Oncologia Medica:aggiornamenti e notizie da Xagena.it

Oncologia Medica:novità e notizie da Xagena.it

Oncologia medica:gli aggiornamenti più recenti e le novità da Xagena.it

Oncologia: Aggiornamenti e Novità oncologiche da Xagena

Oncologia medica:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Citoriduzione chirurgica secondaria per tumore ovarico ricorrente

La citoriduzione chirurgica secondaria nelle donne con tumore delle tube di Falloppio ( ovarico ), peritoneale primario, dell’epitelio ovarico ricorrente, sensibile al Platino, è ampiamente praticata …


Trattamento ed esiti clinici a lungo termine dell’embolia polmonare incidentale nei pazienti con tumore

L’embolia polmonare viene diagnosticata incidentalmente fino al 5% dei pazienti con tumore in scansioni di imaging di routine. La rilevanza clinica e la terapia ottimale per l’embolia polmonare acci …

ForumOncologico


Trattamento della recidiva dei tumori a cellule germinali non-seminomatosi di stadio clinico I nel corso della sorveglianza

La sorveglianza attiva ( AS ) per i tumori testicolari delle cellule germinali non-seminomatose ( NSGCT ) è ampiamente utilizzata. Sebbene non vi sia consenso per un trattamento ottimale alla recidi …


Le mutazioni deleterie della linea germinale sono un fattore di rischio per la progressione neoplastica tra gli individui ad alto rischio sottoposti a sorveglianza pancreatica

È stato confrontato il rischio di progressione neoplastica con lo stato di mutazione germinale rispetto a una anamnesi familiare senza una mutazione germinale nota ( rischio familiare ) tra gli indiv …


Adenocarcinomi con mutazione EGFR che si trasformano in tumore polmonare a piccole cellule e altri carcinomi neuroendocrini: esiti clinici

Circa il 3-10% dei tumori del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) EGFR-mutati subiscono la trasformazione in tumore polmonare a piccole cellule ( SCLC ), ma il loro decorso clinico è scarsamente c …

OncoGeriatria


Morbilità tardiva e mortalità tra i sopravvissuti a medulloblastoma diagnosticati attraverso tre decenni: rapporto dal Childhood Cancer Survivor Study

Il trattamento del medulloblastoma si è evoluto dalla chirurgia e dalla radioterapia ai regimi multimodali contemporanei. Tuttavia, l’impatto sugli esiti a lungo termine sulla salute rimane sconosciu …


Radioterapia stereotassica ablativa rispetto alla radioterapia standard nel tumore del polmone non-a-piccole cellule di stadio 1

La radioterapia stereotassica ablativa ( SABR ) corporea è ampiamente usata per trattare il tumore polmonare non-a-piccole cellule in stadio 1 non-operabile ( NSCLC ), nonostante l’assenza di prove pr …

Oncologia medica:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Tumore del retto e risposta patologica completa dopo chemioterapia neoadiuvante e resezione: associazione tra chemioterapia adiuvante e sopravvivenza globale

La chemioterapia adiuvante nei pazienti con tumore del retto con risposta patologica completa ( pCR ) dopo chemioradioterapia neoadiuvante ( nCRT ) e resezione è raccomandata dalle linee guida di trat …


Carcinoma polmonare: gli inibitori del checkpoint immunitario possono causare malattia iperprogressiva

Uno studio retrospettivo multicentrico, condotto in Francia, ha mostrato che i pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ), avanzato, sottoposti a trattamento con inibitori PD-1 e …

Tumore Mammella


Impatto della variante EML4-ALK sui meccanismi di resistenza e sugli esiti clinici nel tumore al polmone ALK-positivo

I tumori polmonari non-a-piccole cellule ( NSCLC ) ALK-positivi, in fase avanzata, sono efficacemente trattati con inibitori della tirosin-chinasi ( TKI ) di ALK. Tuttavia, i risultati clinici …


Determinanti molecolari di risposta a blocco anti-PD-1 e anti-PD-L1 nei pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule profilato con sequenziamento di nuova generazione mirato

Il trattamento del carcinoma polmonare non-a-piccole cellule avanzato con inibitori del checkpoint immunitario è caratterizzato da risposte durature e miglioramento della sopravvivenza in un sottogrup …

Reumabase.it


Esito e fattori prognostici nel tumore di Wilms in fase III con istologia favorevole

L’approccio del National Wilms Tumor Study ( NWTS ) per il trattamento del tumore di Wilms di fase III con istologia favorevole ( FHWT ) è il regime DD4A ( Vincristina, Dactinomicina e Doxorubicina ) …


Il rischio di mortalità associato all’età del paziente è differenziato dallo stato di BRAF V600E nel carcinoma papillare della tiroide

Negli ultimi 65 anni, l’età del paziente alla diagnosi è stata ampiamente utilizzata come fattore di rischio di mortalità maggiore nella stratificazione del rischio di carcinoma papillare della tiroid …

Oncologia Medica:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Trattamento ed esiti clinici a lungo termine dell’embolia polmonare incidentale nei pazienti con tumore

L’embolia polmonare viene diagnosticata incidentalmente fino al 5% dei pazienti con tumore in scansioni di imaging di routine. La rilevanza clinica e la terapia ottimale per l’embolia polmonare acci …


Trattamento della recidiva dei tumori a cellule germinali non-seminomatosi di stadio clinico I nel corso della sorveglianza

La sorveglianza attiva ( AS ) per i tumori testicolari delle cellule germinali non-seminomatose ( NSGCT ) è ampiamente utilizzata. Sebbene non vi sia consenso per un trattamento ottimale alla recidi …

Onco News


Le mutazioni deleterie della linea germinale sono un fattore di rischio per la progressione neoplastica tra gli individui ad alto rischio sottoposti a sorveglianza pancreatica

È stato confrontato il rischio di progressione neoplastica con lo stato di mutazione germinale rispetto a una anamnesi familiare senza una mutazione germinale nota ( rischio familiare ) tra gli indiv …


Adenocarcinomi con mutazione EGFR che si trasformano in tumore polmonare a piccole cellule e altri carcinomi neuroendocrini: esiti clinici

Circa il 3-10% dei tumori del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) EGFR-mutati subiscono la trasformazione in tumore polmonare a piccole cellule ( SCLC ), ma il loro decorso clinico è scarsamente c …

ForumOncologico


Morbilità tardiva e mortalità tra i sopravvissuti a medulloblastoma diagnosticati attraverso tre decenni: rapporto dal Childhood Cancer Survivor Study

Il trattamento del medulloblastoma si è evoluto dalla chirurgia e dalla radioterapia ai regimi multimodali contemporanei. Tuttavia, l’impatto sugli esiti a lungo termine sulla salute rimane sconosciu …


Radioterapia stereotassica ablativa rispetto alla radioterapia standard nel tumore del polmone non-a-piccole cellule di stadio 1

La radioterapia stereotassica ablativa ( SABR ) corporea è ampiamente usata per trattare il tumore polmonare non-a-piccole cellule in stadio 1 non-operabile ( NSCLC ), nonostante l’assenza di prove pr …

Oncologia medica Farmaci:aggiornamenti e novità in terapia by Xagena

OncologiaMedica Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Pembrolizumab versus chemioterapia per tumore al polmone non-a-piccole cellule precedentemente non-trattato, con espressione di PD-L1, localmente avanzato o metastatico: studio KEYNOTE-042

La monoterapia con Pembrolizumab ( Keytruda ) di prima linea migliora la sopravvivenza generale e libera da progressione nei pazienti con tumore polmonare metastatico non-a-piccole cellule non-trattat …


Abiraterone acetato più Prednisone nei pazienti con tumore alla prostata metastatico sensibile alla castrazione ad alto rischio di nuova diagnosi: studio LATITUDE

Nell’analisi ad interim dello studio LATITUDE, l’aggiunta di Abiraterone acetato ( Zytiga ) più Prednisone alla terapia di deprivazione androgenica ( ADT ) ha portato a un significativo miglioramento …

ForumOncologico


Lenvatinib più Pembrolizumab nel tumore endometriale avanzato

Lenvatinib (Lenvima ) è un inibitore multikinasi di VEGFR1, VEGFR2 e VEGFR3 e altre tirosin-chinasi del recettore. Pembrolizumab ( Keytruda ), un anticorpo che ha come bersaglio PD-1, ha un’efficaci …


Terapia di mantenimento Defactinib versus placebo dopo chemioterapia di prima linea in pazienti con mesotelioma pleurico stratificati secondo l’espressione della proteina merlin: studio COMMAND-A

L’inibizione delle chinasi di adesione focale ( FAK ) ha dimostrato di uccidere selettivamente le cellule di mesotelioma che esprimono bassi livelli di proteina merlin ( moesin-ezrin-radixin-like ). …

Onco News


Nivolumab più Ipilimumab di prima linea nel tumore polmonare non-a-piccole cellule avanzato: espressione di PD-L1 e carico mutazionale del tumore come biomarcatori

CheckMate 568 è uno studio in aperto di fase II che ha valutato l’efficacia e la sicurezza di Nivolumab ( Opdivo ) più Ipilimumab ( Yervoy ) a basso dosaggio come trattamento di prima linea del tumore …

Oncologia medica:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

OncologiaMedica

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Adenocarcinomi con mutazione EGFR che si trasformano in tumore polmonare a piccole cellule e altri carcinomi neuroendocrini: esiti clinici

Circa il 3-10% dei tumori del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) EGFR-mutati subiscono la trasformazione in tumore polmonare a piccole cellule ( SCLC ), ma il loro decorso clinico è scarsamente c …


Morbilità tardiva e mortalità tra i sopravvissuti a medulloblastoma diagnosticati attraverso tre decenni: rapporto dal Childhood Cancer Survivor Study

Il trattamento del medulloblastoma si è evoluto dalla chirurgia e dalla radioterapia ai regimi multimodali contemporanei. Tuttavia, l’impatto sugli esiti a lungo termine sulla salute rimane sconosciu …

Tumore prostata


Radioterapia stereotassica ablativa rispetto alla radioterapia standard nel tumore del polmone non-a-piccole cellule di stadio 1

La radioterapia stereotassica ablativa ( SABR ) corporea è ampiamente usata per trattare il tumore polmonare non-a-piccole cellule in stadio 1 non-operabile ( NSCLC ), nonostante l’assenza di prove pr …


Rilevazione di mutazioni di EGFR nel DNA tumorale circolante come criterio di selezione per il trattamento di prima linea con Gefitinib nei pazienti con adenocarcinoma polmonare avanzato

La scoperta delle mutazioni di EGFR nel tessuto tumorale è l’approccio standard per stabilire se un paziente trarrà beneficio dal trattamento con un inibitore della tirosin-chinasi di EGFR. Tuttavia, …

Lung Unit


Sopravvivenza dopo isterectomia radicale minimamente invasiva per tumore alla cervice in stadio precoce

La chirurgia mini-invasiva è stata adottata come alternativa alla laparotomia (chirurgia a cielo aperto) per l’isterectomia radicale in pazienti con cancro della cervice in stadio precoce prima che fo …

Oncologia Medica:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

OncologiaMedica

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Determinanti molecolari di risposta a blocco anti-PD-1 e anti-PD-L1 nei pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule profilato con sequenziamento di nuova generazione mirato

Il trattamento del carcinoma polmonare non-a-piccole cellule avanzato con inibitori del checkpoint immunitario è caratterizzato da risposte durature e miglioramento della sopravvivenza in un sottogrup …


Esito e fattori prognostici nel tumore di Wilms in fase III con istologia favorevole

L’approccio del National Wilms Tumor Study ( NWTS ) per il trattamento del tumore di Wilms di fase III con istologia favorevole ( FHWT ) è il regime DD4A ( Vincristina, Dactinomicina e Doxorubicina ) …

OncoGeriatria


Il rischio di mortalità associato all’età del paziente è differenziato dallo stato di BRAF V600E nel carcinoma papillare della tiroide

Negli ultimi 65 anni, l’età del paziente alla diagnosi è stata ampiamente utilizzata come fattore di rischio di mortalità maggiore nella stratificazione del rischio di carcinoma papillare della tiroid …


Rischio di tromboembolismo arterioso nei pazienti con cancro

Il rischio di tromboembolia arteriosa nei pazienti con cancro non è completamente compreso. Si è cercato di definire meglio questa relazione epidemiologica, compresi gli effetti dello stadio del tumor …

Mediexplorer.it


Uso a lungo termine degli analoghi dell’Insulina a lunga durata d’azione e incidenza del cancro al seno nelle donne con diabete di tipo 2

L’associazione tra analoghi dell’Insulina ad azione prolungata e aumento del rischio di cancro al seno è incerta, in particolare con il breve follow-up dei precedenti studi. È stato valutato questo r …

1 2