Il rapporto ideale tra vita, fianchi e salute

Negli ultimi decenni, la vita media si è notevolmente “diffusa”. Il rapporto vita-fianchi di maggior successo per le donne è considerato pari o inferiore a 0,7. Tuttavia, nel mondo moderno, questo indicatore si è avvicinato a 0,8. È importante capire che una vita più ampia raddoppia il rischio di morte prematura per qualsiasi causa. Ogni 5 cm in più in vita aumenta il rischio di morte prematura del 13% nelle donne e del 17% negli uomini. Dr. Andrey Beloveshkin sugli indicatori che possono essere misurati in modo indipendente.

Ci servono solo un metro a nastro e un telefono (calcolatrice). Sì, ti ricordo ancora una volta che non è l’eccesso di peso in sé che è dannoso, ma il grasso interno (addominale, viscerale) è dannoso. A rischio sono alcune persone con un rapporto altezza-peso perfettamente normale, ma con una vita ampia.
Studi sui gemelli hanno dimostrato che nel 22-50% dei casi il rapporto vita-fianchi può essere spiegato da fattori genetici.

Tra gli altri fattori, l’alimentazione e lo stile di vita occupano il primo posto.

1. Circonferenza vita (centimetri).

La normale circonferenza della vita per le donne è di 80 centimetri (questo è il limite massimo che non deve essere superato), le donne con una circonferenza inferiore possono solo rallegrarsi, perché hanno un peso normale quando la circonferenza varia da 80 a 88 centimetri – questo è un leggero aumento di peso, oltre 88 – obesità.

In generale, le donne con una vita sottile sono più attraenti per il sesso opposto. Una donna dalla forma perfetta dovrebbe avere un rapporto vita-fianchi di circa 0,7 (più precisamente, da 0,60 a 0,72).

Per gli uomini, i parametri normali sono fino a 94 centimetri, da 94 a 102 – aumento di peso e più di 102 – una minaccia, cioè l’obesità. Queste persone hanno un rischio maggiore di morire di malattie cardiache e cancro.

Le statistiche vengono fornite: gli uomini con una circonferenza della vita di almeno 100 cm hanno un tasso di mortalità superiore del 50% rispetto a quelli con una vita inferiore a 89 cm. l’esempio di un uomo con un’altezza di 178 cm Se una persona del genere ha una circonferenza della vita di 107 cm, la sua vita può ridursi di 1 anno e 7 mesi. Anche con un peso normale, una vita ampia influisce sull’aspettativa di vita.

2. WHtR (rapporto vita-altezza).

Rapporto vita/altezza. La norma per questo indice è inferiore a 0,5 per uomini e donne, ad es. la circonferenza della vita non deve superare la metà dell’altezza di una persona.

3. Indice circonferenza vita-fianchi. WHR (rapporto vita-fianchi).

Rapporto vita-fianchi. La circonferenza della vita è misurata a livello dell’ombelico. La circonferenza del bacino è misurata nel punto più largo. Normalmente questo indice è inferiore a 0,85 per le donne e inferiore a 1,0 per gli uomini. Se una persona ha obesità viscerale-addominale, i valori del rapporto OT/OB sono superiori a 0,85 nelle donne e superiori a 1,0 negli uomini (Stern et al., 1995). La circonferenza dei fianchi è misurata sotto i grandi tubercoli femorali.

Secondo il protocollo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la circonferenza della vita deve essere misurata a metà strada tra il bordo inferiore della costola inferiore e l’apice della cresta iliaca (superiore pelvico osso, visibile in noi sul lato). Per questo viene utilizzato un nastro di misurazione. Una volta stretto, dovrebbe creare una pressione equivalente a 100 grammi. La circonferenza dei fianchi va misurata intorno alla parte più larga dei glutei, con lo stesso metro parallelo al pavimento.

Il National Institutes of Health e il National Health and Nutrition Screening Program degli Stati Uniti utilizzano i risultati ottenuti misurando nella parte superiore della cresta iliaca, essenzialmente il luogo in cui di solito abbiamo è la cintura dei pantaloni standard.

Spesso i non addetti ai lavori misurano il girovita a livello dell’ombelico, ma studi hanno dimostrato che con questo metodo spesso è possibile ridurne la circonferenza effettiva.

Quando si misurano entrambe le circonferenze, la persona dovrebbe unire i piedi, le braccia divaricate, il peso corporeo distribuito uniformemente, non dovrebbero esserci vestiti in eccesso. La respirazione dovrebbe essere normale calma e le misurazioni vengono registrate alla fine dell’espirazione. Ogni misurazione viene ripetuta due volte e se c’è una differenza di un centimetro tra di loro, viene presa la media dei risultati.

In pratica, per non approfondire tutte queste sottigliezze, la vita con una figura snella viene misurata più correttamente semplicemente nella regione della sua circonferenza più piccola, come regola, leggermente sopra l’ombelico. Nel caso in cui la vita sia convessa anziché concava, come durante la gravidanza o in sovrappeso, la posizione della circonferenza più piccola è spesso più difficile da determinare. In tali casi, per determinare il grado di obesità, viene effettuata una misurazione di un paio di centimetri sopra l’ombelico. La circonferenza dell’anca può essere misurata semplicemente visivamente nella parte più ampia dei glutei.

Alcuni aspetti della vita e della salute

1. Carattere.

Le donne con la vita più ampia tendono ad essere “mascoline”. L’obesità viscerale è associata ad un aumento del testosterone. E per gli uomini, è il contrario. Secondo Cashdan, nei paesi in cui le donne occupano una posizione subordinata in termini economici (Giappone, Portogallo, Grecia), la vita sottile è più comune tra i residenti locali. Nei paesi con una marcata parità di genere (Danimarca, Gran Bretagna), la situazione è esattamente l’opposto.

2. Salute riproduttiva.

Le donne con la vita sottile tendono ad essere più sane. Inoltre, hanno meno probabilità di soffrire di infertilità e malattie croniche del sistema riproduttivo. Pertanto, un WHR basso indica buona salute e fertilità. Uno studio recente ha dimostrato che l’inseminazione artificiale ha più successo nelle donne il cui WHR è 0,70-0,79 rispetto alle donne con un WHR superiore a 0,80. Le donne senza girovita hanno maggiori probabilità di avere problemi a concepire.

Gli studi hanno dimostrato che se il corpo femminile secerne troppo poco estrogeno, il famigerato coefficiente (0,7) di solito supera la norma. E se confrontiamo una donna, il cui coefficiente è 0,9, con una donna, il cui coefficiente è 0,8, la prima ha un terzo in meno di possibilità di rimanere incinta. A proposito, in quelle aree del pianeta in cui le idee sulla bellezza differiscono dallo standard euro-americano, anche il rapporto tra vita e fianchi si avvicina al coefficiente sopra menzionato. Quindi, in un certo numero di paesi africani, gli uomini preferiscono le donne grassottelle con fianchi larghi, rispettivamente, con dimensioni di 100 e 135 centimetri. E ora – 100: 135 = 0,74 Tollerante! La cosa principale è che la vita è notevolmente più stretta dei fianchi.

3. Capacità mentali superiori.

La ricerca ha anche dimostrato che le donne con un ampio divario tra vita e fianchi sono particolarmente intelligenti. Di conseguenza, maggiore è la differenza tra i fianchi e la vita di una donna, migliori saranno le sue prestazioni cognitive.

Nel loro studio, i ricercatori hanno studiato le capacità di 16.000 ragazze e donne adulte e hanno concluso che le donne più formose hanno ottenuto risultati migliori nei test di intelligenza. La ragione sta negli acidi grassi che si accumulano nelle cosce. È in questa parte del corpo che si osserva la più alta concentrazione di acidi Omega-3, che migliorano le capacità mentali di una donna durante la gravidanza e del suo bambino non ancora nato.

4. Salute cardiovascolare.

Il girovita è una prova abbastanza affidabile di una maggiore possibilità di ipertensione, diabete e colesterolo alto. Gli studi hanno confermato che i rischi per la salute iniziano a salire se la vita di una donna raggiunge gli 80 centimetri; a 89 centimetri, si alza in modo significativo. Per gli uomini, il rischio aumenta da 94 centimetri. Poi parleremo della regolazione in altezza, perché si tratta di numeri relativi, e non sono adatti a persone troppo alte o troppo basse, ai bambini, e anche a rappresentanti di determinate etnie. Ad esempio, nei giapponesi, il rischio aumenta notevolmente se il girovita per gli uomini raggiunge gli 85 centimetri e per le donne i 90 centimetri. Il rischio di ictus è sette volte superiore.

5. Cancro

Uno studio pubblicato negli Archives of Internal Medicine ha rilevato che aumenta anche le possibilità di morire di cancro, insufficienza respiratoria e altre cause. Dopotutto, una vita ampia indica una quantità eccessiva di grasso attorno agli organi addominali. E questo è solitamente associato a infiammazione, colesterolo alto, rischio di diabete e altri problemi.

Misurando la vita con un metro a nastro, puoi vedere se sei a rischio. La norma è di 90 cm per gli uomini e 75 cm per le donne. Per quanto riguarda le persone in sovrappeso, la conclusione degli scienziati americani è la seguente: 30 cm in più negli uomini e 32 cm nelle donne raddoppiano il rischio di morte. Per quanto riguarda le donne con peso normale, i risultati degli studi sono del tutto sbalorditivi. Ogni 10 cm in più in vita aumenta la probabilità di contrarre una malattia mortale di circa il 25%.

6. Cancro negli organi ormone-dipendenti (mammella e prostata).

L’accumulo permanente di grasso corporeo intorno alla vita è direttamente collegato a un aumento del rischio di cancro al seno dopo la menopausa, hanno scoperto ricercatori britannici. L’analisi statistica ha mostrato che l’intensità della crescita della taglia della gonna tra i 25 e i 55 anni è un chiaro indicatore del rischio di sviluppare la malattia in età avanzata: un aumento della circonferenza della vita ogni dieci anni di una taglia aumenta questa probabilità del 33% e di due dimensioni: del 77%.

Gli studi dimostrano che le donne che mantengono il loro WHR nell’intervallo 0,7 hanno livelli ottimali di estrogeni e sono meno suscettibili al diabete, alle malattie cardiovascolari e al cancro genitale. Gli uomini con un WHR di circa 0,9 hanno una buona potenza. Questi uomini hanno un basso rischio di sviluppare il cancro alla prostata.

7. La gravità dell’aterosclerosi (anche latente).

Il rapporto vita-fianchi può essere un migliore predittore di aterosclerosi subclinica nelle donne in postmenopausa rispetto all’indice di massa corporea (BMI) o alla circonferenza della vita, un nuovo studio suggerisce che la ricerca è arrivata scienziati coreani. I risultati del lavoro sono presentati online sulla rivista Maturitas. L’autore dello studio, il dottor Hyun Jung Lee, ha osservato che non era nemmeno possibile identificare una tendenza verso una relazione statisticamente significativa tra il BMI dei partecipanti e la probabilità che avessero aterosclerosi subclinica. Il più rivelatore era il rapporto tra la circonferenza della vita e dei fianchi. I risultati ottenuti nel corso di questo lavoro suggeriscono che il rapporto vita-fianchi è un indicatore antropometrico più affidabile per determinare la presenza di aterosclerosi subclinica nel periodo postmenopausale.

Fonte

 

Ti piacciono i nostri testi? Seguici sui social network per tenerti aggiornato su tutte le ultime e le più interessanti!

Instagram Facebook VK
Telegramma

Il rapporto ideale tra vita, fianchi e saluteultima modifica: 2023-12-07T17:35:44+01:00da eldonis032

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.