Novità nel Trattamento dello Scompenso cardiaco con o senza Diabete by Xagena

ScompensoCardiaco.net

L’INIBIZIONE DI SGLT2 CON EMPAGLIFLOZIN E DAPAGLIFLOZIN DIVENTERÀ UN NUOVO STANDARD DI CURA PER I PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO E RIDOTTA FRAZIONE DI EIEZIONE – Milton Packer, Baylor University Medical Center, Dallas, TX, USA

XAGENA NEWS -> Empagliflozin migliora i risultati nei pazienti con insufficienza cardiaca, con o senza diabete, nello studio EMPEROR-Reduced ( LINK: https://www.cardiologia.net/articolo/empagliflozin-riduce-la-morte-cardiovascolare-e-i-ricoveri-nei-pazienti-con-scompenso-cardiaco-e-ridotta-frazione-di-eiezione-indipendentemente-dalla-presenza-di-diabete )

Xagena Newsletter

Xagena.it informazione medica qualificata

Empagliflozin migliora i risultati nei pazienti con insufficienza cardiaca, con o senza diabete, nello studio EMPEROR-Reduced

È stato dimostrato che gli inibitori del co-trasportatore sodio-glucosio 2 ( SGLT2 ) riducono il rischio di eventi cardiovascolari avversi maggiori e ospedalizzazioni per scompenso cardiaco nei pazien …


 

Mieloma multiplo: Blenrep, un immunoconiugato anti-BCMA, approvato dalla Commissione Europea

Blenrep ( Belantamab mafodotin-blmf; Belantamab mafodotin ) è stato approvato dalla Commissione europea come trattamento per i pazienti con mieloma multiplo recidivato o refrattario. Belantamab maf …


 

La FDA ha approvato Tecartus, la prima terapia CAR-T per i pazienti adulti con linfoma a cellule del mantello recidivato o refrattario

La FDA ( US Food and Drug Administration ) ha approvato Tecartus ( Brexucabtagene autoleucel ), una terapia genica basata su cellule per il trattamento di pazienti adulti con diagnosi di linfoma a cel …


 

Atezolizumab in associazione alla chemioterapia ha raggiunto l’endpoint primario di miglioramento della pCR, indipendentemente dallo stato di PD-L1, come trattamento iniziale per il carcinoma mammario triplo negativo in fase precoce

Lo studio di fase III IMpassion031, che ha valutato Atezolizumab ( Tecentriq ) in combinazione con la chemioterapia ( Abraxane, Paclitaxel legato all’albumina; nab-Paclitaxel; seguito da Doxorubicina …


 

Studio CITYSCAPE: risultati promettenti con la combinazione Tiragolumab e Atezolizumab nei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule positivo per PD-L1, in fase metastatica

Sono stati pubblicati i risultati dello studio CITYSCAPE di fase II. Questo è il primo studio randomizzato che ha valutato l’efficacia e la sicurezza di Tiragolumab più Atezolizumab ( Tecentriq ) risp …


 

Opdivo approvato dalla FDA come seconda linea nei pazienti con carcinoma a cellule squamose dell’esofago indipendentemente dallo stato di PD-L1

Opdivo ha ottenuto l’approvazione da parte dell’Agenzia regolatoria statunitense FDA ( Food and Drug Administration ) come trattamento di seconda linea per il carcinoma esofageo avanzato a cellule squ …


 

Rubraca, il primo inibitore di PARP ad ottenere l’approvazione della FDA per il cancro alla prostata con mutazione BRCA, resistente alla castrazione, metastatico

La Food and Drug Administration ( FDA ) ha approvato Rubraca ( Rucaparib ) per gli uomini con carcinoma della prostata con mutazione BRCA1/2, resistente alla castrazione e metastatico, che avevano in …


 

L’FDA ha ampliato le indicazioni di Tecentriq nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule metastatico: monoterapia nei tumori ad alta espressione di PD-L1

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food anad Drug Administration ) ha ampliato le indicazioni di Tecentriq ( Atezolizumab ) per includere la monoterapia di prima linea per i pazienti con c …


 

Tumore al polmone non-a-piccole cellule con mutazione skipping dell’esone 14 di MET: l’FDA ha approvato Tabrecta

L’Agenzia regolatoria statunitense FDA ha concesso l’approvazione accelerata a Tabrecta ( Capmatinib ) per il trattamento degli adulti con tumore al polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) localmente …


 

Carcinoma polmonare non-a-piccole cellule con espressione di PD-L1, metastatico, precedentemente non-trattato: l’FDA ha approvato la combinazione Opdivo e Yervoy come prima linea, senza chemioterapia

I risultati preliminari di sopravvivenza globale ( OS ) dello studio CheckMate-227 erano stati presentati per la prima volta alla conferenza ESMO del 2019. E’ noto, pertanto, che Opdivo ( Nivolumab ) …


 

COVID-19: stato iperinfiammatorio multisistemico nei bambini

Il NHS ( National Health Service ) inglese ha emesso un avviso di casi in aumento nelle ultime tre settimane di bambini che necessitano di ricovero in terapia intensiva; questi casi potrebbero essere …


 

COVID-19: il primo modello immunologico completo. Implicazioni per la prevenzione, la diagnosi e la sanità pubblica

La storia naturale di COVID-19, malattia causata dal virus SARS-CoV-2, è estremamente variabile, andando dall’infezione asintomatica alla polmonite e alle complicazioni eventualmente fatali. Ricer …


 

La FDA ha approvato Pemazyre per i pazienti con colangiocarcinoma e un riarrangiamento o fusione di FGFR2

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha concesso l’approvazione accelerata a Pemazyre ( Pemigatinib ) per il trattamento dei pazienti adulti con colangiocarcin …


 

Studio CheckMate -9ER: Cabozantinib associato a Nivolumab ha mostrato efficacia clinicamente significativa in tutti gli endpoint nel carcinoma a cellule renali avanzato non-trattato

CheckMate -9ER, uno studio di fase III che sta valutando Cabozantinib ( Cabometyx ) in combinazione con Nivolumab ( Opdivo ) rispetto a Sunitinib ( Sutent ) nel carcinoma a cellule renali ( RCC ) avan …


 

La FDA ha approvato Braftovi con Erbitux per il carcinoma metastatico del colon-retto con mutazione BRAF V600E

L’Agenzia regolatoria statunitense FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Encorafenib ( Braftovi ) in combinazione con Cetuximab ( Erbitux ) per gli adulti con carcinoma del colon-retto met …

 

Cardiologia Newsletter by Xagena

Cardiologia.net

ALERT Cardiologia !

 –

Top News / Ulteriori conferme riguardo all’associazione tra disfunzione erettile e malattia cardiovascolare 

La disfunzione erettile è in grado di predire in modo indipendente gli eventi cardiovascolari

Da uno studio è emerso che la disfunzione erettile è un predittore indipendente di futuri eventi di malattia cardiovascolare. Il rischio associato con la disfunzione erettile e gli eventi cardiovasco …

Angiografia

Esiti dopo angiografia: nessun beneficio dalla somministrazione del Bicarbonato di sodio e dell’Acetilcisteina

Il Bicarbonato di sodio per via endovenosa e l’Acetilcisteina per via orale sono ampiamente utilizzati per prevenire lesioni renali acute ed esiti avversi associati dopo l’angiografia senza prove defi …

Rischio cardiovascolare

Il testosterone alla base del rischio cardiovascolare nelle donne in postmenopausa

Il rapporto testosterone / estradiolo nelle donne in postmenopausa è risultato associato a un maggior rischio di infarto miocardico, ictus e insufficienza cardiaca nell’arco di 12 anni. E’ anche emer …

Scompenso cardiaco

Studio real-world: la combinazione di Sacubitril e Valsartan migliora lo stato di salute nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ridotta

In una coorte prospettica del mondo reale ( Registro CHAMP-HF ), i pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ridotta ( HFrEF ), trattati con la combinazione Sacubitril e Valsartan ( E …

Studio EMPA-REG: Empagliflozin riduce gli eventi renali nei pazienti con scompenso cardiaco

I pazienti con e senza insufficienza cardiaca al basale che sono stati trattati con Empagliflozin ( Jardiance ) hanno mostrato un rischio ridotto di eventi renali clinicamente rilevanti rispetto a que …

Lo strain longitudinale globale predice la mortalità nell’insufficienza cardiaca acuta

Uno studio ha dimostrato che lo strain longitudinale globale è in grado di predire in modo più accurato la mortalità rispetto alla frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ) nei pazienti con …

Sindrome coronarica acuta

Alirocumab associato alle statine riduce gli eventi cardiaci nei pazienti con diabete mellito e sindrome coronarica acuta

In una nuova analisi dello studio ODYSSEY Outcomes, i pazienti con recente sindrome coronarica acuta e diabete mellito hanno tratto il maggior beneficio, in termini di eventi avversi cardiaci maggior …

MediExplorer.it

Il Magnesio nella dieta associato a ridotto rischio di scompenso cardiaco, ictus e diabete mellito di tipo 2

Una meta-analisi, compiuta sui dati di più di un milione di persone di nove Paesi, ha mostrato che una dieta…

I farmaci antinfiammatori, incluso il Naproxene, possono aumentare il rischio di infarto miocardico acuto

L’impiego dei farmaci antinfiammatori ( FANS ), incluso il Naproxene, è associato a un aumento del rischio di infarto miocardico…

La Caffeina non aumenta il rischio a breve termine di aritmie nei pazienti con insufficienza cardiaca

Non è stata trovata alcuna associazione tra assunzione di Caffeina e gli episodi aritmici in pazienti cardiopatici. I risultati provengono…

Scompenso cardiaco:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Diabete di tipo 2: mediatori degli effetti di Canagliflozin sull’insufficienza cardiaca

Lo scopo dello studio è stato quello di esplorare i potenziali mediatori degli effetti di Canagliflozin ( Invokana ) sull’insufficienza cardiaca nel Programma CANVAS ( CANagliflozin cardioVascular Ass …


Antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi ed esiti renali nei pazienti con insufficienza cardiaca con e senza malattia renale cronica

L’effetto degli antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi ( MRA ) sulla progressione della malattia renale cronica ( CKD ) nei pazienti con insufficienza cardiaca e con o senza nefropatia cronic …

Mediexplorer.it


Associazione di malattia simil-influenzale con ricoveri per insufficienza cardiaca: studio Atherosclerosis Risk in Communities

L’influenza è associata a un aumentato rischio di eventi cardiovascolari, ma pochi studi hanno esplorato l’associazione temporale tra attività influenzale e ricoveri ospedalieri, in particolare quelli …


Associazione tra frazione di eiezione ventricolare sinistra e sintomi con mortalità dopo chirurgia elettiva non-cardiaca tra i pazienti con insufficienza cardiaca

L’insufficienza cardiaca è un fattore di rischio stabilito per la mortalità postoperatoria, ma il modo in cui la frazione di eiezione ventricolare sinistra e i sintomi di insufficienza cardiaca influe …


Indice di massa corporea, peptidi natriuretici e rischio di esiti avversi nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione conservata

L’inter-relazione prognostica tra livelli di peptide natriuretico ( NP ) e indice di massa corporea ( BMI ) tra i pazienti con insufficienza cardiaca stabile cronica con frazione di eiezione conservat …

Pneumobase.it


Impatto della fragilità su mortalità e sul ricovero nella insufficienza cardiaca cronica

Sebbene la fragilità sia stata associata a maggiori rischi di ospedalizzazione e mortalità nell’insufficienza cardiaca cronica, l’effetto medio preciso rimane incerto. È stata eseguita una revisione …


Rischi di mortalità familiare nei pazienti con insufficienza cardiaca

L’influenza dei fattori familiari sulla prognosi dell’insufficienza cardiaca è sconosciuta. Uno studio di follow-up nazionale ha determinato i rischi di mortalità familiare di insufficienza cardiac …

Scompenso cardiaco:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

ScompensoCardiaco

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

La Liraglutide, un agonista GLP-1, non migliora la stabilità clinica post-ospedalizzazione nei pazienti con scompenso cardiaco avanzato

L’agonista GLP-1 Liraglutide ( Victoza ) non ha migliorato la stabilità clinica a 6 mesi in 300 pazienti con insufficienza cardiaca avanzata e frazione di eiezione ridotta nello studio FIGHT ( Functio …


Nuova terapia per l’insufficienza cardiaca: Entresto associato a riduzione dei ricoveri a 30 giorni

I nuovi dati dello studio PARADIGM-HF hanno mostrato che Entresto, un nuovo farmaco cardiologico, ha ridotto le riammissioni ospedaliere 30 giorni dopo il ricovero per insufficienza cardiaca rispetto …

Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco


Fisiopatologia dello scompenso cardiaco cronico e peptidi natriuretici

Lo scompenso cardiaco cronico costituisce una delle principali problematiche sanitarie dei Paesi industrializzati, in quanto rappresenta lo stato finale comune alla maggior parte delle malattie cardio …

Associazione di malattia simil-influenzale con ricoveri per insufficienza cardiaca: studio Atherosclerosis Risk in Communities

L’influenza è associata a un aumentato rischio di eventi cardiovascolari, ma pochi studi hanno esplorato l’associazione temporale tra attività influenzale e ricoveri ospedalieri, in particolare quelli …

Mediexplorer.itForumCardiologico.it


Associazione tra frazione di eiezione ventricolare sinistra e sintomi con mortalità dopo chirurgia elettiva non-cardiaca tra i pazienti con insufficienza cardiaca

L’insufficienza cardiaca è un fattore di rischio stabilito per la mortalità postoperatoria, ma il modo in cui la frazione di eiezione ventricolare sinistra e i sintomi di insufficienza cardiaca influe …

Scompenso cardiaco:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

ScompensoCardiaco

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Valore prognostico della soppressione solubile della tumorigenicità-2 nella insufficienza cardiaca cronica

La soppressione solubile della concentrazione plasmatica di tumorigenesi 2 ( sST2 ) è elevata nell’insufficienza cardiaca cronica, e aiuta a predire la prognosi in questo contesto, sebbene le evidenze …


Valutazione del rischio ed efficacia del dispositivo di assistenza ventricolare sinistra e gestione medica ottimale nei pazienti ambulatoriali con insufficienza cardiaca

Sono stati forniti dati a 2 anni riguardo all’endpoint primario pre-specificato dello studio ROADMAP ( Risk Assessment and Comparative Effectiveness of Left Ventricular Assist Device and Medical Manag …

Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco


Profili dei biomarcatori nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta con frazione di eiezione intermedia

In uno studio, sono stati utilizzati profili di biomarcatori per caratterizzare le differenze tra i pazienti con insufficienza cardiaca acuta con frazione di eiezione intermedia ( HFmrEF ) e sono stat …


Fibrillazione atriale nella insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata, intermedia e ridotta

Uno studio ha valutato i fattori di rischio indipendenti, le conseguenze e gli esiti con fibrillazione atriale, rispetto al ritmo sinusale nell’insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conserva …

Cardiobase


Significato prognostico di apnee centrali durante un periodo di 24 ore in pazienti con insufficienza cardiaca

I grandi studi clinici che utilizzano la ventilazione meccanica non-invasiva per trattare l’apnea centrale che si verifica durante la notte ( apnea del sonno ) in pazienti con insufficienza cardiaca s …

Scompenso cardiaco:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

ScompensoCardiaco

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Ipossiemia notturna associata a un aumento della mortalità nei pazienti con insufficienza cardiaca stabile

Uno studio ha esaminato il valore prognostico dei disturbi respiratori nel sonno ( SDB ) in un’ampia coorte di pazienti con insufficienza cardiaca con ridotta funzione ventricolare sinistra ( HF-REF ) …


Congestione intestinale e disfunzione ventricolare destra: un legame con perdita di appetito, infiammazione e cachessia nella insufficienza cardiaca cronica

I meccanismi che portano alla cachessia nella insufficienza cardiaca non sono pienamente definiti. Sono stati valutati i segni di congestione intestinale nei pazienti con insufficienza cardiaca cron …

XagenaNewsletter


Entità del danno aterosclerotico e scompenso cardiaco dopo infarto miocardico

Non è noto se l’estensione della malattia coronarica sia associata alla presenza di insufficienza cardiaca dopo infarto miocardico. Inoltre, è ancora da determinare se questa associazione possa diff …


Un ridotto indice cardiaco non è il driver dominante di disfunzione renale nello scompenso cardiaco

È opinione diffusa che un indice cardiaco ridotto è un contributo significativo alla disfunzione renale nei pazienti con insufficienza cardiaca. Tuttavia, dati recenti hanno messo in discussione quest …

Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco


Chirurgia bariatrica, visite di emergenza e ricoveri per esacerbazione della insufficienza cardiaca

Anche se alcuni studi hanno suggerito relazioni tra obesità e morbilità da insufficienza cardiaca, si sa poco circa gli effetti della sostanziale riduzione di peso nei pazienti obesi con scompenso car …

Scompenso cardiaco:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

ScompensoCardiaco

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Terapia guidata da NT-proBNP nella insufficienza cardiaca scompensata acuta

Il concetto di guida del peptide natriuretico è stato ampiamente studiato in pazienti con insufficienza cardiaca cronica, con un successo limitato. Non è stato studiato l’effetto della terapia guidat …


Lo strain longitudinale globale predice la mortalità nell’insufficienza cardiaca acuta

Uno studio ha dimostrato che lo strain longitudinale globale è in grado di predire in modo più accurato la mortalità rispetto alla frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ) nei pazienti con …

Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco


Verso una valutazione personalizzata del rischio nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica: modelli temporali dettagliati di NT-proBNP, troponina T e CRP nello studio Bio-SHiFT

È stata esaminata l’informazione prognostica di modelli temporali dettagliati del frammento N-terminale della propeptide di tipo B ( NT-proBNP ), troponina T ad alta sensibilità ( hs-TnT ) e proteina …


Dinamica e monitoraggio del potassio a lungo termine nella insufficienza cardiaca e rischio di mortalità

Il valore prognostico della dinamica e del monitoraggio del potassio a lungo termine nella insufficienza cardiaca non è stato completamente caratterizzato. Si è cercato di determinare l’associazione …

ForumCardiologico.itXapedia.it


Associazione dei biomarcatori cardiovascolari con insufficienza cardiaca incidente con frazione di eiezione conservata e ridotta

Quasi la metà di tutti i pazienti con insufficienza cardiaca ha frazione di eiezione conservata ( HFpEF ) in contrapposizione alla frazione di eiezione ridotta ( HFrEF ), tuttavia le associazioni dei …

Cardiologia Newsletter

Cardiologia.net
ALERT Cardiologia !
Top News / Diuretici tiazidici & Rischio di melanoma

Il diuretico Idroclorotiazide può aumentare il rischio di melanoma

I pazienti classificati come grandi utilizzatori di Idroclorotiazide hanno mostrato un rischio più elevato di melanoma. Uno studio, pubblicato nel 2016 sul Journal of American College of Cardiology …

Focus: Infiammazione & Rischio cardiovascolare

Rischio di malattia cardiaca nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale

I pazienti con malattia infiammatoria intestinale presentano un rischio più elevato di infarto miocardico acuto e di insufficienza cardiaca, anche se non hanno una più alta prevalenza dei tradizionali …

Fibrillazione atriale

La soppressione della fibrillazione atriale con l’impiego della Tossina botulinica si mantiene a 3 anni

I pazienti che hanno ricevuto una iniezione di Tossina botulinica nei cuscinetti adiposi epicardici durante il bypass coronarico ( CABG ) hanno presentato una incidenza più bassa di tachiaritmie atria …

Infarto miocardico

Gli antagonisti dell’aldosterone riducono il rischio di mortalità nei pazienti con infarto STEMI

Uno studio ha mostrato che la terapia con antagonisti dell’aldosterone offre un sostanziale beneficio di mortalità nei pazienti con infarto del miocardio con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) …

Scompenso cardiaco

L’inibizione della Neprilisina può ridurre il deterioramento della funzione renale nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e insufficienza cardiaca cronica

L’inibizione della Neprilisina attenua il deterioramento della funzionalità renale in soggetti con diabete mellito di tipo 2 e insufficienza cardiaca cronica quando il sistema renina-angiotensina vien …

FarmaExplorer.it

AHA: farmaci che possono causare o peggiorare lo scompenso cardiaco

Secondo l’American Heart Association ( AHA ) diversi farmaci comunemente utilizzati e integratori alimentari possono causare o peggiorare lo scompenso…

Aumentato rischio di ricovero ospedaliero per scompenso cardiaco con alcuni farmaci antinfiammatori non-streroidei

L’uso di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ) è stato associato a un aumento del rischio di scompenso cardiaco in…

Il regime antiaggregante e anticoagulante orale diretto efficace nell’infarto STEMI, ma non in altre sindromi coronariche acute

I benefici clinici degli anticoagulanti orali diretti in aggiunta alla terapia antipiastrinica come prevenzione secondaria dopo sindrome coronarica acuta possono…

Scompenso cardiaco:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

Scompenso Cardiaco

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Effetto dei beta-bloccanti sulla mortalità nei pazienti con insufficienza cardiaca e fibrillazione atriale

I beta-bloccanti svolgono un importante ruolo nel trattamento della insufficienza cardiaca; tuttavia, gli effetti di questi farmaci sulla prognosi dei pazienti con fibrillazione atriale concomitante …


Antagonisti del recettore dei mineralocorticoidi ed esito nei pazienti con infarto miocardico e con scompenso cardiaco

Non ci sono studi sugli antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi ( MRA ) che hanno preso in esame nella vita reale l’esito de pazienti non-selezionati con infarto miocardico e insufficienza ca …

XagenaNewsletter


Terapia guidata da NT-proBNP nella insufficienza cardiaca scompensata acuta

Il concetto di guida del peptide natriuretico è stato ampiamente studiato in pazienti con insufficienza cardiaca cronica, con un successo limitato. Non è stato studiato l’effetto della terapia guidat …


Lo strain longitudinale globale predice la mortalità nell’insufficienza cardiaca acuta

Uno studio ha dimostrato che lo strain longitudinale globale è in grado di predire in modo più accurato la mortalità rispetto alla frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ) nei pazienti con …

Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco


Verso una valutazione personalizzata del rischio nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica: modelli temporali dettagliati di NT-proBNP, troponina T e CRP nello studio Bio-SHiFT

È stata esaminata l’informazione prognostica di modelli temporali dettagliati del frammento N-terminale della propeptide di tipo B ( NT-proBNP ), troponina T ad alta sensibilità ( hs-TnT ) e proteina …


Dinamica e monitoraggio del potassio a lungo termine nella insufficienza cardiaca e rischio di mortalità

Il valore prognostico della dinamica e del monitoraggio del potassio a lungo termine nella insufficienza cardiaca non è stato completamente caratterizzato. Si è cercato di determinare l’associazione …

ForumCardiologico.itAssociazione Silvia Procopio


Associazione dei biomarcatori cardiovascolari con insufficienza cardiaca incidente con frazione di eiezione conservata e ridotta

Quasi la metà di tutti i pazienti con insufficienza cardiaca ha frazione di eiezione conservata ( HFpEF ) in contrapposizione alla frazione di eiezione ridotta ( HFrEF ), tuttavia le associazioni dei …

Scompenso cardiaco: Aggiornamenti ed Informazioni sulle Novità terapeutiche by Xagena

ScompensoCardiaco.net

ScompensoCardiaco

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

AnginaOnline.net | Angiologia.net | Aritmie.net | Aritmologia.net |

Bioheart.net | Cardiologia.net | Cardiologia.org | CardiologiaOnline.it | CardiologiaOnline.net | Cardiopatie congenite pediatriche | Cuore.net | Dislipidemia.it | FibrillazioneAtriale.net | InfartoMiocardico.net | Ipertensione.net

Aumentato rischio di ricovero ospedaliero per scompenso cardiaco con alcuni farmaci antinfiammatori non-streroidei

L’uso di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ) è stato associato a un aumento del rischio di scompenso cardiaco in diversi studi, con conseguenti limitazioni nei pazienti ad alto rischio. …


 

Prevalenza ed esiti di anemia e carenza ematinica nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica

L’anemia è comune nei pazienti con insufficienza cardiaca ed è spesso associata a carenza di ferro. Sia l’anemia sia la carenza di ferro sono associate a una maggiore mortalità per tutte le cause e …

Mediexplorer.it


 

Impianto di defibrillatore nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica non-ischemica

Il vantaggio di un defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) nei pazienti con insufficienza cardiaca sintomatica sistolica causata da malattia coronarica è stato ben documentato. Tuttavia, l’ …


 

Aumento del rischio di mortalità nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ridotta sottoposti a servoventilazione adattiva

Un ampio studio randomizzato di trattamento ( SERVE-HF ) ha mostrato che il trattamento della apnea del sonno centrale con servoventilazione adattiva nei pazienti con insufficienza cardiaca e ridotta …

XagenaNewsletter


 

Ipossiemia notturna associata a un aumento della mortalità nei pazienti con insufficienza cardiaca stabile

Uno studio ha esaminato il valore prognostico dei disturbi respiratori nel sonno ( SDB ) in un’ampia coorte di pazienti con insufficienza cardiaca con ridotta funzione ventricolare sinistra ( HF-REF ) …


 

Congestione intestinale e disfunzione ventricolare destra: un legame con perdita di appetito, infiammazione e cachessia nella insufficienza cardiaca cronica

I meccanismi che portano alla cachessia nella insufficienza cardiaca non sono pienamente definiti. Sono stati valutati i segni di congestione intestinale nei pazienti con insufficienza cardiaca cron …

52 convegno cardiologia milano


 

Entità del danno aterosclerotico e scompenso cardiaco dopo infarto miocardico

Non è noto se l’estensione della malattia coronarica sia associata alla presenza di insufficienza cardiaca dopo infarto miocardico. Inoltre, è ancora da determinare se questa associazione possa diff …

1 2