti i giorni, poiché nei giorni feriali è più conveniente mangiare in un bar dell’ufficio, e non c’era tempo per preparare un’insalata con sedano e petto bollito con erbe provenzali.

Ciò che serviva era una dieta efficace, semplice e delicata. Sono intelligente, vero? Tuttavia, ho trovato una dieta adatta alle mie esigenze: il sistema nutrizionale Minus 60. Il punto è che puoi mangiare tutto. Beh, quasi.

La vita secondo nuove regole.

La prima cosa che ho fatto è stata stampare l’elenco degli alimenti che potevo mangiare e metterlo sul frigorifero.

Tutto è possibile per la colazione. Compresi i dolci – fino a 12 giorni. Mangia cupcakes e torte. Non dirò che questa è una colazione salutare, ma aiuta a rinunciare dolcemente ai dolci. Mangi la mattina – durante il giorno non ne hai più voglia. Il corpo non è stressato dal fatto che le sue prelibatezze preferite siano state improvvisamente portate via.

Per pranzo: zuppa, carne, verdure, cereali. Limita le patate, escludi il fritto.

Spuntini di frutta e yogurt.

Per cena, ci sono 5 opzioni tra carne, verdura, frutta, latte. Ho mangiato frutta, verdura o formaggio.

Regole e restrizioni principali:

1) non mangiare dopo le 18:00;

2) niente cioccolato al latte.

Elenco dei prodotti per pranzo e cena secondo il sistema Minus 60.

Dammi una bilancia! Barriere e superamento.

Le ho chiesto di regalare alla sua amica una bilancia per il nuovo anno per tenere traccia del suo peso. 65 kg era il punto di partenza. Il peso è diminuito lentamente – circa 1,5 kg al mese. Il sistema nutrizionale Minus 60 non è uno di quelli che fanno perdere peso in 2 settimane. Ma perdono peso per sempre. Serve pazienza.

La parte più difficile è stata non mangiare dopo le 18:00. Ma solo le prime due settimane sono difficili, poi ti ci abitui e la sensazione di fame non ti tormenta affatto. Come ultima risorsa, ha mangiato un cucchiaino di miele, ha bevuto il tè.

Sorprendentemente, non mi sentivo attratto dal cioccolato. C’erano abbastanza dolci che ho mangiato a colazione. E ora, 7 anni dopo, non mangio cioccolato. Non perché non puoi, non vuoi. Il sistema nutrizionale differisce dalle diete in quanto ricostruisce il corpo su una nuova ondata.

Prima vittoria.

Gioiva ogni 100 grammi persi. Ho visto quanto sono magre le mie gambe. E, soprattutto, guance! Ma la vittoria più importante è arrivata circa 3,5 mesi dopo, quando ho raggiunto la soglia dei 59 kg – non avevo ancora un peso del genere. Il peso minimo in età adulta è di 60 kg.

Si è aperto un secondo vento. Ho smesso di considerare la dieta come una restrizione: l’ho presa per uno stile di vita.

La vita è passata alla 42a taglia.

Di conseguenza, ho perso 10 kg in sei mesi. Il peso è diventato 55, la taglia dei vestiti dal 48 è scesa al 42. È semplicemente un’incredibile emozione cambiare guardaroba, perché le cose vecchie sono fantastiche.

Cos’è cambiato oltre al corpo? Sono diventata più sicura di me stessa, ero orgogliosa dei miei successi, ho iniziato a sorridere più spesso, avevo più energia, ricevevo complimenti. Amici e colleghi hanno commentato quanto ho perso peso. Gli uomini si sono incontrati per strada.

La mia vita era diversa e mi sono divertito molto. Nel tempo ho aggiunto esercizi fisici: ginnastica tibetana al mattino, squat. Ho incluso l’acqua nella dieta: bevo 1,5-2 litri al giorno.

Sono passati 7 anni da allora. Seguo ancora il principio di una corretta alimentazione. Tra una mela e una caramella, scelgo la prima.

Puoi farlo anche tu!

Tre semplici suggerimenti per aiutarti a perdere peso:

  1. Comprendi perché stai perdendo peso. Stabilire un obiettivo. Nel mio caso, c’erano le guance.
  2. Scegli una dieta adatta alla tua dieta e al tuo temperamento. Se necessario, consultare un nutrizionista. Idealmente, una dieta dovrebbe diventare uno stile di vita per te, in modo che in seguito quei chili in più non tornino al loro posto.
  3. Sii paziente e celebra le tue vittorie. Non una torta
    Mangiare di tutto e non ingrassare è possibile Come ho cambiato il mio stile di vita e ho perso 10 kgultima modifica: 2023-09-28T15:39:01+02:00da eldonis032

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.