Ensamble Cyberpunk e Musica classica insieme La sintesi del cinema

 

SIT Victor Perez
Ogni storia crea ponti con le isole di conoscenza…
Il mio prossimo film?
Fuggire da qualcosa di già fatto.
Cyberpunk e Musica classica insieme, per esempio
La sintesi del Cinema
Ensamble

Victor Perez è un regista, produttore, sceneggiatore e artista di effetti speciali spagnolo con oltre 20 anni di esperienza combinata, e ha lavorato a numerosi film di Hollywood, tra cui “The Dark Knight Rises“, “Rogue One: A Star Wars Story“. “ Harry Potter e i Doni della Morte”, più molti altri. Il suo debutto in regia con “Another Love” (2015).

Considerato un guru del compositing per effetti visivi, dalla sua prima passione per la fotografia a 16 anni, col fratello maggiore a sviluppare foto con gli acidi negli anni ‘80, Victor inizia la sua carriera nell’industria cinematografica come fotografo e artista di compositing digitale.

“Abitavamo in campagna a Cordova, in Andalusia – dice Victor – giocare e imparare al computer il primo Ps, allora 1.5, è stata la mia fortuna. Ho iniziato a lavorare e presto anche a disciplinarmi nel sapere, perchè imparare è scomodo ma sapere è bello. Ho studiato teatro al Nazionale Spagnolo, e combinata l’esperienza della drammaturgia a quella dell’Accademia Internazionale per le Arti e le Scienze dell’Immagine dell’Aquila, ho proseguito nel Cinema dove le ultime tecnologie permettono modi nuovi di raccontare storie”.

Perez in seguito ha lavorato a collaborazioni come direttore tecnico e consulente 2D, sviluppando una combinazione di comprensione artistica e tecnica della postproduzione del film e degli effetti visivi da un punto di vista fotorealistico. Oggi progetta e supervisiona la creazione del processo degli effetti visivi del film come VFX Supervisor.
Il suo ultimo cortometraggio Echo (2017) usa una tecnologia di controllo del movimento pionieristica e mai vista prima, ed è stato girato in soli cinque lunghi take. (Corredato da uno straordinario Dolby Atmos ndr).

Un piccolo gioiello di genere, un incubo, il risveglio e il tempo che sembra andare avanti e indietro, anzi si rovescia come allo specchio. Come ha avuto l’idea?
“La mia idea – dice Victor- era nel cassetto, la tecnologia per realizzarlo ancora non c’era, sino a che non sono stato contattato dallo svedese Stiller Studios, uno degli studi VFX tecnicamente più avanzati al mondo, pionieri del motion control, con i quali ho scoperto che era possibile realizzare il mio “incubo”, e per questo hanno creato anche un nuovo software per muovere le macchine da presa. L’ispirazione per il soggetto l’ho avuta da un incubo in cui sogno di uccidere mio fratello nel sonno. Mi sveglio e assicurandomi che non fosse reale trovo mio fratello sporco di sangue, ucciso. (Ma stavo ancora sognando)”.

Allora mi sono domandato cosa possiamo essere e, non essere l’idea che abbiamo di noi stessi. Così è nato Echo”.

diritti riservati©Dizzly
Ensamble Cyberpunk e Musica classica insieme La sintesi del cinemaultima modifica: 2019-01-31T10:49:53+01:00da Dizzly

← Previous post

Next post →

5 Comments

  1. Per cominciare “Ogni storia crea ponti con le isole di conoscenza”. Appunto, quello che dicevamo qualche post fa. Possiamo anche scrivere Harry Potter, dentro ci metteremo sempre qualcosa di noi. Isola nell’isola. Io avrei detto “Ogni storia E’ un ponte con le isole di conoscenza” (ma non dirglielo sennò s’incazza e… poi ti spiego).
    Andiamo avanti, avevi promesso l’intervista con l’echomane ed hai mantenuto la promessa, sei affidabile.
    Infine, guardando la foto, posso sbagliare, ma non mi fido di lui (cyberpunk e musica classica assieme! Come ci si può fidare?). Anzi, per dirla tutta, il fratello l’ha ucciso lui. Echo è solo un alibi. Anche se ben fatto.
    (Capito perché non devi dirgli nulla?)

    • ..OMG oh my god …in realtà quando lo trova “ucciso” sta di nuovo sognando…(forse andava specificato), sorry, lui raccontava molto divertito quasta storia ed io ho dato per scontato che doveva essere per forza un incubo ripetuto, agli occhi degli spettatori, come nel corto..Quanto a cyberpunk e musica classica, sono ciò che è innovazione e colonna sonora, nel cinema, tecnologia e ost ..in effetti un’ottima sintesi…

  2. Rileggendo più attentamente mi sorge il dubbio di aver equivocato qualcosa di reale con una sceneggiatura. In ogni caso sono mortificato e faccio le mie scuse.

Rispondi a arienpassant Annulla risposta