COVID-19: il vaccino AstraZeneca associato a rari casi di trombosi anche ad esito fatale

Vaccino AstraZeneca

ASTRAZENECA, EMA: “ C’È LEGAME VACCINO-TROMBOSI RARE. POSSIBILE EFFETTO COLLATERALE A RISPOSTA IMMUNITARIA. BENEFICI SUPERANO RISCHI, NESSUNA RESTRIZIONE ALL’USO ”

I “coaguli uniti a bassi livelli di piastrine” sono un effetto collaterale “molto raro” di Vaxzevria ( Vaccino COVID AstraZeneca ). Questa la conclusione dell’EMA ( European Medicine Agency ). Non è dimostrato nesso con l’età. I Paesi dovranno decidere in base alla situazione pandemica

Stando agli ultimi dati ( relativi al 22 marzo ), in tutta l’Unione Europea sono stati registrati 62 episodi di trombosi del seno venoso cerebrale e 24 di trombosi venosa dell’addome, di cui 18 mortali.

La maggior parte dei casi segnalati si è verificata in donne di età inferiore a 60 anni entro 2 settimane dalla vaccinazione.

Sulla base delle evidenze attualmente disponibili, non si possono confermare specifici fattori di rischio come età, genere o precedenti storie cliniche di disturbi della coagulazione.

L’ipotesi – già avanzata da Esperti tedeschi – è che all’origine di tutto ci sia una RISPOSTA IMMUNITARIA AL VACCINO che porta a una condizione simile a quella osservata a volte nei pazienti trattati con eparina, definita trombocitopenia indotta dall’eparina.

In attesa di nuove informazioni, l’EMA ha deciso di aggiornare la scheda tecnica del vaccino e di diffondere AVVISI alle autorità sanitarie.

Riconoscendo i “segni precoci dei coaguli di sangue e delle piastrine basse e trattandoli precocemente, gli operatori sanitari possono aiutare le persone colpite da questi eventi nel loro recupero ed evitare complicazioni “.

Tra i segni di allarme l’EMA elenca: fiato corto, dolore al petto, gonfiore delle gambe, persistente dolore addominale, mal di testa e vista offuscata.

LINK: Il Fatto Quotidiano 

 

COVID-19: il vaccino AstraZeneca associato a rari casi di trombosi anche ad esito fataleultima modifica: 2021-04-07T17:23:54+02:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.