COVID-19: l’antivirale Remdesivir inefficace

Remdesivir

OMS: IL FARMACO ANTIVIRALE REMDESIVIR INEFFICACE NEL TRATTAMENTO DEL COVID-19

OMS: Il farmaco antivirale Remdesivir inefficace nel trattamento del COVID-19

Il farmaco antivirale Remdesivir ( Veklury ) ha avuto scarso o nessun effetto nel trattamento dei pazienti ospedalizzati con COVID-19, secondo uno studio che non è stato ancora sottoposto a peer review, ma è stato coordinato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS ), mettendo in dubbio uno dei pochi trattamenti promettenti per il coronavirus.

Questo è il più grande studio di controllo randomizzato al mondo sulle terapie per COVID-19 della durata di 6 mesi su quattro farmaci, Remdesivir, Idrossiclorochina, Lopinavir / Ritonavir e Interferone.
I principali endpoint di mortalità, inizio della ventilazione e durata del ricovero non sono stati significativamente ridotti da nessun farmaco in studio. CONTINUA:  https://www.xagenasalute.it/articolo/oms-il-farmaco-antivirale-remdesivir-inefficace-nel-trattamento-del-covid-19

ALTRA NEWS

Trattamento di COVID-19: prove conclusive sull’efficacia di Remdesivir, Idrossiclorochina, Lopinavir / Ritonavir e Interferone – Solidarity Therapeutics Trial dell’OMS

In soli 6 mesi, il più grande studio di controllo randomizzato del mondo sulle terapie anti-COVID-19 ha generato prove conclusive sull’efficacia dei farmaci proposti per il trattamento del COVID-19. …


Salute News

xagenasalute.it
XagenaSalute.it fornisce informazioni e aggiornamenti sulla Salute. Notizie su alimentazione, salute, medicina e benessere. FarmaciXagenaSalute.it: Novità …

Carcinoma ovarico

Una ricerca dell’ IEO ( Istituto Europeo di Oncologia ), ha …

Identificata Zc3h10, una

Identificata Zc3h10, una proteina bersaglio delle malattie …

Malnutrizione, causa di morte

XagenaSalute.it fornisce informazioni e aggiornamenti …

Carcinoma del rene, fumo e

Carcinoma del rene, fumo e ipertensione fattori di rischio …

Dubbi sulla efficacia e sulla

Dubbi sulla efficacia e sulla sicurezza degli integratori …

Prevenzione del melanoma

Prevenzione del melanoma mediante controllo dei nei. Un …


Pazienti anziani con diagnosi di tumore: 1 su 10 non abbandona le cattive abitudini

Un’indagine del sistema di sorveglianza PASSI d’Argento ( Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia ), coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità, ha evidenziato che sono poco meno d …


Italia: personalizzazione dei trattamenti e della prevenzione oncologica

La spesa per i farmaci antitumorali in Italia è aumentata di oltre 650 milioni di euro in un anno: era pari a 5 miliardi nel 2017, ha raggiunto i 5 miliardi e 659 milioni nel 2018. In 5 anni ( 201 …


Antiacidi: farmaci a base di Ranitidina contaminati da sostanze cancerogene

La Food and Drug Administration ( FDA ) negli Stati Uniti, e l’EMA ( European Medicines Agency ) in Europa hanno dato avvio a una revisione dei medicinali a base di Ranitidina dopo che degli esami han …


Malattia renale policistica: l’Octreotide rallenta la crescita delle cisti

Sono stati pubblicati sulla rivista PLoS Medicine i dati di uno studio che i ricercatori dell’Istituto Mario Negri hanno condotto in collaborazione con gli Ospedali di Bergamo, Milano, Napoli, Treviso …


Malattia di Parkinson: la stimolazione cerebrale profonda diminuisce le complicanze nel lungo periodo

Uno studio, coordinato dal Centro Aldo Ravelli per le Neurotecnologie e le Terapie Neurologiche Innovative dell’Università Statale di Milano presso l’Ospedale Universitario San Paolo di Milano, ha val …


La concentrazione plasmatica dei lipidi denominati NAPE può predire lo sviluppo della malattia di Parkinson, in particolare nelle donne

Uno studio condotto da ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia ( IIT ), in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige ( Trento ) e la Fondazione Santa Lucia ( FSL ) …


La proteina MS4A4A attiva una risposta immunitaria protettiva contro la diffusione metastatica del tumore

E’ stato scoperto il ruolo centrale della proteina MS4A4A nell’attivare una risposta immunitaria protettiva contro la diffusione metastatica del tumore. Questa molecola, individuata in cellule del s …


L’AIFA ha approvato la rimborsabilità di Kymriah, la prima terapia CAR-T

L’AIFA ( Agenzia Italiana del Farmaco ) ha approvato la rimborsabilità della prima terapia cellulare CAR-T ( Chimeric Antigen Receptor T-cell ). Kymriah ( Tisagenlecleucel ) potrà essere prescritta …


Tumori neuroendocrini gastro-entero-pancreatici ben differenziati, progressivi, non-asportabili o metastatici, positivi ai recettori per la somatostatina: Lutathera

L’AIFA ( Agenzia Italiana del Farmaco ) nei giorni scorsi ha approvato il radiofarmaco Lutathera, il cui principio attivo è il Lutezio ( 177Lu ) oxodotreotide. Il radiofarmaco, che già aveva ottenu …


Xarelto al dosaggio di 10 mg/die per il trattamento della trombosi venosa profonda e dell’embolia polmonare, e per la prevenzione delle recidive di tromboembolismo venoso nell’adulto

Xarelto ( Rivaroxaban ) al dosaggio di 10 mg in monosomministrazione giornaliera è stato approvato dall’AIFA per il trattamento della trombosi venosa profonda ( TVP ) e dell’embolia polmonare ( EP ), …


Sicurezza ed efficacia della terapia genica nei pazienti adulti e pediatrici affetti da beta-talassemia

La terapia genica, in particolare se applicata in giovane età, potrebbe costituire una strategia di cura efficace per la beta-talassemia, una malattia genetica molto diffusa nell’area mediterranea e c …


Tumore all’ovaio, importanza dell’esame per verificare la mutazione BRCA

Il tumore dell’ovaio rappresenta la quinta causa di morte per cancro nelle donne di età compresa tra 50 e 69 anni in Italia, ma i decessi legati alla malattia diminuiscono: nel 2015 ( ultimo anno dis …


Carcinoma a cellule renali metastatico: la combinazione di Pembrolizumab e Axitinib in prima linea ha ridotto del 47% il rischio di morte e del 31% il rischio di progressione della malattia

Nel trattamento di prima linea del carcinoma a cellule renali metastatico ( mRCC ), il regime di combinazione con Pembrolizumab ( Keytruda ), un immunoterapico anti-PD-1, e Axitinib ( Inlyta ), inibit …


La neuropatia diabetica interessa oltre il 30% dei pazienti affetti da diabete mellito

I dati epidemiologici indicano che il 36% delle persone con diabete in Italia presenti una polineuropatia e il 13% abbia polineuropatia dolorosa. La conoscenza dei disturbi correlati alla neuropati …


Organizzazione mondiale della Sanità: eliminazione delle epatiti virali

Secondo il rapporto sulle epatiti della Organizzazione mondiale della sanità ( Oms ) pubblicato nel 2017 ( Global Hepatitis Report 2017 ), ben 325 milioni di persone nel mondo sono affette da epatite …


Ipercolesterolemia non-responder o intolleranza alle statine: associazione di Acido Bempedoico ed Ezetimibe

L’ Acido Bempedoico è un inibitore orale dell’adenosina trifosfato ( ATP ) citrato liasi ( ACL ), in monosomministrazione giornaliera, che riduce il colesterolo e la sintesi degli acidi grassi nel feg …


Alirocumab riduce il rischio di mortalità nei pazienti con recente infarto miocardico o angina instabile

Nel corso del Meeting dell’American Heart Association ( AHA ) sono state presentate nuove analisi sulla mortalità dallo studio ODYSSEY OUTCOMES, condotto su 18.924 pazienti. Alirocumab ( Praluent ), …


Efficacia di Caplacizumab nella porpora trombotica trombocitopenica acquisita, una rara patologia della coagulazione

Sulla rivista The New England Journal of Medicine ( NEJM ) sono stati pubblicati i risultati di uno studio di fase III sul trattamento con Caplacizumab ( Cablivi ) in aggiunta all’attuale standard di …


Lupus eritematoso sistemico: semplificazione della somministrazione di Benlysta, ora anche per via sottocutanea

Il lupus eritematoso sistemico ( LES ) è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario crea anticorpi che attaccano le cellule e i tessuti sani, inclusi quelli di articolazioni, cute, reni, cu …


Insufficienza cardiaca: tre marcatori permettono di adattare la strategia terapeutica sulla base del rischio individuale di ogni singolo paziente

Uno studio, coordinato dai ricercatori dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Sant’Anna e della Fondazione Monasterio di Pisa, ha mostrato che il dosaggio di tre biomarcatori consente di ada …


Prime indicazioni per l’impiego degli inibitori PCSK9 nella stenosi valvolare aortica

Alcuni anni fu scoperto il ruolo chiave della proteina PCSK9 nell’ipercolesterolemia. Recentemente stanno emergendo evidenze dell’ azione di questa proteina anche nell’attivazione e nell’aggregazione …


I benefici dell’ Idrossitirosolo, un fenolo dell’olio d’oliva, nei bambini obesi e con steatosi epatica non-alcolica

Uno studio, pubblicato sulla rivista Antioxidant and Redox Signaling, ha mostrato che l’Idrossitirosolo, una sostanza contenuta nell’olio di oliva, migliora lo stress ossidativo, l’insulino-resistenz …


Alti livelli circolanti di pro-neurotensina permettono di identificare la presenza e la gravità di malattie da accumulo epatico di grasso come NAFLD e NASH

La neurotensina ( NT ) è un peptide di piccole dimensioni che viene prodotto da specifiche cellule intestinali in risposta all’ingestione di grassi alimentari per facilitarne l’assorbimento. Diversi …


Aimovig, un medicinale in grado di prevenire l’emicrania

Nel 2018 sia l’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ), sia l’Agenzia dell’Unione Europea, EMA ( European Medicines Agency ), hanno approvato il primo medicinale in …


Infezione da HIV: vantaggi di Juluca, una terapia a due componenti, verso la triplice terapia

Dopo 22 anni dall’approvazione della triplice terapia, l’EMA ( European Medicines Agency ) ha autorizzato la commercializzazione di una duplice terapia che si configura come trattamento di manteniment …


Ruolo del microbiota nella fibrosi cistica

Una delle concause delle manifestazioni cliniche della fibrosi cistica sarebbe l’alterazione del microbiota intestinale. La proteina difettosa alla base della fibrosi cistica sarebbe in grado di alt …


Cariprazina, un antipsicotico, nel trattamento della schizofrenia

La Cariprazina ( Reagila ) è un antipsicotico di terza generazione che non solo è in grado di agire sui sintomi positivi della malattia ( deliri, allucinazioni, dissociazione logico-formale del pensie …


Stelara nel trattamento della malattia di Crohn

È stato approvato Stelara ( Ustekinumab ), un anticorpo monoclonale, per la terapia della malattia di Crohn. Il farmaco agisce contemporaneamente due bersagli, andando ad agire più a monte del proces …


Esiste un rapporto diretto tra fibrosi cistica e alterazione del microbiota intestinale

Ricercatori dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, del Consiglio nazionale delle ricerche e delle Università Sapienza di Roma e dell’Università Federico II di Napoli hanno, per la prima volta, disegna …


Pazienti emofilici: percezione e gestione del dolore

Fin dalla prima infanzia il dolore influisce fortemente sulla qualità di vita dei pazienti emofilici e su quella dei loro caregiver. Nonostante questo, è stata dedicata poca attenzione alla valutazio …


Infezione da HIV-1 non-pretrattata: Symtuza, terapia combinata monocompressa a base di Darunavir Cobicistat, Emtricitabina e Tenofovir alafenamide fumarato

Nel corso della Conferenza sulle Terapie per l’HIV, a Glasgow ( Scozia ), sono stati presentati i risultati a 96 settimane dello studio registrativo di fase 3 AMBER. Symtuza, è una terapia combinat …


Efficacia e sicurezza del Pirfenidone nella fibrosi polmonare idiopatica

Nel corso del Congresso della European Respiratory Society ( ERS ), tenutosi a Parigi, in Francia, sono stati presentati nuovi dati real world relativi a Esbriet ( Pirfenidone ) che rafforzano i benef …


Insulina ossidata, un nuovo esame ematico per individuare le persone che svilupperanno il diabete mellito di tipo 1

Il diabete mellito di tipo 1 è una patologia autoimmune in cui il sistema immunitario riconosce come estranee le cellule del pancreas che producono insulina, creando infiammazione e distruggendole det …


Sicurezza della Metformina nel diabete gestazionale durante il primo trimestre di gravidanza

L’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa ( Cnr-Ifc ), in collaborazione con la Fondazione toscana Gabriele Monasterio, ha fornito nuove prove sulla sicurezza leg …


Durvalumab, un immunoterapico, migliora la sopravvivenza globale nei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule in stadio III, non-operabile

Nel corso del Meeting IASLC ( International Association for the Study of Lung Cancer ) sono stati presentati i dati di sopravvivenza globale ( OS ) dello studio di fase III PACIFIC con Durvalumab ( Im …


Carcinoma al polmone non-a-piccole cellule: sicurezza ed efficacia per [fam-] Trastuzumab Deruxtecan

Nel corso del Meeting IASLC ( International Association for the Study of Lung Cancer ) sul carcinoma polmonare, sono stati presentati i dati aggiornati di fase I su sicurezza ed efficacia per [fam-] T …


Xeljanz in compresse nel trattamento dell’artrite reumatoide in fase attiva da moderata a grave in associazione a Metotrexato

Xeljanz ( Tofacitinib ) è un farmaco in compresse per il trattamento dell’artrite reumatoide in fase attiva da moderata a grave in associazione a Metotrexato nei pazienti adulti che hanno risposto in …


Carcinoma al polmone a piccole cellule: il trattamento di prima linea a base di Atezolizumab e chemioterapia aumenta la sopravvivenza dei pazienti con malattia estesa

Sono stati presentati i risultati dello studio di fase III IMpower133, teso a testare l’efficacia di Atezolizumab ( Tecentriq ) in combinazione con la chemioterapia ( Carboplatino ed Etoposide ) come …


Diabete mellito di tipo 1: incremento dei livelli circolanti di cellule progenitrici endoteliali in giovani pazienti trattati con pompa insulinica

Il diabete mellito è caratterizzato da una alterazione dei meccanismi di riparazione vascolare, causati da una ridotta capacità rigenerativa delle cellule progenitrici endoteliali ( EPC ), cellule sta …


I primi segni di diabete mellito di tipo 2 possono essere identificati più di 20 anni prima della diagnosi

I primi segni di diabete mellito di tipo 2 possono essere identificati più di 20 anni prima della diagnosi, secondo una nuova ricerca presentata al Meeting dell’ European Association for the Study of …


FHEIG, una malattia genetica ultra-rara del neurosviluppo

Una nuova malattia genetica del neurosviluppo è stata scoperta dai clinici e dai ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata e l’U …


La proteina PPARγΔ5 blocca il funzionamento del tessuto adiposo ed espone al rischio di diabete mellito

Una proteina difettosa blocca la maturazione delle staminali in cellule del tessuto adiposo mature, la cui attività principale è quella di accumulare grasso come deposito energetico. Questa immatur …


Alterazioni degli endocannabinoidi nei muscoli scheletrici affetti da distrofia muscolare di Duchenne

La distrofia muscolare di Duchenne è la più frequente patologia muscolare su base ereditaria. Ad esserne colpiti sono principalmente i bambini maschi. L’esordio è precoce e, oltre ai muscoli schelet …


Trattamento del diabete di tipo 2: le nuove lineeguida EASD/ADA

Nel corso del Congresso EASD ( European Association for the Study of Diabetes ) di Berlino è stata presentata la versione definitiva degli statement di consenso EASD/ADA. Le novità più importanti d …


Infezione da HIV-1: Symtuza, la prima terapia combinata a base di Darunavir in compressa singola

La terapia combinata di Darunavir, Cobicistat, Emtricitabina, Tenofovir alafenamide fumarato [ D/C/F/TAF ] [ Symtuza ] in compressa singola ( STR ) a somministrazione unica giornaliera trova indicazio …


Tecentriq associato ad Avastin come terapia fortemente innovativa nell’epatocarcinoma

Tecentriq ( Atezolizumab ), in associazione a Bevacizumab ( Avastin ), ha ricevuto dall’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) la designazione di breakthrough ther …


Tumore alla mammella avanzato HR+/HER2-: Ribociclib associato alla terapia ormonale aumenta la sopravvivenza libera da progressione

Ribociclib ( Kisqali ) è inibitore selettivo delle chinasi ciclina-dipendenti 4/6 ( CDK 4/6 ) che, in aggiunta alla terapia ormonale nelle donne con tumore al seno avanzato HR+/HER2-, ha dimostrato di …


I pazienti con sclerosi laterale amiotrofica con una più alta concentrazione ematica di NFL presentano un più veloce peggioramento clinico e una minore sopravvivenza

Un esame di laboratorio sul sangue del paziente consente non solo di diagnosticare la sclerosi laterale amiotrofica, ma anche di seguire l’evoluzione della malattia. In Italia, la sclerosi laterale …


La malattia di Lyme può causare artriti, problemi neurologici e cardiologici

La malattia di Lyme è causata da un gruppo specifico di batteri trasmessi all’uomo tramite puntura di una zecca infetta. La malattia determina vari problemi clinici: dal tipico rash cutaneo ( eritem …


Nella maggior parte dei casi di sindrome di Brugada alla base c’è una anomalia del muscolo cardiaco e uno stato infiammatorio anomalo

Da uno studio è emerso che nel 75% dei casi di sindrome di Brugada, una rara malattia che colpisce il cuore, alla base delle aritmie cardiache tipiche della patologia, c’è un’anomalia del muscolo card …

 

Nintedanib – FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità sui Farmaci da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Nintedanib

Nintedanib in associazione con Pemetrexed e Cisplatino per i pazienti naive alla chemioterapia con mesotelioma pleurico maligno avanzato: studio LUME-Meso

Nintedanib ( Vargatef ) è mirato ai recettori VEGF 1-3, i recettori PDGF alfa e beta, i recettori FGF 1-3…

Leggi tutto

Nintedanib nelle malattie polmonari interstiziali con fibrosi progressiva

Dati preclinici hanno suggerito che Nintedanib ( Ofev ), un inibitore intracellulare della tirosin-chinasi, inibisce i processi coinvolti nella progressione…

Leggi tutto

Nintedanib per la malattia polmonare interstiziale associata alla sclerosi sistemica

La malattia polmonare interstiziale ( ILD ) è una manifestazione comune di sclerosi sistemica e una delle principali cause di…

Leggi tutto

Xagena Salute

Sicurezza a lungo termine e tollerabilità di Nintedanib nei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica: risultati dello studio di estensione INPULSIS-ON

L’efficacia e la sicurezza di Nintedanib ( Ofev ), un inibitore della tirosin-chinasi intracellulare, in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica…

Leggi tutto

Efficacia di Nintedanib e Docetaxel nei pazienti con adenocarcinoma polmonare avanzato trattati con chemioterapia di prima linea e immunoterapia di seconda linea nel Nintedanib NPU Program

Sia la combinazione Nintedanib e Docetaxel sia le immunoterapie anti-PD-1 / PD-L1 hanno dimostrato efficacia come trattamento di seconda linea…

Leggi tutto

Sicurezza e tollerabilità a lungo termine di Nintedanib nei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica: risultati dello studio INPULSIS-ON

L’efficacia e la sicurezza di Nintedanib ( Ofev ), un inibitore della tirosin-chinasi intracellulare, in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Nintedanib rallenta la perdita di funzionalità polmonare nella malattia polmonare interstiziale associata alla sclerosi sistemica

I pazienti con malattia polmonare interstiziale associata a sclerosi sistemica trattata con l’inibitore della tirosin-chinasi Nintedanib ( Ofev ) hanno…

Leggi tutto

Nintedanib più Sildenafil nei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica

Nintedanib ( Ofev ) è un trattamento approvato per la fibrosi polmonare idiopatica ( IPF ). Una analisi di sottogruppi…

Leggi tutto

Nintedanib più Pemetrexed e Cisplatino nei pazienti con mesotelioma pleurico maligno

LUME-Meso è uno studio randomizzato in doppio cieco di fase II/III, progettato per valutare l’efficacia e la sicurezza di Nintedanib…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità Farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Nevirapina

Terapia antiretrovirale con Efavirenz tra bambini con infezione da HIV esposti a Nevirapina in Sud Africa

I vantaggi di usare Efavirenz ( Sustiva ) come parte del trattamento per i bambini con infezione da virus dell’immunodeficienza…

Leggi tutto

Nevirapina versus Lopinavir potenziato con Ritonavir per bambini con infezione da HIV

La terapia antiretrovirale basata su Nevirapina [ Viramune ] è il principale ( e spesso l‘unico ) regime disponibile per…

Leggi tutto

Efficacia e sicurezza di un regime prolungato con Nevirapina nei bambini nati da madri che allattano al seno con infezione da HIV-1 per la prevenzione della trasmissione post-natale di HIV-1

Nevirapina ( Viramune ), somministrata una volta al giorno per le prime 6, 14 o 28 settimane di vita a…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Profilassi con tripla terapia antiretrovirale rispetto a Zidovudina e singola dose di Nevirapina durante gravidanza e allattamento per prevenire la trasmissione madre-figlio di HIV

L’allattamento al seno è essenziale per la salute e lo sviluppo del bambino in contesti con basse risorse; tuttavia porta…

Leggi tutto

Trattamento antiretrovirale per bambini con esposizione peri-parto a Nevirapina

Nevirapina ( Viramune ) in singola dose è il caposaldo del regime per la prevenzione della trasmissione da madre a…

Leggi tutto

Terapie antiretrovirali in donne dopo esposizione a singola dose di Nevirapina

La somministrazione peri-parto di una singola dose di Nevirapina ( Viramune ) riduce la trasmissione da madre a figlio del…

Leggi tutto

Neurobase.it

La durata nell’uso profilattico di Nevirapina è in grado di predire la tossicità epatica del farmaco antivirale

Il farmaco antivirale Nevirapina ( Viramune ) può causare grave epatotossicità quando impiegato off-label per prevenire la trasmissione di HIV…

Leggi tutto

Efficacia del regime Zidovudina, Lamivudina e Nevirapina a singola dose nella prevenzione della trasmissione della infezione da HIV nel periparto

In Africa, la Nevirapina ( Viramune ) a singola dose, regimi di breve durata di Zidovudina ( Retrovir ) o…

Leggi tutto

Cina: approvato il primo farmaco antivirale contro il coronavirus SARS-CoV-2

Coronavirus.2

LA CINA HA APPROVATO IL PRIMO FARMACO ANTIVIRALE CONTRO IL CORONAVIRUS SARS-COV-2

Il farmaco anti-virale Favilavir ha ottenuto l’approvazione del NMPA ( National Medical Products Administration ) cinese per il trattamento di Covid-19, la malattia causata dal virus SARS-CoV-2. Questa è la prima approvazione di un farmaco contro il nuovo coronavirus. Favilavir, un antivirale, era stato sviluppato da Zhejiang Hisun Pharmaceutical. Favilavir ha dimostrato in uno studio clinico in corso su 70 pazienti a Shenzhen, nella provincia del Guangdong, di essere efficace contro SARS-CoV-2 con un accettabile profilo di sicurezza. E’ stata approvata la versione generica del farmaco. La produzione del farmaco antivirale è iniziata domenica 23 febbraio. ( CONTINUA: https://xagena.it/articolo/la-cina-ha-approvato-il-primo-farmaco-antivirale-contro-il-coronavirus-sars-cov-2-favilavir )

 

Informazioni scientifiche sul Coronavirus da MediExplorer.it 

Coronavirus: sintomi, diagnosi, trasmissione, prevenzione e trattamento

I coronavirus ( CoV ) sono un’ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie da lievi a moderate, dal…

Leggi tutto

SARS-CoV2, il nuovo coronavirus che causa COVID-19

Il nuovo coronavirus 2019-nCoV, che l’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità ) ha deciso di chiamare SARS-CoV2, isolato nell’uomo per…

Leggi tutto

Caratterizzazione del genoma di due nuove specie di alfa-coronavirus da pipistrelli italiani

I coronavirus ( CoV ) sono stati rilevati in tutto il mondo in diverse specie di pipistrelli, che sono considerati…

Leggi tutto

Sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus nei dromedari

La sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus ( MERS-CoV ) causa grave infezione del tratto respiratorio inferiore. Studi precedenti hanno suggerito…

Leggi tutto

Infezione da nCoV, un nuovo coronavirus SARS-simile

In Francia, un uomo di 65 anni è morto dopo aver contratto una infezione con un virus SARS-simile dopo un…

Leggi tutto

Individuazione di rhinovirus e coronavirus umani nei riceventi trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche

Poco si sa circa le manifestazioni cliniche e virologiche delle infezioni da rhinovirus e coronavirus dopo trapianto di cellule emopoietiche.È…

Leggi tutto

Infezione da coronavirus associata a sindrome respiratoria acuta grave in pazienti in età pediatrica

Durante lo scoppio della grave sindrome respiratoria acuta del 2003, si è sentita la necessità di fornire informazioni alla comunità…

Leggi tutto

Malattia respiratoria associata ai sottotipi NL63 e HKU1 di coronavirus nei bambini

I coronavirus sono causa di malattie delle vie respiratorie superiori, e occasionalmente di quelle inferiori, nella popolazione suscettibile. Ricercatori dell’University…

Leggi tutto

Infezioni subcliniche o non-polmonari da coronavirus della Sars

Sebbene il genoma del coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave ( SARS-CoV ) sia stato sequenziato e sia stato identificato…

Leggi tutto

Distribuzione tessutale della proteina ACE2, il recettore funzionale per il coronavirus della SARS

Il virus della SARS ( SARS –CoV ) si lega ad un recettore che è stato identificato in una metallopeptidasi,…

Leggi tutto

OMS: un nuovo Coronavirus è la causa della SARS

L’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità ) ha confermato che la causa della SARS ( Sindrome Respiratoria Acuta Grave )…

Leggi tutto

Infezione da Coronavirus tra il personale sanitario di un ospedale di comunità ad Hong Kong

Nel corso dell’epidemia di SARS ( Sindrome Respiratoria Acuta Grave ) il personale sanitario è risultato ad alto rischio di…

Leggi tutto

Confermata la scoperta che l’agente causale della SARS potrebbe essere un Coronavirus

Ricercatori di Hong Kong hanno studiato 50 pazienti affetti da SARS ( Sindrome Respiratoria Acuta Grave ). I pazienti avevano…

Leggi tutto

Un’ipotesi sul meccanismo d’azione del Coronavirus della SARS

I pazienti con SARS spesso muoiono a causa della cascata di citochine di tipo Th1 , così come i pazienti…

Leggi tutto

L’OMS ha confermato che la causa della SARS è un nuovo Coronavirus , mai visto finora nell’uomo

16 Aprile 2003 L’OMS ha confermato che la causa della SARS ( Sindrome Respiratoria Acuta Grave ) è un Coronavirus…

Leggi tutto

 

 

 

 

Virologia Farmaci: Aggiornamenti e Novità in terapia by Xagena

Virologia.net

Virologia Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

AidsOnline.it | Infettivologia.it | Infettivologia.net | Micosi.net | Vaccini.net | Virologia.net |

Pembrolizumab per il trattamento e leucoencefalopatia multifocale progressiva

La leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ) è una infezione cerebrale opportunistica causata dal virus JC ed è tipicamente fatale a meno che non sia ripristinata la funzione immunitaria. L …


 

Dolutegravir più Lamivudina rispetto alla tripla terapia a base di Dolutegravir: decadimento virale comparabile

L’obiettivo di uno studio è stato quello di ampliare la comprensione della potenza virologica della duplice terapia costituita da Dolutegravir più Lamivudina ( Dolutegravir / Lamivudina, Dovato ). …

Mediexplorer.it

Tenofovir gel per la prevenzione della infezione da virus herpes simplex di tipo 2

A livello globale, l’infezione da virus dell’herpes simplex di tipo di 2 ( HSV-2 ) è la causa più comune della malattia ulcerosa genitale. Sono necessarie strategie di prevenzione efficaci per l’inf …


 

Valganciclovir sopprime la riattivazione del virus di Epstein-Barr durante immunosoppressione con Alemtuzumab

Con l’immunosoppressione si verifica la riattivazione degli herpes virus latenti. Alemtuzumab ( Campath, MabCampath ) è un anticorpo diretto contro CD52, che si esprime su tutte le cellule B e T. Il t …

MedFocusImmunoterapia Oncologica


 

Biktarvy, un regime a tre farmaci per il trattamento dell’infezione da HIV-1

E’ stato approvato dall’FDA ( Food and Drug Administration ) Biktarvy, un regime a tre farmaci ( Bictegravir, Emtricitabina e Tenofovir alafenamide ) per il trattamento dell’infezione da HIV-1, dispon …