Aggiornamento sull’Infarto miocardico by Xagena

InfartoMIocardico.net

N-Acetilcisteina precoce con terapia a base di nitrati nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo primario per infarto STEMI riduce le dimensioni dell’infarto miocardico

La gestione dell’infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) coinvolge l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) primario, con studi in corso incentrati sulla riduzione del …


 

Effetto della breve durata procedurale con Bivalirudina sul rischio aumentato di trombosi acuta dello stent nei pazienti con infarto STEMI

La Bivalirudina ( Angiox ) è stata associata a emorragia e mortalità ridotte durante l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) primario per infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( S …


 

Mortalità a un anno per la Bivalirudina versus Eparina più trattamento opzionale con inibitori della glicoproteina IIb/IIIa iniziato in ambulanza per infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST

C’è incertezza riguardo ai potenziali benefici di sopravvivenza della Bivalirudina rispetto all’Eparina con l’uso di routine o facoltativo di inibitori della glicoproteina IIb/IIIa ( GPI ) nei pazient …


 

Efficacia comparativa e sicurezza della terapia di riperfusione con agenti fibrinolitici nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST

La terapia fibrinolitica offre un’alternativa alla riperfusione meccanica per infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) in ambiti in cui le risorse sanitarie sono scarse. Una …


 

Terapia medica per la prevenzione secondaria ed esito a lungo termine nei pazienti con infarto miocardico con malattia coronarica non-ostruttiva

L’infarto miocardico con arterie coronariche non-ostruite ( MINOCA ) si verifica nel 5-10% di tutti i pazienti con infarto del miocardio. Gli studi clinici del trattamento per la prevenzione secondar …


 

Consistente riduzione di infarto miocardico periprocedurale con Cangrelor

Cangrelor ( Kengrexal ) è un inibitore P2Y12, somministrato per via endovenosa, approvato per ridurre gli eventi ischemici periprocedurali in pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( P …


 

Efficacia e sicurezza di Ticagrelor per la prevenzione secondaria a lungo termine degli eventi aterotrombotici in relazione alla funzione renale

È stata valutata la relazione tra funzione renale e rischio ischemico e di sanguinamento, così come l’efficacia e la sicurezza di Ticagrelor ( Brilique ) nei pazienti stabili con precedente infarto de …


 

Doppia terapia antiaggregante a lungo termine per la prevenzione secondaria degli eventi cardiovascolari nei pazienti con pregresso infarto del miocardio

Studi recenti hanno esaminato l’effetto di una prolungata duplice terapia antiaggregante ( DAPT ) in una varietà di popolazioni di pazienti, con risultati eterogenei relativamente a vantaggi e sicurez …


 

Infarto miocardico: inibizione piastrinica con Ticagrelor 60 mg versus 90 mg due volte al giorno

Lo studio PEGASUS-TIMI 54 ha studiato 2 dosi di Ticagrelor, 90 mg due volte al giorno ( bid ) e 60 mg bid , per la prevenzione a lungo termine di eventi ischemici in pazienti con precedente infarto mi …


 

Sicurezza, tollerabilità ed efficacia di MTP-131 intravenoso sul danno da riperfusione nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo

Tra i pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST ( STEMI ), il danno da riperfusione contribuisce a un ulteriore danno miocardico. MTP-131 ( Elamipretide ) è un peptide c …


 

La Morfina ritarda e attenua esposizione e azione di Ticagrelor nei pazienti con infarto miocardico

I dati attualmente disponibili indicano una interazione farmacologica tra la Morfina e gli inibitori del recettore P2Y12 per via orale, quando somministrati insieme. Lo studio IMPRESSION ha valuta …


 

Ciclosporina A prima della procedura PCI non esercita benefici nell’infarto miocardico riperfuso

Non è chiaro se la Ciclosporina A ( CsA ) abbia effetti benefici nell’infarto del miocardio riperfuso. Uno studio, CYCLE, randomizzato multicentrico di fase II ha valutato se la Ciclosporina A possa …


 

Trattamento anti-infiammatorio con Colchicina nell’infarto miocardico acuto

I processi infiammatori sono stati identificati come mediatori chiave degli effetti deleteri di ischemia / riperfusione nell’infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST ( infarto STEMI ) …


 

Liraglutide migliora la frazione d’eiezione del ventricolo sinistro nei pazienti con infarto STEMI sottoposti a procedura PCI

Diversi studi avevano dimostrato che Exenatide protegge nei confronti del danno ischemico da riperfusione e migliora la funzione cardiaca nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento ST …


 

Ciclosporina prima della procedura PCI nei pazienti con infarto miocardico acuto

Prove sperimentali e cliniche indicano che la Ciclosporina può attenuare il danno da riperfusione e ridurre la dimensione dell’infarto del miocardio. Si è verificato se la Ciclosporina possa miglior …

Aggiornamento sull’Infarto miocardico by Xagenaultima modifica: 2021-09-26T13:22:02+02:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.