Ballando, Selvaggia Lucarelli: «Mietta non vaccinata per problemi di salute? Doveva stare a casa»

La premessa è che «è stato possibile arrivare a conoscere la positività di Mietta perché i controlli di Ballando e della in Rai sono veramente molto seri», quindi «il programma e la Rai sono inattaccabili». Comincia così il lungo video con cui Selvaggia Lucarelli chiarisce, nelle sue stories Instagram, la polemica che l’ha vista coinvolta ieri a ‘Ballando con le stellè, dopo che la concorrente Mietta è stata trovata positiva al Covid in seguito a un tampone. «Io ho due vaccini -spiega la Lucarelli- ho il green pass e nonostante questo devo esibire ogni sabato un tampone negativo».6278230_1741_mietta_no_vax_selvaggia_lucarelli

La giornalista sottolinea alcune «inesattezze che ho sentito», come quella del Codacons «che ha riportato una nota manipolando completamente la realtà», affonda la Lucarelli. «Io non ho affatto insistito nel chiedere se Mietta e Michael Fonts fossero vaccinati. Non c’è stata alcuna violazione della privacy, solo una domanda, io credo legittima». La giurata del talent spiega perché: «La questione non ha a che fare con il pruriginoso o il pettegolezzo per sfruculiare nella vita degli altri -osserva Lucarelli- Ballando è programma complesso a cui si lavora per quasi un anno. La positività di uno di noi può comportare grossi problemi a chi ne fa parte, sia lavorativi che di salute».

La giornalista sottolinea che «la legge prevede l’obbligo del green pass, non l’obbligo di vaccino. Molti concorrenti firmano il contratto molti mesi prima, quindi è molto complesso poter prevedere le cose», e «ci si affida al buon senso dei partecipanti». Poi l’affondo vero e proprio a Mietta: «Se una persona ha dei problemi, dal mio punto di vista deve stare a casa», incalza. E commentando la notizia secondo cui Mietta non si sarebbe vaccinata per alcuni problemi di salute, la Lucarelli è netta: «I problemi di salute sono un grande cavallo dei no vax», è la sua opinione. La Lucarelli spiega di essere intervenuta in diretta sulla questione perché «stava passando il messaggio che una persona vaccinata fosse positiva», chiudendo poi con una specifica sulla ‘violazione della privacy’ nel domandare alla concorrente se avesse proceduto al vaccino. «Non sono fatti suoi, sono fatti di tutti», precisa Lucarelli. «Credo di aver esercitato il mio diritto di fare una domanda, come lei ha esercitato il suo diritto non rispondendo, salvo poi dare risposte piuttosto fumose», conclude.

Ballando, Selvaggia Lucarelli: «Mietta non vaccinata per problemi di salute? Doveva stare a casa»ultima modifica: 2021-10-24T18:10:40+02:00da manuela_man27

7 thoughts on “Ballando, Selvaggia Lucarelli: «Mietta non vaccinata per problemi di salute? Doveva stare a casa»

  1. Innanzi tutto si può essere positivi anche col vaccino, tanto è vero che la Selvaggia ha detto che deve comunque fare il tampone. Quindi non è vero che chi si vaccina garantisce gli altri. Poi di violazione della privacy si può parlare perché le domande “sei vaccinato?” e “sei vaccinata?” sono state ripetute. Selvaggia, torna nella jungla!

  2. Sei scorretta come non mai.
    Sappiamo tutti oramai che anche chi è vaccinato può contagiarsi e contagiare come chi non lo è almeno dopo 3 mesi dal vaccino
    Non ha senso continuare con questa criminalizzazione dei non vaccinati se non per essere sempre di più aderenti al potere attuale.
    Oramai anche i dati ufficiali del S.s.n. dimostrano che questa è una malattia che colpisce sopra gli 80 anni a meno di patologie pregresse che potrebbero complicarsi anche con altre malattie.
    Il rapporto benefici-rischi dimostra che è sconsigliato a chi a meno di 50 anni.
    Come si fa a dimostrare che quelli che stanno male o muoiono dopo pochi giorni o anche mesi dopo il vaccino non sia per quello?
    In fin dei conti si diceva sempre che si moriva per Covid anche quando non era vero però è vietato parlare male in qualsiasi modo del vaccino perché deve essere una fede assoluta, un po come la religione…
    Prima o poi qualcuno dovrà pagare per tutti i danni fatti.
    Le indagini dei magistrati stanno andando avanti…speriamo facciano presto.
    Comunque almeno ammettete tutti i danni che hanno fatto quando molte persone non potevano neanche curarsi, certo che se un anziano o chi ha patologie gravi,non lo curi o lo curi male, con questa influenza potenziata fa presto ad andarsene.
    E’ stato il comportamento completamente sbagliato della sanità a causare decine di migliaia di morti, che si sarebbero potuti evitare si si lasciava fare a chi aveva voglia di andare a curare la gente con le normalissime medicine che si sono sempre usate
    Per non parlare dello scandalo dei monoclonali che se date in tempo avrebbero curato quasi tutti senza problemi, vedi i casi famosi guariti dopo tre giorni.
    Vedi anche come è nato questo virus…dopo quasi due anni si può parlare di laboratori … però se ne parlavi all’inizio eri un pazzo o un complottista.
    Sono stanco, fatela finita di dire cose che quasi nessuno è in grado di dimostrare come se fossero la verità assoluta e smettetela di far finta di credere che a qualcuno di quelli che veramente comandano sia interessato al bene della gente normale, basta non se ne può più, svegliamoci prima che sia troppo tardi.

  3. È una opinione del tutto personale.
    Per me la Lucarelli è di una odiosita’ inaudita. Di una antipatia unica. Sempre a sentenziare e criticare tutto e tutti.
    É proprio vero chi non sa fare nulla, insegna

  4. Lucarelli personaggio senza pudore! Offende tutte le persone che hanno problemi di salute, se ne frega della privacy in modo insistente, cerca sempre il litigio. Ma qui non si può fare ciò su quello che non è spettacolo, ma riguarda la salute e il rispetto della privacy! Ha violato delle normative in prima serata Rai! Sia denunciata e paghi. Meglio se buttata fuori dai programmi televisivi; non è adatta!

  5. Essere critici con chi non si vaccina oggi vuol dire solamente che puoi essere insultato e offeso da chi non la pensa allo stesso modo ma quando finirà questo modo di giudicare ed esprimersi sarà purtroppo tardi

  6. Quando ero piccolo sono stato vaccinato senza poter scegliere di farlo e esenza sapere cosa mi veniva somministrato…oggi sono qui dopo molti anni, vivo tranquillamente, ho una famiglia dei figli che sono sani, forse se non ero stato vaccinato sarei morto ma questo nessuno lo può prevedere…
    Mi stupisce il fatto che, sapendo la storia di tutte le epidemie che si sono vissute nel mondo, ancora si parla di diritti inviolabili, quando a mio avviso il diritto alla vita é il più importante di tutti

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.