Maria De Filippi celebra 20 anni di Amici: “Quest’anno il Covid l’ha reso più reality”

In questi 20 anni “Amici” ha visto nascere tra i suoi banchi tante carriere e molte stelle della musica italiana hanno mosso i primi passi proprio qui. Il segreto della scuola di Maria De Filippi è stato rinnovarsi sempre, per non annoiare il pubblico. E la conduttrice ha saputo trarre il meglio anche dalla difficile situazione attuale: “La convivenza a causa del Covid fa sì che non sia solo talent, ma anche reality”.

Maria-De-Filippi-ad-Amici

“Era un esperimento, poi è diventato talent” – Correva l’anno 2000 quando la De Filippi pensò di aprire la scuola televisiva di “Amici”, per promuovere e lanciare i giovani talenti nel mondo dello spettacolo. “Era nato come esperimento. Alla prima edizione si presentarono in pochi, l’anno dopo erano 30mila”, ricorda al Corriere della Sera la conduttrice. “Pian piano è diventato sempre più talent. Sono arrivate le case discografiche, si sono aperte le porte di Sanremo, hanno cominciato a frequentarlo anche i cantanti che prima lo snobbavano”.

La rivoluzione social – L’arrivo dei social ha fatto cambiare pelle al programma, donandogli nuova linfa: “All’inizio i ragazzi erano tutti interpreti mentre ora sono tutti cantautori. YouTube e TikTok hanno offerto loro la piattaforma dove potersi autoprodurre”. Maria non nasconde, però, di aver perso anche qualche battaglia in questi anni: “La recitazione è stata una scommessa che ho perso, perché in tv non si riusciva a renderla come volevo”.

MARIA DE FILIPPI_0567-kzwD-U3230516349050eDH-656x492@Corriere-Web-Sezioni

“Il Covid ha reso Amici più reality” – A rendere particolare l’edizione di quest’anno è il contesto sanitario, che ha obbligato la produzione a chiudere i ragazzi in isolamento: “La necessità di tenere i ragazzi in una bolla fa sì che non sia solo talent, ma anche reality. Si vede tutto quello che prima non era sotto l’occhio delle telecamere”. L’altro cambiamento importante è stata l’abolizione delle squadre durante il pomeridiano: “Io stessa mi annoiavo un po’ e ho deciso di cambiare inserendo un meccanismo che si basa sull’individualità dei ragazzi, più aderente alla realtà del mercato discografico”.

Grande Fratello Vip, Tommaso Zorzi choc: «Nomino Stefania». La Orlando scoppia in lacrime

“Scartarono Arisa perché poco telegenica” – Le due novità nel corpo docente sono invece Lorella Cuccarini e Arisa, che si è finalmente presa la sua rivincita anni dopo essere stata esclusa dal programma: “Tra i 30mila ragazzi delle prime edizioni c’era anche lei e qualcuno la scartò alla prova telegenia. La telegenia è la più grande scemenza d’Italia. Non ho mai lavorato guardando un monitor: se chi conduce guarda come viene in tv deve cambiare mestiere. La patente di ingresso per la tv non può essere la bellezza, a meno che non si tratti di Miss Italia”.

“Voglio fare crescere i ragazzi” – Dopo vent’anni, però, per la De Filippi quello che non cambia è mettere al centro di tutti i ragazzi e le loro storie : “Il connotato della scuola è sempre stato dare la vera possibilità di far crescere i ragazzi. Non puoi fare copia-incolla sulle persone, le storie di vita non sono mai uguali, le vicende personali tirano sempre fuori qualcosa di diverso. I programmi li fanno le persone”.

Maria De Filippi celebra 20 anni di Amici: “Quest’anno il Covid l’ha reso più reality”ultima modifica: 2020-12-15T14:45:04+01:00da george102

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.