Giornalista molestata, pacca sul sedere da un tifoso. E in studio cala l’imbarazzo: «Non te la prendere…»

«Stavo facendo il mio lavoro e mi hanno palpeggiata. È inaccettabile nel 2021». Comincia così la denuncia di Greta Beccaglia, giornalista di Toscana Tv che durante la trasmissione «A tutto gol» stava portando avanti il suo collegamento raccogliendo le reazioni a caldo dei tifosi fuori lo stadio Castellani dopo la partita Empoli-Fiorentina.

6350393_0947_greta_beccaglia

Nel bel mezzo del servizio, un tifoso le è passato accanto dandole una pacca sul sedere, lasciando di stucco la giornalista. «Scusami, non puoi fare questo, mi dispiace», ha detto immediatamente lei. In studio dal conduttore però non è arrivata nessuna solidarietà, anzi: «Non te la prendere, non te la prendere», le è stato detto dal collega.

L’episodio è arrivato all’Ordine dei giornalisti della Toscana che in una nota ha denunciato quello che ha definito un «episodio gravissimo di molestia nei confronti di una giornalista avvenuta in diretta tv al termine della partita Empoli-Fiorentina, nei giorni in cui è massima l’attenzione sul contrasto alla violenza nei confronti delle donne».

L’Ordine dei giornalisti della Toscana «condanna quanto accaduto» nel pomeriggio di sabato ed «esprime piena solidarietà alla giornalista Greta Beccaglia che è stata subito contattata dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Toscana, Giampaolo Marchini». Ma, sottolinea l’Odg, «chi era in studio, invece di condannare il gesto e il molestatore, ha invitato la collega a “non prendersela”. Verso di lei non è stata sentita nessuna parola di solidarietà da parte del conduttore». Anche rispetto a questo aspetto della vicenda «l’Ordine ribadisce che è giunto il momento di smetterla di minimizzare e ricorda che la violenza contro le donne è prima di tutto un problema culturale e sociale».

Giornalista molestata, pacca sul sedere da un tifoso. E in studio cala l’imbarazzo: «Non te la prendere…»ultima modifica: 2021-11-28T13:40:36+01:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.