Il feocromocitoma non-riconosciuto e non-trattato è associato a un rischio sostanzialmente più elevato di complicanze materne o fetali

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Feocromocitoma nelle donne in gravidanza: esiti materni e fetali 

Il feocromocitoma o paraganglioma ( noto collettivamente come PPGL ) nelle donne in gravidanza può portare a gravi complicazioni e morte a causa dell’eccesso di catecolamine associato.
Sono stati identificati i fattori associati agli esiti materni e fetali nelle donne con PPGL durante la gravidanza.
È stato condotto uno studio multicentrico e retrospettivo su pazienti con PPGL e gravidanza tra il 1980 e il 2019 nel Registro IPPR ( International Pheochromocytoma and Pregnancy Registry ), ed è stata eseguita una revisione sistematica degli studi pubblicati tra il 2005 e il 2019 su almeno 5 casi.
I criteri di inclusione erano la gravidanza dopo il 1980 e PPGL prima o durante la gravidanza o entro 12 mesi dopo il parto……….

CONTINUA SU ENDOCRINOLOGIA.NET

https://www.endocrinologia.net/articolo/feocromocitoma-in-gravidanza-esiti-materni-e-fetali

 

endocrinologianet

Endocrinologia News

https://www.endocrinologia.net
Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie endocrine. Focus su Malattie tiroidee.

Aggiornamento in Medicina

Newsletter Xagena · Risultati ricerca per “Vitamina-D” · La …

Farmaci

Due ampi studi randomizzati su pazienti con tumore tiroideo ben …

Tumori neuroendocrini

I tumori neuroendocrini del pancreas ( pNET ) sono …

Ipertiroidismo

La malattia di Graves viene abitualmente trattata con …

Iperprolattinemia

Esistono timori sul fatto che l’uso a lungo termine di farmaci …

Focus

Una bassa dose di Iodio radioattivo dopo l’intervento …

Trattamento dell’orbitopatia di Graves: Teprotumumab

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Teprotumumab per i pazienti con malattia oculare tiroidea attiva

La malattia oculare tiroidea manifesta infiammazione e proptosi e diplopia resistenti al trattamento.
Teprotumumab ( Tepezza ), un anticorpo monoclonale che inibisce il recettore del fattore di crescita 1 insulino-simile ( IGF-1R ), è stato approvato negli Stati Uniti il 21 gennaio 2020, sulla base di due studi randomizzati.
In una analisi è stata valutata la risposta aggregata a breve e lungo termine a Teprotumumab dai due studi, concentrandosi su proptosi e diplopia.
Sono stati analizzati gli esiti integrati e i dati di follow-up di due studi randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo, multicentrici, condotti in 28 centri specializzati di riferimento accademici per la malattia oculare tiroidea o cliniche orbitali, o entrambi, in Europa e negli Stati Uniti.
I partecipanti erano pazienti adulti con diagnosi di malattia di Graves e malattia oculare attiva della tiroide da moderata a grave ( punteggio di attività clinica CAS maggiore o uguale a 4 ).
I pazienti hanno ricevuto 8 infusioni endovenose di Teprotumumab ( 10 mg/kg di peso corporeo per la prima infusione, 20 mg/kg per le infusioni successive ) oppure placebo ogni 3 settimane.
La visita finale dello studio è stata alla settimana 24, 3 settimane dopo l’infusione finale.
Nella analisi, l’esito primario prespecificato era la differenza tra i gruppi dal basale alla settimana 24 nella proporzione di pazienti con una risposta della proptosi ( riduzione di 2 mm o più nell’occhio dello studio senza deterioramento simile nell’altro occhio alla settimana 24 ) stratificando per assenza di uso di tabacco e uso attuale.
Gli endpoint secondari alla settimana 24 erano la percentuale di pazienti con diplopia migliorata ( grado Bahn-Gorman 1 o superiore ) ……
CONTINUA SU ENDOCRINOLOGIA.NET: 
https://www.endocrinologia.net/articolo/teprotumumab-riduce-la-proptosi-e-la-diplopia-nellorbitopatia-di-graves
endocrinologianet

Endocrinologia News

https://www.endocrinologia.net
Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie endocrine. Focus su Malattie tiroidee.

Aggiornamento in Medicina

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Ipertiroidismo

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Farmaci

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Focus

Una bassa dose di Iodio radioattivo dopo l’intervento …

Tumori neuroendocrini

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Iperprolattinemia

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Endocrinologia – Feocromocitoma & Gravidanza

Il feocromocitoma o paraganglioma ( noto collettivamente come PPGL ) nelle donne in gravidanza può portare a gravi complicazioni e morte a causa dell’eccesso di catecolamine associato – Sono stati identificati i fattori associati agli esiti materni e fetali nelle donne con PPGL durante la gravidanza

È stato condotto uno studio multicentrico e retrospettivo su pazienti con PPGL e gravidanza tra il 1980 e il 2019 nel Registro IPPR ( International Pheochromocytoma and Pregnancy Registry ), ed è stata eseguita una revisione sistematica degli studi pubblicati tra il 2005 e il 2019 su almeno 5 casi.

I criteri di inclusione erano la gravidanza dopo il 1980 e PPGL prima o durante la gravidanza o entro 12 mesi dopo il parto.

Gli esiti di interesse erano la morte materna o fetale e gravi complicanze cardiovascolari materne dovute all’eccesso di catecolamine.
Le potenziali variabili associate a questi esiti sono state valutate mediante regressione logistica.

La revisione sistematica ha identificato 7 studi ( riferiti a 63 gravidanze in 55 pazienti ) che soddisfacevano i criteri di ammissibilità ed erano di qualità adeguata.
Ulteriori 197 gravidanze in 186 pazienti sono state identificate nell’International Pheochromocytoma and Pregnancy Registry.

Dopo aver escluso 11 gravidanze a causa di una potenziale sovrapposizione, la coorte finale ha incluso 249 gravidanze riguardanti 232 pazienti con PPGL.

 

CONTINUA: https://www.endocrinologia.net/articolo/esiti-materni-e-fetali-nel-feocromocitoma-e-nella-gravidanza

 

endocrinologianet

Endocrinologia News

https://www.endocrinologia.net
Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie endocrine. Focus su Malattie tiroidee.

Aggiornamento in Medicina

La supplementazione di Vitamina-D non previene la progressione …

Iperprolattinemia

Anomalie valvolari cardiache in pazienti con iperprolattinemia …

Tumori neuroendocrini

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Ipertiroidismo

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Farmaci

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

Ipotiroidismo

Endocrinologia, le Novità in Endocrinologia. Endocrinologia …

 

Aggiornamenti su Metabolismo by Xagena

Metabolismo.net

Sicurezza ed efficacia di LY3015014, un anticorpo monoclonale anti-PCSK9, nella ipercolesterolemia primaria

Uno studio ha valutato efficacia, sicurezza e tollerabilità di LY3015014, un anticorpo neutralizzante la proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9 ( PCSK9 ), somministrato ogni 4 o 8 settima …


 

I pazienti con colesterolo LDL compreso tra 70 e 100 mg/dL e che assumono statine presentano un ridotto rischio di eventi avversi cardiaci maggiori

L’ESC ( European Society of Cardiology ) raccomanda che il trattamento con statine a lungo termine nei pazienti con malattia coronarica deve avere come obiettivo livelli di colesterolo LDL inferiori a …


 

Inibizione antisenso della apolipoproteina C-III nei pazienti con ipertrigliceridemia

L’apolipoproteina C-III ( APOC3 ) è un regolatore chiave dei livelli dei trigliceridi plasmatici. Livelli di trigliceridi elevati sono associati al rischio di eventi cardiovascolari avversi e pancreat …


 

Anticorpi monoclonali con bersaglio PCSK9: l’effetto ipocolesterolemizzante di Alirocumab rimane costante nel lungo periodo

Sono stati presentati, durante il Meeting dell’American College of Cardiology ( ACC ) i dati a 18 mesi ( 78 settimane ) di uno studio di fase III condotto con Alirocumab ( Praluent ), che ha arruolato …


 

Inibizione di PCSK9 con Evolocumab nella ipercolesterolemia familiare eterozigote: studio RUTHERFORD-2

L’ipercolesterolemia familiare eterozigote è caratterizzata da basso assorbimento cellulare di colesterolo LDL, aumentate concentrazioni plasmatiche di colesterolo LDL, e malattie cardiovascolari prem …


 

Studio RUTHERFORD-2: risultati positivi con Evolocumab nei pazienti con ipercolesterolemia familiare eterozigote

Amgen ha annunciato che lo studio di fase 3 RUTHERFORD-2 ( RedUction of LDL-C with PCSK9 InhibiTion in HEteRozygous Familial HyperchOlesteRolemia Disorder Study-2 ), che sta valutando Evolocumab in c …


 

Effetto della supplementazione con Vitamina-D sulla densità minerale ossea

I risultati di recenti meta-analisi sulla supplementazione con Vitamina-D senza co-somministrazione di Calcio non hanno mostrato una prevenzione delle fratture, probabilmente a causa della insufficien …


 

Fenilalanina ammoniaca liasi ricombinante monodose per via sottocutanea, coniugata con glicole polietilenico in pazienti adulti affetti da fenilchetonuria

La fenilchetonuria è una malattia ereditaria causata da una alterata attività della fenilalanina idrossilasi, l’enzima che converte la fenilalanina in tirosina, con conseguente accumulo di fenilalanin …


 

Valutazione degli effetti anti-osteoporotici di Metformina e Sitagliptin in donne con diabete in postmenopausa

L’osteoporosi è la più importante malattia metabolica dell’osso in pazienti con diabete mellito. Diversi studi hanno documentato che la Metformina ( Glucophage ) è osteogenica in vitro. Per contro, …


 

Alipogene tiparvovec per il trattamento della carenza di lipoproteina lipasi

Alipogene tiparvovec è la prima terapia genica mediata da virus adeno-associato ( AAV ) ad essere approvata per il trattamento di una malattia metabolica. Il deficit di lipoproteina lipasi ( LPLD ) è …


 

La supplementazione di Vitamina-D non ha alcun effetto sugli esiti cardiovascolari, tumorali o scheletrici

Uno studio ha mostrato che la supplementazione di Vitamina-D non sembra impedire l’infarto miocardico, l’ictus, l’insorgenza di tumori e le fratture ossee, e difficilmente studi futuri potranno modifi …


 

Lorcaserina per la gestione del peso corporeo

Il diabete mellito di tipo 2 e l’obesità comunemente si presentano assieme. L’obesità contribuisce alla resistenza all’insulina, una delle principali cause del diabete mellito di tipo 2. La modesta pe …


 

Lorcaserina, gestione cronica del peso corporeo nelle persone obese o in sovrappeso

La Lorcaserina per os ( Belviq ), un agonista selettivo del recettore 5-HT2C, trova indicazione negli Stati Uniti, in aggiunta alla dieta e all’esercizio fisico, nella gestione cronica del peso di adu …


 

Effetto della supplementazione con Testosterone con e senza un doppio inibitore della 5-alfa-reduttasi sulla massa magra in uomini con produzione di Testosterone soppressa

Gli inibitori dello steroide 5alfa-reduttasi sono utilizzati per trattare l’iperplasia prostatica benigna e l’alopecia androgenica, ma il ruolo del 5-alfa-diidrotestosterone ( DHT ) nel mediare gli ef …


 

Effetto della supplementazione con Vitamina-D sulla densità ossea in bambini sani

E’ stata condotta una revisione sistematica della letteratura e una meta-analisi per determinare l’efficacia della supplementazione con Vitamina-D nel migliorare la densità minerale ossea nei bambini …

Metabolismo:novità ed aggiornamenti da Xagena.it

Endocrinologia & Metabolismo Newsletter by Xagena

endocrinologianet

ALERT Endocrinologia & Metabolismo !

Top News / Donne & Osteoporosi
 –

Osteoporosi: le donne sottoposte a terapia con bifosfonati sono ancora a rischio di fratture

Uno studio ha mostrato che le donne che vengono trattate con bifosfonati per almeno 2 anni rimangono a rischio di fratture. Il 7% è andata incontro a fratture osteoporotiche e il 35% a fratture in ge …

 

Tiroidologia

Disfunzione tiroidea subclinica e rischio di frattura

Le associazioni tra disfunzione tiroidea subclinica e le fratture non sono chiare e gli studi clinici sono carenti. È stata valutata l’associazione tra disfunzione tiroidea subclinica con fratture d …

Storia naturale dei noduli tiroidei benigni

Il rilevamento dei noduli tiroidei asintomatici è aumentato. Il consenso è carente per quanto riguarda il follow-up ottimale delle lesioni benigne citologicamente provate e di noduli ecograficamente n …

 

Metabolismo.net

 

Obesiologia

L’uso frequente degli antibiotici è causa di aumento di peso corporeo nei bambini

Uno studio ha mostrato che i bambini che assumono con maggiore frequenza gli antibiotici vanno incontro a un aumento significativo di peso corporeo, rispetto ai propri coetanei che non assumono questi …

Focus On: Diabete mellito

La supplementazione di Vitamina-D non previene la progressione a diabete mellito di tipo 2

Nei pazienti senza carenza di vitamina D, la supplementazione a base di Vitamina-D non sembra prevenire la progressione da prediabete a diabete mellito di tipo 2. Sono stati valutati i dati dello s …

Lo stress emotivo aumenta il rischio di diabete mellito negli uomini

Uno studio effettuato su soldati israeliani ha mostrato che lo stress emotivo può favorire lo sviluppo di diabete mellito. Dall’analisi del campione è emerso che lo stress emotivo ha aumentato il ris …

Gli elevati livelli di ferro materni associati a rischio di diabete gestazionale

Uno studio ha mostrato che le donne in gravidanza con elevati livelli di ferritina sierica sono ad aumentato rischio di sviluppare il diabete gestazionale. Su 3.776 donne australiane sono stati ana …

FarmaExplorer

Pazienti con iperparatiroidismo secondario in dialisi: la terapia con Paracalcitolo riduce i marcatori del turnover osseo e iPTH e aumenta FGF-23 rispetto a Cinacalcet

Nello studio di fase 4 IMPACT-SHPT è stata confrontata l’efficacia e la sicurezza della terapia a base di Paracalcitolo ( Zemplar ) con quella basata su Cinacalcet ( Mimpara ) per il trattamento dell’iperparatiroidismo secondario ( SHPT ) … Leggi

Cinacalcet riduce la calcemia nei pazienti con iperparatiroidismo primario intrattabile

I pazienti con iperparatiroidismo primario dopo paratiroidectomia o con controindicazioni alla paratiroidectomia spesso richiedono un trattamento cronico per ipercalcemia.Uno studio per valutare l’abilità del calciomimetico Cinacalcet ( … Leggi

Modesta efficacia degli antiandrogeni nel trattamento dell’irsutismo femminile

E’ stata compiuta una revisione di studi con l’obiettivo di verificare l’efficacia degli antiandrogeni nell’irsutismo nelle donne.Dei 348 studi clinci candidati, 12 erano eleggibili per la meta-analisi.La qualità … Legg

ARTICOLI RECENTI