Quando Maradona giocò per Escobar, il più grande narcotrafficante della storia

Tutto il mondo piange Maradona dice Conte,  mica tanto, io perlomeno non lo considero un eroe e trovo la santificazione che si sta facendo davvero esagerata e fuori luogo, mi spiace certo, è morto presto forse per i suoi eccessi, ma questi eccessi li portava anche in campo,
Io credo che uno sportivo sia portatore di valori e quando questi valori vengono traditi nella competizione sportiva non sia certo da definire un eroe, Maradona tutti lo sappiamo era un cocainomane e scendeva in campo drogato o dopato è stato squalificato per due anni dai campi di calcio per questo.
Era un grandissimo calciatore ma esaltava le sue doti fisiche e mentali con sostanze quando era in campo, vi sembra davvero un eroe da celebrare come un mito dello sport?
A me no, a questo proposito vi voglio raccontare una storia che lo riguarda, quando Maradona giocò per Pablo Escobar.
Tutti sappiamo che Escobar è stato il più grande narcotrafficante di tutti i tempi, appassionato di calcio, invitò Maradona a giocare per lui quando era in galera, una galera dorata… Maradona stava scontando i due anni di squalifica dopo esser risultato positivo alla cocaina nei test anti-doping. La cifra offerta da Escobar era troppo alta per rifiutare., traggo dall’articolo qui sotto, poi se volete saperne di più leggetelo:
“El pibe de oro dichiarò in seguito di aver accettato senza sapere per chi stesse andando a giocare e che si preoccupò molto quando si trovò di fronte ad una prigione. Insieme a lui c’era un altro campione sud-americano, il portiere Renè Higuita, lì per lo stesso motivo. Escobar accolse entrambi con calore e li accompagnò nel campo da calcio allestito nella prigione. Furono formate due squadre composte dai sicari del narcotrafficante: in una giocava Maradona, nell’altra Higuita… La mattina dopo l’argentino ricevette il suo compenso e se ne andò col saluto amichevole di Pablo Escobar.”

Qualche tempo dopo lo intervistarono su quell’episodio e lui disse: “Alla fine dei conti, Escobar fabbricava un prodotto clandestinamente e lo vendeva a gente che lo chiedeva, nessuno veniva obbligato, no? Non lo rubava a nessuno. D’altra parte, i politici vengono eletti e rubano il denaro al popolo, alzando le tasse  a una madre che compra il latte per i suoi figli. Quindi, chi è il peggiore eticamente?”

Che ne pensate?

https://www.vesuviolive.it/sport/calcio-napoli/243901-maradona-escobar/

Calcio e coca: quando Maradona giocò per Pablo Escobar

Quando Maradona giocò per Escobar, il più grande narcotrafficante della storiaultima modifica: 2020-11-26T10:55:24+01:00da annawintour0

5 commenti


  1. // Rispondi

    Sai quanti giocatori si drogano. Solo che sono famosi come Maradona. Accettare di giocare per un boss mafioso? Tu prova a rifiutare.


    1. // Rispondi

      il punto non è tanto l’aneddoto di Escobar, ma questa frase: Era un grandissimo calciatore ma esaltava le sue doti fisiche e mentali con sostanze quando era in campo, vi sembra davvero un eroe da celebrare come un mito dello sport?


  2. // Rispondi

    Per Escobar e i cartelli criminali e mafiosi sfoggiare una star dello sport o del cinema era la possibilità di elevare e sfoggiare uno status quo di ricchezza e prestigio ma acquisito col sangue e il terrore. La giustificazione di Diego è davvero impropria. Bene che si ricordi anche questo lato della vicenda Maradona, anche se ha contribuito al riscatto di Napoli in un momento difficile e per questo viene ricordato come Re di Napoli


  3. // Rispondi

    Si! sono d’accordo con te…
    e che dire quando Maradona ingiuriò Napoli e i napoletani quando lasciò la squadra e la città che lo aveva accolto con tanto amore e lo adorava (adora) come un dio? e che dire quando i napoletani tifarono Argentina nella partita dei mondiali Italia/Argentina???
    Un cocainomane anche se un campione dopatissimo non possono e non devono rappresentare un modello di vita perché sono un pessimo esempio di come si può diventare con sacrificio e abnegazione un asso di qualsiasi sport…
    Abbiamo la memoria troppo corta e facilmente scordiamo quello che è veramente importante
    E’ tutto fuori luogo e ridicolo!


  4. // Rispondi

    Tutti abbiamo dei pregi e dei difetti ! Come si dice ” chi non ha difetti scagli la prima pietra ” !! Maradona se si drogava era a suo discapito e non come dici che dopandosi esaltava le sue doti … e la sua carriera sarebbe durata ancora per altri 10 anni- Forse non sai che Maradona in tutta la sua vita ha fatto a tutti quelli che ne hanno fatto richiesta ed anche a quelli che non lo hanno fatto opere di bene !! Poi quando uno ti chiama pagandoti per farti giocare una partita che c’è di male ? Doveva chidergli prima un documento di riconoscimento !!

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.