icons

 

McCurry è probabilmente il fotografo contemporaneo più incline a raccogliere l’eredità  di Henri Cartier-Bresson, l’occhio del suo secolo.

 

Uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, e punto di riferimento per un vasto pubblico che identifica nel suo obiettivo uno degli strumenti più infallibili per la lettura delle dinamiche del nostro tempo.

Icons presenta, per la prima volta nella regione Veneto, a Palazzo Sarcinelli, Conegliano (TV) dal 23 dicembre 2020, una selezione di oltre 100 fotografie, capace di fornire una completa rappresentazione del suo particolare stile e della sua esclusiva visione estetica. Il percorso espositivo accompagnerà il visitatore alla scoperta del suo talento, con immagini di grande impatto emotivo e di sicura fascinazione.

L’esposizione ha l’ambizione di gettar luce sulle molteplici esperienze artistiche e di reportage del grande fotografo: a partire dai primi storici viaggi in India e poi in Afghanistan dove Steve McCurry ebbe l’opportunità di seguire i Mujaheddin al tempo della guerra contro la Russia, quando l’accesso al paese era interdetto ai visitatori occidentali. Proprio dall’Afghanistan proviene Sharbat Gula, la ragazza resa celebre dalla prima pagina del National Geographic e conosciuta dal fotografo nel campo profughi di Peshawar in Pakistan. In ogni sua foto Steve McCurry ci racconta una storia che, una volta svelata, è in grado di comunicare la complessità di un intero contesto.

La maggior parte delle sue  foto è radicata nella gente. Nel momento in cui si affaccia l’anima più genuina, in cui l’esperienza s’imprime sul volto di una persona.

La città di Conegliano si apre al panorama internazionale offrendo alla cittadinanza e ai turisti un’opportunità di avvicinamento alla bellezza attraverso scatti fotografici che sanno cogliere l’essenza del momento.

Ed è un augurio questo che l’amministrazione vuole fare alle persone che vedranno la mostra – spiega  l’Assessore alla Cultura, Gaia Maschio –: sensibilizzare all’osservazione della fotografia di questo grande artista e riuscire a trovare la stessa “bellezza” nella quotidianità, nei volti che incrociamo e nel paesaggio che ci circonda.

Icons STEVE MCCURRYultima modifica: 2020-09-10T07:05:57+02:00da Dizzly