https://blog.libero.it/wp/sitfeel/wp-content/uploads/sites/55813/2020/06/KoreLIBRIVUOTI2020_SILENTIUM.jpg

Disegnare il silenzio. 21 giugno Scuderie Aldobrandini per l’arte Frascati. Opening.  La mostra è visitabile on line seguendo il link SILENTIUM.

“SILENTIUM” Alessia Forconi, Cristina Giorgi (Kore) e Tania de Gregorio. Tre artiste legate al territorio tuscolano s’interrogano sul senso del Silenzio con tecniche artistiche differenti e sperimentano la collaborazione al progetto ideato da Kore sull’importanza della parola circondata dal silenzio.

Silenzio come Liberazione e capacità di riprendersi il proprio tempo ed anche come punto d’arrivo, come meta estrema della tensione conoscitiva dell’uomo. Dopo aver espresso con ogni forma di linguaggio, la parola sembra dover cedere il passo al silenzio. Che resta, tuttavia, sempre informazione di una condizione.

La ricerca delle tre artiste si avvita nella tensione creativa a mantenere il rapporto con uno stato di immersione e introspezione in cui si ammira il dettaglio minimo, la concentrazione sull’essenziale del proprio animo sognante, riflessivo, di un viaggiare senza andare e tuttavia tornare portando memorie.  Di luoghi amati ancestralmente “Andalusia” di Tania De Gregorio. Carta,  tessuti su tele, abrasioni di colore e segni di scrittura che narrano di desideri formulati in accenni di mete lontane .

Le sculture di Alessia Forconi, marmo, resine e metalli, che catturano il silenzio nel respiro trattenuto di “Riflessioni  si localizzano nelle gote piene di volti sereni,  sotto lo sguardo interiore degli occhi chiusi, apnee de “Il sogno di Angelica“.

I libri vuoti” di Kore, allestimento con lamine di oro a comporre infinite copertine o pagine di libri aperti sulla sola luminosità del metallo nobile, contenitore sospeso, tra le descrizioni assenti e le sue preziose possibilità di comunicazione.

Ogni silenzio rappresentato  mostra per differenza il comparire del senso, come la solitudine un limbo di inesistenza solo apparente.

Silentium è una esposizione collettiva con linguaggi diversi caratterizzata da una riflessione sull’arte femminile, sulla necessità intima di far emergere tutto ciò che è taciuto per educazione, cultura, percorso personale (Tania De Gregorio). Di parole che tra il caos affiorano e si riscattano, di parole scelte con cura e altre donate al silenzio Kore (Cristina Giorgi). Di non specchiarsi troppo nella propria condizione, ma adoperarsi alla sperimentazione di una collettiva di opere molto diverse tra loro per guardare e ricavare l’impressione generale dell’opera, la sensazione stessa dell’atto creativo (Alessia Forconi). 

 La mostra è visitabile on line dalle SCUDERIE ALDOBRANDINI EVENTI seguendo il link SILENTIUM.

Voluta dall’Assessore alla Cultura Emanuela Bruni e curata da Daniela Zannetti vuole dare il senso dell’inarrestabilità dell’Arte e dell’operare stesso dell’artista, pur tra le difficoltà del dopo lockdown.
La chiusura temporanea dell’Auditorium e delle Sale espositive delle Scuderie Aldobrandini priva la collettività delle dinamiche di relazione culturale e di uno spazio importante per il confronto sull’esperienza artistica. Le mostre online sono di continuità con tutte le azioni promosse dall’Amministrazione locale per il rilancio del turismo in una cittadina di rilevanza internazionale e ampio bacino culturale. Territorio ricco di cultura dal vivo, e così online.

In copertina “Scuderie” di Ferdinando Gatta photographer.

Tre artiste in SILENTIUMultima modifica: 2020-06-21T10:22:13+02:00da Dizzly