Fabrizio Moro in crisi di nervi: attacca il concerto di Salmo ma ha paura di fare il nome. E accusa i giornalisti che lo scrivono

Fabrizio Moro lancia il sasso e nasconde la mano. Vuole fare il rivoluzionario alternativo ma non ne ha il coraggio. Spara a zero contro tutto e tutti ma non fa i nomi come il più classico dei qualunquisti.

x6163537_0912_tripletta2.jpg.pagespeed.ic.QLRoulMFCg

E se qualcuno, come i giornalisti di Leggo, fa due più due e fa il nome del rapper Salmo al posto suo lui si indigna, s’arrabbia “io non sto contro Salmo”, scrive un lungo e facile post su Instagram (dove ha 545mila fan che possono solo applaudirlo) contro siti e giornalisti (senza fare i nomi ovviamente ma mettendo la foto di Leggo). Un post per prendere le distanze, di fatto, da se stesso e spiegare un’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano: il che vuol dire che o lui non si è spiegato bene o l’intervista è stata scritta male, ma siccome non l’ha smentita vuol dire che il giornalista ha riportato fedelmente il suo pensiero. Che peccato, che delusione. Perché in fondo Fabrizio Moro è un bravo cantautore, con C maiuscola verrebbe da dire anche se lui denigra i media mettendo le virgolette alla parola “testate”.

Fabrizio Moro in crisi di nervi: attacca il concerto di Salmo ma ha paura di fare il nome. E accusa i giornalisti che lo scrivonoultima modifica: 2021-08-29T17:59:48+02:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.