GfVip, frase scioccante di Zequila su Antonella Elia. Rivolta sui social: «Vergogna»

Siamo tutti perfettamente consapevoli che nella casa del Grande Fratello Vip spesso si finisca per fare dichiarazioni fuori dalle righe, come è successo a Sossio Aruta. Ebbene anche Antonio Zequila, si è lasciato andare ad alcune esternazioni non proprio felici sui cani randagi e su Antonella Elia. Ma cos’avrà detto di preciso di tanto grave da far indignare il popolo del web?

Zequila shock: “Una botta in testa, come ai cani randagi”
Partiamo dal principio. Antonio era in giardino insieme a Fernanda Lessa, Paolo Ciavarro e Andrea Denver, con i quali stava parlando di Antonella Elia e delle sue sfuriate continue all’interno della casa.5132307_43_20200324150558

“Lei fa come i cani randagi – ha detto Zequila parlando della coinquilina – se gli dai una botta in testa, gli dici basta, il cane sta fermo”.

Una frase decisamente fuori posto, che è stata sottolineata da Fernanda Lessa, che ha detto: “In Brasile se arriva un gruppo di cani randagi, tu ti pieghi, fai finta di prendere un sasso e così pouf”.

L’unico che ha provato a dire qualcosa è stato Andrea Denver, che ha fatto notare ad Antonio di avere esagerato. La frittata, però, era già fatta e su Twitter sono comparsi subito una serie di commenti arrabbiati a riguardo.

L’indignazione del web contro Antonio Zequila
“Ma è vero che Zequila ha detto che Antonella andrebbe presa a bastonate come i cani randagi? – ha scritto una persona su Twitter – Dicono lo abbia detto stamattina a Fernanda! Ma è una frase orribile!!”

E ancora: “Quindi, secondo Zequila, i cani randagi vanno presi a pietrate. Mi piacerebbe sentire cosa ne pensa la Lega Nazionale per la Difesa del Cane e l’ENPA, visto che è UN REATO dire queste cose e in TV specialmente!”

GfVip, frase scioccante di Zequila su Antonella Elia. Rivolta sui social: «Vergogna»ultima modifica: 2020-03-25T12:54:34+01:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.