Risultati preliminari della sicurezza del vaccino a mRNA per COVID-19 nelle persone in gravidanza

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Molte persone incinte negli Stati Uniti stanno ricevendo vaccini per la malattia da coronavirus 2019 ( COVID-19 ) con RNA messaggero ( mRNA ), ma i dati sulla sicurezza in gravidanza sono limitati.

Dal 14 dicembre 2020 al 28 febbraio 2021, sono stati utilizzati i dati del sistema di sorveglianza v-safe dopo la vaccinazione, il registro delle gravidanze v-safe e il Vaccine Adverse Event Reporting System ( VAERS ) per caratterizzare l’iniziale sicurezza dei vaccini a mRNA per COVID-19 nelle persone in gravidanza.

In totale 35.691 partecipanti a v-safe di età compresa tra 16 e 54 anni sono state identificate come incinte.
Il dolore al sito di iniezione è stato riportato più frequentemente tra le persone in gravidanza rispetto alle donne non-gravide, mentre cefalea, mialgia, brividi e febbre sono stati riportati meno frequentemente.

Tra le 3.958 partecipanti arruolate nel registro delle gravidanze v-safe, 827 hanno avuto una gravidanza completata, di cui 115 ( 13.9% ) hanno avuto un aborto e 712 ( 86.1% ) hanno avuto un parto vivo ( per lo più tra le partecipanti con vaccinazione nel terzo trimestre ).

Gli esiti avversi neonatali hanno incluso la nascita pretermine ( 9.4% ) e le dimensioni piccole per l’età gestazionale ( 3.2% ); non sono stati segnalati decessi neonatali.

Pur non essendo direttamente confrontabili, le proporzioni calcolate di gravidanze avverse e di esiti neonatali nelle persone vaccinate contro COVID-19 che hanno avuto una gravidanza completata erano simili alle incidenze riportate negli studi su donne in gravidanza condotti prima della pandemia di COVID-19.

Tra i 221 eventi avversi correlati alla gravidanza segnalati al VAERS, l’evento più frequentemente riportato è stato l’aborto spontaneo ( 46 casi ).

I risultati preliminari non hanno mostrato evidenti segnali di sicurezza tra le persone in gravidanza che hanno ricevuto vaccini a mRNA per COVID-19.
Tuttavia, è necessario un follow-up più longitudinale, compreso il follow-up di un gran numero di donne vaccinate in precedenza durante la gravidanza, per informare gli esiti materni, della gravidanza e del bambino. ( Xagena2021 )

Shimabukuro TT et al, N Engl J Med 2021; 384: 2273-2282

Vac2021 Gyne2021 Inf2021 Farma2021

Xagena Newsletter

 

Risultati preliminari della sicurezza del vaccino a mRNA per COVID-19 nelle persone in gravidanzaultima modifica: 2021-08-21T07:11:54+02:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.