Le macchie scure sui denti

Come prevenire le macchie scure sui denti

Anche se i vostri figli sono abbastanza bravi a prendersi cura dei denti, potrebbero avere ancora macchie nere di certi cibi e bevande. Non scoraggiarti! Ci sono modi per prevenire queste macchie e riparare i denti che sono già colorati. Le macchie nere

macchie scure denti

fanno più che rovinare il bel sorriso bianco di vostro figlio. Alcune macchie nere possono essere segni di carie dei denti. Conoscere le diverse cause dei segni neri sui denti può aiutare a proteggere il bambino dal dolore di un dente cariato.

Cosa causa macchie nere sui denti?

Nei bambini i denti da latte possono diventare marroni o neri per molte ragioni. Le macchie nere sono all’esterno del dente e sono causate da certi cibi e bevande, oltre a qualche medicina. I denti possono anche avere macchie nere dovute a carie interne causate da carie o altri problemi di salute dei denti. Ogni persona ha nei denti una quantità diversa di colore da bianco a giallo. Anche la genetica può causare qualche scolorimento nei denti. La maggior parte delle macchie nere sui denti, tuttavia, sono segni di una dieta scadente o di una scarsa igiene dentale.

Perché i denti sono bianchi?

Anche se di solito pensiamo ai denti come bianchi, i denti naturalmente variano di colore. I denti sono fatti di strati. Lo strato inferiore è in realtà di colore giallo, e lo strato superiore, detto smalto, è una sfumatura bianca bluastra. Lo strato smaltato è leggermente trasparente, quindi il giallo sotto fa sembrare i denti più scuri. I denti dei bambini tendono a mostrare più colore bianco dei denti degli adulti perché i denti da latte hanno più calcio. I denti di ogni bambino saranno diversi e i denti di un bambino possono essere naturalmente più gialli di altri. Tuttavia, le macchie nere nei denti sono molto più scure di queste sfumature naturali.

Perché i denti diventano scuri?

I denti possono diventare neri per una serie di motivi. Le macchie nere sui denti dei bambini sono spesso legate alla dieta. Cause comuni delle macchie nere sui denti causate da cibi e bevande:

  • Bevande acide come bibite gassate e bevande sportive
  • Bacche di colore scuro e cibi e bevande contenenti le stesse
  • Salse colorate di colore scuro come salsa di soia, salsa di pomodoro e salsa al curry
  • Integratori di ferro liquido

I denti macchiati possono essere un segno che il bambino non sta praticando una buona igiene orale, compreso lo spazzolamento e l’uso di filo interdentale. Altri fattori, tra cui alcune malattie orali, possono causare macchie nere e macchie. Ci sono due categorie per le cause delle macchie nere sui denti. I fattori esterni causano la modifica del colore all’esterno del dente. Le macchie interne colpiscono il dente dall’interno all’esterno. I denti macchiati internamente nei bambini possono significare che i denti stanno subendo un processo carioso. Un dente con una macchia nera causata dalla carie può diventare rapidamente dolorante.

Cause esterne dei denti macchiati

Le macchie nere sui denti derivano spesso da cause esterne. Conosciute come macchie esterne, queste macchie nere sui denti influenzano lo strato esterno dei denti, lo smalto. Dato che lo smalto è all’esterno del dente, le macchie nere sono più facili da evitare con semplici cambiamenti di stile di vita. I bambini possono avere macchie nere sui denti provenienti da diverse fonti di cibo o bevande. Alimenti come cioccolato, bacche e sottaceti possono causare macchie nere. Mangiare e bere cibi acidi come frutta o bevande sportive può distruggere lo smalto dentale. Mentre lo strato di smalto si indebolisce, è più probabile che si macchi. Altre cause esterne di macchie nere sui denti sono salse scure come salsa di soia o curry. La salsa di pomodoro può sembrare neutra, ma nel tempo può essere la causa di macchie nere sui denti. Le macchie nere causate da fonti esterne possono essere corrette con l’aiuto di un dentista fidato per bambini.

Tartaro nero sui denti

Il tartaro sui denti può apparire come macchie nere e macchie grigio scuro. Il tartaro nero è causato da un accumulo di placca non correttamente pulito. Anche se possono apparire sopra le gengive, di solito le macchie nere di tartaro appaiono sulle superficie dei denti. Nel tempo, la placca, che è una pellicola appiccicosa sui denti che contiene batteri, si indurisce sui denti e reagisce agli acidi nei cibi per diventare tartaro. Il tartaro nero sui denti crescerà nel tempo se non viene rimosso con la pulizia dei denti professionale ad ultrasuoni. Mentre la placca può essere tenuta lontana spazzolando i denti, il tartaro è molto più difficile da rimuovere.

Cause interne delle macchie nere sui denti

Possono apparire macchie nere sui denti anche dall’interno verso l’esterno. Queste macchie interne, chiamate scolorimento intrinseco, sono molto più difficili da rimuovere. Questo perché le macchie intrinseche sono molto più profonde negli strati del dente. In genere, queste macchie profonde del dente iniziano a formarsi quando il dente cresce, spesso quando il bambino è piccolo. Le macchie intrinseche possono essere causate molto presto nella formazione del dente. Tra le cause primarie delle macchie interne nere sui denti ci sono i farmaci somministrati a un bambino che contengono antibiotici. Anche il fluoro in eccesso quando i denti di un bambino formano lo smalto può essere causa di una alterazione della colorazione interna. Anche una lesione del dente può causare la colorazione nera del dente. Le lesioni ai denti comprendono cadute con traumial dente o lesioni che danneggiano i nervi della bocca. Quando un dente viene traumatizzato, il corpo invia più sangue nella zona per aiutare il processo di guarigione. L’eccesso di sangue può creare macchie di colore rosso o nero scuro sul dente.

La carie annerisce i denti

Uno dei tipi più comuni di macchie di denti è la carie dentale. Nel tempo, cattive abitudini come non lavarsi i denti e non usare il filo interdentale possono portare a carie dei denti. Le carie sono un problema abbastanza comune che può essere causato dall’mangiare e bere molti cibi zuccherati o acidi. La carie dei denti è solitamente causata da fattori esterni, ma incide sull’interno del dente all’esterno. Non lavarsi e non usare il filo interdentale almeno due volte al giorno è una delle cause più comuni di carie dei denti. Poiché la placca e il tartaro sono lasciati sui denti, si corrode lo strato esterno. Una volta che lo strato esterno di smalto di un dente è danneggiato, i batteri possono trovare la propria strada fino a giungere all’interno del dente. Ciò conduce a carie dei denti che causa altra carie ed ulteriori infezioni. La degenerazione dello smalto può essere estremamente dolorosa se lasciata senza trattamenti.

Cosa fare se un dente diventa nero?

La buona notizia è che ci sono modi per prevenire e rimuovere macchie nere sui denti. In effetti, prevenire macchie nere può essere facile come insegnare ai propri figli l’abitudine a spazzolare i propri denti, passando anche il filo interdentale al termine. Altre misure preventive possono contribuire a impedire la formazione di macchie nere. Le macchie nere esistenti sono generalmente curabili con lo sbiancamento dei denti professionale. Il trattamento dei denti neri può comprendere rimedi casalinghi con prodotti sbiancanti da banco o trattamenti professionali da eseguire nello studio odontoiatrico. Il modo più sicuro per trattare le macchie nere sui denti, tuttavia, è visitare un medico specializzato in odontoiatria estetica.

Cura canalare

Cura canalare

La cura canalare (anche detta terapia canalare o devitalizzazione) è una

cura canalare

cura canalare

operazione chirurgica. Il dentista ricorre alla cura canalare quando non è possibile farne più a meno, solitamente perchè il paziente lamenta un

dolore impossibile da sopportare(pulpite). Il dolore è dovuto alla penetrazione di un infezione batterica nella camera pulpare che sta infiammando la polpa stessa ed i nervi del dente potendo provocare la necrosi del nervo.

Perchè si arriva alla pulpite ?

Le cause della pulpite possono essere molteplici:

  • Carie dentale trascurata con perforazione dello smalto ed invasione di dentina e polpa

    Pulpite

    Pulpite provocata da una carie dentale trascurata

  • Parodontite (detta anche piorrea);
  • Traumi ai denti o ripetuti interventi dentari invasivi;
  • crepe della corona
  • Bruxismo, ovvero il digrignamento dei denti;
  • Masticazione scorretta;
  • Malocclusioni dentarie;
  • Scarsa igiene orale.

Come funziona la cura canalare ?

Le pricipali fasi della terapia canalare sono qui di seguito elencate:

  1. Il dentista anestetizza il dente ed attende l’effetto del farmaco
  2. Crea un’apertura attraverso la corona dentale per arrivare alla camera pulpare.
  3. Il dentista rimuove l’infezione e la polpa danneggiata, disinfetta le parti rimanenti
  4. Modella i canali per fare spazio ai materiali usati per la sigillatura dei canali.
  5. I canali vengono riempiti con un materiale inerte, tipicamente guttaperca, per impedire nuove infezioni o contaminazioni.
  6. Per sigillare l’apertura, si applicano altre sostanze sopra il sigillante per creare un’otturazione temporanea; quest’ultima verrà rimossa solo quando potrà essere applicata un’otturazione o una corona permanente. La corona, detta anche capsula, avrà le sembianze di un dente naturale e verrà installata sulla parte superiore del dente curato.
  7. In alcuni casi, vicino all’otturazione in guttaperca viene applicato uno o più perni per offrire maggior sostegno alla struttura del dente ed alla corona.
  8. La capsula dentaria viene fissata al dente devitalizzato.

Conclusioni

La cura canalare serve ad impedire ulteriori patologie che potrebbero aggravare ulteriormente la salute del vostro cavo orale:

  • Granuloma
  • Alveolite
  • Ascesso
  • Necrosi del dente
  • Perdita dell’elemento
  • Asetticemia
  • Parodontite (Piorrea)
  • Infezione dell’osso

Pertanto, se è necessaria non va assolutamente evitata.

Se vi trovate nella zona di Roma e pensate di avere un problema di questo tipo vi consigliamo di rivolgervi in questo studo dentistico. Faranno una diagnosi completa ed eventualmente potranno fornirvi tutto il supporto terapeutico necessario.

Se siete interessati a questo argomento potete approfondirlo anche in questi siti:

 

 

La carie dentale

Cura della carie dentale

carie denti, carie dentale

carie denti

Mi sono sempre chiesto se è possibile impedire che i nostri denti possano essere cariati o comunque se sia possibile prevenire in qualche modo il loro deterioramento.

Ho passato qualche mese a studiare tutta la documentazione disponibile su autorevoli riviste scientifiche, anche online(Pubmed) e, purtroppo, sono arrivato alla conclusione che non è possibile. Però è possibile prevenire la carie e, nel caso questa colpisca i nostri denti, è ovviamente possibile curarla. La prevenzione, oramai è arcinoto, consiste in una buona igiene orale quotidiana. Bisogna pulire i denti dopo i pasti, possibilmente con lo spazzolino elettrico, usando un dentifricio corretto, il filo interdentale, ed eventualmente un colluttorio. Ma sopratutto bisogna fare la visita periodica dal dentista. Però questo non succede veramente. Vuoi perchè siamo fuori casa per studio o per lavoro, vuoi perchè siamo stanchi e ce ne dimentichiamo, talvolta saltiamo le operazioni di igiene orale. E così inzia a formarsi la placca batterica, prima ed il tartaro dopo. La presenza di batteri la cui presenza è agevolata dal tartaro e da un alimentazione scorretta(dolci, caramelle, bevande varie) comporta una serie di problemi che portano all’insorgenza della carie. In pratica, i batteri responsabili della carie vogliono semplicemente cibarsi degli zuccheri presenti nel cibo che mangiamo e che rimane attaccato ai denti, anche se in piccolissime particelle. Nel processo digestivo di questi batteri vengono create sostanze di scarto acide che intaccano lentamente e costantemente lo smalto dei nostri denti. Un pochino oggi ed un pochino domani, lo smalto dei denti si consuma ed il buco è fatto ! Una volta creato il buco (n.d.r. la carie dentale) arriva immancabilmente il dolore. Il dolore è causato dall’invasione dei batteri nella zona della polpa del dente che è molto innervata e permette al cervello di ricevere tutti gli stimoli sensori dal dente. Ovviamente questa è una infezione batterica e quindi provoca una reazione di infiammazione con ulteriore dolore.

Cosa si può fare in questi casi ? Andare urgentemente da uno dei migliori dentisti Roma per far curare il nostro dente. Le informazioni per la cura della carie sono presenti nella pagina della carie dentale, mentre se siete ancora curiosi riguardo alla soluzione di questo problema, si tratta solamente di una bella: otturazione dentale.

Per chi fosse interessato a questo argomento sono disponibili utleriori informazioni:

In bocca al lupo.

L’intarsio dentale

L’intarsio dentale

Intarsio dentale

Intarsio dentale

Tra le esperienze che ho fatto con il dentista c’è anche quella di farmi mettere un intarsio dentale per riempire la cavità creata da una carie.

L’intarsio è un riempitivo, il mio è fatto di ceramica, appositamente creato dal vostro dentista (per esattezza, dall’odontotecnico del vostro dentista) che prende lo stampo della cavità su cui va applicato e poi lo fa realizzare in laboratorio. Non vi preoccupate, se il dentista ha trovato una bella carie che ha creato questa cavità non la lascerà vuota a darvi fastidio, ma provvederà con una otturazione provvisoria a riempire il buco mentre l’intarsio viene realizzato. Una volta che l’odontotecnico avrà preaparato l’intarsio il dentista ve lo applicherà sulla cavità formatasi con un collante speciale.

L’intarsio è una soluzione molto migliore rispetto alla normale otturazione, perchè è molto più resistente e duraturo di quest’ultima. Molto simile allo smalto del dente naturale.

Purtroppo un intarsio costa un pochino di più rispetto all’otturazione, ma ne vale la pena. In verità va anche detto che costa meno di una capsula (o corona, che dir si voglia).

La dentista che mi ha raccontato queste cose mi ha anche detto che solitamente l’intarsio dentale viene applicato ai denti posteriori, perchè sono più grandi di quelli anteriori e quindi c’è più spazio di appoggio per inserire l’intarsio. Comunque questa non è una regola rigida.

L’intarsio non ha bisogno di particolari attenzioni o cure rispetto ad un dente normale. Bast spazzolare i denti proprio come viene fatto per i denti naturali.

Se avete una carie o state cercando un buon dentista a Roma per farvi applicare un intarsio dentale vi suggerisco i miei dentisti Roma.

Nel loro sito sono presenti delle pagine che vi aiutano a raggiungerli sia con i mezzi pubblici che con l’auto privata da diversi quartieri circostanti. Ve ne riporto alcuni:

Ciao, a presto !